Cuba

Chi non conosce Cuba, la bellissima isola caraibica, meta di tanti vacanzieri?
Forse però non tutti la conoscono bene come credono….
Da brava anticomunista quale sono ho diversi amici cubani fuggiti dal regime comunista dell’ormai defunto Fidel, e loro mi raccontano la vera Cuba ,quella che non c’è sui depliant, quella da cui in migliaia fuggono senza poter più tornare altrimenti rischierebbero torture, almeno quarant’anni di carcere se non la morte.
Questo è il comunismo.
Cuba è un paese arretrato, con scarsissima o nulla tecnologia, povertà quasi assoluta e la cultura, poca, in mano al regime.
Ad esempio in ambito artistico ogni cosa deve prima avere l’approvazione del regime prima di essere esposta ad una mostra, idem i film al cinema, tra i quali non figurano i film americani,ma il governo finanzia cineasti del posto dopo averli sottoposti al suo rigido esame.
Ma la situazione peggiore le vivono, oltre ai non comunisti, gli omosessuali, tanto difesi dai comunistelli ignoranti di casa nostra.
Anche se nessuno ne vuol parlare perchè è scomodo farlo sapere, in pieno regime Fidel Castro era solito mandare delle raccomandate per posta a chi riteneva essere omosessuale.
Chi le riceveva era convocato per una presunta visita militare, ma in realtà in molti finivano nei campi di lavoro chiamati UMAP.
Qui erano costretti ai lavori forzati e a subire delle torture, dato che l’omosessualità era, ed è tuttora, considerata una malattia a Cuba.
D’altronde era il suo compare Che Guevara, tanto amato da chi non vuol sapere o non sa, che tanto si divertiva a sparare personalmente in testa agli omosessuali prigionieri nei suoi nei gulag. Ovviamente se erano ben legati, perchè la vigliaccheria, si sa, è rossa e non si sa mai che anche un gay disarmato potesse nuocere al Che!
Tutto questo è storia! Quella che i sinistri trinariciuti non vogliono far trapelare perchè è scomoda, ma chi studia e conosce persone che scappano dal comunismo le viene comunque a sapere. Non si scappa in eterno dalla verità, cari kompagni!
Perfino il termine omosessuale è ancora poco diffuso a Cuba: i gay vengono chiamati con il dispregiativo si maricones.
Per questo motivo donne e uomini  hanno paura di ammettere il proprio orientamento sessuale dato che sarebbero discriminati e non accettati nè a casa propria nè sul posto di lavoro.
Poi ci sono i cristiani, perseguitati per anni dal regime di Fidel, anche se lui stesso era nato in una famiglia di cattolici e aveva studiato dai gesuiti come Bergoglione!
La presenza di un’altra dottrina, qualsiasi essa fosse, oltre a quella del socialismo non era accettata dal dittatore.
Dopo aver statalizzato le scuole cattoliche, nel 1961 Fidel mandò via dall’isola più di cento preti mentre altri furono portati nei tristemente noti campi di lavoro UMAP, anche loro.
Il Natale fu abolito e tuttora non ci sono tracce di questa festività nelle case e nei negozi di L’Avana nonostante negli ultimi anni il divieto di festeggiarlo sia stato tolto.
Come tutti i paraculo, però, col tempo Fidel, vedendo il successo della chiesa in tutto il resto del sud America, cambiò idea e decise di avvicinarsi al Vaticano, sperando anche in un aiuto nelle questioni politiche mondiali che lo riguardavano dopo aver perso il sostegno della smantellata URSS. Addirittura presenziò alla visita e alla messa di papa Giovanni Paolo II nel ’98 a Plaza de la Revolucion
Da quel momento i cristiani di Cuba goderono di maggiore libertà, ma non troppa: c’è ancora la paura ad esporre il proprio credo.
Il coraggioso don Raniel della chiesa Nuesta Senora del Carmen, unico a Cuba a criticare apertamente il governo, è  ancora molto critico con l’operato dell’ex presidente e ammette che i problemi esistono ancora.
“Spesso i fedeli mi dicono che devono tenere nascosta la loro fede e questo non è un bene – spiega – la mia speranza è che a Cuba ci sia presto più di un partito, con il quale la Chiesa possa dialogare come fa negli altri stati del mondo”.
Qui si parla tanto di libertà di culto, ma i compagnucci tacciono bene su quanto questa sia negata dal loro amato defunto Castro, rappresentato insieme a Guevara come icona dei comunistelli dei centri sociali, intolleranti e razzisti con tutti quelli che non la pensano come loro.Ma allora perchè non andate a vivere lì? Il posto è indubbiamente bellissimo, e se vi piace il regime…cosa state aspettando?
Adesso che anche l’altro loro idolo, l’ex penoso presidente Obama, il peggiore mai avuto in America, ha voltato le spalle ai cubani giudicandoli clandestini come tutti gli altri, chi non è comunista non può più scappare in America come rifugiato politico.Chi torna a Cuba viene imprigionato e spesso ucciso. W il premio nobel per la pace! Quanta schifosa ipocrisia!

