Archivi del mese: dicembre 2015

La Ruota dell’Anno

In questo ultimo giorno dell’anno, oltre a farvi tantissimi auguri, voglio parlarvi
della nostra Ruota dell’Anno.
Noi usiamo scrivere bigliettini da appendere all’Albero
di Yule con desideri e propostiti per l’anno nuovo, che conserviamo, e altri con scritte le cose che non
vorremmo più che si ripetessero, che bruciamo.
L’anno dopo ci piace srotolare quelli vecchi per vedere cosa si è realizzato e avverato e cosa no.
Come ormai sapete la mia religione segue i ritmi di vita della Natura, e la Natura si svolge in cicli, così come la vita di tutti:
c’è il momento della nascita, della crescita, della giovinezza, dell’età matura, della vecchiaia, della morte e della rinascita ( se si vuole).
La Ruota dell’Anno si sviluppa seguendo la danza della Dea e del Dio, che è una danza d’amore che dà energia, l’energia che fa girare in modo perpetuo la Ruota.
Il loro amore rappresenta la continuità, la trasformazione, il cambiamento dello Spirito e dell’amore eterno che tutto muove e tutto crea e trasforma.
Così nemmeno la morte è un termine ma una trasformazione, un nuovo inizio.
Viviamo seguendo il ritmo naturale delle stagioni, e ogni momento della nostra vita corrisponde ad un periodo
dell’anno, a una stagione, che per noi sono otto perchè in realtà siamo dei gran festaioli e ci piace celebrare la vita in ogni suo aspetto e momento:

Oestara (Equinozio di Primavera) tra il 20 e il 23 marzo:
Per il ramo della mia religione è il vero inizio dell’anno.
In questo periodo luce ed oscurità sono in equilibrio ed è il momento in cui la Natura si risveglia dal sonno invernale.
Gli animali si svegliano dal letargo e perdono il lungo pelo invernale, cominciano a corteggiarsi e ad accoppiarsi,
la neve si scioglie e compaiono le prime gemme.
Se prestate ascolto potrete sentire il loro crescere dai rami
e il rumore leggero dello spuntare dei primi fiori dalla neve.

 

Beltane 30 aprile e 1 maggio
Rappresenta l’incontro d’amore sacro tra a Dea e il Dio.
In questo periodo i fiori si schiudono in splendide corolle e la vita nasce sulla Terra perchè tutti gli animali, di solito, partoriscono adesso.
Si lavora tantissimo nei campi per preparare i raccolti.
Ma se ascoltate bene potrete sentire le corolle dei fiori che si schiudono e lo schiudersi delle crisalidi delle farfalle.
Finalmente tornano le rondini e gli altri uccelli che migrano durante l’inverno.
In cielo brilla Aldebaran (Alpha Taurus

Litha (Solstizio d’estate) 21 o 22 giugno
Questo è il giorno più lungo dell’anno!
Festeggiamo l’unione tra Cielo e Terra, l’equilibrio tra Luce e Tenebre, la prosperità  e i primi frutti da raccogliere.
Le cicale e i grilli cominciano a cantare e per i prati volano splendide farfalle e indaffaratissime api. Anche per loro è un periodo di duro lavoro!
Cominciano a vedersi anche le lucciole.

Lughnasadh  31 luglio e 1 agosto:
Rapresenta il periodo dimassima fertilità della Terra e dei suoi doni preziosi. I campi sono pieni di messi e di notte vengono illuminati dalle luci delle lucciole.
Per questo si festeggiano i raccolti.
Segna anche il lento accorciarsi delle giornate.
In cielo brilla la stella Sirio (Alpha Canis major)

Mabon (Equinozio d’autunno) 20 o 21 settembre:
E’ il primo giorno d’Autunno, il secondo periodo di equilibrio tra Luce e Tenebre che stavolta va verso le Tenebre perchè le giornate si accorciano. Le lucciole cominciano ad andare via
e api e farfalle a volare molto di meno.
Si celebra il secondo periodo di raccolto.

 

Samhain 31 ottobre /1 novembre 
Questo periodo rappresenta la maturità avanzata, l’ultimo
raccolto prima del riposo e del sonno invernale.
Gli animali cambiano il pelo e si preparano per il letargo.
Le giornate sono dominate dalle ombre e dal buio che
invitano al riposo e alla meditazione spirtuale dopo il
lungo lavoro fisico dei mesi precedenti.
Il velo che divide il mondo dei vivi da quello dei morti diventa sottilissimo, tanto che si possono ricevere visite e parlare con gli Spiriti. E’ il nostro Capodanno Celtico
In cielo compare la stella Antares (Alpha Scorpii)

Yule (Solstizio d’inverno) 20 o 21 dicembre
Questa è la notte più lunga dell’anno, quella in cui la Dea dà alla luce il Sole Bambino dopo il sacrificio del Dio Sole Vecchio.
La vita e la luce ritornano lentamente, la Natura è nel suo pieno riposo invernale. Ma sotto terra la vita lentamente cresce protetta dal calore di Madre Terra e dal manto di neve.
Se appoggiate un orecchio sulla pelle di Madre Terra potrete sentire il suo lento respiro e i piccoli semi che piano piano crescono nel suo ventre.

Imbolc, 2 febbraio
E’ la festa di Brigid, Dea del fuoco, e  il periodo in cui il Sole Bambino cresce e muove i primi passi.
Ci si prepara meditando e purificandoci al prossimo faticoso  lavoro primaverile.
Si pensano e si cominciano a realizzare progetti.
In cielo compare Capella (Alpha Auriga



E oggi compie 14 anni la mia stupenda figlia pelosa Kikky,
la mia cagnolona!

071

AUGURI AMORE, TATONA MIA!!!! 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 36 commenti

29 Dicembre 1890

Ricordo del Massacro di Wounded Knee

“Non sapevo in quel momento che era la fine
di tante cose. Quando guardo indietro, adesso,
da questo alto monte della mia vecchiaia, ancora vedo
le donne ed i bambini massacrati, ammucchiati e sparsi
lungo quel burrone a zig-zag,
chiaramente come li vidi coi miei occhi da giovane.
E posso vedere che con loro morì un’altra cosa, lassù,
sulla neve insanguinata, e rimase sepolta sotto la tormenta.
Lassù morì il sogno di un popolo.
Era un bel sogno… il Cerchio della Nazione è rotto
ed i suoi frammenti sono sparsi.
Il Cerchio non ha più centro, e l’Albero sacro è morto.”

Alce Nero (Hehaka Sapa)


29 Dicembre 1890
Il massacro di Wounded Knee,
Cankpe Opi Wakpala che stava a
significare “Il torrente dove il ragazzo si ferì ad un ginocchio”, non
è citato sui libri di storia, ma io ne parlo sempre a tutti i miei studenti
dalla scuola elementare all’università.
Perchè sappiano, perchè conoscano.
Si tratta di uno dei più cruenti, tra i troppi, massacri commessi dagli
invasori dell’esercito degli stati uniti d’america ( scritto in minuscolo
apposta perchè non meritano nemmeno le maiuscole)contro i Nativi
Americani, in questo caso specifico contro la tribù a me più cara, quella
dei Lakota Sioux.
Negli ultimi giorni del dicembre 1890, la tribù di Miniconjou, una
delle sette tribù facenti parti del grande Cerchio dei  Lakota,
guidata da Si Tanka, Piede Grosso, a quel tempo malato di pomonite,
lasciarono il proprio territorio per recarsi a Pine Ridge dopo
aver saputo dell’assassinio del grande sciamano Tatanka Iyotake,
Toro Seduto.
Speravano nell’aiuto e nella protezione del capo gueriero
Mahpìya Lùta, Nuvola Rossa che si era trasferito in quella Riserva.
Purtroppo vennero intercettati da quattro squadroni dell’odiatissimo
settimo cavalleria, guidato dal maggiore S. Whitside, che li fece prigionieri.
120 uomini e 230 tra donne e bambini furono trascinati in un
acampamento sulla riva del fiume Wounded Knee, nella neve e nel gelo
invernale di quei territori, e tenuti sotto il tiro dei fucili e di ben due
mitragliatrici.
Un certo colonnello Forsyth prese il comando delle operazioni
e diede oridne agli Indiani di buttare tutte le loro armi.
Per sicurezza furono denudati in mezzo alla neve per essere perquisiti,
non si sa mai!
Solo un Indiano, Coyote Nero, Minneconju audioleso, tardò a lasciare
andare il suo fucile: nessun bianco erastato  in grado di
comunicarglielo!
Data la pericolosità di un ragazzo solo con un solo fucile in mezzo a
soldati armati fino ai denti più le mitragliatrici, fu immediatamente
circondato da questo gruppo di codardi.
Dalla collutazione partì un colpo, non si sa da chi, al quale seguì
immediatamente un massacro indiscriminato.
Uomini, donne e bambini vennero  falciati dalle mitragliatrici e dai fucili.
300 furono i morti totali, lasciati lì ad agonizzare in mezzo alla neve.
Neonati morti tra le braccia della loro mamma colpita alla schiena,
trafitti dai proiettili che trapassavano il suo corpo che invano aveva tentato
di proteggerli.
Dal freddo intenso i corpi si congelarono in pochissimo tempo.
Morirono anche 25 di quegli impavidi soldati, vittime quasi accertate
dei fucili dei loro compagni.
A costoro furono anche date delle medaglie all’onore, onore per aver
assassinato a sangue freddo uomini disarmati, donne e bambini.
Tutt’ora è in corso una campagna per farle revocare….
Dopo aver portato al sicuro i soldati feriti un altro distaccamento di
valorosi dell’ esercito più merdoso della storia tornò sul campo dove
raccolse  4 uomini ancora vivi e 47 tra donne e bambini.
Gravemente feriti, furono ammassati in una squallida chiesetta
a Pine Ridge addobbata per il Natale.
Su uno degli addobbi capeggiava la scritta:

Pace in terra agli uomini di buona volontà.

Ma non finisce qui:
Nel 1973 i mitici membri dellAIM, American Indian Movement,
occuparono il sito durante una commemorazione per tentare, ancora
una volta, di far valere i propri diritti da sempre calpestati e mai
ascoltati dal governo americano.
Si sa che certe commemorazioni danno sempre molto fastidio
ai nuovi americani!
Fato sta che anche in quell’occasione il governo americano
decise di sparare sui pericolosissimi Nativi, distruggendo la stazione
commerciale, il museo allestito dai Nativi in ricordo del massacro
( si sa quanto amino la storia i nuovi americani…) e la casa costruita.
Il sito dei massacri adesso è in vendita!

Il giornalista Tim Giago ritiene, giustamente, che il sito
dovrebbe essere allestito come un museo dell’olocausto.
L’attuale museo nel Sud Dakota si trova a circa un’ora
dalla Riserva.
In una colonna del Native Sun News scrive:
“Sarebbe profetico se la Tribù degli Oglala Sioux costruisse un museo
dell’olocausto per insegnare e per ricordare al mondo ciò che successe
ai Nativi dell’emisfero occidentale.
Milioni di Nativi dell’aAmerica del nord, del Centro e del Sud
furono massacrati per aver protetto e difeso ciò che apparteneva a loro.

Categorie: Senza categoria | 19 commenti

Erbe magiche

 

Dagli Antichi Celti e Vichinghi da cui discendo e da cui
arriva la mia religione,
mi sono state tramandate tantissime tradizioni sull’uso
delle piante, specialmente di quelle considerate magiche e sacre.
Per raccogliere tali piante era necessario rispettare determinate fasi lunari, eseguire determinati riti, usare utensili adatti e scelti per lo scopo, consacrati dalla Sacerdotesssa o dal Sacerdote.
Studiando e vivendo tra i Nativi Americani ho imparato
che anche per loro esistono gli stessi procedimenti e gli
stessi rituali ( o almeno sono molto simili): la mia religione e
cultura è praticamente identica alla loro.
Forse perchè un tempo, molto ma molto prima di quel
maledetto Colombo, i Vichinghi sbarcarono in America e
vissero in perfetta pace e armonia con i Nativi imparando e scambiando conoscenze con loro.
Diversi studi archeologici hanno rivelato questo.
In ogni modo le piante curative più conosciute tra di noi e
tra i Nativi Americani sono ( ne cito solo alcune perchè l’elenco è lunghissimo):

Achillea :associata alla divinazione del tempo, è un rimedio molto potente contro le emorragie e malattie da raffreddamento.
Katoya, o Pino Dolce: usato dalle tribù Black Foot contro il mal di gola e raffreddore.
Eufrasia : utile rimedio contro infiammazioni oculari, tosse, mal di gola, riniti allergiche.
Nits- ik- opa, Doppia Radice ( Carum Gairdneri): riniti, tonsilliti, mal di gola, tosse.
Verbena, o Artiglio di Dago: pianta magica sacra ai nostri sacerdoti Druidi. Utilissima nell’allattamento, febbri, reumatismi, nevralgie, contusioni, mal d’orecchi.
Kaksamis, Salvia Dolce ( Artemisia Frigida): efficace contro dolori di stomaco.
Camomilla: dalle molteplici proprietà antifiammatorie, calmanti, analgesiche, sedative dei disturbi nervosi.
Ek – siso -ke, Erba dell’Orso ( Yucca Glauca): cura ferite, infiammazioni, gonfiori vari, emorragie
Ginepro: usato dai nostri Sacerdoti per purificare l’anno nuovo, si usa anche per curare bronchiti, cistiti, edemi, piaghe, dolori mestruali, reumatusmi.
Sa-po-tun-a-kio-tai-yis, Erba Unita o Giunco Purgante ( Equisetum Hiemale): erba che, bollita, cura i disturbi gastrici dei cavalli.
Nocciolo: pianta sacra, usata nei sacri fuochi a Beltane.Cura febbri, edemi, emorragie,obesità, flebiti
E- simatch-sis ( Evernia Vulpina): lichene che cresce sui pini efficacissimo contro i mal di testa.
Melo: albero sacro usato nei rituali a Samhain. Ottimo astringente, emolliente, cura anemia, astenia, invecchiamento, ipertensione, bronchite, problemi digestivi.
Sorbo: pianta magica molto potente. Ha proprietà antiemorragiche, astringenti, lassative, diuretiche.
Sambuco: albero sacro che dona la Seconda Vista. Guai a chi la danneggia! Cura il cuore, il fegato, i reni, i reumatismi, la gotta, la cistite, l’arteriosclerosi, le scottature, gli ascessi, le bronchiti, le infiammazioni degli occhi.

Queste sono alcune delle nostre piante sacre e curative.
Spero di aver suscitato qualche vostro interesse.
Madre Terra ci fa nascere, ci dona acqua e cibo e piante con cui curare i nostri mali.
Va protetta e tutelata in tutti i modi possibili dalla furia distruttiva degli uomini.

 

Categorie: Senza categoria | 17 commenti

Lo Spirito

Come figli della Natura, abbiamo sempre considerato la
concentrazione della popolazione come la madre

feconda di tutti i mali, morali così come fisici.
Non è stato, quindi, solo per ignoranza o per mancanza
di lungimiranza che non abbiamo edificato città stabili

o sviluppato una civiltà basata sui beni materiali.
Crediamo da sempre che il cibo sia prezioso ma che
la sazietà uccida; che l’amore sia un bene ma che la lussuria
distrugga; e che il contatto troppo stretto con i propri simili
causi la perdita di forza spirituale, non meno temibile
delle epidemie che si sviluppano dove troppe persone vivono
in luoghi malsani.
Tutti coloro che vivono parecchio all’aria aperta, Indiani o no,
sanno che si accumula una forza magnetica e intensa nella
solitudine, ma che essa si volatilizza quando si vive
in mezzo agli altri. Anche i nostri nemici hanno riconosciuto
che, per via di una certa forza e di un equilibrio innati,
del tutto indipendenti dalle circostanze, gli Indiani d’America sono ineguagliati tra tutte le razze.

Saggia constatazione di un anonimo Lakota.
Quanto ha ragione!!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Eh questi selvaggi!

Categorie: Senza categoria | 8 commenti

Sveglia

Dopo che questo, Yule per me e Natale per i cristiani,
è trascorso tiriamo le somme:
questo è stato un Natale terribile per chi è cristiano, secondo me: presepi negati nelle scuole italiane e in altrettanti posti pubblici, per la gioia dei sinistrati e il benestare di preti svenduti;  paesi a maggioranza islamica, come Brunei, Tagikistan e Somalia,  hanno vietato lo svolgersi e il festeggiamento del Natale, con pene severissime per i trasgressori, perchè non c’entra niente
con l’islam ( e io sottolineo come l’islam non c’entri
niente con l’Europa intera ); cristiani massacrati da
musulmani in tutto il mondo, in ultimo nelle Filippine;
presepi con la presenza di moschee, imam e donne col burka al loro interno ( ignorando che l’islam è arrivato ben 700 anni dopo…);
e come insulto finale  su quella fogna di giornale di Marco Travaglio un ridicolo vignettista, tale Vauro Senesi, pubblica lo scarabocchio di un  presepe in cui al posto della Madre, o Madonna, compaiono due S. Giuseppe!
A che pro, mi chiedo io??? Perchè odi le donne e le vuoi eliminare?  Perchè ci manchi di rispetto??? Sei forse un femminafobico? Da due S. Giuseppe, caro il mio scarabocchiatore di schifezze, non nasce un bel niente,
sappilo bene! Possono amarsi, vivere insieme, ma non
potranno mai avere bambini.
E’ dall’unione tra femmina e maschio, dalla Madre che
nascono i bambini!
Ma, mi chiedo io, come mai tutta questa totale mancanza di rispetto contro chi è cristiano???? Perchè si parla tanto di non offendere gli stranieri, che vengono qui consapevoli di entrare in una terra che, piaccia o no, vive di cristianità, mentre nessuno si preoccupa di offendere le altri religioni, cristianesimo in primis? Pare che le uniche religioni intoccabili siano l’islam e l’ebraismo. Perchè? Il rispetto non si deve forse a tutti? E visto che perfino i musulmani che vivono in Veneto si sono presi la briga di comprare pagine di giornali per augurare buon Natale ai cristiani e sottolineare che a loro non dà nessun fastidio il presepe, perchè questo è stato negato in parecchi luoghi pubblici, soprattutto scuole???? Perchè la sinistra odia i cristiani? Uno può disprezzare la chiesa e tutte le schifezze che contiene, e io sono la prima a farlo,ma cosa c’entrano i fedeli? E perchè si devono limitare le nostre tradizioni millenarie? Perfino io che non sono cristiana e i cui antenati sono stati perseguitati e uccisi dai cristiani ( e non solo) vedo nell’albero il nostro Albero di Yule, nella Natività la rinascita del Sole Bambino con accanto la Grande Madre, il Dio e i Mestri Animali, e in Babbo Natale il nostro Nonno Gelo.
Come possono offendere qualcuno queste cose?
Come può una Natività essere offensiva????
Solo qualcuno con seri problemi può sentirsi minacciato o offeso da una famiglia in una capanna!!!
E perchè la sinistra si scaglia sempre contro la famiglia tradizionale??? Perchè i sinistrini odiano la famiglia? Perchè è un caposaldo, una certezza, una roccia? Perchè disgragando un punto fermo della vita di tutti pensano di comandare meglio e di avere i voti degli omosessuali?
Dopo queste oscene notizie credevo davvero di aver letto il peggio, invece apro Il Giornale e:

L’ultimo orrore del Califfato: “Rubate organi e mangiate cadaveri”

Pare che secondo una fatwa emessa da Abu Bakr al Baghdadi
e dalla ” commissione religiosa”i bastardi dell’Isis potranno
espiantare gli organi agli “infedeli” per impiantarli ai musulmani, venderli per avere profitto( pare lo facciano già da tempo) o addirittura mangiarli!
Si legge infatti che:
“….la rimozione di organi che pongano fine alla vita dei prigionieri non è proibita.
Prendere impunemente gli organi degli apostati perchè
la loro vita non merita rispetto
“.
Un gruppo di studiosi islamici hanno permesso, se necessario,
che una persona uccida un apostata per mangiare la
sua carne e portare beneficio al proprio corpo
“.

E i primi apostati sono gli stessi musulmani, quelli sciiti!
Randiamoci conto dello schifo e della bassezza mentale di queste
merde sub umane, del loro non rispetto per la vita altrui.
E il papa cosa dice? Misericordia e perdono!
Bene, ci vada lui, che come tutti i non islamici ( sciiti esclusi)
è considerato apostata e infedele, a dialogare e dare la sua misericordia a questi disumani qui.
E si prenda su anche tutta la sinistra: Frottolo Renzi, la Boldrini, Alf ano, la Boschi, Travaglio e kompagni vari.
Andate a dialogare, a parlare, a porgere le guance e le chiappe.
Nel frattempo i bastardi senza palle continuano a minacciare attentati nelle nostre terre e noi continuiamo a farne entrare
e non arrestarne nessuno!
Perchè per i giuduci pare che l’inneggiamento alla jihad sia solo un reato di opinione ( vedere l’ultimo caso della ricercatrice libica di Palermo che aveva contatti con terroristi ed esaltava al Qaeida : arrestata e subito rilasciata perchè, secondo il giudice scellerato, è solo un reato di opinione e non si deve creare allarmismo….), ma provate a girare con un simbolo di Casa Pound o a esprimere idee di destra e poi vedrete che cambiamento!
Vero? Perchè è tollerato solo un certo modo di “pensare” qui, altrimenti sei: omofobo, razzista, islamofobico, fascista, e soprattutto non di sinistra!
Mentre occidentalofobico, cristianofobico, eterofobico,
nazionalistafobico, famigliafobico, destrofobico, tradizionalistafobico non esistono, vero?
Ne inventiamo ancora di cazzate o aprono gli occhi anche gli altri?
Prima che sia troppo tardi!

