Archivi del mese: dicembre 2016

Buon anno!

Risultati immagini per buon anno celtico

 

Anche se io l’ho già festeggiato il 31 Ottobre con Samhain, auguro a tutti Voi un felicissimo Capodanno!

Risultati immagini per buon anno con animali

Immagine correlata

Immagine correlata

Risultati immagini per buon anno celtico

Annunci
Categorie: Senza categoria | 34 commenti

Osceno!

Cassazione: sì al sequestro dei cani se disturbano gli altri condomini

Veramente sono disgustata! Dopo anni di battaglie, di tesi sull’antispecismo, di amore dimostrato verso gli animali da una parte consistente della popolazione mondiale, per quelle teste di cazzo del tribunale di Trieste, con la loro ignobile sentenza, e la rivoltante Cassazione che l’ha confermata,gli animali domestici vengono considerati degli oggetti e non più degli essere viventi!
Si torna indietro di centinaia di anni di ignoranza spaventosa!
Secondo codesti esseri, che  dimostrano loro di essere cose e non persone, qualora i cani emettessero cattivi odori e provocassero rumori molesti (?) il giudice potrà disporre il “sequestro preventivo”, perché gli animali sono considerati “cose pertinenti al reato” e potrebbero permettere alla loro proprietaria di continuare a commettere il reato di disturbo della quiete pubblica.
Il caso in questione è riportato da La Zampa: a Trieste una donna è stata indagata, perché i suoi tre cani, tenuti in un cortile condominiale e in pessime condizioni igieniche, disturbavano la quiete dello stabile abbaiando e i cattivi odori arrivavano alle finestre dei residenti. I condomini hanno quindi sporto denuncia e il tribunale si è pronunciato sulla vicenda, dopo che le autorità sanitarie hanno svolto le loro analisi e sono stati effettuati i rilievi fonometrici dell’Arpa.
E fin qui ci può stare, perchè se uno non è in grado di mantenere i propri animali in condizioni eccelse è giusto che gli vengano sequestrati e che finisca magari in galera tra i propri escrementi a vedere un po’ come si sta.
Ma con questa sentenza, ripeto giusta da una parte, i nostri fratelli pelosi vengono definitivamente considerati delle cose e non più degli esseri viventi.
La proprietaria, infatti, è indagata non per maltrattamento di animali bensì per disturbo alla quiete pubblica!
La donna si è opposta alla decisione del Tribunale, sostenendo che l’allontanamento avrebbe provocato sofferenza negli animali, ma, secondo il giudice, è stato prevalente l’interesse degli altri condomini alla quiete della loro casa e così il sub umano si è espresso:
“La comunque non dimostrata e niente affatto pacifica e indiscutibile sofferenza dei cani derivante dall’allontanamento è priva di rilevanza rispetto alle esigenze umane, che sono tutelate dalle norme penali”.
Secondo questo genio mancato, infatti, il sequestro non provocherebbe alcuna sofferenza per i cani, “i quali non vengono nè uccisi, nè feriti nè maltrattati, ma soltanto trasferiti”. Cioè tolti dal loro ambiente abituale, dalla loro casa, dai loro affetti, secondo lui, non soffrirebbero perchè sono delle cose! Un po’ come se cambi parcheggio alla macchina!
Ma ci rendiamo conto????
Siamo davvero tornati ai tempi in cui predicatori da strapazzo di varie religioni sostenevano che l’unico ad avere l’anima fosse l’uomo, che gli animali, nonostante l’etimologia del nome, non l’avessero proprio!
Invece di andare avanti si torna indietro! Spero che qualcuno intervenga su queste sentenze, che certi casi siano denunciati per maltrattamento di esseri viventi e senzienti, non come disturbo a qualcuno.
I cani disturbano? E allora disturbano anche i neonati che piangono, i bambini che corrono e urlano sia in casa che in cortile, quelli che ascoltano lo stereo a massimo volume, le coppie che bisticciano, quelle che fanno sesso ecc. ( tutti ricordi per fortuna lontani della mia vita in città).
Imbecille di un giudice, nessun animale è una cosa! Ognuno di loro ha anima e sentimenti e come tali vanno trattati. E poi i cani salvano la vita alle persone, ricordatelo bene!
Gli animali sono capaci di sentimenti e azioni che la maggior parte degli umani non è nemmeno in grado di sognarsi.
Mi auguro di cuore un intervento, magari della mitica Brambilla, su queste ignobili sentenze.
A voi queste stupende foto delle “cose” ( guardatele tutte, mi raccomando): se un giorno chi emette certe sentenze di merda si trovasse in pericolo in acqua, sotto le macerie di un terremoto, sotto una valanga, o diventi cieco o altro, chieda pure aiuto alla sua bicicletta, che tanto le cose sono tutte uguali!

Risultati immagini per cani eroi

Risultati immagini per cani eroi

Risultati immagini per cani dolci

Risultati immagini per cani dolci

Risultati immagini per cani eroi

Risultati immagini per cani eroi

Immagine correlata

Risultati immagini per cani eroi

Risultati immagini per pet therapy

Risultati immagini per pet therapy

 

Risultati immagini per cani dolci

Categorie: Senza categoria | 8 commenti

Grazie Ucraina

L’Ucraina demolisce il comunismo: demolite 1300 statue di Lenin

Finalmente qualcuno riesce a liberarsi dal cancro comunista, quello ancora tanto inneggito spudoratamente e senza vergogna da diversi ignoranti anche in Italia.
Un giretto a scuola e sui libri non farebbe male: il comunismo ha ucciso almeno 100 milioni di persone! Soprattutto gente innocente che non si piegava alla sporca dittatura rossa. Chi esalta il comunismo è complice di tutte quelle vittime, parecchie torturate e massacrate nei gulag, altre vittime delle Foibe.
Gli Ucraini, no! Loro hanno per sempre voltato le spalle al becero comunismo, e per  cominciare hanno demolito tutti i suoi simboli, a partire dalle statue di quel bastardo di Lenin.
Grazie alla legge sulla “decomunistizzazione” approvata dal parlamento di Kiev, nel corso dell’anno che sta per finire, che io trovo fantastica e che applicherei al volo anche qui visto quanto rompono i beceri kompagni, nel Paese sono stati demoliti ben 2389 monumenti e statue di epoca sovietica e ben 1320 statue di Lenin.
Inoltre cambiano i nomi anche le strade di villaggi e città: ben 51493 vie, 25 distretti e 987 centri abitati sono stati rinominati di conseguenza.
E pensare che l’Ucraina era, dopo la Russia, il paese con più contributi a Lenin!!
Ricordiamo anche che durante le carestie forzate imposte all’Ucraina dai governi comunisti sovietici, fra il 1929 e il 1933, siano morti milioni di persone, senza contare le centinaia di migliaia di vittime delle purghe staliniane e della polizia segreta sovietica.
Gli avversari vennero soppressi soprattutto durante il terrore rosso, una violenta campagna orchestrata dal Ceka in cui decine di migliaia di dissidenti vennero uccisi e molti altri internati nei gulag, i campi di concentramento comunisti.
Lenin non fu altro che il fondatore di una sporca dittatura totalitaria che causò fame e carestia, nonchè la guerra civile, e parecchie e ripetute violazioni dei diritti umani, come le torture e la schiavitù nei campi di concentramento.
Questa è la verità se si studia la vera Storia, quella non di parte.


Bravi Ucraini! Voi avete sperimentato la merda che è il comunismo sulla vostra pelle e ve ne siete finalmente liberati! Adesso siete un Popolo libero!
Mandiamo a fare gli schiavi comunisti tutti i sinistrati che sventolano bandierine rosse con falce e martello a vedere se poi gli piacerà ancora. Vauro, Travaglio e Dante Franchi per primi.Provare per credere!

 

Risultati immagini per statue lenin distrutte

Risultati immagini per statue lenin distrutte

Risultati immagini per statue lenin distrutte

Risultati immagini per no comunismo

Risultati immagini per no comunismo

Risultati immagini per comunismo di merda

Categorie: Senza categoria | 6 commenti

il vero razzismo o solo idiozia congenita ?

E poi ci chiamano populisti questi imbecilli anti italiani traditori della Patria e del Popolo! Mandiamoli tutti a casa!

quello che ti nascondono:

Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono tutto il tesoretto versato. “Gli immigrati (invece) prendono la pensione anche con cinque anni di contributi”. E’ quanto riporta un articolo di “La Verità”, nuovo quotidiano fondato da Maurizio Belpietro sbarcato nelle edicole da qualche giorno. L’articolo, firmato dalla penna di Francesco Borgonovo, sottolinea:

E’ tutto scritto lì, sul sito dell’Inps. Con tagliente semplicità, quasi con una punta di burocratico compiacimento, viene illustrato il privilegio di cui godono i lavoratori immigrati”.

Di fatto, continua:

“non è vero che gli stranieri lasciano un tesoretto: se tornano a casa possono riprendersi ciò che hanno dato. E senza le restrizioni previste per gli italiani. Riscuotono anche se non hanno effettuato i versamenti minimi”.

L’immigrato che decide di rientrare in patria, insomma, non perde i contributi versati.

NESSUN GIUDICE EMERITO RITIENE D’INTERVENIRE PER MANIFESTO RAZZISMO NEI CONFRONTI DEL POPOLO…

View original post 12 altre parole

Categorie: Senza categoria | 15 commenti

Ipocrisia

Dopo Frottolo ecco un altro comico che di balle e di falsità è un vero esperto: Bepper Grillo!
Ex comico di professione ha pensato bene di darsi alla politica, senza smettere di fare il comico. Uno che è stato condannato per omicidio stradale plurimo colposo, poi assolto, ovviamente! Il suo partito ha già fatto parecchio schifo a Parma, a Roma e in diverse altre città. Non è altro che una succursale della sinistra, nata per evitare che chi si stufi della sinistra invece di passare alle Destre,chiamate ancora fasciste, si consoli con un partitucchio pro immigrazione/invasione di cui parecchi membri escono direttamente dai centri sociali o dalle banche ( come il sindaco di Parma Pizzarotti, uno dei sindaci peggiori mai avuti perchè ha rovinato la nostra bella città).
Tra le tante cazzate ecco l’ultima del Grillo sparata sul suo blog:

“Quest’anno voglio farvi gli auguri di Natale con un testo di Goffredo Parise pubblicato il 30 giugno del 1974, si intitola:
“Il rimedio è la povertà”.
È un po’ lungo, ma ne vale la pena. Armatevi di pazienza, leggetelo fino alla fine e fatelo leggere ai vostri cari. Vi abbraccio. Buon Natale da Beppe Grillo”.

Già, peccato che lui guadagni un sacco di soldi come politico e che abbia un bello yacht sul quale naviga in buona compagnia niente meno che sulle limpide acque di Porto Cervo, una nota località famosa per le persone umili e povere che la frequentano!
Ecco alcuni commenti raccolti da Il Giorno e da Il Giornale:

Se credi in quello che dici, destina buona parte dei tuoi guadagni al ‘popolo affamato’ e campa con l’essenziale. In caso contrario, tieniti pure i tuoi soldi che ha giustamente guadagnato, ma almeno risparmiaci la morale”. E ancora:

“Per un ricco, è normale desiderare che i poveri rimangano poveri, grazie del concetto Beppe”.
Ma il commento più polemico è questo:
“Bellissimo articolo. Soprattutto considerato che è stato letto su un sito stracolmo di banner pubblicitari ed è stato scritto da qualcuno che ha un fatturato di circa 4 milioni di euro. Non ti condanno per quello che fai, ma per quello che dici”.
E poi:

“E non dimentichiamoci di quello che ha combinato in passato riguardo un grosso incidente d’auto purtroppo con vittime.”

“Dalla larghezza del didietro la barchetta costa qualche milione di euro, cominci lui a regalarlo al popolo per le gite scolastiche, falso come i soldi del monopoli.”

“Che non brillasse per soverchia intelligenza si sapeva già, ma che fosse così stupido da inneggiare alla povertà, però degli altri, non certamente la sua, era ancora da scoprire!!!”

“È questa la legge dei dittatori comunisti: stipendi (reddito di cittadinanza) uguale per tutti, un euro o mille, o un milione oppure un miliardo, non fa differenza. Può andar bene anche, anzi meglio, zero euro per ognuno. Tanto nulla cambia, l’effetto è identico: “tutti poveri alla mensa dello stato del Grillo o di altro sinistrato qualsiasi”. Vita da nababbi solo per questi ultimi. In galera subito per non correre rischi e per disilludere ed educare Grillini e sinistrati d’ogni genere.”

“Senza dimenticarci del regalo che ci ha fatto dei 20 milioni per MPS di cui lui è un’azionista anche se piccolo !”

E questi sono solo alcuni: se li leggete tutti c’è da morire dal ridere. Per non piangere.
Povera Italia!

Risultati immagini per incidente beppe grillo

Risultati immagini per incidente beppe grillo

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 30 commenti

Buone feste

Sonno di terre candide t’accoglie
notte infinita rabbrividente in gelo
vapori diacci di sospesa vita
seguono il nostro passo soffocato

Taglia il respiro il freddo che rinnova
tutto sa di pulito, immacolato
lucente il cielo spande a piene mani
pulviscoli d’argento sfavillante

Campane a valle chiamano le genti
a riscaldarsi al fuoco della festa
preparano la notte dell’arrivo
e levano le voci in soavi canti

Qui c’è ricco il silenzio degli Antichi
ognuno è solo innanzi al suo sentiero
ma un cerchio di promesse non si spezza
le mani nelle mani e caldi i cuori 

S’accendono fiammelle nella notte
candele d’oro a richiamare il Sole
passerà questa notte senza fine
passerà il gelo e il tempo della veglia

Signora, apri di nuovo il tuo sorriso
vieni con noi nel canto dell’Inverno
da questo ghiaccio nasceranno fiumi
e nuove foglie agli alberi dormienti

bevi con noi al calice dei sogni
il miele ardente a illuminare i volti
guarda ruggire ancora i nostri fuochi
sorridi a questa vita che non cede

nascere al mondo dentro queste notti
è un privilegio di cui essere grati
correre lieti insieme alle stagioni
incontro ai nuovi fiori che verranno

portiamo i nostri doni a chi è arrivato
che sia di carne o di brillante luce
perchè la vita ha mille e più stagioni
perchè siam tutti uguali
nella sera.

Di Elfo Guerriero – dal web

Con questa bellissima poesia trovata su internet
auguro a tutti gli amici
e ai loro cari
delle felicissime feste.

Vostra Indiana Lakota

Risultati immagini per inverno

Risultati immagini per felice yule

Risultati immagini per inverno

Risultati immagini per felice yule

Risultati immagini per animali natalizi

Risultati immagini per buon natale

Risultati immagini per felice yule

Categorie: Senza categoria | 50 commenti

Ogni vita

Ogni vita è sacra.
Ed è la stessa cosa per tutto ciò

che possiede un potere,
che sia nell’azione,
come le nuvole che giungono a piacere dei venti,
o nella resistenza passiva,
come la roccia sul sentiero.
Questo perchè
anche il più modesto dei rami
o la più modesta delle pietre
possiede un’essenza spirituale
che deve essere venerata
come manifestazione del Potere Misterioso
diffuso in tutto l’Universo.

Francis LaFlesche – Lakota Osage

Risultati immagini per spiritualità nativi americani

Risultati immagini per spiritualità nativi americani

Immagine correlata

Risultati immagini per spiritualità nativi americani

Categorie: Senza categoria | 22 commenti

Sangue innocente

Non si può continuare il clima di festa senza pensare alle persone innocenti che sono state uccise  l’altro giorno dall’ennesimo vigliacco senz’anima a Berlino mentre passeggiavano tranquillamente per i mercatini di Natale. E alle loro famiglie che non hanno più niente da festeggiare.
Ma chi sono questi bastardi terroristi islamici che ci odiano talmente tanto che sono pronti a morire pur di ucciderci? Ecco un esempio di uno di questi mostri senza palle nè anima ( parte del testo è riportato da Il Giornale):

Padre incita le figlie a farsi esplodere per Allah.

“Vuoi ucciderli nelle fiamme? “ chiede una sottospecie di genitore alle sue bambine in un filmato amatoriale girato in una stanza in penombra.
L’essere spregevole ha la solita lunga barbaccia nera e una mitragliatrice tra le gambe, disarmati non hanno i coglioni nemmeno per girare un video, ed è seduto con le sue due disgraziate figlie, che indossano un burka. Alle loro spalle la bandiera nera dell’isis, tanto per far capire di chi si tratta.
La tv satellitare Al Arabiya sostiene che il padre sia Abu Nimr, un ex membro del Fronte al Nusra originario della Ghouta, regione alle porte di Damasco.
Inizia la terribile sequenza di domande alle due povere piccole visibilmente impaurite e sottomesse a quel sub umano:
“Dove agiremo oggi?” chiede in arabo il “padre” a una delle bambine, che avrà si e no 8 anni.
Lei con il volto triste e tono intimidito gli risponde:
“A Damasco”.
“Non hai paura?” la incalza.
“No” risponde la bimba con un filo di voce.
“Questa non è un’azione da uomini? – continua lo spregevole essere- Lo facciamo perché gli uomini sono scappati sugli autobus (un riferimento all’evacuazione diAleppo, ndr). Tu vuoi consegnarti, così gli infedeli ti stuprano e ti uccidono?”.
“No” risponde la bimba sempre più intimidita.
“Vuoi ucciderli tu nelle fiamme?” la incalza ancora il mostro.
“Sì”.
“Perché la nostra religione è una religione di orgoglio, non è così?”, dice ancora il bastardo e la bimba gli risponde di nuovo di sì.
Quindi si rivolge alla seconda bambina, più piccola della prima:
“Tu, figlia mia Islam, agirai con noi oggi? Non hai paura di loro?”.
“No” risponde.
“No – aggiunge il mostro – perché stai andando con Allah. Non è così, grazie a Allah?”.
Quindi l’uomo incita le due bambine a ripetere con lui “Allahu Akbar”, “Allah è grande” in lingua araba, lo slogan usato dagli estremisti prima di compiere attentati. Le due bambine, con un sorriso triste, lo assecondano.
Il riferimento all’evacuazione di Aleppo e a un’azione terroristica a Damasco fanno pensare che una delle due bambine potrebbe essere realmente quella usata come jihadista a Damasco il 16 dicembre scorso. Secondo il resoconto del quotidiano filo governativo al Watan, la piccola è entrata in un ufficio della polizia con aria spaesata, ha chiesto di poter andare in bagno, quando all’improvviso si è fatta saltare in aria. Lo scoppio ha ferito tre agenti.
Bambini innocenti usati come armi di distruzione di massa.
Anime candide plagiate al male.
Vi rendete conto contro chi abbiamo a che fare? Non deve esistere pietà, non deve esistere buonismo per chi uccide innocenti e invita al suicidio altrettanti piccoli innocenti.
Vanno fermati immediatamente, senza scuse e senza paure da vigliacchi.
Altrimenti non ci sarà mai più pace e festa per nessuno.

Categorie: Senza categoria | 22 commenti

Yule

Da stanotte per noi iniziano gli otto giorni di festa per Yule, o Farlas, la festa del Solstizio d’Inverno,dal norreno Hjól, che vuol dire Ruota.
Cercherò di riassumere il più possibile qui che cosa significhi per noi che crediamo nell’Antica Religione.
La Ruota dell’Anno gira grazie all’eterna danza d’amore tra la Dea e il Dio e
in questo periodo inizia a risalire dal suo estremo più basso, dal buio verso la luce.
Mentre la fine dell’Anno Vecchio si avvicina, le notti si allungno e le ore di luce sono sempre più corte. L’Osucrità è la signora dei giorni fino al giorno del Solstizio.
La Natura è in pieno riposo, ferma, e molti animali dormono con Lei.E anche noi ci sentiamo più assonnati! Io, almeno, dormirei di continuo.
Da adesso avremo tre giorni in cui il Sole non si muoverà, da qui il nome Solstizio che significa Sole fermo,poi, il giorno 25 Dicembre, comincerà a risalire la Ruota.
Il giorno 25 rappresenta la rinascita del Sole Bambino grazie alla Dea Madre e al sacrificio del Dio Padre e l’inizio delle giornate più lunghe dopo il buio di Shamain.
Il Natale cristiano non è altro che la sovrapposizione della nascita di Gesù alla Rinascita del Sole Bambino, voluta e fissata dal papa Giulio I intorno all’anno 350 d. C. per cancellare la vera festa, la più antica.
Noi dell’Antica Religione celebriamo ancora come una volta i nostri antichissimi riti perchè sappiamo di essere parte di un Tutto e che ogni nostra piccola azione può influenzare i grandi cicli di questo Tutto.
Per noi è una festa di morte, trasformazione e rinascita: il Vecchio Sole muore e rinasce nel ventre della Dea Madre come Sole Bambino. All’alba la Grande Madre dà alla luce il Dio Sole riportando luce, prosperità e fertilità alla Terra e all’Universo intero.
Noi donne aspettiamo al buio che i nostri uomini ci portino una candela, che simboleggia la luce, il sacrificio del Dio Padre e l’arrivo del Sole Bambino .
Tutta la casa allora viene adornata con candele profumate, torce e lanterne.
Poi bruciamo nel camino un grande ciocco di legno di quercia, che per noi è un albero sacro,ornato con rametti di altre piante legati insieme con un nastro rosso: il tasso a indicare la fine dell’anno, l’agrifoglio che rappresenta l’anno che sta per finire, l’edera che è la pianta sacra al Dio Sole, e la betulla che è l’albero della nascita e del rinnovo.
Poi addobbiamo un grande albero con luci e festoni per inondare l’abete sacro, simbolo di vita, di luce.
In casa non deve mai mancare un ramo di vischio, altra pianta sacra e magica per noi perchè la consideriamo discesa direttamente dai fulmini del cielo perchè non ha radici ( ne ho parlato in dettaglio in diversi post).
A tutti voi felicissimo Solstizio d’Inverno!

Yule – Solstizio d’inverno

Regina del Sole, Regina della Luna
Regina dei corni, Regina dei fuochi
Portaci il Figlio della Promessa.
E’ la Grande Madre che Lo crea
E’ il Signore della Vita che è nato di nuovo!
L’oscurità e la tristezza vengono messe da parte
quando il Sole si leva di nuovo!
Sole dorato, delle colline e dei campi,
illumina la Terra, illumina i cieli,
illumina le acque, accendi i fuochi!!
Questo è il compleanno del Sole,
io che son morto, oggi son di nuovo vivo.
Il Sole bambino, il Re nato in inverno!

(canto tradizionale tratto da “La danza a spirale” di Starhawk)

Risultati immagini per albero di yule

Immagine correlata

Risultati immagini per albero di yule

Immagine correlata

Risultati immagini per yule

Risultati immagini per merry yule

Immagine correlata

Risultati immagini per merry yule

Categorie: Senza categoria | 13 commenti

Stuprata nel centro sociale

Come in ogni città anche a Parma esistono quei posti abusivi e inutili chiamati centri sociali. In questi posti, di solito occupati abusivamente e, chissà perchè, quasi mai fatti sgombrare, stazionano gruppi di nullafacenti mantenuti figli di papà che si divertono a giocare a fare gli alternativi e soprattutto a fumarsi canne, ubriacarsi e drogarsi ascoltando musica assordante.
Costoro amano farsi chiamare antifascisti, antagonisti, anarchici o nomi simili e si divertono, oltre che a drogarsi e a bere, anche a rompere i coglioni durante le manifestazioni serie degli altri: in realtà sono solo degli ignoranti drogati che non sanno un bel niente di storia ( epica un’intervista della Gazzetta di Parma a un ragazzino di 16 anni di Casa Pound che conosceva la storia meglio dei libri e un ignorantone dei centri sociali, trentenne, che non rispondeva a niente!) e sono amici degli immigrati solo perchè va di moda e perchè li riforniscono di droga varia.
Ebbene sempre a Parma in uno di questi posti di merda frequentato da gente di merda, una ragazza è stata brutalmente violentata da 5 vigliacchi kompagni per festeggiare il 12 Settembre, cioè la cacciata dei Fascisti da Parma.
I fatti risalgono al 2010 ma saltano fuori in maniera chiara solamente adesso, visto l’incredibile e assurdo muro d’omertà di TUTTI gli altri compagni.
I tragici fatti sono questi: in una stanza dell’ex sede della rete antifascista di Parma, in via Testi, i prodi kompagni della raf, rete anrifascista di Parma ( non ci facciamo mancare niente nenache qui) mentre festeggiano il 12 Settembre tra fiumi di alcol e droga come sempre, non trovano di meglio da fare che drogare una ragazza di Mantova, una loro kompagna, un’amica, appena maggiorenne, e violentarla mentre è semi incosciente per una notte intera!
La ragazza frequentava spesso i componenti del collettivo e la loro sede, era un’amica, ma non hanno esitato a drogarla a sua insaputa e a violentarla ripetutamente a turno per una notte intera.
Non contenti hanno anche filmato il tutto per poter avere un ricordo della loro eroica impresa e per poterla minacciare in caso di denuncia.
La vittima si risveglia dall’incubo dello stupro all’alba:
“Mi sono svegliata su un tavolo di legno, i vestiti buttati a terra, sul mio corpo i segni di quello che mi avevano fatto….Ripresi i miei vestiti e me ne andai – racconterà più avanti agli inquirenti – lì dentro non c’era più nessuno”.
I compagni l’hanno abbandonata a terra. Come un pezzo di carne masticato e poi sputato.
La ragazza non si è lasciata intimorire, ma non appena si è rivolta alla polizia per denunciare quanto accaduto è stata immediatamente emarginata dal gruppo.
Le sue amiche l’hanno bollata come un'”infame” e non le hanno più parlato.
Eppure, come racconta Repubblica, “per tre anni, dal 2010 al 2013, erano stati tanti (e tante) i compagni e le compagne che avevano visto quel video, girato con un vecchio Nokia, e dove lei viene addirittura chiamata con un nomignolo che allude, e qui l’orrore è massimo, ad atti ancora più brutali durante la violenza. Ma nessuno aveva rotto il silenzio, quasi fosse più importante difendere il movimento da incursioni di polizia e carabinieri, piuttosto che denunciare lo stupro e solidarizzare con la vittima”.

I soliti vigliacchi di merda!
Così lei alla fine rinunica a denunciare mentre gli stupratori continuano a frequentare cortei, manifestazioni, feste ecc. nonostante facciano girare quel video in cui violentano una ragazza che sembra morta.
Il 30 agosto del 2013,  una bomba carta scoppia accanto alla sede di CasaPound, perchè si sa che questi cacasotto rossi sono tolleranti con chi spaccia droga per loro ma non con chi la pensa diversamente, e i compagni della raf finiscono nell’occhio del ciclone.
Anche la ragazza violentata viene interrogata.
Ma subito si chiama fuori spiegando che da quel mondo si è allontanata “dopo una brutta storia”. E quella brutta storia, finalmente, viene fuori.
L’anno scorso, in seguito alla sua denuncia, finiscono, chissà perchè solo tre, ai domiciliari e non direttamente in galera: Francesco Cavalca (25 anni), Francesco Concari (29 anni) e Valerio Pucci (24 anni). La ragazza viene, quindi, contattata dai compagni che la minacciano e la insultano. “Con gli sbirri – le dicono – devi solo tacere”.
Pretendono che lei “alleggerisca” le dichiarazioni. Tanto che i giudici fanno partire un’altra indagine, questa volta per favoreggiamento.
Il Pm Giuseppe Amara – al termine di lunghe e delicate indagini condotte dal Nucleo Investigativo dei carabinieri – ha chiesto la misura cautelare in carcere per tutti al Gip, che però l’ha respinta ritenendo che il tempo trascorso fosse idoneo ad affievolire l’urgenza della misura. L’accusa si è rivolta al Tribunale del Riesame, a giorni è attesa la decisione.
“Se dovesse essere confermata la tesi dell’accusa per i cinque aguzzini la pena deve essere esemplare. E questi sarebbero i pacifici e democratici giovani di sinistra?”,
chiede Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia, che sollecita la sinistra a prendere una posizione. E la forzista Francesca Gambarini chiede di fare chiarezza su “quanto accade all’interno di queste realtà, da sempre ostili alle forze dell’ordine. In nome dell’ideologia occupano stabili illegalmente e non permettono a chi la pensa diversamente di manifestare il proprio pensiero. Se non hanno nulla da nascondere, aprano le porte alle autorità competenti.”

E pensare che l’unico pensiero fisso del sindaco pentastellato di Parma, Pizzarotti, sarebbe quello di chiudere Casa Pound perchè li definisce Fascisti ( se anche fosse siamo pur sempre in democrazia dove ognuno è libero di esprimere le proprie idee)!
Casa Pound ha una sua sede legale, in cui paga affitto e in dove svolge molteplici attività culturali e sportive.
Nessuno si droga o fa festini dubbi al suo interno. I ragazzi non hanno mai creato casini, anzi: si sono sempre distinti per il volontariato e gli aiuti ai bisognosi dentro e fuori la città.
Tutto il contrario dei kompagni, capaci solo di distinguersi per delinquenze varie e vandalismi.
E con questa direi che hanno davvero superato il limite! Vanno fermati! Se proprio non hanno voglia di lavorare che si mandino ai lavori forzati, palla al piede e calci nel culo, a loro e a chi tanto li protegge e li tutela in tutti i modi, vedi i politici di Parma e anche di altre città. Chissà,forse volevano ricordare le innumerevoli violenze e stupri subite da  donne e bambine italiane da parte gruppi di partigiani comunisti dopo la cacciata dei Fascisti? Anche quelle rimaste vergognosamente impunite e nascoste per anni dalla storia di chi, in un modo o nell’altro, vince la guerra. VERGOGNATEVI!

 

Risultati immagini per no centri sociali

 

Risultati immagini per no centri sociali

Risultati immagini per no centri sociali

Risultati immagini per no centri sociali

Risultati immagini per no centri sociali

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 20 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.