Archivi del mese: gennaio 2016

Dedicato a….

” Io non ho cercato il tuo danno,
ma morirai
se attenterai alla mia casa
o infastidirai le donne.”

 

Così parlavano gli antichi Samurai, i nobili guerrieri giapponesi.
In pratica: non andate a rompere i coglioni
agli altri e non andategli a rubare in casa!

Ho fatto mia questa massima!!!!
Mai come oggi il mondo è pieno di delinquenti di ogni risma, e
queste smoderate invasioni di stranieri/profughi/clandestini non fanno che aumentare il degrado la criminalità ( vedere gli ultimissimi fatti di Colonia:
una violenza di massa senza precedenti a cui nessuno sta ponendo rimedio),
oltre che far perdere a molti il sacrosanto senso d’identità nazionale, per me importantissimo e preziosissimo.
Il bieco buonismo di chi ci vorrebbe zitti e sottomessi, mescolati in un unico
prototipo umano come in un grande e confuso marasma, senza distinzioni
di sesso, razza, cultura! Vogliono distruggere l’essere unico e speciale
di ognuno di noi, la nostra scintilla che ci distingue uno dall’altro.
E ci vogliono tutti vittime dei delinquenti, senza alcuna difesa!
Guai a difendersi dai delinquenti!!!
Si finisce subito nei guai, forze dell’ordine in primis.
Cittadini onesti vittime dei criminali prima e dello stato poi.
Vittime di giudici incapaci che lasciano liberi subito i criminali senza
minimamente pensare alla salute e al benessere psicologico di chi subisce una violenza o una rapina.
Tanto loro girano tutti con la scorta!!!
E che dire dei risarcimenti ai criminali????
Uno ti entra in casa, ti massacra di botte, tu ti difendi, lo mandi all’ospedale e…devi poi risarcirgli i danni!
Il contrario mai, perchè tutti i delinquenti sono tutelati dalla legge.
E poi: preti e politici che vanno a trovare i criminali nelle galere, si preoccupano
per il loro benessere, fanno di tutto per concere grazie, amnistie, indulti.
mai che uno di loro si sia mai preoccupato delle vittime!
Degli anziani derubati e shoccati per sempre, delle donne abusate e
violentate traumatizzate a vita, dei bambini vittime dei pedofili,
delle vittime dei pirati della strada e di tutti i loro parenti.
Ma si può vivere così???
Questa si chiama istigazione a delinquere perchè se sei onesto
la prendi sempre in quel posto, in Italia, specie con i trinariciuti
abusivi al governo.
Io non mi piegherò mai alle ingiustizie dei kompagni.
Per me nessuno tocchi Caino non ha senso: a me interessa difendere Abele!
Caino può anche crepare.
Io sto con i Samurai! I Ronin, quelli senza padrone.
Guerrieri con una spiritualità profonda e sentitissima, come
i miei guerrieri Lakota:
mai violenti, ma valorosi, leali  e coraggiosi, costretti alla lotta per
difendersi o per difendere i più deboli.
E voi?
Preferite combattere o porgete l’altra guancia?

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 18 commenti

Imbolc

 

Sono Colei
che è è la madre
naturale di tutte le cose,
maestra e governatrice
di tutti gli elementi,
la progenie iniziale dei mondi,
il capo dei poteri divini,
Regina dei tutti coloro che sono nell’aldilà,
la più importante di coloro
che abitano sopra,
manifestazione da sola
e sotto una sola forma
di tutti gli Dei e di tutte le Dee.

Lucius Apuleius a Brighde

Stanotte, la notte tra il 31 Gennaio e il 1° Febbraio,per noi
comincia la festa di Imbolc, o della Dea Brighde, dea della fertilità,
del fuoco della conoscenza, poesia, delle arti marziali e della femminilità,
festa che sta tra il Solstizio d’Inverno e l’Equinozio di Primavera.
In verità la festa inizia già dal tramonto del 31.
Cailleach, la dea dell’Inverno, raccoglie tanta legna: se vorrà far
durare a lungo l’Inverno farà in modo che il 1° di Febbraio ci sia
bel tempo così da poter raccogliere e mettere via tantissima legna
per il freddo a venire, che trasporterà nel suo becco robusto quando
prenderà la forma di un uccello.
Se invece il tempo sarà brutto vuol dire che Cailleach si è
addormentata dopo il lungo lavoro e al suo posto arriverà la
dea Brighde, portatrice delle prime luci che segnano la fine dell’Inverno.
Quindi la Terra lentamente si risveglia dal riposo invernale, anche
se quest’anno l’Inverno sembra essere brevissimo, e si prepara al
prossimo risveglio primaverile.
Gli animali in letargo cominciano a fare capolino dalle tane e gli
altri cominciano a perdere il lungo pelo invernale.
E’ una festa di purificazione dello spirito e della casa che si preparano
alle giornate più lunghe e con più luce e tepore, e alla fertilità della
Terra e di tutti noi animali.
Timidi ma forti bucaneve spuntano candidi dal manto nevoso.
Il buio va lentamente lasciando spazio alla luce.
Per questo accendiamo tante candele profumate come richiamo
della luce del Sole ( da qui anche il nome dato in seguito di Candelora).
In questo periodo usiamo addobbare i nostri antichi pozzi: a casa
ne abbiamo uno antichissimo, ancora più antico della casa stessa,
che è del ‘400.
Usiamo la sua acqua per purificare gli ambienti, i nostri corpi
e quelli dei nostri animali.
E usiamo vestire di bianco, simbolo di purezza, e tenere i capelli sciolti
( cosa che io e i bambini facciamo sempre, mentre mio marito di
solito li tiene legati con una lunga coda o treccia).
Di solito prepariamo gli gnocchi di patate e spinaci e li innaffiamo con
il nostro vino o birra.
Poi ci sono le verdure e la frutta di stagione, e, ovviamente, i dolci
con la marmellata preparata lo scorso autunno, le chiacchere,
i tortellini e le torte.
Senza mai dimenticare di condividere il nostro cibo con tutti i fratelli
animali, domestici e selvatici: deve esserci festa per tutti!
Immancabili sono le croci in senso orario e le bamboline fatte con le
spighe dell’ultimo raccolto di fieno e avena o cereali.

