Le Rose

Il tag sulle rose, che è anche uno dei miei fiori preferiti, mi ha ispirato questo post
sulla loro utilità in campo cosmetico e curativo.
Come sapete io mi curo con rimedi naturali, sia per quanto riguarda la salute di
pelle e capelli che per il benessere interno.
E di norma mi preparo da sola questi preparati, oppure ricorro ad amiche esperte
erboriste o a medici omeopati ( mai improvvisare perchè i fiori e le erbe se usati in
maniera sbagliata da mani inesperte possono uccidere!).
E assicuro che funzionano!
Innanzitutto le rose già alla vista e all’olfatto sono degli ottimi antidepressivi e si
usano nei percorsi riabilitativi per diversamente abili e ipovedenti.
Ma ce n’è una qualità in particolare che vanta preziose qualità terapeutiche
e cosmetiche: la Rosa Canina, o Rosa Selvatica.
La Rosa Canina è  una delle numerose specie di rose selvatiche che cresce
ovunque nelle nostre campagne, montagne fino a 1300 mt, e anche in riva al mare.
Come tutte le rose fa parte della famiglia delle Rosacee e forma bellissime siepi naturali
che anche i più bravi giardinieri ricreano nei più bei giardini del mondo.
In Olanda si coltivano varietà da frutto per ottime marmellate ricche di vitamine A,B,
e, K, PP,ma soprattutto la C! In Armenia si prepara una marmellata chiamata vartanush.
Solo 100  grammi dei suoi frutti contengono vitamina C quanto 1 kg di agrumi!
Tolta la peluria interna sono ottimi anche per delicate tisane.
I boccioli e le foglie, raccolti ed essiccati, funzionano come lassativo e cicatrizzante.
La galle midollari, prodotte da un insetto, sono ricche di tannino con proprietà
astringenti e toniche.
Con i petali si prepara uno squisito e delicatissimo miele, tisane e decotti per pelli
delicate di cui garantisco l’efficacia perchè quelli che mi preparo io funzionano alla
grande sulla mia delicatissima e fragile pelle.
Il decotto è anche un valido antidepressivo e un ottimo impacco per occhi irritati.
Con i semi si preparano anche antiparassitari.
Addirittura secondo Plinio il Vecchio, antico naturalista romano,
un decotto di radici guarì un soldato dalla rabbia canina: da qui il nome Rosa Canina.
Sotto forma di tintura madre funziona in caso di raffreddamenti.
Io mi ci preparo addirittura il the con i petali essiccati!
Sulla marmellata non posso rivelare nulla perchè è una ricetta segreta della mia
famiglia che ci tramandiamo da secoli e secoli, ma posso suggerirvi come essiccare
al meglio i petali di tutti i tipi di rose per fare pot pourri, thè vari, tonici, decorazioni per
torte ecc., e il decotto con i petali di Rosa Canina.
Ecco come ottenere un ottimo decotto: bollire per 10 minuti in mezzo litro d’acqua una
manciata di frutti freschi, puliti dalla peluria che risulta irritante.
Lasciare raffreddare e berne tre bicchieri al giorno lontano dai pasti.
Farete un pieno di minerali e  vitamina C, antiossidante!
Attenzione perchè ha anche effetti diuretici e lassativi!

Altra rosa importante nel campo cosmetico e fitoterapico è la Rosa Damascena o
Rosa Bulgara.
Nata in Medio Oriente adesso viene coltivata principalmente nella Valle della Rosa in Marocco e, soprattutto, in Bulgaria.
Viene chiamata la Regina delle Rose per il suo profumo composto da più di 400
aromi differenti!
Il che le conferisce anche le seguenti proprietà;
– idrata: ideale per le pelli secche e fragili, come la mia;
– rassoda e rende elastica la pelle purificando e sfiammando quella grassa e mista;
– contrasta la formazione delle rughe;
– lenisce la pelle che soffe di cuperose;
– rinfresca le pelli accaldate dal sole o dalla febbre;
I suoi infusi e decotti hanno proprietà antidepressive e afrodisiache.
D’altronde basta guardarla e assaporae il suo profumo intenso oer sentirsi già meglio!


Ma come seccare al meglio i petali delle rose?
Inanzitutto i fiori in generale si raccolgono alla mattina presto, quando si stanno
asciugando dalla rugiada.
E’ preferibile scegliere i fiori più freschi in piena fioritura perchè hanno petali più
grandi, profumati e ricchi di sole.
Una volta raccolti i fiori, in questo caso le rose, bisogna staccarne delicatamente
i petali facendo attenzione a non strapparli ( sono delicatissimi), poi io li metto su un
grande setaccio,come faccio anche come i funghi e la frutta, ben distanziati tra loro,
e li tengo in un posto ben aerato ma non esposto alla luce del sole che altrimenti li
renderebbe “croccanti”, e lontano da umidità che li farebbe invece marcire.
Attenzione quindi al posto che scegliete!
In una decina di giorni sono secchi, ma vanno rigirati di tanto in tanto.
Io li conservo in barattoli di vetro, come quelli della marmellata, con chiusura ermetica,
e li ripongo nella credenza all’asciutto e al buio.
Se riuscite mettete in giardino un bellissimo roseto:io ne ho tanti di qualità diverse e
quando fioriscono hanno un profumo che mi fa sentire bene fin dal risveglio!

Annunci
Categorie: Senza categoria | 14 commenti

Navigazione articolo

14 pensieri su “Le Rose

  1. Quante informazioni utili e interessanti, grazie.
    Io e la rosa abbiamo un rapporto un po’ particolare… l’adoro e non la sopporto… è bella, romantica, profumata, affascinante, ma… da piccola ho fatto indigestione di sciroppo di rosa (bevendolo puro di nascosto perché l’adoravo) e così ora tante cose non riesco ad annusarle… per fortuna il fiore in se è talmente delicato che non mi da nessun fastidio 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Articolo molto interessante. La rosa è un fiore che non manca mai di stupirmi. Tra l’altro, in sicilia viene usata per farci il rosolio e non solo 😉 Buona serata.

    Liked by 1 persona

  3. Ma sai che la rosa è anche il mio fiorepreferito?!?!
    Beh non conoscevo tutte queste proprietà. Adesso mi sento più acculturata
    Però se con 100 gr di marmellata si ha le a stessa vitamina c che con un kg di arancie… perché non cambiamo la filiera produttiva? Ogni anno vengono buttate via infinite arance. Rivalutiamo l’agricoltura ed investiamo x migliorare

    Liked by 1 persona

  4. Mi fai venir voglia di avere un roseto!!! Quante informazioni utili ed interessanti. Io da pigra utilizzo l’acqua di rose Roberts che sicuramente non Ha le stesse proprietà di quella fatta in casa.

    Liked by 1 persona

    • Dovresti farlo:la sua bellezza,i colori e il profumo sono impagabili! Io ne ho dappertutto,in giardino,nei campi e sul terrazzo.Ti basta anche un piccolo giardino o un terrazzo per mettere una griglia di rose rampicanti o un bel cespuglio.Prova 😉

      Liked by 1 persona

  5. dalla turchia ho importato le ricette per la grappa di rose e per il sorbetto alla rosa…ci feci anche un post! 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: