Archivi del mese: gennaio 2017

A tutte le mamme

Buon giorno amici! Come vedete non sono sparita.
Innanzitutti ringrazio tutti quelli che mi scrivono in privato condividendo con me e mio marito la nostra grande felicità: siete fantastici!
In tanti mi avete chiesto di aggiornare la mia terza gravidanza e allora vi rispondo che SONO TROPPO FELICE!
Visite ed esami del sangue a parte, che sono una grandissima rottura di coglioni ma che alla mia età vanno fatti più spesso di quando sei incinta a vent’anni, qualche nauseetta mattutina risolta con il braccialettino apposta, vivo una specie di stato di grazia, come tutte le donne incinte, spero.
Ci stiamo preparando per Imbolc, la nostra Festa delle Luci che ci sarà tra poco.
Mio marito è diventato ancora più iperprotettivo e non mi lascia fare praticamente più niente! Mi riempie di attenzioni e di coccole ancora di più per tenermi tranquilla. Ma io ogni tanto trasgredisco. Fosse per lui non andrei neppure a cavallo, ma nessuna condizione fisica mi può togliere il cavallo da sotto e così passeggio in groppa alle mie cavalle, solo passo eh, e il loro dolce dondolare culla e rilassa me e il mio bambino.
Prima di sapere di essere incinta mi ci ero addirittura addormentata!
In effetti ho sempre molto sonno, e spesso mi verrebbe da dormire anche a scuola!
Per fortuna i miei studenti, saputa la notizia, sono ancora più bravi, e quando vedono che sto per chiudere gli occhi danno un colpetto di tosse o uno starnuto per farmi riprendere. Sono dei tesori! Resterò con loro fino a quando il pancione me lo permetterà!
Per il resto faccio lunghe passeggiate anche a piedi, con i miei figli e i cani, per i boschi: camminare fa benissimo sempre! Faccio anche tantissimo yoga, un po’ di esercizi soft di karate e kung fu, e meditazione.
A casa si avvicendano i parenti e gli amici: ieri le mie sorelle mi hanno portato le meringhe con la panna e la torta ungherese, la mia preferita.
Una delle mie più care amiche mi sta cucendo il corredino nuovo!
Come vorrei saper lavorare a maglia e all’uncinetto come lei! Crea cose meravigliose, dal copriorecchie per le cavalle fatto all’uncinetto ( meravigliosi!) alle calzine per i miei figli, cuffiette, guanti, sciarpe, centrini, ricami, maglioni….Delle vere orpere d’arte!
Davvero non so come faccia! Io sono proprio negata!Non riesco a tenerli in mano quei ferri, mi vanno da tutte le parti…. Eppure mi rilasserebbe molto in gravidanza fare la maglia o l’uncinetto o ricamare, invece….sono un caso senza speranza! Mi limito ad ammirare lei quando viene a trovarmi che con le sue manine, svelta svelta, fa delle vere e proprie magie! E io rimango lì incantata a guardarla.
Adesso vi saluto che ho sempre gli altri miei due figli e il resto del branco a cui badare, tra un sonnellino e l’altro. Voglio dedicare a tutte la altre mamme del mondo questa poesia di F. B. Giacomin che mi hanno mandato le mie amiche:

– Come si coniuga il verbo ” Madre” ?
– Non è un verbo?
– Ne siete proprio sicuri?
– Amare, fare, dare, ascoltare, confortare, gioire,
piangere, abbracciare, baciare, accarezzare, sentire,
curare, sostenere, proteggere, insegnare, accompagnare,
ricordare, studiare, leggere, pulire, cucinare, nutrire, vegliare,
urlare, sussurrare, cantare, sorridere,
correre, saltare, educare, comprendere, perdonare,subire,
angosciarsi, sollevare, soffrire, tacere, parlare….
– Avete ragione:
” Madre” non è un verbo solo, ma tutti i verbi di una vita.

Nel mio caso, a parte cucinare che cucina mio marito, pulire che puliamo sempre in due, urlare che urlo davvero molto raramente, subire che non ho mai subito in vita mia….tutto il resto è vero!
Diventare mamme tira fuori il meglio di noi, ci avvicina alla Creatrice perchè noi stesse diventiamo creatrici di vita nuova, e questo ci rende sensibili come delicate farfalle ma forti come tigri!
Cosa aspettate amiche mie? Fate subito un bambino! E se non vi viene adottatene uno.
Fare la mamma è la cosa più bella del mondo!
Un abbraccio grandissimo, a presto

Risultati immagini per cuori

Annunci
Categorie: Senza categoria | 49 commenti

Sorpresa!

 

La Pioggia Bambino

Nella Donna Sorgente,
ancora una volta,
cade una goccia dell’Uomo Acqua,
dà vita all’incontro,
alla Pioggia Bambino.

Canto Navajo

Era un po’ che mi sentivo più serena e calma del solito, talmente calma che ieri mi sono addormentata a cavallo!
I miei cani era da un po’ che non facevano che annusarmi e leccarmi la pancia, le mie cavalle anche e mi portavano in giro con molta più calma, senza sgroppare, cullandomi dolcemente.
Gli animali sentono e capiscono tutto molto prima di noi.
Eppure avevo avuto il ciclo! Solo questo mese non arrivava….
E la nausea la mattino…con questo tempo sarà la cervicalgia che mi affligge.
Sentivo che non ero proprio del tutto sola nel mio corpo, ma credevo che fosse una mia illusione, avendo avuto il ciclo regolare.
Invece….
Era da quasi un anno che io e mio marito cercavamo di avere il terzo figlio ( io spero sempre in una femmina, ma va bene tutto purchè sia sano): non è mica facile a 43 anni io e qualcuno di meno lui! Eppure adesso….arriverà!
Oggi sono stata a fare l’ecografia che ha confermato il test di gravidanza: SONO INCINTA!
E di quattro mesi abbondanti!
Subito mi sono sentita quasi male nel ripensare a tutto quello che avevo fatto in questi mesi con il bimbo in grembo a mia insaputa: corse a cavallo, motocross, legna, fieno, arti marziali…
Aiuto!!! Beh, è andata bene così. Lui, o lei, non vogliamo ancora saperlo, sta benissimo!
Adesso mio marito diventerà ancora più iperprotettivo ed io aumenterò le sedute di yoga, meditazione, kata, e non più kumite, in arti marziali ( il mio Maestro per prendermi in giro dice che quando nascono i miei figli invece di piangere fanno Kiay!), tutto molto dolcemente.
Si dice che le donne incinte siano più belle: è vero! E’ perchè portiamo dentro di noi la vita!
Sapere di essere portatrici di vita ci rende più consapevoli, sensibili e responsabili.
Ci rilassa, ci rende serene, più luminose.
Purtroppo tra visite, che alla mia età triplicano, riposini ( ho sempre molto sonno!), figli umani e pelosi e studenti avrò meno tempo da dedicare al blog.
Comunque ci sarò sempre, almeno una volta a settimana, spero, e continuerò a seguirvi, magari in qualche sala d’attesa.
Donne, sorelle mie, non arrendetevi: se volete un figlio non rinunciate perchè qualche imbecille invidioso vi dice che dopo i 40 siete troppo vecchie! Non è affatto vero! Io a 40 ho avuto la mia seconda figlia e a 43 avrò il terzo. Il primo l’ho avuto a 37 anni, senza nessun problema e senza mai nessun aiuto.
Continuate a divertirvi provandoci, senza che diventi un’ossessione e vedrete che sorpresa! Alla nostra età il corpo non subisce deformazioni e noi siamo psicologicamente più mature e consapevoli per diventare madri.
Cosa state aspettando? Avere un figlio, sentirlo crescerti dentro, è la cosa più bella che ci sia!

A presto

Risultati immagini per cuoricini

Immagine correlata

Risultati immagini per solstizio d'inverno yule

Risultati immagini per nativi americani innamorati

Risultati immagini per genitori nativi americani

Risultati immagini per nativi americani innamorati

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 39 commenti

SE NON è MERDA QUESTA……

Per non parlare di quelli dei politici nullafacenti! Vergogna!

quello che ti nascondono:

16142667_962716453827939_6093880032628322210_n

View original post

Categorie: Senza categoria | 15 commenti

Buona domenica!

 

Le mie parole non sono che una cosa sola
con la grandezza delle montagne,

con la grandezza delle rocce,
con la grandezza degli alberi.
Esse non sono che una cosa sola
con il mio corpo.
Esse non sono che una cosa sola 
con il mio cuore.
Voi tutti verrete in mio aiuto
grazie al vostro potere soprannaturale.
E tu, giorno,
e tu notte!
Voi tutti mi guardate,
e io non sono che una cosa sola
con il mondo.

Preghiera Popolo Yokuts/ Mariposans

Il Popolo degli Yokuts/ Mariposans sono un gruppo etnico di Nativi Americani che popolano, anche se ormai ridotti a pochissimi,la parte centrale della California.
Erano divisi in circa 60 tribù, poi decimate dagli invasori europei.
Il numero di Foothill Yokut sono state ridotti di circa il 93% tra il 1850 e il 1900.
I Valle Yokut rimangono la tribù più importante tra cui spicca la Tachi.

Oggi ci sono solamente  circa 2000 iscritti Yokut nella tribù federalmente riconosciute e 600 o poco più Yokut appartenente alla tribù non riconosciute.
Altre persone, altri Popoli che hanno subito la terribile invasione straniera che ancora viene chiamata, vergognosamente, “colonizzazione” o  “scoperta” anzichè GENOCIDIO o OLOCAUSTO.
Un giorno, mi auguro, tutti queste genti meravigliose avranno finalmente giustizia!
Speriamo che Trump li tratti meglio di quel bugiardo falsone di Obama.

Risultati immagini per Yokuts

Risultati immagini per Yokuts

Risultati immagini per Yokuts

Immagine correlata

Risultati immagini per Yokuts

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 8 commenti

Vergogna!

Non bastano le continue scosse di terremoto, i metri di neve, i morti, i feriti, le persone al gelo per mancanza di riparo ed elettricità…..Ci si mette anche lo stato di merda con la sua sporca burocrazia che si accanisce sui più deboli!
La regione Marche si sta infatti accanendo su chi già ha perso tutto per il terremoto.
Siccome le casette in legno promesse dall’ex premier Frottolo non si sono ancora viste,diverse famiglie per non morire di freddo e per non abbandonare i resti delle proprie case e della propria vita si sono costruite, o hanno acquistato, delle casette, per lo più di legno, in cui ripararsi senza dover allontanarsi dalla propria casa e terreno.
E la regione Marche che fa? Manda salatissime multe a queste povere vittime per ABUSO EDILIZIO!!!!
Secondo i geni della regione, infatti, chi non ha più niente avrebbe dovuto comunque
richiedere la certificazione di impatto ambientale, dato che molte zone fanno parte del Parco naturale dei Monti Sibillini.

“Si invitano i Comuni interessati dagli eventi sismici ad attenersi alla normativa statale in merito alle soluzioni alloggiative. Sono attribuite alle Province  le funzioni in materia urbanistica e in particolare i poteri di sospensione o demolizione di opere difformi dal piano regolatore generale e l’annullamento di concessioni e autorizzazioni comunali. L’esecuzione di opere edilizie in assenza del titolo abitativo previsto per legge configura il reato di costruzione abusiva” – hanno scritto gli infami ai sindaci dei paesi devastati dal sisma e che hanno, giustamente, consentito l’installazione dei ripari.
Il sindaco di Serravalle del Chienti, Gabriele Santamarianova, che per fortuna ha un cervello funzionante, ha dichiarato:
“Stiamo preparando un regolamento per il posizionamento delle strutture temporanee, anche perché è la prima richiesta che i cittadini ci presentano quando entrano in Comune. Sono convinto sia giusto, e andremo avanti.  Queste persone non solo non hanno più la casa, ma hanno anche speso soldi per sistemarsi alla meno peggio, figuriamoci se adesso le faccio rimuovere o addirittura demolire. C’è gente poi che si è arrangiata con questa soluzione perché ha paura di dormire in casa, ma vuole restare vicino alla propria abitazione. Non ci stiamo a una decisione calata dall’alto, non su questo tema”.
Molti sfollati hanno acquistato casette amovibili. Vanno per la maggiore le casette con le ruote. Costano 9.000 euro circa.PAGATI DI TASCA PROPRIA!

Ma non c’è pace comunque per i terremotati: dopo essere stati ignorati da quella povera cretina inutile della Kyenge, che pensa solo agli immigrati come lei ma che continua a vivere qui a spese nostre, ci si mette pure quel che resta del giornaletto sopravvissuto Charlie Hebdo a fare dell’insensata ironia sulle disgrazie degli altri, ma non sulle proprie!
Lo schifoso giornaletto spazzatura, infatti, dopo aver pubblicato l’orrenda vignetta in cui paragonava le vittime del terremoto di Agosto a dei vari tipi di pasta, stavolta se ne è uscito con un disegno che raffigura la morte stilizzata con sci ai piedi ed iconica falce sotto braccio, mentre cavalca una slavina che travolge il paesaggio su cui si legge:
“La neve è arrivata ma non per tutti”
Con ovvio riferimento alla valanga di neve che ha investito e sommerso l’Hotel Rigopiano di Farindola, in provincia di Pescara.
“L’ennesima vergogna” – ha commentato  il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi che che lo scorso  Settembre aveva già depositato presso la procura del Tribunale di Rieti una denuncia-querela per diffamazione aggravata contro il periodico francese per questa prima vignetta.
Il sindaco di Amatrice, dalle colonne de Il Giornale, ha rivolto un appello a tutti i vignettisti d’Italia:
“Rispondiamo a questa macabra provocazione con la vita. Sarebbe bello  realizzare una contro-vignetta che raffiguri le persone messe in salvo dai nostri soccorritori perché noi siamo il popolo della vita”.
Certo che questi scarabocchiatori di quart’ordine ne hanno di cattivo gusto! Eppure quando sono stati ammazzati e decimati dai terroristi islamici piangevano come pecorelle smarrite e non avevano voglia di fare tanta ironia! Sfigati di merda! Fierissima di non essere mai stata Charlie! Per non fargli pubblicità non pubblicherò la loro merdosa vignetta, ma le foto dei salvataggi effettuati dai nostri soccorritori eroi che, nonostante le difficoltà, gli intralci burocratici, il tempo di merda, il governo di merda, grazie anche all’aiuto dei meravigliosi cani da soccorso, sono riusciti a lavorare in condizione disperate e a salvare delle vite umane e animali. Sono infatti salvi anche i due pastori abruzzesi mascotte dell’albergo.
Un GIGANTESCO GRAZIE a tutti loro e a chi ogni giorno s’impegnano per aiutare le persone e gli animali in difficoltà.

Risultati immagini per salvataggi all'Hotel Rigopiano

Risultati immagini per salvataggi all'Hotel Rigopiano

Risultati immagini per salvataggi all'Hotel Rigopiano

Immagine correlata

Risultati immagini per salvi cani dell'Hotel Rigopiano

Risultati immagini per salvi cani dell'Hotel Rigopiano

Categorie: Senza categoria | 14 commenti

Preti…..

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

Eh questo voto di castità…..
Succede a Padova, ma anche in tutto il resto del mondo , credo.
Sono almeno nove le donne che avrebbero dichiarato di avuto rapporti sessuali con il parroco della città, e probabilmente con altri sacerdoti, al centro di un’inchiesta della Procura euganea per violenza privata e favoreggiamento della prostituzione.
Pare ci fosse anche un trans…un trans, chissà perchè, non manca mai.
Le nove parrocchiane sono state tutte sentite dai carabinieri, ammettendo di aver avuto incontri di sesso con il sacerdote, che nel frattempo la curia ha allontanato in tutta fretta per paura dello scandalo.
Ma la verità viene sempre fuori, non si può mica nascondere la testa sotto la sabbia per sempre, eh! O sperare che le persone coinvolte tacciano sempre.
Riporto dalla Gazzetta di Parma: Per adesso l’unico indagato è l’ex parroco, ma intanto un secondo prete, riferiscono le cronache locali, avrebbe confessato agli investigatori di aver preso parte alle orge.
Sentito come persone informata dai fatti, sarebbe stato tirato in ballo sempre dalla prima amante del parroco, una fedele 49enne che aveva raccontato delle orge in canonica e di aver avuto incontri hard “a tre” anche in un’altra parrocchia.
L’inchiesta, che fa immaginare ulteriori sviluppi, è condotta dal pm Roberto Piccione. La donna aveva fatto scattare l’indagine denunciando l’ex parroco, perché il loro rapporto si era fatto «troppo violento».
Complimenti davvero! Non si smentiscono mai questi preti, quelli sempre pronti a puntare il dito contro i peccati degli altri. Boccaccio avrebbe gradito!
Beh, almeno stavolta non erano pedofili….

Risultati immagini per preti sporcaccioni

Risultati immagini per preti e donne

Risultati immagini per vignette sui preti

Risultati immagini per vignette divertenti sui preti

Risultati immagini per preti sporcaccioni

Categorie: Senza categoria | 46 commenti

Com’è possibile?

Com’è possibile che ci siano nostri fratelli italiani sommersi da metri e metri di neve, bloccati in tende al gelo senza possibilità di muoversi perchè le strade sono bloccate, in tende ghiacciate o in casette di legno dov’è saltata l’elettricità e quindi sono al buio e senza riscaldamento, animali sepolti nella neve, mentre ogni giorno arrivano nel nostro paese migliaia di immigrati clandestini e vengono sistemati subito al calduccio in hotel con tre o più pasti al giorno, wi fi, menù a scelta studiato per loro?????
In Abruzzo persone e animali stanno vivendo un inferno senza fine, con ritardi per tutto! Eppure si sa che in inverno in montagna nevica!!! Perchè non si sono sbrigati con le casette e ci sono ancora persone nelle tende? Perchè nel 2017 in Italia salta ancora la luce per una nevicata???
“L’emergenza ora non è il terremoto, che comunque continua a fare paura, sono le famiglie isolate a causa della neve – ha dichiarato  il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi –
La gente non può uscire di casa perché ci sono 2 metri di neve, siamo stati svegli tutta la notte per risolvere il problema ma è necessario che arrivino le turbine per permettere di accedere e uscire dalle abitazioni”. Uomini e mezzi dell’Anas stanno intervenendo ininterrottamente su numerosi tratti stradali in Abruzzo, Umbria, Marche, Emilia Romagna e Toscana per garantire la transitabilità e prevenire disagi alla circolazione.
Matteo Salvini della Lega Nord ha dichiarato:
“Quello che arriva dal cielo non sempre è prevedibile, ma che ci siano ritardi a livello locale, a livello di Prefetture e a livello di governo mi sembra assolutamente evidente.
E che ci sia qualcuno che si occupa dei diritti dei migranti da mattina a sera ma si dimentica degli italiani sotto la neve  mi sembra francamente incredibile”.