Ma passiamo al narrare la leggenda della Dea Brigde.
Brighde, o Brigid, era figlia della dea Morrighan, la Triplice Dea delle
Battaglie,e di Dagda, o Eochaid, una dio guerriero buono che
proteggeva i raccolti e custodiva il Calderone della Resurrezione.
Suo fratello, Ogma, era un potentissimo guerriero.
Brigde sposò il re d’Irlanda Bres ed ebbe tre figli: Creidhne, Luchtaine
e Goibhniu, detti anche i tre artisti del bronzo. Infatti, si narra,
forgiavano potentissime armi. In particolare si crede che Goibhniu
possedesse poteri magici e l’idromele della vita eterna.
Brighde era la dea protettrice dei Druidi, degli artisti, dei guerrieri,
dei guaritori e degli artigiani, in particolare dei fabbri.
Nonchè della fertilità perchè in questo periodo le pecore, le mucche
e le capre partoriscono e fanno più latte.
Il latte è simbolo di nascita e di vita stessa, il nutrimento per la vita che
cresce e si sviluppa.
Questi animali le sono quindi sacri, insieme al gallo, che annuncia
il giorno, e il serpente, simbolo della vita e della rigenerazione della Terra.
Come oggetti che rappresentano la Dea troviamo la Coppa, che simboleggia
il ventre femminile, il Sacro Calice della Vita, lo Specchio, strumento di divinazione e dell’Altro Mondo, il Filatoio che rappresenta la Ruota dell’Anno che scorre insieme ai fili che tengono la nostra vita legata all’esistenza terrena.

Recita un proverbio gaelico su questo giorno di festa:

Thig un nathair come pedaggio
Là donn Sposa,
Ged robh Trì troighean dhen t-sneachd
Leac Air una tana.

Il serpente verrà dal buco
Nel Giorno marrone della sposa,
Anche se ci dovrebbero essere tre piedi di neve
Sulla superficie piana della terra. 