Risultati immagini per cuba paesaggi

Risultati immagini per cuba paesaggi

Risultati immagini per umap

Risultati immagini per umap

Risultati immagini per umap

Categorie: Senza categoria | 6 commenti

Grazie Sereno

Per i poveri mentecatti che ancora si sentono superiori agli animali, agli ignoranti che li credono ancora esseri senz’anima ecco l’ennesima smentita, che tanto loro, limitati come sono, non capiranno.
Chi come come ha la fortuna di vivere con i cavalli sa bene quanto questo amore sia profondo e ricambiato, un legame indissolubile che rende due esseri diversi una cosa sola.
Il cavallo è un animale unico e averlo come amico, come compagno di giochi e di avventure è una qualcosa di indescrivibilmente meraviglioso.
Lo sapeva bene  Wagner de Lima Figuereido, 34 anni, funzionario brasiliano della prefettura di Cajazeiras, nello stato di Paraiba, Brasile, che per otto anni ha condiviso la sua vita con il bellissimo Sereno, un cavallo grigio trotino dai grandi occhioni dolci.
Wagner era esattamente come me: il suo cavallo era il suo orgoglio, la sua passione, la sua priorità: per lui pronto a privarsi di tutto, perché al suo cavallo non mancasse mai nulla e fosse felice.
Poi, un brutto giorno, Wagner decide di cavalcare la sua moto invece del suo cavallo.
Ha un brutto incidente e muore.
Suo fratello Wando, decide che anche il fedele Sereno ha il diritto di dare l’ultimo saluto al suo amico e così lo porta al funerale insieme agli altri amici cavalieri del fratello con i loro rispettivi cavalli.
All’arrivo del feretro il dolore di Sereno esplode e i suoi strazianti nitriti sovrastano l’omelia come a voler richiamare l’amico dall’aldilà.
Il fratello lo accompagna vicino al feretro dove Sereno intravede il volto di Wagner da una fessura: allora, disperato, incomincia a strofinare la testa sulla bara di legno come faceva sul petto dell’amico per fare le coccole, e, singhiozzando,dai suoi occhioni dalle lunghe ciglia bianche scendono lacrime di puro dolore.
Parenti e amici di Wagner hanno smesso di piangere per assistere al dolore, non meno umano del loro, del cavallo e  hanno cominciato filmare la scena con i telefonini per dimostrare al mondo intero che anche un animale può provare un amore così grande e un dolore così intenso quando perde questo amore.
Un amore che va oltre la morte.
Francielio Limiera, un fraterno amico di famiglia ha dichiarato: «È inimmaginabile come si è comportato quel cavallo. Se non fossi stato presente non avrei mai creduto a un fatto del genere. Quel cavallo piangeva».
Io invece non mi stupisco, e non solo come amante degli animali, ma anche come etologa: gli animali soffrono esattamente come noi e esattamente come noi hanno sentimenti forti di amore e di amicizia.
Questo a qualcuno dà fastidio.
Forse perchè dà fastidio sapere di non essere gli unici privilegiati ad avere un’anima, a non essere superiori a nessuno ( anzi), a non avere il diritto di uccidere degli esseri innocenti e senzienti solo per riempirsi inutilmente la pancia o sfruttarli in corse o circhi o altro?
Le lacrime del dolce Sereno sono solo uno degli innumerevoli esempi che le differenze tra specie sono solamente fisiche, e che le crudeli barriere dello specismo debbano cadere per dare finalmente agli animali quella dignità e quel rispetto che spetta loro di diritto.
Grazie Sereno che con il tuo cuore immensamente grande hai mostrato al mondo intero che gli animali hanno un’anima e sanno amare consapevolmente!

