Una buona notizia

Argomento che mi sta tantissimo a cuore visto che considero gli animali miei fratelli con pari diritti e pari dignità, e amo i miei quanto amo i miei figli.
Dal sito della Lav, Lega antivivisezione, leggo ( e riporto) che per fortuna sono anni che si finanziano metodi sostitutivi alla crudelissima quanto inutile sperimentazione sugli animali: all’Università di Genova in collaborazione con l’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro sono state prodotte 100 mila cellule HUVEC (estratte dal cordone ombelicale), all’Università di Pisa è stato messo a punto un bioreattore per lo studio delle sostanze inalate, con il laboratorio LARF dell’Università di Genova abbiamo avviato un progetto per sostituire l’uso del siero degli animali estratto da feti vivi. Ognuno di questi progetti è una speranza in più per milioni di animali e per i malati che attendono una cura.

Dal sito della Lav:

LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE È UN BRUTTO ERRORE.

Ogni anno oltre 700.000 animali vengono ancora usati nei laboratori italiani. Vivono isolati, maltrattati, costretti a patire la fame e resi dipendenti da droghe e alcol.
2.000 al giorno muoiono per avvelenamento, ustioni, mutilazioni, infezioni e altre malattie. Tutto questo è inaccettabile: gli animali sentono e soffrono come noi. 
Ma gli animali non sono come noi, ogni specie è unica per caratteristiche bio-chimiche, per morfologia e fisiologia, patrimonio genetico e reazioni ai virus e ai batteri. Per questo i test sugli animali sono non solo crudeli, ma inattendibili, fuorvianti.

SALVARE GLI ANIMALI MIGLIORA LA RICERCA.

È un fatto: il 95% dei test su animali non supera le prove cliniche per gli esseri umani. È quindi nell’interesse della scienza cercare metodi più attendibili. Molti li ha già trovati: le ricerche che non prevedono l’uso di animali sono infatti sempre più numerose. Così, grazie a modelli matematici, studi clinici e test su cellule e tessuti coltivati in vitro, sono stati fatti importanti passi avanti nello studio e nella cura delle malattie. Anche LAV sta dando il suo contributo.

ABBIAMO PROGETTI PER IL FUTURO.

LAV non si limita a denunciare la crudeltà della sperimentazione animale, ma si impegna concretamente per sostenere una scienza giusta sia per gli animali che per la salute di tutti. Anche grazie al 5xmille, negli ultimi anni abbiamo finanziato diversi progetti per lo sviluppo di metodi sostitutivi, nelle Università italiane e nei Centri di Ricerca. Ognuno di essi è una speranza in più per milioni di animali e per i malati che attendono una cura:

 

  • all’Università di Genova, in collaborazione con l’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, sono state prodotte 100 milioni di cellule HUVEC (estratte dal cordone ombelicale);
  • con l’Università di Pisa è stato messo a punto un bioreattore per lo studio delle sostanze inalate;
  • con il Laboratorio LARF dell’Università di Genova è stato avviato un progetto sulle cellule staminali umane.
SIAMO TUTTI D’ACCORDO?

Oltre l’80% degli italiani (Eurispes 2016) è contrario alla sperimentazione animale e la stessa scienza ha dimostrato i vantaggi dei metodi sostitutivi. Insomma, la ricerca senza animali mette tutti d’accordo, ma è necessario metterla in pratica. La maggior parte dei Paesi europei, così come gli USA, lo stanno già facendo. Solo l’Italia preferisce investire ancora su metodi fallimentari e crudeli.

 

ADOTTIAMO UNA SCIENZA GIUSTA.

I metodi sostitutivi ci permetteranno di liberare gli animali dalle sofferenze e allo stesso tempo di ottenere efficaci risultati dalla ricerca. Ma occorre investire. Vogliamo che il Governo si impegni a realizzare un piano pluriennale di interventi per il sostegno e lo sviluppo dei metodi di ricerca senza animali.
Solo così potremo abbandonare per sempre la sperimentazione animale.

 

Io sostengo in tutto la Lav da sempre!
Come già sapete io e tutta la mia famiglia, bambini compresi, siamo vegetariani, non indossiamo niente che provenga da un altro essere vivente, usiamo solo prodotti non testati su animali, dallo shampoo ai cosmetici al detersivo per il bucato e i pavimenti.
Vivere nel totale rispetto per le altre creature e per l’ambiente si può e si deve.
Tante specie diverse, un solo diritto: quello di vivere in pace nel proprio ambiente!

Risultati immagini per casapound no vivisezione

 

Risultati immagini per no vivisezione

Risultati immagini per no vivisezione

Risultati immagini per no vivisezione
Risultati immagini per no vivisezione

Risultati immagini per casapound no vivisezione

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 16 commenti

Navigazione articolo

16 pensieri su “Una buona notizia

  1. Come parole di polvere

    Animali bambini ed anziani non si toccano.stop.🖒

    Liked by 2 people

  2. Concordo, Indy…

    Liked by 1 persona

  3. La sperimentazione non solo va abolita, ma proprio punita.
    Ma sai, la aboliamo da noi, e negli altri paesi no? In Cina ho letto che fan di quelle cose…

    Liked by 1 persona

  4. Una delle cose più tristi che mi sia mai capitato di scoprire tanti anni fa è proprio la sperimentazione animale…..
    Con scuse fantasiose e anche piuttosto patetiche, si sta tentando in tutti i modi di evitare l’uso di prgrammi alternativi che (e questo credo le aziende, specie farmaceutiche sappiano bene) costringerebbero anche chi produce a prendersi molte più responsabilità circa gli effetti di ciò che viene immesso sul mercato.
    E’ inutile sperare che le persone credano ancora alla favola del “preferisci salvare un bambino o un topo”, perchè io VOGLIO salvare entrambi, e il modo c’è!

    Liked by 1 persona

    • Infatti! Con le solite storielle del salvare o il bambino o il topo pensano di pararsi il culo quando invece si possono benissimo,e si devono,salvare entrambi senza far soffrire nessuno. Le case farmaceutiche fanno schifo,pensano solo a gonfiarsi il portafoglio!

      Mi piace

  5. ROSARIO ZAPPALA'

    Stavo giusto leggendo sulle scienze di questo mese che ora c’è la possibilità di sperimentare direttamente sugli organuli (organi umani prodotti in laboratorio dalle cellule staminali) in modo più attendibile che non con gli animali. E quibdi non ci sono più scuse ormai.
    Ciao dolce Indy 🙂

    Liked by 1 persona

    • É da un po’ ormai che ci sono i metodi alternativi e le scuse dei sadici maniaci della vivisezione non reggono più! La devono smettere,a costo di andarli a tirar fuori a fucilate dai laboratori. Loro e chi li sostiene e finanzia! Un bacione Ross 😘

      Mi piace

  6. Concordo. Sono molte le persone favorevoli ai test dermatoligici clinici… ma in molti a non farci nemmeno caso. Molte persone non leggono nemmeno le scadenze figuriamoci se si preoccupano del test. Cmq trovo che il 5*1000 alla ricerca sia davvero importante. Io farei anche l’8*1000… che tanto la chiesa e lo stato non ne hanno bisogno.

    Liked by 1 persona

  7. Gli animali, che chiamo amici e amori diversi, hanno anima e sensibilità, perderei la vita, d’istinto, per salvare uno di loro.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: