Archivi del mese: giugno 2017

I soliti trinariciuti di m….

Devo dire che proprio non si smentiscono mai le vigliacche zecche rosse!
Poveri esseri inutili e ignoranti che hanno fatto della vigliaccheria e dell’ipocrisia la propria bandiera.
Questa volta i poveri deficienti se la prendono con una donna e mamma: Nina Moric.
La sua colpa? Rappresentare i mitici di Casa Pound.
La cosa non va giù ai poveri trinariciuti antifascisti di Reggio Emilia, città che non ha trovato di meglio da fare che mettere una statua di Lenin in piazza a Cavriago( su cui cagano giustamente ogni giorno quei fascisti dei piccioni e uccellini vari)! Perchè per questi poveri mentecatti la loro amata dittatura comunista è giusta, perchè sono dei poveri ignoranti che manderei a vivere davvero tra i comunisti: Cuba, Venezuela, Corea del Nord, Cina, Russia….Invece rimangono qui a prendersela con le donne!
Infatti le merdine rosse di Reggio Emilia antifascista hanno pensato bene di scrivere queste democratiche parole a Nina Moric, parole che esprimono molto bene quello che sono costoro.
Cara Nina Moric, ammettiamo con dolore che la tua adesione ad un movimento non pulito come Casa Pound è una delle cose che più ci preoccupa in questo periodo storico, il tuo numero di seguaci e la tua visibilità seppur ridotta mettono in serio pericolo quella democrazia che siamo pronti a difendere con le unghie e con i denti, a costo della nostra vita, non ti promettiamo vita facile, e neppure una morte indolore, se un giorno malauguratamente per te decidessi di passare da Reggio Emilia“.

Ci rendiamo conto??? Queste merde vigliacche minaciano di morte una donna solo perchè la pensa diversamente dal loro unico e schifoso pensiero!
Alla faccia dei femminicidi, della libertà di pensiero e di parola e della democrazia!
Democrazia? Forse qualcuno dovrebbe spiegare a questi poveri idioti che cosa è…..
Ma per loro esiste solo la democrazia rossa, cioè va bene tutto solo se sei uniformato al loro unico “pensiero”.
Casa Pound sarebbe poco pulito? Ricordo a queste zecche rosse che nei loro tanto amati centri sociali, di solito abusivi, si spaccia droga e in quello di Parma, ma non solo, si è anche compiuto uno stupro di gruppo!
Nel 2010 un  gruppo non precisato di valorosi trinariciuti antifascisti comunisti, infatti, dopo essersi drogati per bene ed avere anche bevuto, hanno pensato bene di drogare e violentare una ragazza appena maggiorenne nel centro sociale antifascista chiamato raf ( scritto volutamente minuscolo) di via Testi, a Parma, per festeggiare la “liberazione” dalle Camicie Nere del 12 Settmbre 1922, e di minacciarla  perchè non parlasse.
Quale miglior modo di festeggiare la cacciata dei fascisti dello stupro di una kompagna? Tanto per ricordare a tutti chi sono i rossi comunisti antifasisti.
La violenza è durata una notte intera!
E gli altri kompagni sono rimasti impassibili a guardare, incitare e filmare tutto l’orrore col telefonino per poi ricattare la povera vittima!
Questo il racconto della ragazza:
“Mi sono svegliata su un tavolo di legno, i vestiti buttati a terra, sul mio corpo i segni di quello che mi avevano fatto…”.
Per paura di ritorsioni la  cosa è venuta fuori molto tempo dopo, ben sei anni più tardi, ma….la verità viene sempre a galla, nonostante lo schifoso muro di omertà di sinistra che ha protetto i suoi stupratori coprendoli per anni.
Addirittura la vittima è stata definita “infame” dai suoi ex amici antifascisti dei centri sociali perchè si era rivolta alla polizia e denunciato lo stupro!
Nessun antifascista del raf ha mai voluto collaborare con le indagini.
La ragazza viene isolata, cacciata con violenza da quegli spazi autogestiti. Sì, perché secondo gli antifascisti la vittima sarebbe diventata pericolosa per il branco che l’ha ripetutamente stuprata e seviziata a turno su un tavolo sporco per una notte intera dopo averla stordita con droghe. Loro però, gli stupratori, continuano a frequentare cortei, manifestazioni, ridono, bevono birra, si drogano,escono con ragazze, mentre continua a girare il video in cui fanno sesso con una donna che sembra morta.
Pare  non si sarebbe mai saputo niente se ai carabinieri non fosse capitato tra le mani uno di questi video dello stupro in cui si vedeva bene la violenza perpetrata.
Inoltre tra il 2010 al 2013 erano stati tanti (e tante) i kompagni e le kompagne che avevano visto quel video, girato con un vecchio Nokia, e dove la vittima viene addirittura chiamata con un nomignolo che allude, e qui l’orrore è massimo, ad atti ancora più brutali durante la violenza.
Ma tutti avevano vigliaccamente taciuto, perchè così sono i trinariciuti di merda!
Hanno preferito difendere il loro sporco movimento che denunciare uno stupro.
E a nascondere bombe nelle librerie e nelle sedi di Casa Pound, perchè così fanno i vigliacchi senza palle che se la fanno nel pannolone al pensiero di un confronto diretto con chi consiederano un nemico ( poveri deficienti!). Per fortuna casa Pound è superiore e non ha mai risposto a questi merdosi attacchi, altrimenti avremmo una vera e propria guerra civile a Parma!
Adesso in quella sede del raf rimangono solo copie di giornaletti anarchici e qualche ricordo delle barricate antifascite, oltre a parecchio sudiciume, ma le zecche non sono sparite: si sono solo trasferite altrove a nascondersi come se nulla fosse accaduto, così per cercare di salvarsi la faccia ( come se questa feccia avesse una dignità).

Intanto Nina Moric si è anche sprecata a rispondere alle zecche:
Reggio Emilia non siete solo voi, per fortuna. Ripudio la violenza e sono pronta al dialogo in qualsiasi momento, ma vi informo che difficilmente vado in giro da sola, chi mi accompagna di solito ha le capacità e gli strumenti per farmi sentire sicuro“.

E gli antifascisti, cagandosi addosso come sempre al solo pensiero di trovarsi di fronte uomini forzuti invece di una donna sola, le hanno risposto:
Troia“.

Vorrei tanto sapere cosa ne pensa la “femminista” Boldrini e tutte quelle sinistre donnicciuole che tanto sbraitano accuse di maschilismo contro Trump e Berlusconi e chiunque non sia di sinistra! Cosa avete da dire ai vostri soci antifasisti di Reggio Emilia che tanto fanno i gradassi con una donna arrivando a minacciarla di morte????
Vigliacchi, nemici del Popolo e della Patria, pro invasione, ipocriti….
Reggiani antifascisti: chi è poco pulito? Casa Pound, che non ha mai fatto niente di illegale, o i vostri kompagni stupratori e quegli altri che li hanno coperti?
Prima ci liberiamo di certa feccia inutile e dannosa meglio è!

 

Risultati immagini per stupro in centro sociale a parma

Risultati immagini per comunisti di merda

Risultati immagini per stupro in centro sociale a parma

 

Risultati immagini per no centri  sociali

Risultati immagini per comunisti di merda

Categorie: Senza categoria | 2 commenti

Baciamo le mani

Come ormai sapete tutti io sono una fiera nazionalista e patriota che difende e ama la sua Nazione, la sua cultura, le sue tradizioni e la sua gente. Per questo ringrazio associazioni come Generazione Identitaria, Lega, Casa Pound, Forza Nuova, Fratelli d’Italia, e chiunque difenda la nostra cultura e identità nazionale, di esistere. Ma questa è un’altra storia. Ci sono cose per cui essere italiani fa davvero schifo!
A parte la solita vergognosa invasione favorita dalle solite ong, coop, Emergency ( non date soldi a costoro perchè finiscono per foraggiare questi traffici di clandestini!) e schifezze pro invasione varie che ci hanno portato in casa anche i terroristi islamici che ci stanno massacrando senza che nessuno muova un dito, altro motivo di schifo è la corte di cassazione e la sua imbarazzante sentenza nei confronti di uno dei più spietati assassini mafiosi d’Italia: Totò Riina, il capo dei capi di Cosa nostra.
Secondo la cassazione, infatti,  codesto boss mafioso, siccome è gravemnte malato ed ha raggiunto, lui sì, la veneranda età di 86  anni, meriterebbe una morte dignitosa, magari ai domiciliari in una delle sue ville, circondato dalla famiglia e dai picciotti ai quali può continuare meglio a impartire ordini.
Lui, che viene soprannominato La belva per la cattiveria e la mancanza totale di umanità nei suoi delitti, ora vorrebbe passare da vittima, intenerire i cuori dei poveri beobuonisti.
Fino a che punto può spingersi il pietoso buonismo di una nazione governata da calabraghisti????
Questo mostro ha un numero di omicidi incontabili sulla coscienza, sempre che l’abbia una coscienza, e una latitanza che si è fatta beffe dello stato per oltre 20 anni fino all’arresto, nel Gennaio 1993.
Ma anche dalla galera pare che continuasse a impartire ordini grazie alla complicità di qualcuno….
Inoltre Riina si trova proprio nel cacere della mia città, a Parma, nella sezione 41 bis dedicata proprio ai criminali più pericolosi, dove, oltretutto, riceve tutte le cure che gli sono necessarie in un centro clinico d’eccellenza a spese nostre, di tutti noi, anche di chi ha perso i suoi cari per mano sua!
Quanto si può essere stupidamente garantisiti nei confronti di un assassino che non ha mai avuto la minima pietà per nessuno?
Provate a pensare ai familiari delle vittime dei suoi omicidi efferati, delle persone che hanno subito il trauma e la violenza del sequestro, della prigionia, come quello subito da Giovanni Porcorosso, figlio dell’industriale Giacomo, dal figlio del costruttore Francesco Vassallo, del costruttore Luciano Cassina, ad esempio. Avete idea?
Rapiti da delinquenti, lontano da casa e dai propri affetti senza sapere se il giorno dopo sarebbero stati vivi o morti. Come successe a Luigi Corleo, sequestrato e poi ucciso.
E bisognerebbe dare una morte dignitosa a questo criminale???

