Una morte assurda

 

Non si può morire così a quindici anni, un pensiero e una preghiera per i sei morti di stanotte nelle Marche, e una speranza per i tredici feriti gravi ancora ricoverati. E un impegno: trovare i responsabili di queste sei vite spezzate, chi per cattiveria, stupidità o avidità ha trasformato una serata di festa in una tragedia“.

Queste sono le parole del nostro ministro Matteo Salvini, a cui mi associo, dopo l’assurda tragedia avvenuta ieri notte ad un concerto in provincia di Ancona.
Il ministro, a differenza di altri, si è recato subito sul posto nel pomeriggio dopo aver partecipato alla manifestazione della Lega a Roma, in cui aveva subito dedicato un pensiero ed un minuto di silenzio per le vittime.
Ora sono partite le indagini su questo, chiamiamolo, incidente, o meglio tragedia, che definire assurdo è dir poco!
E’ accaduto ieri notte, verso l’una, a Corinaldo presso la discoteca Lanterna azzurra durante il concerto di un rapper, o trapper che dir si voglia, che si fa chiamare Sfera Ebbasta, molto amato dai ragazzini, parecchi dei quali, vista la giovanissima età, erano accompagnati dai genitori. Tra le vittime, infatti, c’è anche una mamma con suo figlio.
Le ricostruzioni e le ipotesi al vaglio degli inquirenti sono diverse: in primis risulta che siano stati venduti parecchi biglietti in più rispetto alla capienza massima del locale e della capacità delle uscite di sicurezza.
Un migliaio e più erano i presenti, con tanto di regolare biglietto, rispetto ai 490 che avrebbero dovuto esserci per legge e sicurezza.
All’improvviso un idiota, identificato poi in un ragazzo con cappuccio, sale su un cubo e si mette a spruzzare apposta spray urticante sul pubblico.
Ovviamente subito scatta il panico perchè, come si sa, questi spray da difesa personale provocano forte bruciore agli occhi, cecità momentanea e fatica a respirare, con conseguenti crisi di panico.
La folla si accalca verso le uscite di sicurezza e qui arriva la tragedia: molti vengono travolti e schiacciati dalla calca in fuga ( pare che la sicurezza non abbia aperto subito le porte) , e una volta all’esterno la cattiva manutenzione del posto unita al peso delle persone ha causato il crollo di due muretti con ringhiere in ferro.
Parecchi sono precipitati da un metro e mezzo d’altezza dentro ad un canale venendo poi schiacciati da tutti gli altri.
Questa versione dei fatti è stata confermata anche dal questore di Ancona, Oreste Capocasa che ha dichiarato: “L’uscita di sicurezza si è aperta, ma appena fuori due parapetti laterali in ferro sono venuti in meno e le persone sono cadute una sull’altra“.
Cinque ragazzini e una mamma non torneranno più a casa e oltre 100 altre persone rimangono ferite con traumi e lesioni da calpestamento e schiacciamento, di cui 13 molto gravi.
Queste le prime terribili testimonianze dei sopravvissuti:
Stavamo ballando in attesa che cominciasse lo spettacolo di Sfera Ebbasta, quando abbiamo sentito un odore acre, siamo corsi verso una delle uscite di emergenza ma l’abbiamo trovata sbarrata, i buttafuori ci dicevano di rientrare…Uno è morto schiacciato sotto a tutti“.
Altri testimoni hanno invece raccontato: “Abbiamo sentito un odore acre e siamo scappati”.
Altri ancora hanno visto una figura incappucciata salire su un cubo per spruzzare lo spray sui presenti.
Secondo il pierre della Lanterna Azzurra, Lino Del Bianco, ci sarebbe una banda di stranieri che puntualmente deruba i ragazzini ai concerti:  “Sono quasi sicuro – dice all’Adnkronos – alle feste nei locali lo spray si vede sempre più spesso. Ci sono un sacco ragazzini che si lamentano di essere derubati o di aver perso degli oggetti, non pochi casi, tanta roba. Lo spray viene tirato fuori dalla banda quando qualcosa va storto”.
E pare sia una consuetudine:
“Io collaboro con tutte le discoteche della Bassa Romagna, lo spray c’è alle feste delle scuole, agli eventi dei più giovani, non a quelli degli adulti. Non può essere solo l’iniziativa di qualche sciocco ragazzino che non sa come divertirsi”.
Una banda di stranieri, dunque, l’ennesima?
“E’ un’ipotesi, ripeto, ma secondo me si tratta di stranieri e questa situazione si verifica da circa 1-2 anni in una percentuale del 10-20%. Spesso in pista, spesso nella calca, la banda si avvicina, e se scoperta tira fuori lo spray creando la confusione necessaria per avere il tempo per dileguarsi“.
Si, ma allora perchè nessuno è mai intervenuto per fermare, identificare e arrestare questa banda, stranieri o italiani che siano?
Anche perchè questo spray è già stato usato fin troppe volte, soprattutto al concerto di questo “cantante”: successe anche a Parma, dove però la sicurezza fece immediatamente il proprio lavoro e nessuno si fece male e un’altra volta a Senigallia e a Cuneo.
Poi è successo all’Alcatraz di Milano poco prima dell’esibizione di un altro di questi trapper/rapper, tale Achille Lauro, e poi durante un concerto di Ghali.
Com’è possibile che possa accadere questo? Che un qualsiasi imbecille possa scatenare il panico con una bomboletta spray senza che nessuno lo trovi?
Io non ho mai frequentato le discoteche, ma non ci sono le telecamere??? E la sicurezza che gira? O qualcuno risparmia sulla sicurezza alla faccia delle vite e della salute degli altri?
Adesso non rimane che scoprire i colpevoli: chi ha spruzzato lo spray, chi ha permesso la vendita oltre i numeri dei biglietti, chi ha fatto entrare più gente del dovuto, chi non ha vegliato sulla sicurezza, chi non ha aperto subito le porte, chi non ha fatto manutenzione, chi non ha mai denunciato l’eventuale banda di ladri….
Intanto cinque famiglie hanno perso ragazzi e una mamma, e l’Italia ha perso 6 giovani che sono il nostro futuro.
Quando chiediamo più sicurezza OVUNQUE non è perchè siamo fascisti e populisti, ma perchè non vogliamo MAI PIU’ leggere morti assurde come queste!
Le mie più sentite condoglianze alle famiglie e un abbraccio con l’augurio di pronta guarigione ai feriti.

 

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 9 commenti

Navigazione articolo

9 pensieri su “Una morte assurda

  1. togliete le 650 scorte folli a loschi personaggi della politica e mettetele a guardia dei cittadini che pagano !!! In galera subito chi ha venduto biglietti oltre la licenza !!

    Piace a 1 persona

  2. mitakuye oyasin

    le persone all’interno sembra fossero 1400 contro le quasi 900 di capienza. Il rapper stava cantando in un’altra discoteca e li non sarebbe mai andato. Sembra che i proprietari abbiano “inventato” l’evento per attirare il pubblico senza aspettarsi un coinvolgimento così ampio e sembra anche che lo spray spruzzato sia stato utilizzato proprio per “creare” un allontanamento di una parte di pubblico….. Ma per il momento non ci sono ancora conferme. Ma se così fosse altro che galera che ci vorrebbe
    Ciao sorellina

    Piace a 1 persona

  3. A quanto ho capito molte cose sono state smentite… sappiamo tutto è il contrario di tutto, e temo che molte cose come al solito resteranno in ombra. Di sicuro ai concerti del rapper c’erano stati dei precedenti, e di sicuro c’è molta /troppa) incoscienza nei giovani di pggi…

    Piace a 1 persona

  4. ROSARIO ZAPPALA'

    La causa è sempre degli stessi idioti criminali, cosa vogliamo scommettere?
    Inoltre aggiungiamo pure la complicità dei gestori dei locali per carente sicurezza
    e la libertà concessa a degli idioti, come quel fuck simile di cantante, di fare i fenomeni dicendo idiozie al limite dell’istigazione sessuale contro le donne, e di far presa sulle menti deboli di ragazzini non adeguatamente educati dai loro genitori.
    Ed ecco servita la tragedia.
    Non so cosa pensare Indy, ho tanta paura che non sia ancora finita e che possa andare ancora peggio di così.
    Un bacio*

    Piace a 1 persona

    • Non c’è limite al peggio! Comunque io a 11 anni all’una di notte ero a letto,non certo in una discoteca a sentire il delirio di un drogato di merda. Tutto questo permissimismo di alcuni genitori moderni é veramente assurdo! A casa mi non esiste proprio

      Mi piace

Rispondi a indianalakota Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: