Riflessione

Partendo da una traccia dei temi di maturità di quest’anno, quella sul saggio breve di argomento socio economico Nuove tecnologie e lavoro, non posso che lasciarmi andare a certe riflessioni.
Nelle tracce date si parlava dei robot e di quanto la loro presenza potrebbe essere un pericolo, più che un’opportunità, per il genere umano, al punto di arrivare a sostiutire quasi completamente l’uomo.
La domanda sorge spontanea: chi li ha creati e chi ha creato la necessità di avere robot al posto degli uomini?
I robot sono con noi da parecchio tempo, e inizialmente avevano veramente reso meno duro il lavoro degli uomini, si pensi ad esempio alla lavatrice. Ma poi l’uomo li ha resi sempre più indispensabili per qualsiasi cosa:dalle industrie alla meccanica, armi, perfino in ambito medico chirurgico! Oggi ci sono anche i droni che sostituiranno il lavoro dei postini. E pericolosissime armi di distruzione di massa.
Robot e computer che fanno tutto loro ( e intanto l’uomo che fa? Pensa? NAAAAAA!)
Intelligenze artificiali ideate e create dagli uomini per distruggere l’uomo stesso.
O quello ceh resta della loro coscienza.
Schiacci un bottone e lo strumento tecnologico pensa, agisce e lavora per te!
Lo chiamano progresso….
Il termine progresso significa: processo di avanzamento e di sviluppo delle discipline e delle culture in contesti sociali diversi tramite mutamenti nel corso del tempo, avendo quindi il miglioramento delle condizioni umane.
Se parliamo dei miglioramenti in campo medico e di miglioramento della salute e allungamento della vita non ci sono dubbi: la scienza e la tecnologia hanno davvero migliorato le condizioni umane.
Ma il resto? Ne avevamo davvero bisogno?
Telecomunicazioni, informatica, robotica….Non si muove un passo senza usare uno strumento artificiale in un mercato consumismo che ci fa credere che il superfluo sia diventato indispensabile.
Quanti ragazzini vedete andare in giro con gli occhi perennemente incollati al telefonino? Ignorano che per quel telefonino il mondo s’inquina e i gorilla muoiono perchè il loro territorio serve a produrre certi suoi componenti.
Tutto questo, quindi, produce inquinamento e gravi danni all’ambiente, agli animali e alle persone, perennemente sottoposte a onde elettromagnetiche non proprio salutari.
Inoltre circa il 60% dela popolazione mondiale sfrutta a non finire le risorse energetiche del mondo per il proprio benessere, mentre le restanti parti, quelle dei paesi meno progrediti, si trovano a dover vivere con lo stretto indispensabile e a lottare per sopravvivere.
E questo crea pericolosi e ingiusti squilibri.
Il problema di fondo è che l’uomo ha dimenticato di essere un animale, con i bisogni di un animale, e sottovaluta la sua dipendenza dalla Natura.
Diciamo pure che l’uomo ha sempre rifiutato la sua appartenenza al regno animale perchè, nonostante i progressi, continua a essere ignorante e a vedere nell’animale un essere inferiore e primitivo, ciò che l’uomo si rifiuta di essere.
Ma, mentre l’animale ha un suo equilibrio vitale regolato dai ritmi della Natura, e vive libero, l’uomo è diventato schiavo del tempo e di tutti i bisogni che si è creato pur allontanarsi dalla Natura.
Provate a pensare quali sono davvero i nostri bisogni per vivere: acqua, cibo, riparo.
La Natura ce li ha sempre forniti tutti, più le erbe per curarci.
L’uomo “evoluto” ha imparato a sfruttare tutti questi elementi a suo unico vantaggio  tanto che: l’acqua scarseggia sempre di più sul nostro pianeta, ed è appannaggio di sempre meno persone che la sprecano in tutti i modi senza ritegno ( basta guardare, ad esempio, Las Vegas). In alcuni paesi si spreca, in altri si muore di sete.
Il cibo: l’uomo un tempo andava a caccia per procurarsi cibo e vestiti. Rischiava spesso la sua vita in una lotta alla pari con gli animali per la sopravvivenza. Un esempio su tutti i Nativi Americani che morivano o restavano gravemente feriti durante la caccia al bisonte ( in groppa a ponyes selvaggi armati di archi e frecce e qualche lancia contro animali colossali di due metri e diverse tonnellate di peso), e non uccidevano mai un animale in più di quello strettamente necessario alla sopravvivenza della famiglia. E poi lo ringraziavano con una cerimonia perchè loro sapevanp che gli animali hanno un’anima e una coscienza pari alla nostra. Spesso superire. Oggi ci sono gli allevamenti intensivi: dei veri e propri lager in cui gli animali nascono, vengono ingrassati a forza e imbottiti di ormoni, per poi morire per il piacere di mangiare carne degli uomini ( io e la mia famiglia siamo la dimostrazione che si può vivere benissimo, anzi meglio, senza). Nessuno di loro vede mai un prato. Nessuno pensa alla loro esistenza, alla loro coscienza, al loro diritto alla vita.
L’uomo si è garantito una fabbrica di cadaveri che gli fornisce cibo che poi spreca!
Perchè, vivendo nell’abbondanza, ha dimenticato il rispetto che si deve al cibo.
Inoltre inquina e depreda i mari, i laghi e fiumi.
C’è gente obesa, con gravi problemi di salute e costi sociali, perchè s’ingozza di cibo in eccesso che trova pronto senza doversi preoccupare di andarselo a cacciare.
Il riparo: un tempo bastavano tende, grotte e capanne, con un bel fuoco per cucinare e riscaldarsi. Oggi ci sono le case, e non c’è niente di male, se non che a furia di costruire sempre più case e sempre più grandi e complesse l’uomo ha deforestato intere parti del mondo, privato gli animali del proprio habitat portandoli all’estinzione, inquina tutto con il riscaldamento, l’energia ecc.
Il benessere ha portato alla sovrapopolazione che sta avendo sempre più conseguenze disastrose perchè le risorse del pianeta sono limitate: il mondo non è strutturato per i capricci umani, ma ha sempre avuto un suo ordine, un suo equilibrio in cui tutti gli altri animali si adattano perfettamente.
Sovrapopolamento significa più bisogni, più sprechi di energie, più inquinamento, più guerre.
Parliamo poi dell’invenzione del denaro? A cosa serve il denaro? In Natura non esiste perchè non serve a un bel niente! Ma ha reso completamente schiavo l’uomo.
L’uomo vive per il denaro, crea per il denaro, uccide per il denaro.
L’animale è libero, l’uomo è schiavo dei bisogni che si è creato per non essere più un animale. Ma tale rimane: un animale imperfetto, superbo e ingrato che i crede padrone assoluto del mondo e essere superiore agli altri, quindi in diritto di prendersi tutto quello che vuole calpestando le vite altrui.
Ricordate: l’uomo ha bisogno del telefonino e del computer per comunicare. L’animale, oltre ad essere telepatico, comunica con la voce, tracce olfattive, movimenti del corpo.
Un tempo anche noi eravamo così ricettivi. Adesso siamo sempre più simili ai freddi robot che creiamo per produrre sempre di più e sempre più in fretta: delle macchine incapaci di sentire, riflettere, percepire, pensare…..
Davvero è progresso?

Risultati immagini per uomo e scimmia

Risultati immagini per robot

Risultati immagini per gente al cellulare

Risultati immagini per scimmia

 

 

Categorie: Senza categoria | 67 commenti

Non si smentiscono mai!

Oggi per me è un giorno di festa, anche se tutto inizierà verso il tramonto, ma dovevo assolutamente riportare queste notizie perchè danno una chiara dimostrazione di come stanno realmente le cose, e cioè che veramente le zecche trinariciute rosse non smentiscono mai la propria totale idiozia!  Non perdono occasione per mostrare a tutti la loro demenza e il loro essere contro gli italiani, l’Italia e contro tutte le regole di uno stato civile!
Ad esempio:

Rifondazione comunista denuncia CasaPound a Siena. “Aiutare solo gli italiani è razzismo”

Quei poveri mentecatti di rifondazione comunista, che io spedirei a vivere in Russia, Cina, Cuba, Venezuela ecc. per fargli vedere quanto è bello il comunismo, da sempre nemici della Patria, non hanno trovato di meglio da fare nella loro misera vita che denunciare quelli di Casa Pound perchè…..AIUTANO GLI ITALIANI IN DIFFICOLTA!
Secondo le zecche rosse imbecilli, infatti, aiutare le famiglie italiane, che ricordiamo avrebbero più diritti degli scrocconi stranieri tanto amati dai trinariciuti, sarebbe discriminatorio!
Così i trinariciuti, per mano dell’avvocatessa Irene Gonnelli, hanno presentato querela nei confronti dei generosi ragazzi di Casa Pound, sempre in prima linea quando c’è da difendere e proteggere gli italiani.
Questo il testo delle zecche:
Abbiamo visto numerosi manifesti dove si legge di raccolte alimentari che vengono effettuate dall’associazione CasaPound. Ma negli stessi manifesti si legge che il cibo raccolto verrà poi donato solamente agli italiani. Ci siamo domandati se questo comportamento rispetti la legge e sia costituzionale. (…) Questa per noi è discriminazione per questo motivo abbiamo presentato denuncia per quello che noi riteniamo essere un atteggiamento discriminatorio“.

Ci rendiamo conto???? Discriminatorio aiutare gli ITALIANI??? Ma che razza di gente di merda è questa?
Immediata la risposta di casa Pound tramite il suo responsabile di Siena Marzio Fucito:

Spero sia una levata di scudi, un canto del cigno di un partito che in città non esiste di più .Questa mattina a Siena oltre venti persone mi hanno fermato per chiedermi se fosse tutto vero, e purtroppo lo è. Ciò che fa riflettere è che che alcuni di questi cittadini sono di sinistra e ammettono che questa mossa di Rifondazione è una pazzia.
Questa querela è partita solo perché il mio partito è presente e sostiene molte zone in cui prima era presente la sinistra e che ora ha lasciato per occuparsi di altroPiù che altro da questa denuncia denota come Rifondazione Comunista ormai sia distante anni luce dalle necessità del popolo italiano, perdendo consenso in quei quartieri e in quei ceti sociali che prima erano le loro roccaforti cioè periferie e ceti meno abbienti. Oggi vediamo che la credibilità che abbiamo assunto noi, è stata persa da loro creando il livore che gli ha portati a questa denuncia che ha il sapore di un vero e proprio autogoal. Siamo arrivi al razzismo inverso. Ora aiutare prima gli italiani è un crimine“:

 Ricordo che Casa Pound Siena è attivissima nella zona: offre un servizio di doposcuola gratuito a 17 ragazzi le cui famiglie sono in difficoltà, sostiene grazie alla distribuzione alimentare ben 33 persone con problemi economici.

E tutto a loro spese! 

Ma non finisce qui:

Lega Nord, minacce di morte e bossoli alla sede di Varese

Una lettera con minacce di morte e due bossoli è stata recapitata nella sede della Lega Nord in centro a Varese come ennesimo atto intimidatorio, senza che ovviamente nessuno del governo abusivo muova un dito.
La lettera, che porta la firma di quelle altre zecche deficienti di lotta continua, con tanto di A cerchiata, mette ben in evidenza che razza di “persone” siano codesti di lotta continua e quali siano i loro democratici modi di confronto e quale sia il loro “pensiero”.
Questa la lettera:

 

 lettera

Il segretario della Lega lombarda Paolo Grimoldi ha diffuso un comunicato, riporto da Il Giornale, nel quale ha denunciato “il clima di pesante intimidazione intorno al nostro movimento in Lombardia: nell’ultimo anno sono state aggredite e danneggiate numerose nostre sezioni in tutto il territorio lombardo e l’apice della violenza è avvenuto a Milano, con militanti aggrediti e spediti all’ospedale e sezioni vandalizzate, il tutto nel più totale silenzio del Pd e dalla sinistra”.Grimoldi ha chiesto alle altre forze politiche “di stigmatizzare questi continui episodi di violenza di cui siamo vittime: perchè il silenzio rimbomba ed è complice di chi alla democrazia preferisce la violenza, di chi vuol fermare la battaglia autonomista di un movimento come la Lega che sta crescendo e che, in Lombardia, è ormai il secondo partito regionale”.Al termine del comunicato, il segretario della Lega lombarda si è rivolto direttamente al ministro dell’Interno Marco Minniti, invitandolo ad attivarsi “per tutelare i militanti e le sezioni della Lega Nord: si svegli, prima che ci scappi il morto. A meno che un leghista morto faccia piacere a qualcuno…”.
A molti fa piacere, alle stesse merde che si danno tanto da fare per salvare gli immigrati ma che sarebbero pronti a uccidere chi non la pensa come loro!
Questa è il concetto di democrazia secondo le zecche rosse!
E sono pure razzisti: vogliono la distruzione della razza ariana, cioè la nostra, per una razza meticcia….Provabilmente, tanto sono posseuti dall’ignoranza questi poverini, credono che gli ariani siano solo di pelle bianca, magari tutti biondi e con gli occhi chiari, e si scordano dei tibetani, nepalesi e indiani d’India, tra gli altri: vogliono distruggere anche loro? Eppure sono scuretti! Se poi sappiamo che la Lega non centra un bel niente con capitalismo e neocolonialismo si capisce il delirio di queste menti alterate da droghe pesanti! Il fascismo russo poi…..lo vadano a dire a Putin!

E, a proprosito di menti alterate:

Torino, centri sociali scatenati: poliziotti accerchiati e picchiati

Le zecche rosse dei centri sociali, immondezzai da chiudere a vita, hanno dato un’altra bella prova di sè a torino ieri sera.
Durante un controllo della polizia in piazza santa Giulia, quartiere Vanchiglia, per far rispettare il divieto della sindaca Chiara Appendino che vieta gli alcolici da asporto dalle ore 20 in poi, per la sicurezza di tutti, i  ” valorosi” sbevazzoni del centro sociale Askatasuna, il cui nome si rifà all’organizzazione armata terroristica basca nazionalista separatista d’ispirazione marxista leninista, ovviamente, manco sono capaci di darsi un nome da soli, hanno accerchiato la polizia disperdendone i membri, che non si capisce bene perchè si sono vigliaccamente ritirati.
Sono rimasti solamente in cinque ad afforntare i vigliacchi del centro sociale:il vice questore e quattro agenti, tra cui una donna.
E propio a lei un eroico marxista leninista ha sferrato un bel pugno in faccia lasciandola semi svenuta sul selciato! Che coraggio eh! Peccato che lei non abbia sparato a questi codardi schifosi! Un altro poliziotto ha rimediato una coltellata ed è tuttora in ospedale, un altro una bottigliata, un altro ancora è stato pestato a sangue. Sono rimasti feriti anche diversi passanti.
Decine di vigliacchi antagonisti contro solo cinque agenti, tra cui, ribadisco una donna presa a pugni!
Il tutto al solito grido di “Via, via la polizia!


Mi chiedo: si può ancora tollerare tutto questo???? E soprattutto perchè dobbiamo tollerarlo? Gente violenta e anti italiana pronta a tutto per creare caos e disordine! Gente che nella vita pensa solo a ubriacarsi e drogarsi e fare casino!
Perchè la polizia non spara a questi inutili e pericolosi delinquenti come fanno in tutti i paesi civili? sarebbe legittima difesa! O almeno manganelli, taser, spray urticanti…..
 Cosa penserebbero Marx e Lenin di questi vigliacchi?

Risultati immagini per comunisti di merda

Risultati immagini per comunisti di merda
Categorie: Senza categoria | 37 commenti

Solstizio d’Estate: Litha

Domani, 21 Giugno, sarà un giorno di grande festa per noi e per tutti quelli della mia Religione! Celebriamo infatti il giorno più lungo dell’anno: il Solstizio d’Estate, Litha per noi.
Domani il Sole raggiungerà il suo culmine, sarà più luminoso che mai, la luce durerà più della notte, e la magia sarà al massimo della sua forza e potenza.
Il nome Solstizio deriva da Solstat, cioè Sole fermo.
Il nostro astro si fermerà per un po’ nel cielo prima di riprendere il suo ruotare discendente, e noi ci prepariamo a ricevere il massimo dalla sua strabiliante energia, quella che unisce in un legame indissolubile ed eterno il Cielo con la Terra, la Dea con il Dio, la Femmina col Maschio.
Litha è anche la festa dei raccolti, della frutta, delle messi e della fertilità.
La Dea, che ha sposato il giovane Dio a Beltane, adesso è incinta e diventerà Madre grazie al calore e all’energia del Sole che infonde nuova vita alla Natura e agli animali: i frutti e le messi maturano e gli animali danno alla luce i propri piccoli.
Il seme del grano falciato rappresenta il Dio che si sacrifica e muore per poi risorgere dal proprio seme grazie all’ intervento delle Dea, in un ciclo infinito.
In questo periodo raccogliamo con un falcetto d’oro a forma di mezzaluna, che rappresenta la Luna e il Sole insieme, l’Acqua e il Fuoco, il Femminile e il Maschile, sempre uniti, i rami di vischio, che adesso sembrano fatti anch’essi d’oro: li conserveremo come potenti talismani e come cura contro diversi malanni.
E raccogliamo anche il Sambuco, di cui adoro la marmellata, le Felce, la Verbena, l’Iperico ( o erba di S. Giovanni, una delle erbe più curative), l’Artemisia, la mia adorata Lavanda, il Timo, la Piantaggine, il Finocchio e la Ruta.
Tutte erbe curative e con grandi poteri esoterici.
Cammineremo all’alba sull’erba umida, raccoglieremo e conserveremo  la rugiada dalle piante e dai fiori e poi festeggeremo con un bel bagno nel nostro laghetto, che andrà alimentato perchè quest’annoi scarseggia l’acqua!
Saremo tutti vestiti di rosso, il mio colore preferito, quello del Fuoco, dell’energia, della vita e della passione, che richiama il fuoco del Sole.
Anche la mia nuova piccolina avrà la sua bella vestina rosso fiammante!
Le stanno diventando un po’ rossini anche i capelli, come sua sorella più grande, mentre il maschietto, che è il maggiore, li ha biondo chiarissimo come me.
Alla sera mangeremo sotto una delle nostre sacre piante di Noce, la più grande, con la luce di un bel falò che richiama la luce del Sole e la potenza del Fuoco.
Ovviamente divideremo, come facciamo ogni giorno, tutto il nostro cibo con i fratelli animali, nostri e selvatici, i principali protagonisti delle nostre vite insieme ai nostri figli.
Nessuno in casa mia mangia carne o si veste di pelli dei fratelli animali, nemmeno i bambini, che infatti crescono sani e forti.
A Litha il velo tra i mondi diventa più sottile, e nel vagabondare tra i boschi si possono incontrare quelli che chiamano il Piccolo Popolo: elfi, fate e magari qualche spirito che a casa mia non mancano mai!
I fantasmi che abitano in casa nostra festeggeranno con noi come sempre!
Buon Solstizio a tutti voi!

Immagine correlata

Immagine correlata

Immagine correlata

Risultati immagini per litha

Risultati immagini per litha

 

 

Categorie: Senza categoria | 15 commenti

Fumo e DNA: scoperto dove avviene il danno

Ragazzi,il fumo fa male,vi uccide! Pensateci quando magari vi viene voglia di accendervi una sigaretta dopo un lavoro o dopo mangiato per rilassarvi: non vi sta rilassando,vi sta uccidendo lentamente e dall’interno! Spegnetele per sempre e,se siete giovani,non iniziate proprio

OggiScienza

Il Diolo Epossido del Benzo[a]Pirene reagisce con il DNA legandosi a una delle basi azotate che lo compongono, la guanina, impedendo la corretta duplicazione del genoma durante la divisione cellulare. Crediti immagine: Pixabay SCOPERTE – I danni che il fumo di sigarette induce nel nostro organismo sono, ormai, tristemente famosi, così come il loro meccanismo fisiopatologico: l’accumulo delle sostanze tossiche che vengono aspirate causa una modifica del DNA delle nostre cellule, che molto spesso sfocia in una proliferazione incontrollata e quindi in una neoplasia. Il DNA umano, tuttavia, è composto da oltre 3 miliardi di coppie di basi azotate, organizzate in geni, e dire “danni al DNA”, per i fini diagnostici e terapeutici, è purtroppo un tiro al bersaglio alla cieca.

Un gruppo di ricerca dell’Università di Medicina della North Carolina ha ora però ridotto notevolmente la cerchia dei sospetti, riuscendo a identificare con precisione i punti all’interno del genoma

View original post 489 altre parole

Categorie: Senza categoria | 9 commenti

Ingiustizia sub umana

Cane eroe salva sua famiglia dai ladri viene soppresso perché considerato pericoloso

Solo chi ha la fortuna di vivere con un cane sa quanto enorme sia il suo cuore e l’amore verso la famiglia umana, e che farebbe di tutto pur di proteggere coloro che tanto ama.
Anche a dare la propria vita.
Come è successo in Tasmania al valoroso ed eroico Kodi, un  pastore tedesco che ha messo a repentaglio la sua vita per di difendere la sua famiglia dai delinquenti.
Lo scorso Dicembre, infatti, dei criminali si erano introdotti nella casa della famiglia di Kodi armati di lunghi coltelli.
Avvertito il pericolo per i suoi cari subito il coraggiosissimo Kodi si era scagliato contro di loro senza la minima esitazione. E i bastardi lo avevano ferito con ben sette coltellate!
Ma poi erano scappati, e Kodi aveva messo in salvo la sua amata famiglia.

Ma gli uomini, si sa, non sono intelligenti come gli animali e non hanno il loro stesso grande cuore! Così degli ignobili giudici hanno giudicato Kodi, anzichè coraggioso ed eroico, un animale violento e pericoloso! Per aver difeso la sua famiglia da delinquenti armati!!!!
Per questo motivo i bastardi hanno posto sotto sequestro il povero cane per poi rilasciarlo in seguito alla sua famiglia solo a condizione che vivesse in una gabbia quando nessuno era in casa e che indossasse una museruola quando usciva.
Già per un cane essere separato da chi ama è un enorme trauma, sommandoci il trauma sia fisico che mentale per le coltellate subite, il dover vivere rinchiuso in una gabbia….
Il povero Kodi, sensibile come tutti i cani, alla fine si è aggravato, e oltre al trauma fisico è subentrato quello psicologico, la depressione e lo stress post traumatico per l’essere costretto a rimanere rinchiuso in gabbia, come se fosse lui, e non i suoi aggressori, il delinquente!
Nonostante la sua famiglia abbia fatto di tutto per aiutarlo e curarlo alla fine il povero Kodi si è talmente aggravato che la sua mamma umana ha deciso di farlo sopprimere per risparmiargli altre sofferenze.
“Era un cane amorevole, protettivo e leale – ha raccontato  tra le lacrime – Kodi non è più stato lo stesso, è passato dall’essere un cane felice e pieno di vita a uno spaventato dalla sua ombra”.

Un eroe, un amico leale, fedele e pieno d’amore, coraggioso, con tanto amore verso la sua famiglia da prendersi sette coltellate che potevano ucciderlo. Invece è stato ucciso dalla stupida ignoranza di qualche sub umano che andrebbe, lui si, rinchiuso a vita in una gabbia e buttata via la chiave!
La storia del povero Kodi aveva fatto il giro del web, ricevendo enorme sostegno: su Facebook un gruppo chiamato “Kodi’s army”, l’esercito di Kodi, ha raccolto 12 mila membri che avevano anche lanciato una colletta per aiutare a sostenere i costi delle cure.
Ora la stessa pagina ha iniziato una petizione, chiamata “Kodi’s Law”, la legge di Kodi, per ottenere cambiamenti al “Dog Act”, la legge che aveva etichettato il pastore tedesco come pericoloso e lo aveva costretto in gabbia condannandolo a morte per aver tentato di difendere la sua famiglia.

Categorie: Senza categoria | 28 commenti

Essere di Destra

Spesso chi è di Destra come me si sente additare come fascista. Lo fanno tutti quelli di sinistra con quelli che non la pensano come loro, vedi i piddioti a quelli della Lega che sono, molto giustamente, contro lo ius soli ( che la sinistra vuole solamente per garantirsi un serbatoio di voti infinito, non certo per aiutare davvero gli immigrati: per loro sono solo un guadagno, qualcosa su cui speculare e lucrare).
Ricordo agli ignorantoni che il Partito Fascista non esiste più da quando fu assassinato Benito Mussolini,  il 28 aprile 1945 a Giulino, dopo che gli venne sparato alle spalle mentre tentava di difendere Claretta Petacci dallo stupro di qualche eroico partigiano ( e non lo diciamo noi di Destra ma lo hanno testimoniato alcuni soldati inglesi presenti: è STORIA).
Quindi cosa significa essere di Destra oggi? Diciamo pure che ci si rifà agli ideali giusti del fascismo eliminando la parte sbagliata.
Per chi non avesse studiato per bene la storia, riporto qui quali erano gli ideali giusti del fascismo, quelli che secondo chi è di Destra andrebbero ripresi. Vi prego di leggerlo tutto, anche se è un po’ lungo, perchè la storia vera è questa.
ATTENZIONE : NON E’ APOLOGIA MA STORIA VERA E SCRITTA! Basta avere la voglia di studiare per sapere, poi si può essere d’accordo o contrari, ma la conoscenza è obbligatoria!

DECALOGO DEL FASCISTA ( redatto nell’ anno 1932)

1) Non vi sono privilegi,se non quello di compiere per primi la fatica e il dovere.

2) Accettare tutte le responsabilità,comprendere tutti gli eroismi, sentire come giovani italiani e fascisti la poesia maschia dell’avventura e del pericolo.

3) Essere intransigenti, domenicani.Fermi al proprio posto di dovere e di lavoro,qualunque esso sia.Ugualmente capaci di comandare e ubbidire.

4) Abbiamo un testimonio dal quale nessuno potrà mai liberarci:il testimonio della nostra coscienza.Deve essere il più severo,il più inesorabile dei nostri giudici.

5) Avere fede, credere fermamente nella virtù del dovere compiuto, negare lo scetticismo, volere il bene ed operarlo in silenzio.

6) Non dimenticare che la ricchezza è soltanto un mezzo, necessario sì, ma non sufficiente a creare da solo una vera civiltà, qualora non si affermino quegli ideali che sono essenza e ragione profonda della vita umana.

7) Non indulgere al malcostune delle piccole transazioni e delle avide lotte per arrivare.Considerarsi soldati pronti all’appello, ma in nessun caso arrivisti e vanitosi.

8) Accostarsi agli umili con intelletto d’amore, fare opera continua per elevarli ad una sempre più alta visione morale della vita.Ma per ottenere questo bisogna dare l’esempio della probità.

9) Agire su se stessi, sul proprio animo,prima di predicare agli altri.Le opere e i fatti sono più eloquenti dei discorsi.

10) Sdegnare le vicende mediocri, non cadere mai nella volgarità, credere fermamente nel bene.Avere vicina sempre la verità, e come confidente la bontà generosa.

Ricordo, sempre per chi non lo sapesse, che furono ben 45 milioni gli italiani che aderirono e appoggiarono il partito fascista.
Che cos’era poi il fascismo?
Era un’ideologia moderna e rivoluzionaria che mirava a creare una società alternativa a quelle delle democrazie liberali e capitaliste.
Il fascismo afferma l’individualità della persona inserita all’interno della società, di cui è il centro, come le membra che appartengono, sostengono e collaborano insieme in  un unico corpo.
Il suo modello politico prende il nome di Stato Etico Corporativo: lo stato diviene un ente morale superiore con il compito di realizzare il bene comune di tutti i cittadini.
L’economia, secondo il fascismo, è lontanissima da quella egoistica e individualista del capitalismo ( chi accosta capitalismo con fascismo non ha mai aperto un libro di storia e di politica): per il fascismo l’egoismo dei singoli individui è fonte di danno per la società e non certo di benessere. Quindi mira alla creazione di una società solidale e altruistica in cui l’economia è solo un mezzo per garantire il benessere a tutti i suoi cittadini, a tutta la collettività, senza nessuna distinzione di classe, e in cui il lavoro diviene il soggetto e non l’oggetto dell’economia stessa.
Da qui la creazione di Corporazioni per ogni settore lavorativo riunite in appositi sindacati di categoria.
E ora vediamo cosa di concreto e di buono fece Benito Mussolini per l’Italia ( ripeto ancora che è STORIA e non apologia: la potete leggere in qualsiasi libro di storia) – preso dal sito Nessuna Resa. http://nessunaresa.blogfree.net/ :

1. Assicurazione invalidità e vecchiaia, R.D. 30 dicembre 1923, n. 3184
2. Assicurazione contro la disoccupazione, R.D. 30 dicembre 1926 n. 3158
3. Assistenza ospedaliera ai poveri R.D. 30 dicembre 1923 n. 2841
4. Tutela del lavoratore di donne e fanciulli R.D 26 aprile 1923 n. 653
5. Opera nazionale maternità ed infanzia (O.N.M.I.) R.D. 10 dicembre 1925 n. 2277
6. Assistenza illegittimi e abbandonati o esposti, R.D. 8 maggio 1925, n. 798
7. Assistenza obbligatoria contro la TBC, R.D. 27 ottobre 1927 n. 2055
8. Esenzione tributaria per le famiglie numerose R.D. 14 maggio 1928 n. 1312
9. Assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali, R.D. 13 maggio 1928 n. 928
10. Opera nazionale orfani di guerra, R.D.26 luglio 1929 n.1397
11. Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (I.N.P.S.), R.D. 4 ottobre 1935 n. 1827
12. Settimana lavorativa di 40 ore, R.D. 29 maggio 1937 n.1768
13. Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (I.N.A.I.L.), R.D. 23 marzo 1933, n.264
14. Istituzione del sindacalismo integrale con l’unione delle rappresentanze sindacali dei datori di lavoro (Confindustria e Confagricoltura); 1923
15. Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.), R.D. 3 giugno 1937, n. 817
16. Assegni familiari, R.D. 17 giugno 1937, n. 1048
17. I.N.A.M. (Istituto per l’Assistenza di malattia ai lavoratori), R.D. 11 gennaio 1943, n.138
18. Istituto Autonomo Case Popolari
19. Istituto Nazionale Case Impiegati Statali
20. Riforma della scuole “Gentile” del maggio 1923 (l’ultima era del 1859)
21. Opera Nazionale Dopolavoro (nel 1935 disponeva di 771 cinema, 1227 teatri, 2066 filodrammatiche, 2130 orchestre, 3787 bande, 1032 associazioni professionali e culturali, 6427 biblioteche, 994 scuole corali, 11159 sezioni sportive, 4427 di sport agonistico.). I comunisti la chiamarono casa del popolo
22. Guerra alla Mafia e alla Massoneria (vedi “Prefetto di ferro” Cesare Mori)
23. Carta del lavoro GIUSEPPE BOTTAI del 21 aprile 1927
24. Lotta contro l’analfabetismo: eravamo tra i primi in Europa, ma dal 1923 al 1936 siamo passati dai
3.981.000 a 5.187.000 alunni – studenti medi da 326.604 a 674.546 – universitari da 43.235 a 71.512
25. Fondò il doposcuola per il completamento degli alunni
26. Istituì l’educazione fisica obbligatoria nelle scuole
27. Abolizione della schiavitù in Etiopia ( e meno male che era razzista!)
28. Lotta contro la malaria
29. Colonie marine, montane e solari
30. Refezione scolastica
31. Obbligo scolastico fino ai 14 anni
32. Scuole professionali
33. Magistratura del Lavoro
34. Carta della Scuola

Opere architettoniche e infrastrutture

35. Bonifiche paludi Pontine, Emilia, Sardegna, Bassa Padana, Coltano, Maremma Toscana, Sele ed appoderamento del latifondo siciliano. Con la fondazione delle città di Littoria, Sabaudia, Aprilia, Pomezia, Guidonia, Carbonia, Fertilia, Segezia, Alberese, Mussolinia (oggi Alborea), Tirrenia, Tor Viscosa, Arsia e Pozzo Littorio e di 64 borghi rurali, 1933 – 1939
36. Parchi nazionali del Gran Paradiso, dello Stelvio, dell’Abruzzo e del Circeo
37. Centrali Idroelettriche ed elettrificazione delle linee Ferroviarie
38. Roma: Viale della Conciliazione
39. Progetto della Metropolitana di Roma
40. Tutela paesaggistica ed idrologica
41. Impianti di illuminazione elettrica nelle città
42. Prosciugamento del Lago di Nemi (1931) per riportare alla luce navi romane
43. Creazione degli osservatori di Trieste, Genova, Merate, Brera, Campo Imperatore
44. Palazzo della Previdenza Sociale in ogni capoluogo di Provincia
45. Fondazione di 16 nuove Province
46. Creazione dello Stadio dei Marmi (di fronte allo stadio si trova ancora un enorme obelisco con scritto “Mussolini Dux”)
47. Creazione quartiere dell’EUR
48. Ideazione dello stile architettonico “Impero”, ancora visibile nei palazzi pubblici delle città più grandi
49. Creazione del Centro sperimentale di Guidonia (ex Montecelio), dotata del più importante laboratorio di galleria del vento di allora (distrutto nel 1944 dalle truppe tedesche che abbandonavano Roma)
50. Costruzione di numerose dighe
51. Fondò l’istituto delle ricerche, profondo stimatore di Marconi che mise a capo dello stesso istituto grazie alla sua grandiosa invenzione della radio e dei primi esperimenti del radar, non finiti a causa della sua morte
52. Costruzione di molte università tra cui la Città università di ROMA
53. Inaugurazione della Stazione Centrale di Milano nel 1931 e della Stazione di Santa Maria Novella di Firenze
54. Costruzione del palazzo della Farnesina di Roma, sede del Ministero degli Affari Esteri
55. Opere eseguite in Etiopia: 60.000 operai nazionali e 160.000 indigeni srotolarono sul territorio più di 5.000 km di strade asfaltate e 1.400 km di piste camionabili. Avevano trasformato non solo Addis Abeba, ma anche oscuri villaggi in grandi centri abitati (Dessiè, Harar, Gondar, Dire, Daua). Alberghi, scuole, fognature, luce elettrica, ristoranti, collegamenti con altri centri dell’impero, telegrafo, telefono, porti, stazioni radio, aeroporti, financo cinematografi e teatri. Crearono nuovi mercati, numerose scuole per
indigeni, e per gli indigeni crearono: tubercolosari, ospizi di ricovero per vecchi e inabili al lavoro, ospedali per la maternità e l’infanzia, lebbrosari. Quello di Selaclacà: oltre 700 posti letto e un grandioso istituto per studi e ricerche contro la lebbra. Crearono imprese di colonizzazione sotto forme di cooperative finanziate dallo stato, mulini, fabbriche di birra, manifatture di tabacchi, cementifici, oleifici, coltivando più di 75.000 ettari di terra. Sempre perchè era razzista….
56. Sviluppo aeronautico, navale, cantieristico

Opere politiche e diplomatiche

57. Patti Lateranensi, 11/02/1929
58. Tribunale del popolo
59. Tribunale speciale
60. Emanò il codice penale (1930), il codice di procedura penale (1933, sostituito nel 1989), il codice di procedura civile (1940), il codice della navigazione (1940), il codice civile (1942) e numerose altre disposizioni vigenti ancora oggi (il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, il Codice della Strada, le disposizioni relative a: polizia urbana, rurale, annonaria, edilizia, sanitaria, veterinaria, mortuaria,tributaria, demaniale e metrica)
61. Conferenza di Losanna
62. Conferenza di Locarno
63. Conferenza di Stresa
64. Patto a quattro
65. Patto anti-Comintern
Opere espansionistiche

66. Riconquista della Libia
67. Conquista dell’Etiopia
68. Guerra di Spagna

Opere economiche e finanziarie

69. Istituto di Ricostruzione Industriale (I.R.I.), 1932
70. Istituto Mobiliare Italiano (I.M.I.), 1933
71. Casse Rurali ed Artigiane, R.D. 26 agosto 1937, n. 1706
72. Riforma bancaria: tra il 1936 e il 1938 la Banca d’Italia passò completamente in mano pubblica e il suo Governatore assunse il ruolo di Ispettore sull’esercizio del credito e la difesa del risparmio
73. Socializzazione delle imprese. Legge della R.S.I., 1944
74. Parità aurea della lira
75. Battaglia del grano
76. 1929: crisi finanziaria mondiale. Il mondo del capitalismo è nel caos: il Duce risponde con 37 miliardi di lavori pubblici e in 10 anni vengono costruite 11.000 nuove aule in 277 comuni, 6.000 case popolari che ospitano 215.000 persone, 3131 fabbricati economici popolari, 1.700 alloggi, 94 edifici pubblici, ricostruzione dei paesi terremotati, 6.400 case riparate, acquedotti, ospedali, 10 milioni di abitanti in 2493 comuni hanno avuto l’acqua assicurata, 4.500 km di sistemazione idrauliche e arginature, canale Navicelli; nel 1922 i bacini montani artificiali erano 54, nel 1932 erano arrivati a 184, aumentati 6
milioni e 663 mila k.w. e 17.000 km di linee elettriche; nel 1932 c’erano 2.048 km di ferrovie elettriche per un risparmio di 600.000 tonnellate di carbone; costruiti 6.000 km di strade statali, provinciali e comunali, 436 km di autostrade. Le prime autostrade in Italia furono la Milano-Laghi e la Serravalle- Genova (al casello di Serravalle Scrivia si trova una scultura commemorativa con scritto ancora “Anno di inizio lavori 1930, ultimato lavori 1933”)
77. Salvò dalla bancarotta l’Ansaldo, il Banco di Roma e l’Ilva (1923-24)
78. Attacco al latifondo siciliano
79. Accordi commerciali con tutti gli Stati compreso l’Urss
80. Pareggio di bilancio già dal 1924

Opere sportive e culturali

81. Costruzione dell’Autodromo di Monza, 10/09/1923
82. Fondazione di CINECITTA’
83. Creazione dell’ente italiano audizione radiofoniche (EIAR), anno 1927
84. Primi esperimenti della televisione che risalgono all’anno 1929 per volere del Duce; nel dicembre del ’38 l’ufficio stampa dell’EIAR comunicò che nei primi mesi del ’39 sarebbero iniziati servizi regolari di televisione. Il 4 giugno 1939 alla Mostra del Leonardo ci furono alcune trasmissione sperimentali, sul Radiocorriere apparvero i programmi e persino le pubblicità di alcuni paleolitici apparecchi televisivi.
Purtroppo il progetto venne abbandonato a causa dell’entrata in guerra
85. Istituzione della Mostra del Cinema di Venezia, prima manifestazione del genere al mondo, nata nel 1932 per opera del direttore dell’Istituto Luce, De Feo, e dell’ex ministro delle Finanze Giovanni Volpi di Misurata
86. Creazione dell’albo dei giornalisti, anno 1928
87. Fondazione dell’istituto LUCE, anno 1925
88. Nel 1933 appoggiò la prima trasvolata atlantica compiuta da Italo Balbo (tra l’altro, fu in quella occasione che venne inaugurata la “posta aerea”)
89. Accademia d’Italia (Marconi, Pirandello, Mascagni, ecc.)
90. Littoriali della cultura e dell’arte

Opere di utilità varie

91. Registro per armi da fuoco
92. Istituzione della guardia forestale
93. Istituzione dell’archivio statale, anno 1923
94. Fondazione della FAO
95. Fondazione dei consorzi agrari
96. Annessione della Guardia di Finanza nelle forze armate
97. Istituzione di treni popolari per la domenica con il 70% di sconto, anno 1932
98. Istituì il Corpo dei Vigili del Fuoco.
99. Ammodernò il Pubblico Catasto urbano e dei terreni
100.Mappò tutto il territorio nazionale compilando le mappe altimetriche usate ancora oggi, e che non sono mai state aggiornate da allora.

Ora, paragoniamo tutte queste opere di un ventennio, con la crisi economica del dopo guerra e una nuova guerra alle porte, con quelle dei politici di oggi……

Ma cosa pensavano le persone del Duce? Leggiamo un po’ alcuni pensieri di personaggi  famosi ( presi sempre dal sito Nessuna Resa, ma potete trovarli in un qualsiasi vero libro di Storia del Fascismo:

 

Pio XI:  “Costui è l’uomo della Provvidenza” (giudizio condiviso da Angelo Roncalli, il futuro Giovanni XXIII, il “papa buono”)

Pio XII:  “il piu’ grande uomo da me conosciuto, e senz’altro tra i piu’ profondamente buoni”

M. K. Gandhi:  “un superuomo”

Thomas Mann: “un semidio”

Sigmund Freud:  “un eroe della Civiltà”

Winston Churchill: “il piu’ grande legislatore vivente”

Thomas Alva Edison: “il piu’ grande genio dell’età moderna”

Massimo Gorky:  “un uomo di intelligenza superiore”

Lloyd George:  “Un Uomo che desta ammirazione anche tra i suoi nemici, e che ogni giorno detta leggi circa il modo di governare i popoli in momenti difficilissimi”

Stanley Baldwin:  “non vi sono in Europa uomini di eccezione come Mussolini”

Samuel John Gurney Hoare:  “Mussolini e’ il massimo statista dell’Europa moderna”

Josif Vissarionovic Dzugasvili (Stalin):  “con la morte di Mussolini scompare uno dei più grandi uomini politici cui si deve rimproverare solamente di non aver messo al muro i suoi avversari”

Igòr Stravinskij:  “Mussolini e’ un uomo formidabile. Non credo che qualcuno abbia per Mussolini una venerazione maggiore della mia. Per me Egli e’ l’unico Uomo che conti nel mondo intero”

George Bernard Shaw:  “Mussolini non e’ soltanto un uomo, ma una situazione storica”

Ezra Pound:  “Jefferson fu un genio, e Mussolini un altro genio”

Herbert George Wells:  “Mussolini ha lasciato il suo segno nella storia”

Adolf Hitler:  “Un uomo che fa la storia, non la subisce. Mussolini è l’ultimo dei cesari”

Rudyard Kipling: “Vogliategli bene sempre, con un affetto costante; pensate che per l’Italia Egli e’ tutto”

Roald Engelbreth Amundsen:  “Soltanto Napoleone può paragonarsi a lui”

Alexis Carrel:  “Cesare, Napoleone, Mussolini: tutti i grandi conduttori di popoli crescono oltre la statura umana”

Guglielmo Marconi:  “Rivendico l’onore di essere stato in radiotelegrafia il primo fascista, il primo a riconoscere l’utilita’ di riunire in fascio i raggi elettrici, come Mussolini ha riconosciuto per primo in campo politico la necessita’ di riunire in fascio le energie sane del Paese per la maggiore grandezza d’Italia”

Luigi Pirandello:  “Mussolini recita, da protagonista, nel teatro dei secoli”

Forse che qualcuno dei nostri politici suscita tanta stima addirittura dal nemico, come Stalin per il Duce? Magari è per invidia che lo odiano e cercano di denigrarlo in tutti i modi….

Risultati immagini per bandiera italiana

Categorie: Senza categoria | 162 commenti

Complimenti!

“Troppo emotive”, Oxford umilia le donne

Dopo millenni di umiliazioni, persecuzioni, torture, segregazioni, cancellazione dalle religioni, lotte per l’affermazione, l’indipendenza e la parità, pare che siamo ritornati al punto di partenza, al sessismo più odioso da parte del complessato mondo maschilista!
Accade nella sempre più islamizzata Inghilterra ( sarà per questo?), più precisamente nella più antica università inglese nonchè la seconda più antica d’Europa: l’Oxford.
Ebbene dal prossimo anno accademico la facoltà di Storia dell’Università di Oxford introdurrà prove d’esame differenziate tra maschi e femmine sostiuendo una delle cinque prove scritte con una mini tesi perchè, secondo gli illustri geni, le femmine sarebbero più emotive dei colleghi pene dotati.
Secondo costoro, infatti, solo il 32 percento delle studentesse otterrebbe il livello massimo di voti finali (First class) contro il 37 percento dei colleghi maschi.
Sarebbe stato questo “enorme e imperdonabile” divario a convincere i vertici accademici a prendere questa decisione; al Daily mail uno dei più alti dirigenti si è così espresso:
«Ci siamo accorti che gli studenti maschi sono più propensi a correre rischi, il che consente loro di superare meglio gli esami. Le studentesse invece sono tendenzialmente avverse al rischio e impiegano più tempo per riflettere su una singola risposta».
Ma davvero??? Cioè noi, secondo codesto misogino sessista, noi donne saremmo delle fifone che si fanno prendere dal panico per gli esami e ci paralizziamo davanti ad uno stupido test a risposta multipla?
Quanto vorrei incontrarlo di persona, o fargli vedere qualche mio video degli esami e delle tesi di laurea….O vedere un qualsiasi maschio alle prese con gravidanza e parto!
Secondo il malato modo di pensare di certi inferiori mentali, quelli che hanno talmente tanta paura delle donne da aver cercato di cancellare la Dea dalle religioni e di mantenere il genere femminile relegato in casa nell’ignoranza e nella sottomissione all’uomo, noi donne saremmo lunatiche per via del ciclo, non capaci di gestire lo stress ( eppure mandiamo avanti famiglia e lavoro insieme….) e sarebbe meglio tenerci lontane dai ruoli di comando. Quanta insicurezza e paura in costoro….Sindrome del pene piccolino? Che coincide con un cervello assente?
Ricordo a certi complessati che nonostante siamo state relegate per secoli al solo ruolo di mogli e madri senza la possibilità di studiare, imparare e lavorare, oggi noi donne ricopriamo ruoli di comando in tutti i settori, dalle multinazionali alla politica, e che in tutto il resto del mondo le studentesse sono molto più preparate ed hanno voti più alti degli studenti dell’altro sesso, perfino nelle materie scientifiche, spesso consiederate a torto un mondo prettamente maschile.
Nel nostro paese, ad esempio, ogni 100 uomini che si laureano ci sono 144 donne che fanno altrettanto. Eppure noi non additiamo il maschio come mentalmente inferiore….
Non tutti almeno: solo i misogini complessati.
Consiglio a certe menti inglesi, e non solo, di farsi curare questo terrore e complesso d’inferiorità nei confronti delle donne! E gli ricordo anche che quando in tutto il mondo regnava il matriarcato non esistevano guerre e il mondo era molto ma molto migliore di quello maschile di adesso.
Siamo sopravvissute a religioni maschiliste, roghi, persecuzioni….pensate di poterci fermare ora? Illusi!!!!
Le Dee ci sono ancora! E ci saranno per sempre!

Risultati immagini per donne forti

Risultati immagini per donne forti

Risultati immagini per donne forti

 

Immagine correlata

Categorie: Senza categoria | 11 commenti

I soliti trinariciuti di m….

Devo dire che proprio non si smentiscono mai le vigliacche zecche rosse!
Poveri esseri inutili e ignoranti che hanno fatto della vigliaccheria e dell’ipocrisia la propria bandiera.
Questa volta i poveri deficienti se la prendono con una donna e mamma: Nina Moric.
La sua colpa? Rappresentare i mitici di Casa Pound.
La cosa non va giù ai poveri trinariciuti antifascisti di Reggio Emilia, città che non ha trovato di meglio da fare che mettere una statua di Lenin in piazza a Cavriago( su cui cagano giustamente ogni giorno quei fascisti dei piccioni e uccellini vari)! Perchè per questi poveri mentecatti la loro amata dittatura comunista è giusta, perchè sono dei poveri ignoranti che manderei a vivere davvero tra i comunisti: Cuba, Venezuela, Corea del Nord, Cina, Russia….Invece rimangono qui a prendersela con le donne!
Infatti le merdine rosse di Reggio Emilia antifascista hanno pensato bene di scrivere queste democratiche parole a Nina Moric, parole che esprimono molto bene quello che sono costoro.
Cara Nina Moric, ammettiamo con dolore che la tua adesione ad un movimento non pulito come Casa Pound è una delle cose che più ci preoccupa in questo periodo storico, il tuo numero di seguaci e la tua visibilità seppur ridotta mettono in serio pericolo quella democrazia che siamo pronti a difendere con le unghie e con i denti, a costo della nostra vita, non ti promettiamo vita facile, e neppure una morte indolore, se un giorno malauguratamente per te decidessi di passare da Reggio Emilia“.

Ci rendiamo conto??? Queste merde vigliacche minaciano di morte una donna solo perchè la pensa diversamente dal loro unico e schifoso pensiero!
Alla faccia dei femminicidi, della libertà di pensiero e di parola e della democrazia!
Democrazia? Forse qualcuno dovrebbe spiegare a questi poveri idioti che cosa è…..
Ma per loro esiste solo la democrazia rossa, cioè va bene tutto solo se sei uniformato al loro unico “pensiero”.
Casa Pound sarebbe poco pulito? Ricordo a queste zecche rosse che nei loro tanto amati centri sociali, di solito abusivi, si spaccia droga e in quello di Parma, ma non solo, si è anche compiuto uno stupro di gruppo!
Nel 2010 un  gruppo non precisato di valorosi trinariciuti antifascisti comunisti, infatti, dopo essersi drogati per bene ed avere anche bevuto, hanno pensato bene di drogare e violentare una ragazza appena maggiorenne nel centro sociale antifascista chiamato raf ( scritto volutamente minuscolo) di via Testi, a Parma, per festeggiare la “liberazione” dalle Camicie Nere del 12 Settmbre 1922, e di minacciarla  perchè non parlasse.
Quale miglior modo di festeggiare la cacciata dei fascisti dello stupro di una kompagna? Tanto per ricordare a tutti chi sono i rossi comunisti antifasisti.
La violenza è durata una notte intera!
E gli altri kompagni sono rimasti impassibili a guardare, incitare e filmare tutto l’orrore col telefonino per poi ricattare la povera vittima!
Questo il racconto della ragazza:
“Mi sono svegliata su un tavolo di legno, i vestiti buttati a terra, sul mio corpo i segni di quello che mi avevano fatto…”.
Per paura di ritorsioni la  cosa è venuta fuori molto tempo dopo, ben sei anni più tardi, ma….la verità viene sempre a galla, nonostante lo schifoso muro di omertà di sinistra che ha protetto i suoi stupratori coprendoli per anni.
Addirittura la vittima è stata definita “infame” dai suoi ex amici antifascisti dei centri sociali perchè si era rivolta alla polizia e denunciato lo stupro!
Nessun antifascista del raf ha mai voluto collaborare con le indagini.
La ragazza viene isolata, cacciata con violenza da quegli spazi autogestiti. Sì, perché secondo gli antifascisti la vittima sarebbe diventata pericolosa per il branco che l’ha ripetutamente stuprata e seviziata a turno su un tavolo sporco per una notte intera dopo averla stordita con droghe. Loro però, gli stupratori, continuano a frequentare cortei, manifestazioni, ridono, bevono birra, si drogano,escono con ragazze, mentre continua a girare il video in cui fanno sesso con una donna che sembra morta.
Pare  non si sarebbe mai saputo niente se ai carabinieri non fosse capitato tra le mani uno di questi video dello stupro in cui si vedeva bene la violenza perpetrata.
Inoltre tra il 2010 al 2013 erano stati tanti (e tante) i kompagni e le kompagne che avevano visto quel video, girato con un vecchio Nokia, e dove la vittima viene addirittura chiamata con un nomignolo che allude, e qui l’orrore è massimo, ad atti ancora più brutali durante la violenza.
Ma tutti avevano vigliaccamente taciuto, perchè così sono i trinariciuti di merda!
Hanno preferito difendere il loro sporco movimento che denunciare uno stupro.
E a nascondere bombe nelle librerie e nelle sedi di Casa Pound, perchè così fanno i vigliacchi senza palle che se la fanno nel pannolone al pensiero di un confronto diretto con chi consiederano un nemico ( poveri deficienti!). Per fortuna casa Pound è superiore e non ha mai risposto a questi merdosi attacchi, altrimenti avremmo una vera e propria guerra civile a Parma!
Adesso in quella sede del raf rimangono solo copie di giornaletti anarchici e qualche ricordo delle barricate antifascite, oltre a parecchio sudiciume, ma le zecche non sono sparite: si sono solo trasferite altrove a nascondersi come se nulla fosse accaduto, così per cercare di salvarsi la faccia ( come se questa feccia avesse una dignità).

Intanto Nina Moric si è anche sprecata a rispondere alle zecche:
Reggio Emilia non siete solo voi, per fortuna. Ripudio la violenza e sono pronta al dialogo in qualsiasi momento, ma vi informo che difficilmente vado in giro da sola, chi mi accompagna di solito ha le capacità e gli strumenti per farmi sentire sicuro“.

E gli antifascisti, cagandosi addosso come sempre al solo pensiero di trovarsi di fronte uomini forzuti invece di una donna sola, le hanno risposto:
Troia“.

Vorrei tanto sapere cosa ne pensa la “femminista” Boldrini e tutte quelle sinistre donnicciuole che tanto sbraitano accuse di maschilismo contro Trump e Berlusconi e chiunque non sia di sinistra! Cosa avete da dire ai vostri soci antifasisti di Reggio Emilia che tanto fanno i gradassi con una donna arrivando a minacciarla di morte????
Vigliacchi, nemici del Popolo e della Patria, pro invasione, ipocriti….
Reggiani antifascisti: chi è poco pulito? Casa Pound, che non ha mai fatto niente di illegale, o i vostri kompagni stupratori e quegli altri che li hanno coperti?
Prima ci liberiamo di certa feccia inutile e dannosa meglio è!

 

Risultati immagini per stupro in centro sociale a parma

Risultati immagini per comunisti di merda

Risultati immagini per stupro in centro sociale a parma

 

Risultati immagini per no centri  sociali

Risultati immagini per comunisti di merda

Categorie: Senza categoria | 2 commenti

Baciamo le mani

Come ormai sapete tutti io sono una fiera nazionalista e patriota che difende e ama la sua Nazione, la sua cultura, le sue tradizioni e la sua gente. Per questo ringrazio associazioni come Generazione Identitaria, Lega, Casa Pound, Forza Nuova, Fratelli d’Italia, e chiunque difenda la nostra cultura e identità nazionale, di esistere. Ma questa è un’altra storia. Ci sono cose per cui essere italiani fa davvero schifo!
A parte la solita vergognosa invasione favorita dalle solite ong, coop, Emergency ( non date soldi a costoro perchè finiscono per foraggiare questi traffici di clandestini!) e schifezze pro invasione varie che ci hanno portato in casa anche i terroristi islamici che ci stanno massacrando senza che nessuno muova un dito, altro motivo di schifo è la corte di cassazione e la sua imbarazzante sentenza nei confronti di uno dei più spietati assassini mafiosi d’Italia: Totò Riina, il capo dei capi di Cosa nostra.
Secondo la cassazione, infatti,  codesto boss mafioso, siccome è gravemnte malato ed ha raggiunto, lui sì, la veneranda età di 86  anni, meriterebbe una morte dignitosa, magari ai domiciliari in una delle sue ville, circondato dalla famiglia e dai picciotti ai quali può continuare meglio a impartire ordini.
Lui, che viene soprannominato La belva per la cattiveria e la mancanza totale di umanità nei suoi delitti, ora vorrebbe passare da vittima, intenerire i cuori dei poveri beobuonisti.
Fino a che punto può spingersi il pietoso buonismo di una nazione governata da calabraghisti????
Questo mostro ha un numero di omicidi incontabili sulla coscienza, sempre che l’abbia una coscienza, e una latitanza che si è fatta beffe dello stato per oltre 20 anni fino all’arresto, nel Gennaio 1993.
Ma anche dalla galera pare che continuasse a impartire ordini grazie alla complicità di qualcuno….
Inoltre Riina si trova proprio nel cacere della mia città, a Parma, nella sezione 41 bis dedicata proprio ai criminali più pericolosi, dove, oltretutto, riceve tutte le cure che gli sono necessarie in un centro clinico d’eccellenza a spese nostre, di tutti noi, anche di chi ha perso i suoi cari per mano sua!
Quanto si può essere stupidamente garantisiti nei confronti di un assassino che non ha mai avuto la minima pietà per nessuno?
Provate a pensare ai familiari delle vittime dei suoi omicidi efferati, delle persone che hanno subito il trauma e la violenza del sequestro, della prigionia, come quello subito da Giovanni Porcorosso, figlio dell’industriale Giacomo, dal figlio del costruttore Francesco Vassallo, del costruttore Luciano Cassina, ad esempio. Avete idea?
Rapiti da delinquenti, lontano da casa e dai propri affetti senza sapere se il giorno dopo sarebbero stati vivi o morti. Come successe a Luigi Corleo, sequestrato e poi ucciso.
E bisognerebbe dare una morte dignitosa a questo criminale???

“Mio padre una morte dignitosa non l’ha avuta, l’hanno ammazzato lasciando lui, la moglie e Domenico Russo in macchina senza neanche un lenzuolo per coprirli. Sto insegnando a mio nipote ad avere fiducia nella giustizia e nella legalità, lo porto sempre in mezzo ai carabinieri. Per quanto riguarda invece la fiducia nella giustizia, forse sto sbagliando tutto”-ha giustamente affermato incazzata, e penso anche molto disgustata da questa proposta della cassazione, Rita Dalla Chiesa, figlia del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa trucidato a colpi di kalashnikov per mano di Riina nel Settembre 1982 con la moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente Domenico Russo.
E a lei si sono uniti altri parenti di vittime della mafia, come il figlio di La Torre e l’Associazione dei familiari delle vittime di via Georgofili.
E miracolosamente sono d’accordo anche tutti i politici, dalla Lega al pd e mcs.
Unica voce fuori dal coro è Patrizio Gonnella, giurista del diritto italiano, nonchè editorialista del Manifesto, giornale ovviamente rosso trinariciuto e presidente dell’associazione Antignone che si occupa di carceri, diritti umani e tortura ( ovviamente mai riguardanti le vittime di chi sta giustamente in galera!),che ha affermato:
“Non possiamo che essere totalmente d’accordo con la Cassazione. Se non fosse così vorrebbe dire che per noi la pena è pura vendetta. Qualora mai un detenuto come Riina avesse l’opportunità di essere curato fuori dal carcere, sarà comunque cura delle forze dell’ordine fare in modo che ciò possa avvenire senza rischi: uno Stato forte e democratico non fa mai morire nessuno in carcere deliberatamente”.

Evidentemente abbiamo idee molto diverse sulla giustizia e sulla democrazia….

E’ colpa di Riina se lo stato italiano ha perso Uomini Veri come il magistrato Giovanni Falcone, massacrato nel 1997  a Capaci insieme alla moglie Francesca Morvillo e a tutti gli uomini della sua scorta: Antonio Montinaro, Vito Schifani, Rocco Dicillo), e il giudice Paolo Borsellino, straziato davanti alla casa della madre in via D’Amelio nel 1999 insieme alla sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli, Walter Cosina.
Oltre ai giudici Cesare Terranova, Giangiacomo Montaldo, Alberto Giacomelli, le vittime delle stragi di via dei Gergofili, Pizzolungo,in cui morirono i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta di soli 6 anni con la loro mamma Barbara Rizo,viale Lazio, attentati a Milano, Roma…..
Non si contano più gli ergastoli che dovrebbe scontare La belva!
E qualcuno vorrebbe pure dargli una morte dignitosa a casuccia sua????
E’ questa la risposta della giustizia e dello stato italiano alla mafia???
Spero proprio di no!
Ovviamente il mio orgoglioso patriottismo italico è rivolto ben oltre questa gentaglia svenduta!

Risultati immagini per giovanni falcone

Risultati immagini per carlo alberto dalla chiesa

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 23 commenti

Non siete stanchi di questi assassini?

Durante il ramadan i vigliacchi terroristi islamici si scatenano ancora, come ordinato dai loro padroni dell’isis: sempre a Londra, città simbolo della multiculturalità europea che ha addirittura un sindaco musulmano.
Ieri sera un gruppo di schifosi terroristi islamici, invece di pregare nel mese che per loro dovrebbe essere sacro, hanno travolto le persone che passeggiavano sul London Bridge, lanciando a tutta velocità un pulmino appena rubato e procedendo a zig zag per uccidere più innocenti possibile.
Non contenti, una volta scesi, mentre fuggivano come conigli come sono soliti fare, hanno acoltellato e sgozzando tutte le persone che si sono trovati davanti urlando ” Lo faciamo per Allah!”!
Per fortuna imn solo 8 minuti, dicono, è arrivata la polizia che ha provveduto ad abbattere quelle merde sub umane e a mandarle a bruciare all’inferno dove devono stare.
Purtroppo sono morte sette persone innocenti e disarmate, mentre parecchi sono i feriti.
Evidentemente anche in Inghilterra la multiculturalità ha fallito, come in tutto il resto del mondo! Da quando esiste il mondo si sono sempre difesi i confini della propria Nazione, mentre adesso ci stiamo facendo invadere da gente che poi non sappiamo dove mettere e e permettiamo a “culture religiose” che non hanno niente a che fare con la nostra storia e con il nostro stile di vita di intromettersi nelle nostre vite e permettersi anche di detter legge in casa nostra.
Chi dobbiamo ringraziare secondo voi per tutto questo? Ovviamente la sinistra di tutta Europa, quella italiana in primis soprattutto perchè sono le cooperative, ong varie e altre schifezze rosse che vanno a prendere i clandestini fin sulle coste libiche per poi specularci sopra! E sono i politici di sinistra che tanto li difendono e li lodano come risorse e ricchezza, come quella decerebrata della Boldrini, quella traditrice della Patria che ignora la Folgore alla parata militare del 2 Giugno, non indossa la coccarda, e si permette di affermare:
“Il concetto di Patria non ha nulla a che vedere con le ideologie nazionaliste. Il nazionalismo esclude, la Patria è inclusiva, il nazionalismo è aggressivo, la Patria è solidale, il nazionalismo costruisce muri, il patriottismo tende la mano agli altri”.
Dunque secondo questa fuori di testa essere “nazionalisti” è un male, un orrore da dimenticare. Nel suo stramplato discorso da tso la  ha ringraziato i ragazzi del servizio civile ignorando i nostri militari!
Lei che va blaterando che lo stile di vita degli immigrati deve diventare il nostro…..
Bene: allora da domani tutti in giro armati, come loro! Così almeno ci difendiamo.
Ci rendiamo conto che razza di gente stiamo mantenendo al governo con i nostri soldi???
Noi tutti sappiamo molto bene che tra i clandestini tanto amati da codesta nemica degli italiani s’infilatrano, oltre a criminali vari tra cui spacciatori, stupratori, ladri ecc., anche i terroristi!
Oltre a quelli che nascono qui, quelli che dovrebbero essere membri di famiglie integrate perchè accolte dal cuore buono e parecchio ingenuo degli italiani che hanno dato loro amicizia, casa e lavoro. Invece no! Li crescono nell’odio contro la gente che li ospita e li sfama!
Qualcuno di voi si ricorda quella merda di Dacia Valent, quell’eurodeputata mezza somala ovviamente deputata del partito comunista? Quella che scrisse un bel post dove insultava il popolo italiano che l’ha mantenuta con i propri soldi?
Se qualcuno non sa chi sia o l’ha repressa vada a leggersi su internet le sue offese alla nostra gente!
E, non da ultimo, accuso il papa, sempre più aperto agli altri, specie se musulmani! E gli eurpei tutti a porgere gentilmente l’altra guancia…..
Quanto altro sangue innocente devono versare questi bastardi prima che tutti si sveglino e capiscano che siamo in guerra e come in guerra ci dobbiamo comportare?
E che i musulmani che tanto si dicono moderati devono immediatamente scegliere da che parte schierarsi, e nettamente, altrimenti fuori da casa nostra!
Basta concedere i diritti a chi poi si prende tutto il braccio e vuole conquistare tutto il corpo dissanguandolo!
Basta col nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi per ostinarsi a non voler vedere la realtà!
Basta continuare a far finta di niente perchè tanto non è ancora successo a noi, non è ancora morto assassinato in nome di Allah nessuna persona che amiamo!
E’ ora di tirare fuori le palle, di tornare ad essere nazionalisti e patrioti e di difendere la nostra Terra, la nostra gente e la nostra cultura da chi li vorrebbe sottomettere e distruggere!E tra questi ci metto anche i traditori della Patria e nemici degli italiani come la Boldrini e tutti i trinariciuti pro invasione!
Chi porge l’altra guancia, chi fa finta di non vedere, chi tace è gia morto e sconfitto!
Intanto andatevi a leggere questo e ditemi se è una cosa normale!
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/12403710/milano-inviato-libero-aggredito-islamici-fotografie-ramadam.html

Risultati immagini per patriota

Categorie: Senza categoria | 37 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.