Mi unisco al mitico Matteo Salvini in tutto! E aggiungo che non è solo incredibile: E’ VERGOGNOSO!
Gli italiani, cioè coloro che hanno fatto la storia del paese e lo hanno sempre sostenuto con il loro lavoro, sono  trattati da cittadini di serie b, mentre dei perfetti estranei senza diritti ne acquisiscono subito più di noi non appena mettono piede qui.
Basta guardare le foto qui sotto.
Non vi sentite un tantino presi per il culo? Non vi fa incazzare questa cosa???
E’ ora di ribellarsi.
Un grandissimo abbraccio a tutti i fratelli italiani che stanno vivendo questa situazione di merda.

Risultati immagini per neve tra i terremotati

Risultati immagini per neve tra i terremotati

Immagine correlata

Risultati immagini per neve tra i terremotati

Immagine correlata

Risultati immagini per neve tra i terremotati

Risultati immagini per neve tra i terremotati

Immagine correlata

Risultati immagini per immigrati in hotel

Risultati immagini per immigrati in hotel

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 9 commenti

Un Uomo vero

Dopo le sempre più numerose tragiche notizie di violenza contro le donne, finalmente un Uomo, tra i tanti che comunque ci sono ma che non fanno notizia, interviene!
E non in un paese qualsiasi, ma in Pakistan, luogo in cui la donna vive in una condizione disumana e dove la denuncia di Amnesty Internetional parla di almeno 4.308 casi di violenza nei soli primi sei mesi del 2015. Il dato comprendeva 709 omicidi, 596 stupri e stupri di gruppo, 36 aggressioni sessuali, 186 cosiddetti delitti d’onore, e 1.020 sequestri di persona. Nonostante l’entrata in vigore nel 2011 della legge sul controllo e la prevenzione dei crimini con l’acido, tra gennaio e giugno sono stati registrati almeno 40 di questi casi.
E si sarebbe consumata l’ennesima violenza ad un concerto se il musicista Atif Aslam,uno dei cantanti e attori pakistani più famosi, sul palco di Karachi, non avesse smesso di suonare per soccorrere una ragazza che stava subendo pesanti molestie da un gruppo di coetanei.
Atif stava suonando quando si è accorto che qualcosa non andava sotto il palco e che una ragazza aveva bisogno d’aiuto. Così ha fermato la band e ha chiesto alla sicurezza di portare in salvo la ragazza e di farle assistere al concerto da una zona più sicura, lontano dai soliti bastardi vigliacchi che si approfittano di ogni occasione per dar prova del proprio essere delle merde schifose.
“Comportatevi da esseri umani”  – ha detto il musicista mentre i fan lo riprendevano con i telefonini.
Gran bel gesto. Atif, anche se questi esseri di umano non hanno niente perchè sono solo escrementi molli senza coglioni. Io gli avrei spaccato la chitarra in testa!

Risultati immagini per Atif Aslam

 

Risultati immagini per contro la violenza sulle donne

 

Categorie: Senza categoria | 14 commenti

Interrogativo

“Non si vede bene che col cuore. Ciò che è essenziale è invisibile agli occhi ”
( “On ne voit bien qu’avec le coeur. L’essentiel est invisible pour les yeux ” )
 – 
esclamava le renard, la volpe nel Piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

“Il vero mistero del mondo è ciò che si vede, non l’invisibile”
– scriveva Oscar Wilde nel suo Il ritratto di Dorian Gray, e:
” Coloro che scendono sotto la superficie lo fanno a loro rischio “  – riferito alla simbologia dell’arte, che rispecchia lo spettatore e non la vita.

Dove sta la verità? L’essenziale, il mistero del mondo, sono visibili o invisibili ai nostri occhi? Bisogna scavare o è meglio di no?
Per quanto mi riguarda, credo che la verità stia nel mezzo: l’uomo vede prima con gli occhi e poi è cuore a guidarlo. Parlo, ovviamente, di chi è capace di provare sentimenti intensi e profondi, non di gente superficiale.
Da brava archeologa io non posso fare a meno di scavare, di andare fino in fondo, di capire come arrivare all’essenza delle cose, degli animali  e delle persone.
L’uomo in generale non si accontenta mai del necessario, di ciò che basterebbe a renderlo veramente felice, come l’amore, l’affetto, la serenità interiore: l’uomo cerca sempre di andare oltre, di avere sempre di più di quello che ha.
Per questo non vede l’essenziale, perchè è incapace di vederlo: è invisibile ai suoi avidi occhi, alla sua mania di grandezza, alla sua smania di potere.
Se arriva a toccarlo lo mette da parte perchè vuole altro ancora.
E’ incapace di scavare sotto la crosta dell’apparenza, perchè ormai viviamo in un mondo che si basa solo sulle apparenze.
La sete del volere sempre di più rende l’uomo superficiale perennemente infelice e insoddisfatto, perchè non riuscirà mai ad avere tutto quello che brama, a soddisfare tutti i suoi infiniti bisogni: ogni volta che soddisfa un desiderio o un bisogno, ecco che gliene spunta uno nuovo, in un’ambizione e un’ avidità illimitate!
Secondo i buddhisti addirittura non si dovrebbero avere desideri. Io dico che è giusto desiderare, ma non oltre l’essenziale. Cos’è l’essenziale? Un abbraccio di chi ti ama, il sentirsi parte di un tutto, di una famiglia, lo sguardo di chi si ama, il calore del tuo cavallo, le leccatine del tuo cane, i tuoi figli che ti corrono incontro a braccia aperte….Per me l’amore è l’essenza di tutto, quello che vediamo sia con gli occhi che con il cuore.
E voi cosa ne pensate? Quando guardate un’opera d’arte vi limitate alla sua bellezza esteriore o scavate sotto? E quando incontrate una persona?
Siete incontentabili, moderatamente ambiziosi o vi basta l’essenziale?
E che cos’è per voi l’essenziale?
Ho detto vi basta, non che vi accontentiate: avere l’amore è l’ambizione e il desiderio più grande! Averlo la più grande delle ricchezze.

 

Risultati immagini per l'essenziale è invisibile agli occhi scritto in francese

Immagine correlata

 

Risultati immagini per l'essenziale è invisibile agli occhi scritto in francese

 