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 15 commenti

Sergio Ramelli

Per ricollegarmi alla non democrazia e civiltà dei kompagni trinariciuti voglio parlarvi dell’assassinio dell’ennesimo innocente:Sergio Ramelli. Ogni29 Aprile a Milano si tiene, nonostante l’opposizione della sinistra,
la commemorazione di Sergio Ramelli, accanto al palco che ricordava
Carlo Borsani e Enrico Pedenovi martiri della destra
milanese. Ma chi era Sergio Ramelli?
Era un semplice ragazzo che quarant’anni fa, negli anni ’70, a 19 anni,
osava avere idee di destra.
Apparteneva al Fronte della Gioventù, la parte giovanile
dell’MSI. Per questo fu perfino costretto a lasciare la
scuola in cui studiava chimica, il Molinari di Milano, e finire
gli studi privatamente.
Eppure non era un fanatico fascista nè un picchiatore, come
quelli di sinistra vogliono dipingere tutti quelli che sono di
destra, ma uno studente con idee diverse dalla massa belante,
e un po’ più sveglio,che in un tema in classe, reso pubblico
dalla bacheca della scuola, aveva
scritto la verità: cioè che gli appartenenti alle Brigate Rosse
erano dei terroristi. 
Questo segnò la sua condanna a morte!
Venne aggredito davanti a casa sua da un commando di sinistra
chiamato Avanguardia Operaia che con gli operai non c’entravano
proprio un bel niente: erano infatti codesti vigliacchi figli di
ricchi borghesi,studenti universitari mantenuti da papà, con
stupide ideologie trapiantate nel cervellino!
Tanti contro uno solo: così fanno i vigliacchi senza onore, quelli
che presi uno per volta si cagano nelle braghe costose.
Il povero Ramelli oppose una coraggiosa resistenza, ma
cosa può fare un
ragazzo da solo contro una banda di decerebrati imbevuti
d’odio, ignoranza e armati?
Un bel niente!
Lo massacrarono di botte, gli spaccarono la testa con
una chiave inglese spappolandogli il cervello senza un minimo
di pietà.
Sergio Ramelli morì dopo 48 lunghi giorni d’agonia in un
letto d’ospedale a soli 19 anni.
Per aver avuto il coraggio di esprimere il proprio pensiero ed
essere fedele alle proprie idee.
Gli assassini vennero processati soltanto dieci anni dopo.
Peccato che furono condannati solamente in primo grado
per omicidio preterintenzionale! Solo altri due anni dopo
venne riconosciuto l’omicidio volontario!!!
Ma solo in due finirono il galera con l’aggiunta di altri reati, tanto
per non smentirsi: gli altri restarono tranquillamente liberi,
condannati a pene alternative.
Alla notizia della morte di Sergio Ramelli uno dei suoi assassini,
un certo Giuseppe Ferrari Bravo, tranquillizzò i suoi compagni
ricordando loro che nei cortei si urlava “morte ai fascisti” e
che quindi era più che giusto uccidere un fascista!
Non era certo un reato! D’altronde era questo che
insegnavano certe stampe giornalistiche, pseudo insegnanti
e pseudo intellettualoidi di sinistroso pensiero.
D’altronde solo due anni prima a Roma, nel quartiere popolare di
Primavalle, un altro gruppo di giovani sinistroidi, di Potere Operaio,
incendiò la casa di un netturbino, quindi operaio, perchè apparteneva
all’MSI. Gli assassini scrissero sulla strada ” giustizia proletaria”
dopo aver dato fuoco alla casa di uno che proletario lo era davvero.
Nel rogo morirono due dei suoi figli: Virgilio Mattei, di 22 anni e il
fratellino Stefano,un bambino di soli 8.
Prima di morire bruciato vivo il fratello più grande, Virgilio, venne
fotografato mentre chiedeva aiuto per sè e per il fratellino.
Quella foto fece il giro del mondo. Oggi qualcuno preferisce
dimenticarsela.
I bastardi criminali furono tutti assolti da giudici criminali come loro!
Andarono a festeggiare nella villa di Fregene di uno di loro che di
proletario aveva solo la scritta sulla bandierina! A loro si unirono
tra gli altri ( riporto da fonti giornalistiche tra cui Il Giornale):
Albero Moravia, Dario Bellezza, Renato Schifano, Ruggero Guarini
(che ricorderà l’episodio con non poca vergogna, vent’anni dopo),lo scandaloso premio Nobel Dario Fo!
Brindarono a champagne la morte di un bambino e di suo fratello.
Questi erano gli anni ’70, gli anni in cui io sono nata, in Italia:
un paese in mano alla ricca borghesia che si divertiva a fingersi
colta, intellettuale e dalla parte dei proletari per adescare mentucce
e sottometterle al proprio pensiero, alla loro dittatura schifosa.
E chi non era d’accordo doveva morire, anche i proletari se
di destra, tutti quelli che non erano si sinistra !
Tutto era lecito pur di sottomettere la gente alla nuova dittatura.
E come credete che siamo messi oggi? E’ cambiato qualcosa?
Proprio i giorni precedenti la commemorazione di Sergio Ramelli
l’Anpi meneghino richiamava a raccolta gli “antifascisti” con questo
messaggio:
“Non è più tollerabile che Milano debba assistere ogni 29 aprile
alla parata nazifascista che da anni deturpa la nostra città.
Abbiamo rivolto un forte appello alle pubbliche autorità perché
quest’anno non si ripeta questa grave offesa”…..
firmato Comitato Permanente Antifascista contro il Terrorismo
per la Difesa dell’Ordine Repubblicano.ili
A Reggio Calabria la Curia ha vietato la celebrazione della messa
in memoria di Benito Mussolini e le vittime fasciste.
Motivazione? Riporto pari pari dalla nota ufficiale emessa
dalla curia:

“pur essendo lecito celebrare la Santa Messa in suffragio dei defunti,
per l’occasione, è necessario che la Celebrazione venga sospesa per la strumentalizzazione della stessa per fini politici”.
Già, meglio far inchinare la Madonna davanti alla casa di un mafioso…..
Eppure tutti i morti sono uguali davanti a Dio o sbaglio?
E mentre i colti sinistroidi bruciano librerie di destra come la
Ritter di Milano, a Pescara il sindaco piddino Marco Alessandrini si
“dimentica”di un poeta e scrittore come Gabriele D’Annunzio.
Già nel 2014 codesto sindaco aveva avuto premura di eliminare effige
del poeta da qualsiasi cosa pubblica: dalle lettere al materiale
cartaceo, dai manifesti al logo “Pescara città dannunziana” del sito
web del Comune; l’ha tolta perfino dai taxi.
In Lombardia il consigliere regionale pd Onorio Rosati non ha
partecipato al giorno della memoria per le vittime delle Foibe.
Motivazione? Boooooo!!! Avrà avuto il cagotto?
Il consigliere, comunale pd di Orvieto, tale Tiziano Rosati (saranno
mica parenti?), ha definito
il massacro delle foibe una” mitologia italiana:“la celebrazione
menzognera delle foibe cui stiamo assistendo si inquadra in una più
ampia campagna di denigrazione della resistenza”.
Ieri a Milano si è vista un’altra espressione di come manifestino
quelli di sinistra!
Un’altra volta, senza che nessuno glielo impedisse a priori, mettendo
a rischio la vita e le attività di persone che non c’entrano niente
nè con la politica nè con l’Expo.
Siamo messi così, nel 2015.
E qualcuno nega che siamo sotto dittatura????
Ritengo ci sia ancora molto da fare…..
Io faccio la mia parte nelle scuole, chiunque non voglia essere
manipolato e vivere sotto un regime violento e falso faccia la sua.
E perché le vittime dell’incivile ignoranza della sinistra abbiano almeno una giustizia morale.

  Sergio Ramelli
Milano, 8/07/1956
Milano, 29/04/1975


Categorie: Senza categoria | 10 commenti

La civiltà dei kompagni

Un’altra volta ancora i nostri trinariciuti kompagni hanno dimostrato che cos’è secondo loro la democrazia: basta non essere una zecca come loro e pensarla diversamente che subito scattano con insulti e inciviltà, stretto retaggio della loro minuscola mente vuota che vorrebbe rimettere tutti i non komunisti dentro i gulag.
Questa volta tocca al convegno dell’ Enf, il gruppo del Parlamento Europeo di cui fanno parte la Lega Nord di Matteo Salvini; il Front National di Marine Le Pen; il Fpo austriaco, l’Interesse fiammingo del Belgio, il Partito per la Libertà olandese, la Nuova destra polacca e i rumeni della Romania unita per la due giorni a Milano.
Uno smacco per i sinistrati che possa esserci un convegno di destra europea!
Sia mai!!! Solo i trinariciuti hanno diritto a riunisrsi , manifestare, rompere tutto ( non sono capaci di fare altro….):
Dici destra e subito alle zecche rosse sale un prurito e una cagarella incontenibili!!!!
Cosa fare dunque? L’unica cosa di cui sono capaci: mettere merda.
Una decina di questi trogloditi, tra centri sociali e altro, ha rovesciato del letame, togliendoselo dal piatto, vicino al centro congressi in cui si è tenuta la kermesse.
E come sempre hanno messo il solito ripetitivo striscione che dinostra la loro totale incapacità creativa: “Razzismo, fascismo, omofobia sono una montagna di merda”. “Milano è per vocazione una città accogliente, antifascista e multiculturale e noi vogliamo ribadirlo in questa giornata. Le politiche razziste, fasciste e omofobiche dei partiti che con la loro presenza offendono Milano devono essere respinte e avversate su ogni piano. Il nostro impegno in tal senso continuerà a partire da oggi pomeriggio, con la manifestazione che partirà alle 18 da Pagano”, ha dichiarato Riccardo Germani, referente Usb, Unità sindacale di base, in merito alla montagna di letame depositata questa mattina in via Gattamelata.
Praticamente loro si esprimono con la merda: quale modo migliore, in effetti, di esprimere le ” idee” di sinistra?
E ci si mettono pure gli ormai decrepiti partigiani, invece di incazzarsi per le lro non pensioni o per il non lavoro dei loro nipoti ( ma forse per i rossi tutto bene….)
“È grave che si tenga a Milano il convegno dell’Enf, perché Milano è una città antifascista, democratica e multietnica che ha dimostrato di saper accogliere chi fugge dalla guerra e dalla fame. La xenofobia e il razzismo, sconfitti dalla Resistenza italiana ed europea – sottolinea in un comunicato l’associazione l’Anpi – debbono essere combattuti con un’ampia, estesa e articolata controffensiva sul piano ideale e culturale che abbia come riferimento la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e la Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza”.

Già: democrazia, diritti dell’uomo, Costituzione….tutte cose che danno a CHIUNQUE la libertà di esprimere le proprie idee!!!
Anche alla destra!

Ricordiamo agli ignoranti la storia e di che cosa accusano gli altri:
– xenofobia,razzismo, omofobia: vogliamo ricordare gli ebrei, gli omosessuali, gli istriani, tutti i non komunisti massacrati da pogrom e gulag????
Ve li sete dimenticati, trinariciuti mangia merda?
Vogliamo parlare di tutti i crimini commessi dalla resistenza italiana?
Le violenze sessuali, i saccheggi, le torture inflitte dai “liberatori” a tutti coloro che non erano di sinistra?
Ma volete aprire un libro una volta nella vostra vita????
Vogliamo ricordare che furono i pogrom e i gulag comunisti a ispirare la soluzione finale e i campi di concentramento nazisti???
Ma complimenti!!!! Credete davvero che tutti siano dei poveri ignoranti come voi?
Credete davvero che vi basti fare casino sempre e comunque per mettere a tacere chi, per fortuna, la pensa in maniera totalmente opposta alla vostra?
Soprattutto: credete davvero di essere più numerosi degli altri solo perchè vi fate puntualmente compatire ogniqualvolta gli altri si riuniscono o manifestano civilmente?
Intanto nessuno di destra, che sia Lega, Casa Pound, Forza Nuova o altri ha mai rotto i coglioni durante le manifestazioni omosessuali o altro.
Segno che chi è di destra è civile e tollerante e sa esprimere il proprio dissenso in maniera civile, senza sporcare o distruggere in giro come fate voi teppistelli dei centri sociali.
Nessun insulto da parte della destra verso gli immigrati e gli omosessuali, nessuno striscione offensivo nelle piazze: dov’è la vostra tanto accusatoria xenofobia e omofobia o cazzate varie????
Voi siete destrofobici, intellegentoobici, fascistifobici….ma soprattutto dei patetici idioti che parlano sempre e solo come un disco rotto.
Se tutelare la nostra civiltà e la nostra gente, non approvare l’adozione e gli uteri in affito per i gay, non calare le braghe davanti agli islamici per voi è essere razzisti, xenofobi e omofobi secondo me vi urge un ottimo psichiatra.
Sempre che ci sia un cervello da curare…..
Voi siete solo sei traditori della Patria e del vostro Popolo e come tali andate trattati.
Il comunismo è un crimine contro l’umanità e come tale va combattuto da tutti.
Mi fate molto più schifo della merda che spandete in giro.
Fossi nel sindaco di Milano ve la farei mangiare con il cucchiaio così la prossima volta imparate a rispettare le idee degli altri!
Sfigati!
Comunque meglio la merda del komunismo.

Rinfreschiamo la memoria ai trinariciuti kompagni che non hanno evidentemetne mai aperto un libro di storia!
Ecco alcuni esempi della vostra democratica civiltà:

Vittime dei gulag komunisti:



Vittime dei pogrom del kompagno Stalin

Vittime delle Foibe:

Categorie: Senza categoria | 22 commenti

Meglio non carnivori!

 

Poco tempo fa l’associazione animalista PETA ha di nuovo dimostrato
con uno spot quanto sia meglio non nutrirsi dei cadaveri altrui,
ma nurtrirsi in modo vegetariano o vegano.
In questo spot si dimostra che non solo evitare la carne degli altri
faccia bene alla salute sia fisica che mentale, ma che migliori anche le
prestazioni sessuali.
Vegani e carnivori sono stati messi a confronto sotto le lenzuola.
Una sfida piuttosto particolare: nella prima coppia l’uomo ha mangiato carne, nella seconda è un vegano/vegetariano.
Risultato: chi non si nutre di cadaveri è lungamente migliore nelle prestazioni sessuali! (guarda il video hot)
Questo anche perchè i grassi saturi ed il colesterolo della carne, oltre a tutte le schifezze con cui gonfiano le povere vittime animali, aumentano tantissimo il rischio di malattie cardiache, vascolari, ipertensione, colesterolo alto: tutte cause che provocano la disfunzione erettile!
Se poi vogliamo parlare della paura delle vittime dei macelli e della sofferenza che provano che si trasferisce nella loro carne e in chi la mangia.
Prima o poi salterà fuori che parecchie ansie e attacchi di panico sono dovuti al consumo di carne, ai patimenti ingiusti subiti dai nostri fratelli.
Capito? Basta mangiare i cadaveri dei poveri animali!!!!
Questa è solo una delle tantissime ragioni per non farlo!
Io confermo questo studio: sia io che mio marito siamo rigorosamente vegetariani!!! E infatti abbiamo sempre un’espressione serena e soddisfatta dipinta sulla faccia……

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 5 commenti

Cosa stiamo perdendo

Nel silenzio e nell’indifferenza più totali l’Italia sta rischiando di veder scomparire ben 266 specie di animali, sia del cielo che della terra che dell’acqua!
Due le abiamo già perse per sempre: l’avvoltoio monaco e il gobbo rugginoso.
Oltre a diverse razze di euini, bovini, suini, ovini, caprini persi per sempre.
Grazie alla caccia spietata, il bracconaggio, l’inquinamento atmosferico e acquifero,l’urbanizzazione con il suo cemento mangia erba e i rumori scaccia animali, l’agricoltura intensiva con l’uso somodato di sostanze chimiche per i concimi e diverse modifiche ambientali, rischiamo di perdere per sempre:
Nel mare: squali, mante, delfino comune, foca monaca, tartarughe marine, balenottera comune, cavallucci marini.
Nei fiumi e nei laghi:  limicole, tritoni, decine
di specie di pesci come lo storione, il carpione del Garda, l’alborella
appenninica e deicne di altri pesci, i geotritoni, tra cui lo speleomante di Monte Albo (Sardegna), la lucertola di Bedriaga, l’euprotto (il tritone sardo) considerato
l’ anfibio più raro d’Europa, la tartaruga d’acqua dolce emys orbicularis,
diverse specie di gamberi e aragoste.
Nel cielo: gli utilissimi pipistrelli, decimati dall’inquinamento, l’anatra moretta tabaccata, l’anatra marmorizzata, l’albanella pallida, il re di quaglie, il gabbiano corso dal becco rosso corallo, la gallina prataiola, il nibbio reale, il falco grillaio (tipico degli ambienti steppici della Puglia e Basilicata), la farfalla macaone sardo,
l’airone cinerino, la farfalla Apollo, la Licena, la rosalia alpina,un coleottero considerato tra i più belli d’Europa, aquile, falchi.
Sulla terra: gli scoiattoli rossi, il topo quercino, il driomio e il topolino selvatico alpino, quello delle risaie, ghiri, mufloni, orso bruno, lupo, anche se per qualcuno è fin troppo presente, la lince,diverse specie di sperpenti, perfino tantissime specie di formiche stanno scomparendo!
Oltre a parecchie specie di piante terestri ed acquatiche come
l’abete dei Nebrodi, in Sicilia, la Calendula marittima, la zelkova
sicula, l’ aquilegie del Gennargentu (barbaricina e nuragica), la
Poligala sinisica o il raro ribes sardo, il lamyropsis microcephala,
una specie di cardo sempre del Gennargentu, e la buglossa sarda.

Ma non solo! Ci sono anche parecchi animali domestici che rischiano
di scomparire per sempre con enorme danno per tutti:
il cavallo salernitano, il lipizzano,il napoletano, il persano,
il tpr ( tiro pesante rapido) e i cavallini selvatici dell’Aveto e della Giara,
il pony dell’Esperia;
l’asino romagnolo, l’asino dell’Amiata, l’asinello sardo e il ragusano;
i bovini di razza chianino maremmana, la calvana, la modicana e la reggiana;
i suini delle Nebroidi e delle Madonie e la mora romagnola;
la pecora cornella bianca, la rosset, la brigasca, l’istriana;
le capre pomellate, l’istriana, di Benevento, l’argentata dell’Etna;
le galline padovane, le giganti nere, la bianca di Saluzzo e la gallina Bionda.

Tutto questo per il bieco egocentrico egoismo umano!
Diamoci una mossa affinchè nessuno debba più scomaprire dal mondo per colpa della nostra sciagurata specie!!!!
Ognuno nel suo piccolo può fare qualcosa: ognuno può salvare una piccola fetta di mondo.
Se tutti lo facessimo saremmo salvi.
Ricordate che se sparissero le api il mondo intero finirebbe in pochissimo tempo!
Se sparisse l’uomo invece…..

Cavalli dell’Aveto

Cavallo Persano

Cavallo Lipizzano

Cavallo Napoletano

Tpr italiano

Cavallino della Giara

Pony dell’Esperia

Asino Romagnolo

Asino dell’Asinara

 

Asino dell’Amiata

Asino Ragusano

 

Bovino Maremmano

 

Suino delle Nebroidi

 

Gallina Padovana col ciuffo

Pecora Rosset della Val d’Aosta

Capra Argentata dell’Etna

 

Categorie: Senza categoria | 19 commenti

L’arte coperta….

Come ormai penso tutti sanno i politici della sinistra al governo abusivo
non hanno perso occasione per farsi compatire agli occhi del mondo intero
durenate la visita dello straniero di turno:
le nostre meravigliose statue dei Musei Capitolini sono state coperte
per non scandalizzare l’ospite in visita, il presidente iraniano musulmano
Hassan Rouhani, quello che vorrebbe la cancellazione di Israele dalle
cartine geografiche tanto per intenderci.
Perchè, poverino, altrimenti avrebbe potuto rimanere scandalizzato
visto che per la sua religione le donne, vere, vanno coperte dalla testa
ai piedi con macabri pastrani e delle statue non si parla nemmeno
perchè ogni immagine raffigurativa è proibita in quanto demoniaca!
Rendiamoci conto……
Ma qui non è nel suo paese: qui è in Italia, da sempre terra di
artisti tra pittori, scultori, musicisti, compositori, scrittori, poeti…..
tutte cose del demonio per i musulmani!
Tutte cose spiritualmente sacre per noi che viviamo e respiriamo arte
da quando siamo al mondo.
E di questo ringrazierò per sempre tutti gli artisti di qualsiasi campo:
GRAZIE!!!
Ma torniamo alla visita del presidente iraniano: chi ha deciso che nel
nostro bel Paese  vadano coperte le statue ogni volta che arriva un
musulmano o simili??? Come il coprire o vietare le visite ai musei di arte sacra
cristiana.
Chi viene qui sa, o deve sapere, che questa è la casa degli artisti e
che per noi questi nudi non sono pornografia satanica o tentazione
o scandalo, ma ARTE!
Chi non è in grado di apprezzare può anche starsene a casa propria!
Pare però che questa scellerata scelta di coprire i nudi in Campidoglio
non derivi da un’esplicita richiesta dell’iraniano, ma dal piccolo cervellino del nostro Matteuccio Frottolo Renzi, sempre pronto a leccare e a piegarsi
davanti a chiunque, tanto poco ha studiato e non sia consapevole della
grandezza del nostro Paese.
Pare sia stato spostato anche il palchetto da cui il Renzi e il Rouhani
hanno parlato perchè…TROPPO VICINO AI TESTICOLI DEL CAVALLO
DI MARCO AURELIO!!!!
Sia mai!!! Le palle di un cavallo!!! Orrore!!!!
Ragazzi qui urge uno psichiatra…..
Ma la sinistra radical a 90° non demorde e il capo del cerimoniale
Massimo Sgrelli dice:

Nella scelta di rispettare la sensibilità altrui non c’è alcuna sottomissione“.

E della sensibilità degli italiani chi si occupa????
Soprattutto delle donne italiane.
A me offende molto vedere le nostre opere d’arte censurate!
MA MI OFFENDE ANCORA DI PIU’ VEDERE IL PRESIDENTE MUSULMANO
ROUHANI CHE NON STRINGE LA MANO ALLE MINISTRE IN QUANTO DONNE!

Infatti costui, abituato al suo paese, ha stretto la mano
solo ai politici maschi, mentre ha fatto solo un cenno del
capo davanti alle donne ritirando la mano.

QUESTA SI CHE E’ EDUCAZIONE E RISPETTO! BRAVO!

E noi copriamo i nostri capolavori che anche i bambini ammirano
senza problemi, dimostrando ancora una volta la penosa piaggeria
della sinistra e di certi personaggi senza cultura nè personalità
nei confronti degli stranieri!

Ah, per rispetto al signor Rouhani non è nemmeno stato servito
il vino durante il pranzo ufficiale, cosa che non faranno in Francia.

A quando l’obbligo del burqua anche per le donne occidentali????
Vi piacerebbe eh, decerebrati del cappero!
Vorrei dire due paroline ai nostri politicanti al governo:

Miei cari super pagati ignoranti, la nostra millenaria cultura,
nostra vera ricchezza dello spirito e della mente, un orgoglio nazionale,
non DEVE MAI ESSERE COPERTA! Per nessuno al mondo.

L’arte e bellezza sono ciò che da sempre rappresentano l’Italia nel mondo
e sono ciò che ci rendono ancora fieri e orgogliosi  di essere italiani.

Il nostro patrimonio artistico da sempre ci rende unici e grandi nel mondo!
Perchè le vostre testoline non ci arrivano????
Arriva un ospite straniero? Gli si insegni ad essere educato con le donne
in primis, poi se non  è in grado di poter capire l’arte vuol dire che non è
in grado di capire la nostra cultura.
E se non è in grado di accettare che in altri paesi evoluti, a differenza
del suo, le donne meritano lo stesso rispetto degli uomini e gli stessi
identitci diritti, se ne stia al suo paesello a trattare con altri come lui.
Come donna mi sento offesa da simili personaggi, ma ancora di più da
voi politici di sinistra che permettete certe visite e coprite i nostri capolavori.

Mi stupisce moltissimo il silenzio delle femministe: saranno ancora sotto casa del Berlusca a dire che lui non rispetta le donne?
L’unica cosa che mi rende ancora orgogliosa di essere nata in Italia è proprio
la nostra arte: toglieteci anche questa identità e ucciderete il Paese.

Ma forse è quello che volete fare,giusto? Eliminare il patriottismo, l’identità
degli italiani, il riconoscersi nella nostra cultura per sottometterci allo straniero.

Beh, sappiate che non tutti ve lo lasceranno fare!
Magari saremo pochi, ma buoni!

E per fortuna in mezzo c’è anche qualche politico:

Giorgia Meloni: ” Il livello di sudditanza culturale di Renzi e della sinistra
ha superato ogni limite di decenza”

Matteo Salvini: “Roba da matti! Rohani è “lo stesso ‘signore’ che vorrebbe eliminare Israele”.

Maurizio Gasparri: ” Renzi renda noti tutti i nomi  della “banda di idioti” che ha ordinato la copertura di statue. Questo gesto di prostituzione culturale
è stato ordinato dalle autorità italiane a beneficio di un personaggio
che nel suo paese applica la pena di morte, che minaccia la libertà e
la vita di Israele e che viene da noi omaggiato e tollerato nei suoi abusi
solo per interessi commerciali”
.

Trinariciuti leccaculi la prossima volta dentro quegli orribili pannelli rinchiudetevici voi, ignoranti e irrispettosi dell’Italia e delle donne italiane!
E rimanete lì per sempre a rilfettere sul male che state facendo al
nostro Paese e alla nostra gente!
Alcuni dei capolavori coperti e non : 

Marco Aurelio

 

Venere Capitolina

 

Dionisio 

Galata Morente

 

Venere Esquilina

Amore e Psiche

Categorie: Senza categoria | 37 commenti

Anche per loro….

Categorie: Senza categoria | 34 commenti

Sempre peggio!