 

Risultati immagini per le lacrime del cavallo sereno

CAVALLO SERENO PIANGE AL FUNERALE DEL PADRONE

Categorie: Senza categoria | 20 commenti

Non finirà mai

Risultati immagini per violenza sulle donne frasi

L’anno è appena iniziato ma ci sono già donne vittime di violenza vive per miracolo: la prima è Ylenia Grazia Bonavera, 22 anni, di Messina, cosparsa di benzina e data alle fiamme dal suo ex fidanzato, Alessio Mantineo di 25, che non accettava la fine della loro relazione. E’ viva solo grazie all’intervento di una vicina che ha chiamato i soccorsi.
Nonostante il terribile e vile atto la ragazza continua a difendere il bastardo e a dire che non è stato lui, perchè lui la ama davvero! Peccato che ci sia un video a inchiodarlo mentre compra la benzina con cui ha tentato di bruciarla viva.
La seconda è Jessica Notaro, 28 anni,ex miss Romagna, sfregiata con l’acido sempre dal suo ex Edson Tavares, 29 anni, di Capo Verde, che nemmeno lui accettava la fine della loro relazione. Adesso lei è in ospedale con il viso sfigurato e rischia di perdere un occhio, mentre il bastardo continua a negare di essere stato lui.
Eppure questo essere di merda aveva già maltrattato la ragazza lo scorso agosto e per questa ragione era stato aperto un fascicolo ed era stato fatto un ammonimento dal questore di Rimini, Maurizio Improta.
Ecco a cosa servono gli ammonimenti….
Almeno nel 16,7% dei casi, il femminicidio è stato preceduto da stalking e violenze, denunciate dalle vittime ma rimaste, chissà perchè, impunite o cercate di limitare con provvedimenti cretini come la distanza di sicurezza, le sgridatine dei carabinieri, qualche giorno di galera.
Lo stalking, che è una vera e propria violenza perchè distrugge la vita delle vittime, e le violenze fisiche vanno punite severamente SUBITO con ANNI di galera!
Sono ben 3 milioni e 466 mila in Italia, secondo l’Istat, le donne che nell’arco della propria vita hanno subito stalking! Direi che sono cifre importanti, non certo da sottovalutare!
Il 16% delle donne ha tra i 16 e i 70 anni e di queste, 2 milioni e 151 mila sono vittime di comportamenti persecutori dell’ex partner ma quasi 8 su 10 non si è rivolta ad alcuna istituzione, non ha cercato aiuto e non ha mai denunciato il partner.
Forse perchè sa che sarebbe abbastanza inutile: fanno poco o niente!
Ma la denuncia va sempre fatta! Anche perchè se così poi capita di doversi difendere da sole almeno si è avvisato prima.
Spaventoso il numero delle donne uccise in Italia nell’arco di 10 anni,dal 2006 al 2016:
sono state 1.740 e di queste 1.251 (il 71,9%) in famiglia, 846 (il 67,6%) all’interno della coppia, 224 (il 26,5%) per mano di un ex compagno, fidanzato o marito.
Solo nell’ultimo scorso anno sono state 120 le donne uccise, bruciate, sfregiate, strangolate, accoltellate.
E molte di loro si lasciano dietro altre vittime: i bambini. I loro figli rimasti senza la mamma, costretti a crescere segnati da una violenza che gli ha strappato via l’affetto più caro. A loro nessuno pensa mai, soprattutto quando ci sono da aggiungere anni alle pene, sempre troppo leggere, per i sub umani assassini.
Si registra anche, ultimamente, un aumento di richieste d’aiuto da parte di uomini violenti. Un buon segnale, ma non abbastanza per tutelare le donne dalla violenza delle sotto specie di uomini, quelli senza le palle.
Il vero Uomo è stato creato da Madre Natura al solo scopo di proteggere e tutelare la Donna e la sua famiglia. Chi compie violenza contro una donna va contro Natura ed è quindi un essere sbagliato che va eliminato perchè pericoloso.
Chi compie un crimine contro una donna compie un crimine contro l’umanità e contro l’universo intero, perchè la Donna è l’unica e vera Madre e Creatrice di Vita.
Sorelle mie, non accettate mai la violenza da parte di nessuno! Non perdonate uno schiaffo convincendovi che sarà l’unico o l’ultimo, non perdonate mai l’aggressività, la prepotenza e chi vuole sopraffarvi sia fisicamente che psicologicamente. Se lo stato non vi difende, imparate a difendervi da sole! E comunque denunciate sempre e subito!