Categorie: Senza categoria | 8 commenti

Cuba

Chi non conosce Cuba, la bellissima isola caraibica, meta di tanti vacanzieri?
Forse però non tutti la conoscono bene come credono….
Da brava anticomunista quale sono ho diversi amici cubani fuggiti dal regime comunista dell’ormai defunto Fidel, e loro mi raccontano la vera Cuba ,quella che non c’è sui depliant, quella da cui in migliaia fuggono senza poter più tornare altrimenti rischierebbero torture, almeno quarant’anni di carcere se non la morte.
Questo è il comunismo.
Cuba è un paese arretrato, con scarsissima o nulla tecnologia, povertà quasi assoluta e la cultura, poca, in mano al regime.
Ad esempio in ambito artistico ogni cosa deve prima avere l’approvazione del regime prima di essere esposta ad una mostra, idem i film al cinema, tra i quali non figurano i film americani,ma il governo finanzia cineasti del posto dopo averli sottoposti al suo rigido esame.
Ma la situazione peggiore le vivono, oltre ai non comunisti, gli omosessuali, tanto difesi dai comunistelli ignoranti di casa nostra.
Anche se nessuno ne vuol parlare perchè è scomodo farlo sapere, in pieno regime Fidel Castro era solito mandare delle raccomandate per posta a chi riteneva essere omosessuale.
Chi le riceveva era convocato per una presunta visita militare, ma in realtà in molti finivano nei campi di lavoro chiamati UMAP.
Qui erano costretti ai lavori forzati e a subire delle torture, dato che l’omosessualità era, ed è tuttora, considerata una malattia a Cuba.
D’altronde era il suo compare Che Guevara, tanto amato da chi non vuol sapere o non sa, che tanto si divertiva a sparare personalmente in testa agli omosessuali prigionieri nei suoi nei gulag. Ovviamente se erano ben legati, perchè la vigliaccheria, si sa, è rossa e non si sa mai che anche un gay disarmato potesse nuocere al Che!
Tutto questo è storia! Quella che i sinistri trinariciuti non vogliono far trapelare perchè è scomoda, ma chi studia e conosce persone che scappano dal comunismo le viene comunque a sapere. Non si scappa in eterno dalla verità, cari kompagni!
Perfino il termine omosessuale è ancora poco diffuso a Cuba: i gay vengono chiamati con il dispregiativo si maricones.
Per questo motivo donne e uomini  hanno paura di ammettere il proprio orientamento sessuale dato che sarebbero discriminati e non accettati nè a casa propria nè sul posto di lavoro.
Poi ci sono i cristiani, perseguitati per anni dal regime di Fidel, anche se lui stesso era nato in una famiglia di cattolici e aveva studiato dai gesuiti come Bergoglione!
La presenza di un’altra dottrina, qualsiasi essa fosse, oltre a quella del socialismo non era accettata dal dittatore.
Dopo aver statalizzato le scuole cattoliche, nel 1961 Fidel mandò via dall’isola più di cento preti mentre altri furono portati nei tristemente noti campi di lavoro UMAP, anche loro.
Il Natale fu abolito e tuttora non ci sono tracce di questa festività nelle case e nei negozi di L’Avana nonostante negli ultimi anni il divieto di festeggiarlo sia stato tolto.
Come tutti i paraculo, però, col tempo Fidel, vedendo il successo della chiesa in tutto il resto del sud America, cambiò idea e decise di avvicinarsi al Vaticano, sperando anche in un aiuto nelle questioni politiche mondiali che lo riguardavano dopo aver perso il sostegno della smantellata URSS. Addirittura presenziò alla visita e alla messa di papa Giovanni Paolo II nel ’98 a Plaza de la Revolucion
Da quel momento i cristiani di Cuba goderono di maggiore libertà, ma non troppa: c’è ancora la paura ad esporre il proprio credo.
Il coraggioso don Raniel della chiesa Nuesta Senora del Carmen, unico a Cuba a criticare apertamente il governo, è  ancora molto critico con l’operato dell’ex presidente e ammette che i problemi esistono ancora.
“Spesso i fedeli mi dicono che devono tenere nascosta la loro fede e questo non è un bene – spiega – la mia speranza è che a Cuba ci sia presto più di un partito, con il quale la Chiesa possa dialogare come fa negli altri stati del mondo”.
Qui si parla tanto di libertà di culto, ma i compagnucci tacciono bene su quanto questa sia negata dal loro amato defunto Castro, rappresentato insieme a Guevara come icona dei comunistelli dei centri sociali, intolleranti e razzisti con tutti quelli che non la pensano come loro.Ma allora perchè non andate a vivere lì? Il posto è indubbiamente bellissimo, e se vi piace il regime…cosa state aspettando?
Adesso che anche l’altro loro idolo, l’ex penoso presidente Obama, il peggiore mai avuto in America, ha voltato le spalle ai cubani giudicandoli clandestini come tutti gli altri, chi non è comunista non può più scappare in America come rifugiato politico.Chi torna a Cuba viene imprigionato e spesso ucciso. W il premio nobel per la pace! Quanta schifosa ipocrisia!

Risultati immagini per cuba paesaggi

Risultati immagini per cuba paesaggi

Risultati immagini per umap

Risultati immagini per umap

Risultati immagini per umap

Categorie: Senza categoria | 22 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.