Allarme medici chirurghi:
bisturi non tagliano,
rischio doppio per i pazienti

 

Grazie ai sempre più immumerevoli tagli voluti dal nostro
caro premier abusivo Frottolo Renzi, detto ……, la ricerca di un prezzo
sempre più basso per le attrezzature mediche e chirurgiche
ha ridotto in maniera drammatica la qualtà degli strumenti utilizati.
L’allarme è dato da Acoi, Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani:
la scadente qualità degli strumenti, in particolare dei bisturi,
comporta serie conseguenze sia fisiche, come le infezioni,
che estetiche perchè il taglio non è più preciso e netto come prima.
Il presidente dell’Acoi, Diegio Piazza, denuncia che:

 “Aumentando il trauma cutaneo per incidere una superficie,
si aumenta il rischio di contaminazione batterica della ferita.

E’ evidente che dovendo aumentare la forza per incidere, si rischia di
tagliare oltre le intenzioni dell’operatore. Quanto ai costi, possiamo affermare
che si tratta di una scelta antieconomica, perché per uno stesso intervento
può essere necessario utilizzare più bisturi, cosa che non si verificherebbe
con un buon bisturi che, al contrario, potrebbe essere utilizzato più volte
durante lo stesso intervento.

Con il privilegiare il prezzo a scapito della qualità, fino a fare scomparire
quasi del tutto le caratteristiche minime di funzionalità del prodotto,
addirittura dei dispositivi medici ad elevata tecnologia il cui
malfunzionamento può avere effetti letali, che tipo di sicurezza e
qualità forniamo ai nostri pazienti?”.

Per non parlare delle nuovissime ed economiche siringhe made in Cina
con l’ago che si piega, quando va bene, o ti si spezza nelle vene o, peggio,
nelle arterie……
I pazienti siamo noi, cioè tutti coloro che non si possono permettere
le cure in costose cliniche private, magari estere, come i nostri
amatissimi politici.
Inoltre, altro dato che la dice lunga su come veniamo considertai noi
Nativi Italiani, l’aumento delle morti nell’ultimo anno sono
aumentate ben dell’11%.
Per trovare un’analogia su queste cifre impressionanti,che sfiorano
i 68 mila all’anno, si deve tornare ai tempi della seconda guerra
mondiale, cioè nel 1943 o anche della prima del 1915/’18.
Ma qui non siamo in guerra, con morti al fronte e morti per epidemie
e carestie: siamo nell’Europa moderna del benessere…..
Ma non per tutti!
Chi sono, infatti,  questi morti?
Sono per lo più le persone più fragili economicamente: anziani, soprattutto
donne, che grazie ai tagli alla sanità voluti dalla sinistra schifosa,
evitano di curarsi e di fare prevenzione perchè non possono
più permettersi le cure mediche.
Alla faccia delle cure GRATIS per tutti!
Qui sono gratis solo per gli immigrati.
Ricordando che gli anziani sono quelli che hanno mandato avanti il paese
e lo hanno arricchito con una vita di lavoro e il pagamento di tasse
e contributi.
E questo è il riconoscimento che gli viene dato per il loro
sudore e i loro sacrifici di anni e anni!
Questo è il sentito grazie del governo abusivo per chi si è dato da
fare un vita intera vivendo onestamente e pagando tutto quello che
c’era da pagare!
Grazie!
Nelle famiglie italiane in difficoltà la spesa sanitaria, che comprende
anche dentista, esami di controllo, visite varie, prevenzione tumori,
assorbe solo l’1,8% per cento del reddito, contro il 3,8% delle
famiglie normali.
Il 4 per cento degli italiani non compra più i farmaci necesssari
perchè costano troppo, soprattutto quelli non mutuabili! I tiket sulle
medicine sono troppo alti, sono cresciuti del 33% negli ultimi anni.
Per non parlare delle infinite liste d’attesa della sanità pubblica
che fai in tempo a morire prima di fare un esame come la mammografia.
Tutti questi dati sono riconducibili a partire dal 2013, cioè
dall’insediamento abusivo del governo Monti…..
E da lì a oggi, con l’abusivo Frottolo, sono andate ancora peggiorando.
E pensare che dovevano esserci tagli agli sprechi, invece…..
I tagli si fanno alla vita degli italiani!
Grazie governo di merda!
Dovrebbero essere gli italiani a tagliare voi e buttarvi fuori dal
parlamento a calci nel culo!
Vergognatevi!!!

 

 

Categorie: Senza categoria | 11 commenti

Preghiera Tibetana

Ogni giorno al tuo risveglio pensa:
Oggi sono fortunato perché
mi sono svegliato
Sono vivo
ho il dono prezioso della vita
Non lo sprecherò.
Userò tutte le mie energie
per migliorare me stesso,
per aprire il mio cuore agli altri,
lavorerò per il loro beneficio.
Avrò solo pensieri gentili verso gli altri

non mi arrabbierò
e non penserò male di nessuno.
Aiuterò gli altri il più possibile
mettendo la mia vita al loro servizio.

Anche se é lunedì 😉
Buon inizio settimana a tutti ❤

Categorie: Senza categoria | 18 commenti

Blog su WordPress.com.