 

 

Risultati immagini per violenza sulle donne

 

Risultati immagini per violenza sulle donne frasi

Risultati immagini per violenza sulle donne frasi

Risultati immagini per violenza sulle donne frasi

Immagine correlata

Risultati immagini per violenza sulle donne frasi

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 19 commenti

Ho accarezzato un lupo

 

Se parli con gli animali
essi parleranno con te

e vi conoscerete l’uno con gli altri.
Se non parli con loro
non potrai conoscerli,
e ciò che non si conosce
fa paura.
E quando qualcosa gli fa paura
l’uomo lo distrugge.

Capo Don R. George

Io ho accarezzato un lupo e la sua famiglia: è stata un’emozione unica!

Risultati immagini per saggezza indiana

Risultati immagini per saggezza indiana

Risultati immagini per saggezza indiana

Risultati immagini per nativi americani con animali

 

Categorie: Senza categoria | 22 commenti

Abbiamo un nuovo organo!

Si chiama mesentere ed è un organo collocato tra il colon e l’intestino tenue.
Il suo compito pare sia il collegare  l’intestino e l’addome facendo in modo che l’apparato digestivo rimanga ben saldo.
Il primo a descriverlo e a dargli collocazione esatta fu nientemeno che il grandissimo Leonardo Da Vinci!
Nell’ultimo secolo, però, la storia non lo considerava più un organo ma una semplice struttura, un tessuto  frammentato e composto da differenti aree con compiti diversi.
Ma  ultimamente, già nel 2012, il chirurgo Calvin Coffey aveva compreso l’importanza dell’organo come vero e proprio organo separato anatomicamente e con sue funzioni ben precise,confermata, ora, nelle ultime recenti ricerche scientifiche dei ricercatori del Limerick University Hospital irlandese .
Adesso restano da capire bene quali siano queste funzioni precise nello specifico e quali le possibili ricadute sulla nostra salute.
Non finiamo mai di scoprire e di scoprirci!

 

mesentere

Categorie: Senza categoria | 9 commenti

Vergognoso!

Lo Stato non pagherà le cure all’artificiere ferito dall’ordigno piazzato contro la libreria di Casa Pound

Già è vergognoso che nessun politico di merda di sinistra abbia condannato l’atto indegno compiuto dai loro protetti, perchè solo comunistelli o anarchici di merda possono essere così vigliacchi e mettere una bomba per ferire o uccidere chi la pensa diversamente da loro,  e che questi bastardi non siano ancora in galera, ma ora pare che l’artificiere rimasto ferito nel disinnescare l’ordigno non avrà la copertura delle spese sanitarie!!!
Per Mario Vece, un eroe che ha rischiato la propria vita per l’imbecillità dei trinariciuti di merda, che si trova ancora in ospedale per aver perso una mano e un occhio durante l’esplosione, non è prevista nessuna copertura perchè, come denuncia il sindacato:
“Per le forze dell’ordine non è prevista assicurazione”.
Cioè, questi uomini, da cui c’è solo da prendere esempio per il coraggio che dimostrano ogni giorno per pochi vergognosi soldi,non sono coperti da assicurazione sanitaria!!!
“Non c’è copertura per le spese legate al decorso post operatorio, come quelle per la protesi”.
Il Siulp fiorentino punta il dito contro lo Stato.
L’agente ha perso una mano e  un occhio durante il lavoro, ma per lui lo stato italiano non è disposto a sborsare un euro.
Eppure per mantenere clandestini, tra cui s’infiltrano numerosi terroristi, come abbiamo già visto, i soldi ci sono, per aprire ospedali in Africa i soldi saltano fuori, per comprare aerei da guerra vecchi bacucchi anche,per curare tutti gli stranieri del mondo i soldi ci sono sempre.
Ma per gli italiani, per coloro che ogni giorno rischiano la propria vita per difendere noialtri, no!
“Nel contratto non è prevista una polizza assicurativa per danni riportati in servizio – denuncia Lanzilli all’Adnkronos – una situazione paradossale, che vorremmo vedere sanata già nel prossimo contratto di lavoro”.
Mario dovrà essere sottoposto a costosissime cure per le varie operazioni a cui è stato e sarà nuovamente sottoposto nel suo ingiusto calvario. Poi ci sarà una lunghissima fisioterapia.
Un lungo intervento che è servito a ricostruire una parte dell’osso orbitale.
Per lui è stato aperto un conto per effettuare donazioni presso la banca Unicredit di Firenze per poter pagare operazioni e protesi all’artificiere.
“È una risposta – spiega ancora il segretario del Siulp fiorentino – anche alle centinaia di cittadini, di aziende e di colleghi che hanno chiesto di potersi attivare a favore di Mario per aiutare la famiglia in questo momento molto delicato”.
Il Siulp ha già presentato, attraverso Massimiliano Annetta, legale fiduciario del sindacato, la richiesta di costituzione di parte civile.
“Ci auguriamo che gli autori di questo gesto folle, vile e criminale possano essere presto assicurati alla giustizia – ha continuato Lanzilli – Il nostro collega ha pagato un prezzo altissimo per garantire la sicurezza della collettività”.
Gianni Tonelli, segretario generale del Sap conclude:
”La vicenda del poliziotto artificiere rimasto gravemente ferito nella notte di capodanno , pone in luce le contraddizioni del sistema che dimostrano la totale insensibilità e la scarsa considerazione verso gli operatori delle forze dell’ordine che svolgono un servizio estremamente rischioso, mentre la normativa non provvede a tutelarli adeguatamente”
Questa è la gratitudine dello schifoso stato italico nei confronti delle proprie Forze dell’Ordine!
Complimenti! E noi le tasse per cosa le paghiamo a fare? Per mantenere politici e stranieri che non fanno un cazzo dal mattino alla sera???
Intanto io comincerei a far pagare i centri sociali vari, visto che è da lì che parte l’odio verso Casa Pound ed è lì che provabilmente si nascondono i senza coglioni che hanno compiuto l’infame gesto.
E poi un bello sciopero generale di tutte le Forze dell’Ordine, ma non per le strade: devono scioperare le scorte dei nostri magnoni al governo! Voglio vederli, i cagasotto, girare senza gli uomini che li proteggono dall’ira e dall’odio a cui hanno portato la gente!
Dopo non li fanno più gli splendidi!
Che i politici si tolgano dalle tasche almeno 1000 €. a testa e li donino a questo poliziotto ferito sul lavoro! Altrimenti rinuncino per sempre alla scorta.

Immagine correlata

Risultati immagini per artificiere ferito a firenze

Risultati immagini per artificiere ferito a firenze

Risultati immagini per forze dell'ordine

 

Risultati immagini per forze dell'ordine

Categorie: Senza categoria | 11 commenti

Deliri?

Come accade in Germania, anche in Inghilterra cominciano a occuparsi di cosa accadrebbe in caso di attacchi da parte di….morti viventi!
Mentre ci troviamo in un periodo di estremo rischio per tutti di terrorismo islamico senza precedenti, l’Università di Leicester ha studiato le prospettive dell’umanità in caso di attacco zombie! Il caso è diventato nazionale, tanto che ne parlano tutti i media britannici.
Secondo questi studiosi in cento giorni saremmo tutti spacciati, in sei mesi totalmente estinti.
Solo il ritorno alla Natura ci potrebbe salvare, poichè non ci sono speranze di integrazione con gli zombie, nè di convivenza, nè di nessuna salvezza.
Agli zombie basterebbero tre mesi per decimare gli umani.
Ne rimarrebbero destinati comunque a morire perchè troppo pochi per ripopolare il pianeta e perchè poi finirebbero divorati prima, oppure uccisi da fame, malattie o altro ancora.
L’unico barlume di speranza parrebbe il rimparare a vivere in Natura: solo una comunità di indigeni, infatti, sarebbe capace di organizzarsi e difendersi contro i morti viventi.
Magari scamperebbero solo i Nativi Americani, alla faccia dei nuovi americani. E la cosa non mi dispiacerebbe proprio….
Ma la cosa che mi preoccupa maggiormente è: come mai paesi come la Germania, dove fanno vere e proprie simulazioni con tanto di addestramento militare in campi appositi, e l’ Inghilterra sono così ossessionati da spendere soldi in studi sugli attacchi da parte di morti viventi????? Con la situazione che stiamo vivendo, poi????
Da dove nasce tutta questa preoccupazione per qualcosa che veramente sarebbe impossibile? C’è qualcosa che non sappiamo? Qualche nuovo virus che hanno inventato, nuove tecniche di controllo mentale sfuggite di mano….
Vogliono resuscitare i morti per fargli pagare ancora le tasse?
Voci cosa ne pensate?

Risultati immagini per morti viventi

Risultati immagini per morti viventi

Risultati immagini per morti viventi

Risultati immagini per morti viventi

 

Categorie: Senza categoria | 26 commenti

Origini della Befana

Domani sarà l’Epifania,il triste giorno che tutte le feste si porta via.
Forse non tutti sanno che anche questa figura, come l’albero di
Natale e tante altre, è stata rubata dalla chiesa cattolica alla religione pagana.
Per il cattolicesimo e per tutti in generale, attualmente, l’Epifania s’incarna nella figura della Befana, una vecchia dall’aspetto inquietante , vestita di logori stracci, che a cavallo di una scopa, porta doni ai bambini buoni e carbone a quelli cattivi ( il solito ricatto cattolico!)
lo stesso giorno che i Re Magi portarono i loro doni a Gesù nella stalla.
Anzi: secondo una leggenda, cristiana, pare che i Re Magi, smarritisi nel deserto, chiesero informazioni ad un’anziana signora che diede anche loro un cesto di frutta da portare al bambin Gesù.
Da qui l’usanza, la data e la figura dell’anziana che porta doni ai bambini.
In origine, invece, l’Epifania, che in greco antico significa apparizione divina, era un giorno di rituali propiziatori pagani legati ai cicli dell’agricoltura e dei raccolti che sarebbero arrivati col nuovo anno.
Secondo diverse fonti è una festa che viene dall’ Oriente e comprende i temi della Dea-Stella, delle virtù rigeneratrici dell’acqua, e della nascita di una divinità solare.
La dodicesima notte dopo il Solstizio è considerata  da sempre cruciale per noi  contadini che abbiamo appena seminato e che riuniamo le speranze di un buon raccolto a venire.
Gli antichi Romani fecero propri questi riti associandoli al calendario romano e celebrando la fine dell’anno solare, con il Solstizio Invernale e la ricorrenza del Deus Sol Invictus, e comparando la figura della Befana a quella della dea Diana, anch’essa vista come dea della Natura.
Per noi Druidi e pagani di diversi culti la dodicesima notte dopo il Solstizio Invernale, si celebra la morte e la rinascita della Natura, attraverso la figura una donna che rappresenta  Madre Natura, raffigurata come anziana perchè è giunta alla fine del suo ciclo vitale.
Dopo aver donato tutta sè stessa durante l’anno Madre Natura è stanca e senza energie  e decide di immolarsi come ceppo nel Fuoco, simbolo della vita, che purifica e rigenera, per rinascere dalle proprie ceneri, come l’Araba Fenice, ancora più forte e rigogliosa.
Ma prima di congedarsi per lasciare posto alla Giovane Madre, la Vecchia Madre la notte del 6 Gennaio dona i suoi ultimi semi che germoglieranno nell’anno nuovo, rappresentati con i doni distribuiti ai bambini, che sono i nostri semi per il futuro.
Nella cultura germanica pre cristiana era la divinità Perchta,“la splendente”, la “Signora degli animali” colei che controllava la Natura.
Ma tutto questo ricondursi alla Dea e alla Natura non piaceva per niente alla chiesa cattolica!
A partire dal IV secolo cominciò subito a condannare e tutti i riti e i simboli pagani definendoli satanici, salvo trasmutarli in riti cattolici in futuro: così la scopa volante,
antico simbolo di purificazione delle case in vista rinascita della stagione
( noi usiamo sempre spazzare con una scopa speciale per ogni ricorrenza),diventa simbolo usato dalle “malefiche Streghe” per volare nel cielo;l’apparizione femminile della Divina Donna Anziana, la Vecchia Madre Natura, che rinasce dalle proprie ceneri e sancisce la fine dell’anno vecchio per volare verso il nuovo, diventa quello di una brutta megera ( solo una mente malata può vedere brutta la rappresentazione della Natura, vecchia o nuova che sia);il carbone, simbolo della Sua cenere, del Suo corpo immolato, e dei falò rituali propiziatori del nuovo anno, diventa una punizione per i bambini cattivi.
E questa è per noi una grande bestemmia, sappiatelo!
La rinascita di Madre Natura, le Sue ceneri sacre, una punizioneper i bambini cattivi!!!
Col tempo il cattolicesimo fece propria anche la figura della Donna pagana che vola sulla scopa rappresentandola come dualismo tra bene e male.
S’impossessò anche della simbologia numerica pagana a lei riferita, posizionando la festa proprio il 6 Gennaio! Ma guarda un po’!
La Befana per me rimane sempre la Vecchia Madre Natura che si immola e brucia sotto forma di ceppo per portarsi via l’anno vecchio e tutte le sue brutture per poi rinascere dalle proprie ceneri pura,nuova e rigogliosa.
Così come il carbone rappresenta la cenere rimasta del ceppo bruciato,l’eterna Ruota della Vita, il Cerchio, in cui tutto è ciclico e la morte non è la fine ma una nuova rinascita in cui
il brutto del passato rimane nel passato e solo il bello e il nuovo ci accompagna nella nuova vita.
In Natura niente si distrugge e tutto ritorna!
BUONA EPIFANIA A TUTTI!!!!

 

Poesia di Gianni Rodari
Voglio fare un regalo alla Befana

La Befana, cara vecchietta,
va all’antica, senza fretta.
Non prende mica l’aeroplano
per volare dal monte al piano,
si fida soltanto, la cara vecchina
della sua scopa di saggina:bef
è così che poi succede
che la Befana… non si vede!
Ha fatto tardi fra i nuvoloni,
e molti restano senza doni!
Io quasi, nel mio buon cuore,
vorrei regalarle un micromotore,

perché arrivi dappertutto
col tempo bello o col tempo brutto…

Un po’ di progresso e di velocità
per dare a tutti la felicità!

Risultati immagini per befana pagana

Immagine correlataRisultati immagini per befana

Risultati immagini per befana pagana

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 48 commenti

Che brutta cosa!

Oggi parlavo con una cara amica che da qualche tempo soffre di depressione ed è ricoverata in ospedale.
Abbiamo parlato tanto, nonostante io detesti gli ospedali,di quanto sta facendo schifo il mondo, ma di come ogni tanto ci sia ancora qualche strascico di luce, di speranza. Ho cercato di farle vedere il lato, piccolo ma presente, bello del mondo: gli animali, le albe, i tramonti, i fiori….Lei mi faceva notare come tutto prima o poi finisce e io come prima o poi rinasce, magari in forma diversa.
Poi mi ha detto una cosa che mi ha agghiacciata:
<< Sai Indy perchè ho la depressione? Perchè non credo più nelle persone.>>
E mi ha citato tutti i casi possibili, dai terroristi islamici che non hanno un minimo di sentimento umano ai bulletti nelle scuole, a chi usa gli amici, a chi sfrutta gli altri, i pedofili, i violentatori, chi maltratta le donne….A quelli che credevi amici e che ti hanno voltato le spalle non appena hai avuto un problema.
Ecco, questa è una delle cose più brutte che si possano sentire! Vuol dire che le persone ti hanno talmente delusa che hai perso totalmente fiducia negli altri.
Voi cosa ne pensate? Credete ancora nelle persone? Nella capacità degli altri, di chi vi sta attorno, di saper amare e di avere empatia?
Io ancora si, anche se vedo parecchi robot disanimati e freddi in giro.
Poi una bambina ricoverata mi ferma nel corridoio, mi fa un sorriso grande così e mi chiede se sono un angelo, se sono venuta a prenderla. Io le dico che c’è ancora tanto tempo prima che qualcuno la venga a prendere, che avrà una lunghissima vita fuori dall’ospedale, ma lei si era convinta che io fossi un angelo, non so perchè, e non faceva che dirlo a tutti. Almeno ha strappato un mezzo sorriso alla mia amica (un angelo io…Gli amici mi davano della iena spietata)!
Fuori un cane che non conosco, randagio, sporco e denutrito, mi si avvicina e mi fa le feste: ovviamente provvedo subito a lui; i lupi di casa mia mi accompagnano a casa e mi salutano quando oltrepasso il cancello….Vedo mio marito, i miei figli, il mio branco…
E allora anche il mondo mi torna a sorridere!
P.s: il cane randagio ha già trovato un rifugio sicuro e presto avrà una famiglia! Quella della bambina! Non appena lo ha visto se ne è innamorata e i suo padre lo ha subito portato da un veterinario e poi a casa! Le ho detto che quello è il suo vero angelo e che la proteggerà sempre! Adesso scalpita perchè non vede l’ora di andare a casa dal suo angelo peloso….Un cane è meglio delle medicine e degli ospedali!

 

Immagine correlata

Risultati immagini per buon anno con animali

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 40 commenti

Bell’inizio!

Il nuovo anno non ha ancora fatto in tempo ad arrivare che sono subito arrivate brutte notizie, i soliti vigliacchi senza coglioni si sono messi in azione.
– In Turchia l’ennesimo terrorista islamico non ha esitato a sparare sulla gente inerme e indifesa in una discoteca causando 39 morti e il doppio dei feriti.
– A Firenze un altro vigliacco, o più di uno, questa volta si ritiene che siano anarchici o comunisti, altra gente senza palle, ha sistemato una bomba davanti a una delle librerie che fa riferimento a Casa Pound ( la cultura di Destra, si sa, ha sempre fatto paura agli ignoranti che di cultura non ne hanno) sperando di fare una strage tra chi non la pensa come lui ( se di pensiero si può parlare riferito a questi infami terroristi). Invece hanno causato il ferimento grave dell’artificiere che è andato a disinnescare il pacco sospetto. Gli auguro di tutto cuore di rimettersi presto, anche se purtroppo ha perso una mano e un occhio. Tutta per colpa dei soliti deficienti rossi! Nessun politico di sinistra ha ancora espresso disgusto e preso posizione contro questo ignobilissimo atto…..Speriamo che l’infame, o gli infami, vengano presi alla svelta e finiscano al posto dell’artificiere!
– In Nigeria, i terroristi islamici di Boko Haram hanno fatto saltare in aria una bambina di 10 anni aria a Maiduguri, nel nord-est del Paese, sperando di fare l’ennesima strage. E’ morta “solo” la bambina.
– A Innsbruck la notte di Capodanno sono state molestate delle donne  in piazza Marktplatz, nel centro storico del capoluogo del Tirolo. I molestatori? Pare i soliti immigrati….
– I terroristi islamici minacciano attentati con armi chimiche in Inghilterra.
– A Colonia la polizia ha fermato centinaia di nordafricani che intendevano partecipare ai festeggiamenti di Capodanno nella città, per impedire eventuali abusi sessuali o furti come quelli avvenuti l’anno scorso. A cosa si deve arrivare per stare tranquilli! Basterebbe rispedirli tutti a casa, molto più semplicemente.
– Il Viminale anzichè chiudere le frontiere e rimpatriare tutti i non aventi diritto sta pensando di aprire un Cie in ogni regione italiana così da farne arrivare ancora di più! Si chiede un ricovero coatto per certi menti.
– In Sardegna il presidente della Regione autonoma, Francesco Pagliaru, ha ben pensato di donare 2 milioni di euro con un bando destinato all’esclusiva occupazione lavorativa per gli immigrati! Il bando si chiama Diamante impresa e prevede “supporto alla creazione d’impresa per gli aspiranti imprenditori  e quello allo start up delle iniziative imprenditoriali.Destinatari sono i cittadini di Paesi Terzi che abbiano compiuto la maggiore età, senza distinzione di genere, compresi coloro che hanno ottenuto la cittadinanza italiana. Sono ammessi i richiedenti asilo e i rifugiati”. Basta essere domiciliati in Sardegna da 6 mesi per ottenere un pezzo dei diamante! I disoccupati sardi ringraziano…
– Grazie agli aumenti e ai rincari, regalino del nuovo anno come sempre, ogni famiglia avrà circa 1000 €. in più di spese. Anche qui grazie politici di merda!
In più abbiamo una decerebrata, tale consigliera grillina di Biella, Antonella Buscaglia, che va a dire in giro che quello del terrorista islamico che ha ucciso con il camion 12 persone innocenti a un mercatino di Natale a Berlino, non è altro che un omicidio! Perchè, secondo la mentecatta, un terrorista è comunque un uomo. Eh no, cara la mia deficiente! Un uomo non le fa queste cose! Non prende un camion e non va a uccidere delle persone innocenti, tra cui dei bambini. Non prende un kalashnikov e uccide persone inermi. Non uccide nessuno di disarmato e innocente. Punto! Chi fa queste cose  è solo un misero un sub umano, un vigliacco senza onore e senz’anima. Il bastardo aveva anche ferito un poliziotto, cosa dovevano fare gli agenti? Un applauso? Ma vaffanculo!

Direi che come inizio anno non c’è male! Direi anche che sarebbe ora di darci un taglio, di usare il pugno di ferro contro chi si macchia di attentati e stupri o molestie.
Basta tolleranza! E basta con chi difende gli infami terroristi!

Alcune delle vittime di Instambul

Risultati immagini per attentato berlino

Il camion dell’attentato di Berlino in cui è morta anche un’italiana

Risultati immagini per no terrorismo immagini

 

Categorie: Senza categoria | 17 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.