Per fortuna poi leggo anche

Ebrei, musulmani, buddisti e induisti: «Buon Natale», «Pace Santa» e «Luce del mondo»

E mi sento un po’ meglio. Forse c’è ancora speranza se si resta tutti uniti, ci si rispetta reciprocamente e si combatte in tutti i modi chi vuole spezzare la pace e imporsi con la violenza, complici compresi.

Visto che tanti imbecilli hanno voluto censurare la Natività, che sia del Sole Bambino o di Gesù, ve ne propongo un po’ io,
ovviamente in cui sono presenti i Maestri fratelli animali,
immancabili e indispensabili, di qualsiasi religione voi siate: perchè la nascita di un bambino è sempre una festa. Specialmente se è speciale come Gesù.
Gesù è di tutti, non solo dei cristiani.

 

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 22 commenti

Pensiero

Tieni sempre presente
che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.
Però ciò che è importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione
non hanno età.

Il tuo spirito e` la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un`altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca cio` che facevi, torna a farlo.

Non vivere di foto ingiallite.
..insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arruginisca
il ferro che c’è in te.
Fai in modo che invece che compassione,
ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni
non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce,
cammina.
Quando non potrai camminare,
usa il bastone.

Pero` non trattenerti mai!

Madre Teresa di Calcutta

Categorie: Senza categoria | 13 commenti

Jokul Frosti

Visto che siamo in Inverno voglio raccontarvi
di Jokul Frosti,nome vichingo di Uomo del Gelo
presente in ben tre stagioni: Autunno, Primavera e principalmente in Inverno, dove dona il meglio di sé.
In fondo è uno spirito del freddo.
Jokul Frosti è colui che d’Inverno crea il gelo e le stalattiti
e si diverte ad appenderle ai tetti, alle finestre e agli alberi.
Viene spesso descritto e raffigurato come un piccolo elfo che, armato di tavolozza e pennello, in Autunno colora le foglie di rosso, giallo e arancione per poi farle cadere e creare croccanti tappeti multicolori che accendono di meravigliosi colori caldi i boschi; in Inverno crea i fiocchi di neve e deliziosi ghirigori,
fini ricami di ghiaccio e brina, sulle finestre delle case e sui
vetri delle macchine.
Per allietare le lunghe notti invernali crea dei cristalli
di ghiaccio sul manto nevoso che così di notte s’illumina
come se fosse cosparso di tante piccole stelle e diamanti.
Un vero spettacolo per chi, come me, vive in montagna e
vede neve nei campi a perdita d’occhio: non c’è mai buio, nemmeno nelle notti senza Luna.
E di giorno tutto questo bagliore, con la luce del sole, quasi
acceca e bisogna mettersi gli occhiali scuri.
In Primavera, mentre la neve si scioglie lentamente,
Il nostro simpatico elfo saltella felice tra sé e sé, e si diverte a creare piccoli specchi d’acqua sulle pozzanghere,nei canali
e nei fiumi in cui possiamo vedere riflessa la nostra
immagine, a volte distorta e con buffe smorfie con
suo grande divertimento.
Oltre a essere molto creativo e possedere notevole senso artistico ha anche un bel carattere: è sempre allegro e amichevole, e ama donare la sua arte al mondo per portare gioia e bellezza con i suoi colori e i suoi deliziosi ricami.
Ma non bisogna dargli fastidio o provocarlo perchè è molto permaloso! Potrebbe arrivare a congelare le sue vittime o ricoprirle di neve.
In altre tradizioni nordiche era un Dio del Freddo, parente del Dio del Vento, di forma umana.In Russia è conosciuto come
Padre Gelo, nel resto dell’Europa è famoso come Jack Frost, Uomo Gelo, collaboratore e aiutante  di Babbo Natale.
Ma per me rimarrà sempre il piccolo elfo pittore e scultore
che mi scalda il cuore e l’animo con i suoi colori autunnali, che mi ricama le finestre d’Inverno e mi fa diventare le mani e il naso rossi per il freddo e che mi fa gli scherzi nell’aqua in Primavera.

 

Categorie: Senza categoria | 5 commenti

Buone feste

In occasione di Yule per noi e Natale per tanti di voi, voglio raccontarvi questa leggenda norrena su una pianta per noi speciale: il Vischio, su cui ho scritto poco tempo fa.
Da questa leggenda nasce  la tradizione di baciarsi
sotto la pianta.

La Leggenda del Vischio

Freya è la Dea guerriera della fertilità e dell’amore,
protettrice dell’amore e degli innamorati.
Sposa di Óõr, nome da cui deriva il nome del più famoso
Odino, ebbe due figlie Görsimi e Hnoss, i cui nomi sono entrambi sinonimi di “tesoro”, e due figli maschi
Balder,futuro Dio del Sole, di bellissimo aspetto, forte,
di buon carattere e dolce, e Loki,cattivo e invidioso nei
confronti del fratello.
Balder aveva spesso sogni premonitori sulla propria
morte a causa del malvagio fratello.
Così Freya, spavetata dai sogni e preoccupata per
il rancore di Loki verso Balder, temendo che potesse
fargli davvero del male, chiese
ai Quattro Elementi Fuoco, Acqua, Terra, Aria e a tutti
gli animali e le piante di proteggere il buon figlio Balder.
Nessuna creatura vivente, animale o vegetale, che cresceva
sopra o sotto la Terra avrebbe mai fatto del male a Balder.
Ma l’astuto Loki scoprì tutto e si accorse che la madre
non aveva considerato l’unica pianta che  non cresceva
nè sotto nè sopra la Terra, ma sopra le altre
piante come parassita: il Vischio. Così intagliando e affilando
i rami del Vischio creò una freccia e la diede a Hoder,
il Dio Cieco dell’Inverno, invitandolo a provarla.
Questi la scoccò dal suo arco e la freccia andò a colpire il povero
Balder in pieno petto uccidendolo sul colpo, con grande gioia del
perfido Loki.
Freya pianse pianse talmente tanto sul corpo dell’amato figlio che le sue lacrime, toccando la freccia insanguinata , si tramutarono dapprima in bacche rosse come il sangue, poi
bianche come perle.
In quel momento Balder tornò miracolosamente in vita.
La madre, felice come non mai, lo riempì di baci e diede
un bacio di gioia di buona fortuna a chiunque passasse
in quel momento sotto la pianta del vischio.

Yule – Solstizio d’inverno

Regina del Sole, Regina della Luna
Regina dei corni, Regina dei fuochi
Portaci il Figlio della Promessa.
E’ la Grande Madre che Lo crea
E’ il Signore della Vita che è nato di nuovo!
L’oscurità e la tristezza vengono messe da parte
quando il Sole si leva di nuovo!
Sole dorato, delle colline e dei campi,
illumina la Terra, illumina i cieli,
illumina le acque, accendi i fuochi!!
Questo è il compleanno del Sole,
io che son morto, oggi son di nuovo vivo.
Il Sole bambino, il Re nato in inverno!

(canto tradizionale tratto da “La danza a spirale” di Starhawk)

Di qualsiasi religione voi siate, buone feste!

Categorie: Senza categoria | 27 commenti

Civiltà a senso unico

Mentre in Italia i cattocomunisti sfigati hanno già calato le braghe cancellando presepi e feste a scuola, rimuovendo
crocefissi e immagini sacre da qualsiasi logo sacro, ma
continuando a concedere il burka e le macellazioni islamiche, vietate dai nostri regolamenti,mentre solamente oggi
in Italia, accade che:
– ad Ostia la direttrice di un asilo bandisce Babbo Natale perchè, a suo dire, spaventerebbe i tanti ( troppi) figli di immigrati musulmani;
– dodici sacerdoti friulani chiedono che insieme al presepe nelle scuole siano presenti anche simboli islamici  “per difendere laicità e pluralismo culturale”;
– un vescovo blateri che il ramadan venga insegnato a scuola agli studenti cristiani ( ma mai viceversa, chissà perchè…)
Senza dimenticare che nei giorni scorsi un povero ignorante
ha inserito in un presepe pubblico in una chiesa, insieme
alla Sacra Famiglia, statuette di imam, moschee e donne
col burka ( ma nessun altra statuina riguardante le altre
religioni più antiche) ignorando che l’islam è venuto
fuori ben 700 anni dopo il Cristianesimo.
Gli imam si, i Druidi no, i monaci buddhisti no, le Sacerdotesse
dell’Antica Religione no, ma le donne col burka si….

Ebbene, mentre qui regna il più schifoso e becero
buonismo cattocomunista, alla faccia di tutte le altre religioni,
nello staterello del Brunei, sull’isola del Borneo, monarchia
assoluta di carattere islamico, il ricchissimo sultano
Hassanal Bolkiah mette al bando il Natale per non turbare la
fede dei musulmani!
Ma quanto sono sensibili codesti musulmani che si
turbano per qualsiasi cosa non riguardi la loro religione?
Mah!
Fatto sta che nel Brunei chi festeggerà il Natale al di fuori delle proprie mura domestiche finirà in galera per ben 5 anni!!!!
Vietatissimo anche scambiarsi gli auguri per strada,
indossare crocefissi, addobbare alberi, inviare biglietti, indossare cappelli o costumi da Babbo Natale.
I cristiani in quello statino sono ben il 35%……
Ma le restrizioni religiose non riguardano soltanto i cristiani,
ma verranno applicate ad ogni celebrazione di fede non islamica.
Per non turbare la fede dei musulmani…..
Perchè devono esistere solo loro, gli altri non contano.
Il governo ribadisce:

“Alcuni pensano che possa trattarsi di un tema
frivolo di cui non serve fare un caso di Stato. Ma in
quanto musulmani dobbiamo bandire le celebrazioni
religiose di altre fedi per non contaminare la fede islamica.”

 

Bene, quindi nel nostro paese e in tutti quelli europei cosa dovremmo fare????
Perchè noi, cristiani e non ( io sono non), dobbiamo invece essere contaminati dall’islam?
Perchè noi dobbiamo tollerare una religione che odia le donne e che va contro la nostra costituzione?
Perchè io non posso dire che le donne imbacuccate in veli e
burka offendono la MIA religione e la mia sensibilità di
donna senza che qualche povero imbecille mi additi come razzista o islamofobica? Tanto lo dico lo stesso e lo scrivo pure!
Perchè dobbiamo abolire le nostre tradizioni millenarie
per non turbare questi qua????
Perchè si turbano solo loro e non quelli della mia religione, i
buddhisti, gli induisti, i taoisti, animisti, gli atei, i sikh, i bahaisti ecc.ecc.????
Nessun altro di nessun altra religione ha mai avuto niente da
dire, anzi: praticamente tutti fanno gli auguri di Natale!
Io l’altro giorno me li sono scambiata con dei taoisti cinesi, con dei bahaisti e con dei sikh senza che nessuno di noi sia cristiano.
Insieme abbiamo ammirato il presepe allestito in un paese
vicino al mio dove vado a fare la spesa.
Visto che sono solo i musulmani ad avere dei problemi, perchè non se ne tornano nei loro paesi???
Anzi, perchè non ce li rimandiamo noi, visto che qui si
sentono turbati mentre nei loro paesi sono liberi di discriminare tutti coloro che non sono islamici???
Perchè loro possono discriminare gli altri???
Non è razzismo, incitamento all’odio religioso, xenofobia?
Non vale per loro????

Il tutto mentre secondo i dati  dell’istituto Ipr, il 12%
dei musulmani in Italia trova spiegazioni agli attentati
terroristici e l’8% non risponde. Due su dieci non denuncerebbero i fiancheggiatori.
Ricordando che l’islam prevede la dissimulazione e la taqqya,
cioè mentire, nascondere o addirittura rinnegare il proprio credo quando si rende necessario.

A me Nonno Inverno, o Nonno Gelo, o come volete
chiamarlo, piace molto,quindi ve lo auguro di tutto cuore, di qualsiasi religione siate! E con anche la Bambina di Neve

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 20 commenti

Saggezza Indiana

Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto,
l’ultimo fiume avvelenato,
l’ultimo pesce pescato,
vi accorgerete che non si può mangiare il denaro.
La nostra terra vale più del vostro denaro.
E durerà per sempre.
Non verrà distrutta neppure dalle fiamme del fuoco.
Finchè il sole splenderà e l’acqua scorrerà,
darà vita a uomini e animali.
Non si può vendere la vita degli uomini e degli animali;
è stato il Grande Spirito a porre qui la Terra
e non possiamo venderla
perchè non ci appartiene.
Potete contare il vostro denaro
e potete bruciarlo nel tempo in cui un bisonte piega la testa,
ma soltanto il Grande Spirito sa contare i granelli di sabbia
e i fili d’erba della nostra terra.
Come dono per voi vi diamo tutto quello che abbiamo
e che potete portare con voi,
ma la Terra mai.

Piede di Corvo – Black Foot

Categorie: Senza categoria | 12 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.