“Mio padre una morte dignitosa non l’ha avuta, l’hanno ammazzato lasciando lui, la moglie e Domenico Russo in macchina senza neanche un lenzuolo per coprirli. Sto insegnando a mio nipote ad avere fiducia nella giustizia e nella legalità, lo porto sempre in mezzo ai carabinieri. Per quanto riguarda invece la fiducia nella giustizia, forse sto sbagliando tutto”-ha giustamente affermato incazzata, e penso anche molto disgustata da questa proposta della cassazione, Rita Dalla Chiesa, figlia del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa trucidato a colpi di kalashnikov per mano di Riina nel Settembre 1982 con la moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente Domenico Russo.
E a lei si sono uniti altri parenti di vittime della mafia, come il figlio di La Torre e l’Associazione dei familiari delle vittime di via Georgofili.
E miracolosamente sono d’accordo anche tutti i politici, dalla Lega al pd e mcs.
Unica voce fuori dal coro è Patrizio Gonnella, giurista del diritto italiano, nonchè editorialista del Manifesto, giornale ovviamente rosso trinariciuto e presidente dell’associazione Antignone che si occupa di carceri, diritti umani e tortura ( ovviamente mai riguardanti le vittime di chi sta giustamente in galera!),che ha affermato:
“Non possiamo che essere totalmente d’accordo con la Cassazione. Se non fosse così vorrebbe dire che per noi la pena è pura vendetta. Qualora mai un detenuto come Riina avesse l’opportunità di essere curato fuori dal carcere, sarà comunque cura delle forze dell’ordine fare in modo che ciò possa avvenire senza rischi: uno Stato forte e democratico non fa mai morire nessuno in carcere deliberatamente”.

Evidentemente abbiamo idee molto diverse sulla giustizia e sulla democrazia….

E’ colpa di Riina se lo stato italiano ha perso Uomini Veri come il magistrato Giovanni Falcone, massacrato nel 1997  a Capaci insieme alla moglie Francesca Morvillo e a tutti gli uomini della sua scorta: Antonio Montinaro, Vito Schifani, Rocco Dicillo), e il giudice Paolo Borsellino, straziato davanti alla casa della madre in via D’Amelio nel 1999 insieme alla sua scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli, Walter Cosina.
Oltre ai giudici Cesare Terranova, Giangiacomo Montaldo, Alberto Giacomelli, le vittime delle stragi di via dei Gergofili, Pizzolungo,in cui morirono i gemellini Salvatore e Giuseppe Asta di soli 6 anni con la loro mamma Barbara Rizo,viale Lazio, attentati a Milano, Roma…..
Non si contano più gli ergastoli che dovrebbe scontare La belva!
E qualcuno vorrebbe pure dargli una morte dignitosa a casuccia sua????
E’ questa la risposta della giustizia e dello stato italiano alla mafia???
Spero proprio di no!
Ovviamente il mio orgoglioso patriottismo italico è rivolto ben oltre questa gentaglia svenduta!

Risultati immagini per giovanni falcone

Risultati immagini per carlo alberto dalla chiesa

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie: Senza categoria | 23 commenti

Non siete stanchi di questi assassini?

Durante il ramadan i vigliacchi terroristi islamici si scatenano ancora, come ordinato dai loro padroni dell’isis: sempre a Londra, città simbolo della multiculturalità europea che ha addirittura un sindaco musulmano.
Ieri sera un gruppo di schifosi terroristi islamici, invece di pregare nel mese che per loro dovrebbe essere sacro, hanno travolto le persone che passeggiavano sul London Bridge, lanciando a tutta velocità un pulmino appena rubato e procedendo a zig zag per uccidere più innocenti possibile.
Non contenti, una volta scesi, mentre fuggivano come conigli come sono soliti fare, hanno acoltellato e sgozzando tutte le persone che si sono trovati davanti urlando ” Lo faciamo per Allah!”!
Per fortuna imn solo 8 minuti, dicono, è arrivata la polizia che ha provveduto ad abbattere quelle merde sub umane e a mandarle a bruciare all’inferno dove devono stare.
Purtroppo sono morte sette persone innocenti e disarmate, mentre parecchi sono i feriti.
Evidentemente anche in Inghilterra la multiculturalità ha fallito, come in tutto il resto del mondo! Da quando esiste il mondo si sono sempre difesi i confini della propria Nazione, mentre adesso ci stiamo facendo invadere da gente che poi non sappiamo dove mettere e e permettiamo a “culture religiose” che non hanno niente a che fare con la nostra storia e con il nostro stile di vita di intromettersi nelle nostre vite e permettersi anche di detter legge in casa nostra.
Chi dobbiamo ringraziare secondo voi per tutto questo? Ovviamente la sinistra di tutta Europa, quella italiana in primis soprattutto perchè sono le cooperative, ong varie e altre schifezze rosse che vanno a prendere i clandestini fin sulle coste libiche per poi specularci sopra! E sono i politici di sinistra che tanto li difendono e li lodano come risorse e ricchezza, come quella decerebrata della Boldrini, quella traditrice della Patria che ignora la Folgore alla parata militare del 2 Giugno, non indossa la coccarda, e si permette di affermare:
“Il concetto di Patria non ha nulla a che vedere con le ideologie nazionaliste. Il nazionalismo esclude, la Patria è inclusiva, il nazionalismo è aggressivo, la Patria è solidale, il nazionalismo costruisce muri, il patriottismo tende la mano agli altri”.
Dunque secondo questa fuori di testa essere “nazionalisti” è un male, un orrore da dimenticare. Nel suo stramplato discorso da tso la  ha ringraziato i ragazzi del servizio civile ignorando i nostri militari!
Lei che va blaterando che lo stile di vita degli immigrati deve diventare il nostro…..
Bene: allora da domani tutti in giro armati, come loro! Così almeno ci difendiamo.
Ci rendiamo conto che razza di gente stiamo mantenendo al governo con i nostri soldi???
Noi tutti sappiamo molto bene che tra i clandestini tanto amati da codesta nemica degli italiani s’infilatrano, oltre a criminali vari tra cui spacciatori, stupratori, ladri ecc., anche i terroristi!
Oltre a quelli che nascono qui, quelli che dovrebbero essere membri di famiglie integrate perchè accolte dal cuore buono e parecchio ingenuo degli italiani che hanno dato loro amicizia, casa e lavoro. Invece no! Li crescono nell’odio contro la gente che li ospita e li sfama!
Qualcuno di voi si ricorda quella merda di Dacia Valent, quell’eurodeputata mezza somala ovviamente deputata del partito comunista? Quella che scrisse un bel post dove insultava il popolo italiano che l’ha mantenuta con i propri soldi?
Se qualcuno non sa chi sia o l’ha repressa vada a leggersi su internet le sue offese alla nostra gente!
E, non da ultimo, accuso il papa, sempre più aperto agli altri, specie se musulmani! E gli eurpei tutti a porgere gentilmente l’altra guancia…..
Quanto altro sangue innocente devono versare questi bastardi prima che tutti si sveglino e capiscano che siamo in guerra e come in guerra ci dobbiamo comportare?
E che i musulmani che tanto si dicono moderati devono immediatamente scegliere da che parte schierarsi, e nettamente, altrimenti fuori da casa nostra!
Basta concedere i diritti a chi poi si prende tutto il braccio e vuole conquistare tutto il corpo dissanguandolo!
Basta col nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi per ostinarsi a non voler vedere la realtà!
Basta continuare a far finta di niente perchè tanto non è ancora successo a noi, non è ancora morto assassinato in nome di Allah nessuna persona che amiamo!
E’ ora di tirare fuori le palle, di tornare ad essere nazionalisti e patrioti e di difendere la nostra Terra, la nostra gente e la nostra cultura da chi li vorrebbe sottomettere e distruggere!E tra questi ci metto anche i traditori della Patria e nemici degli italiani come la Boldrini e tutti i trinariciuti pro invasione!
Chi porge l’altra guancia, chi fa finta di non vedere, chi tace è gia morto e sconfitto!
Intanto andatevi a leggere questo e ditemi se è una cosa normale!
http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/12403710/milano-inviato-libero-aggredito-islamici-fotografie-ramadam.html

Risultati immagini per patriota

Categorie: Senza categoria | 37 commenti

Lo sapevate?

Come tutti ormai saprete io credo nell’Antica Religione, quella che poi in seguito è stata chiamata Druidismo, ma ho studiato anche tutte le altre sia perchè sono una curiosona patologica sia perchè ritengo giusto conoscere il più possibile il mondo degli altri, oltre tutte le altre cose.
Ma giuro che questa non la sapevo proprio!
Mentre ero ancora in ospedale dopo il taglio cesareo, siccome proprio non riesco a dormirci, oltre a leggere libri di carta sono capitata su internet in  questo sito:
http://www.verginedegliultimitempi.com/ e mi sono inquietata un pochino…..
E’ un sito, pare, per cattolici praticanti: qualcuno di voi lo conosce o lo frequenta?
Si parla un po’ di tutto, dai santi alle parabole…..fino ai demoni, esorcisti e pratiche pericolose.
Allora sono andata proprio lì, per vedere, e scopro che, secondo i cattolici di questo sito, lo yoga, la meditazione e il reiki sarebbero pericolosi!
Ebbene, dopo una forte critica alla religione induista ( tra l’altro da che pulpito arrivano certe osservazioni sui guru!), chi scrive, penso sia almeno un sacerdote o uno storico, si lascia andare ad allarmanti pericolosità su certe pratiche.
Riporto il testo ( è un po’ lungo ma vale la pena leggerlo tutto):

K. Matrisciana dice: “Tentano di sfuggire alla sofferenza soffocando le emozioni e la compassione con la meditazione! Maharishj, guru di medi­tazione trascendentale, disse una volta che una persona affamata può diventare una persona affamata, ma felice praticando la meditazione tra­scendentale!”. Anziché dire simili idiozie, avrebbe fatto meglio il ricchis­simo guru Maharishj a dare almeno una parte delle sue immense ricchezze per sfamare tanti infelici dell’India! –
E su questo posso anche essere d’accordo, ma potrebbe farlo anche il papa e i vari scrannati di vaticano e opus dei che di ricchezze ne hanno molte più dei giri indiani, almeno credo.
Ma andiamo avanti….

Ben altra risposta, a parole e soprattutto con i fatti, ha dato Madre Teresa di Calcutta ad un giornalista che le chiese; “Cosa fate per prima cosa a queste persone?”. Lei rispose: “Per prima cosa facciamo loro cono­scere l’amore umano, che qualcuno veramente le ama e si occupa di loro, anche se queste persone spesso hanno solo poche ore di vita”. “E perché non gli parlate subito di Dio!’ ha domandato meravigliato il giornalista. E Madre Teresa, col suo indimenticabile sorriso, ha risposto: “Perché non si può parlare di Dio ad uno che sta morendo di fame!”. E anzichè farsi servire 6 volte al giorno, su piatti d’argento, come il guru Maharishj, ha servito lei e per tutta la vita i poveri ed i lebbrosi dell’India. E per conti­nuare la sua opera a servizio di questi infelici ha fondato le Suore della Carità che operano dovunque c’è la miseria umana. Ecco la differenza fra un guru ed una missionaria cristiana!

Pur non essendo cristiana ho sempre amato Madre Teresa per la sua bontà e il suo infinito altruismo, ma che dire degli altri  missionari? Quelli che hanno sterminato intere popolazioni di “pagani selvaggi” perchè non volevano sottomettersi al cristianesimo, che lavavano la bocca col sapone se osavano nominare il loro dio, quelli che  “ti aiuto solo se ti converti alla mia religione, che è l’unica giusta, altrimenti ti ammazzo ma per il tuo bene, per liberarti dal demonio”….  ( chiedere ai miei fratelli Lakota che ne hanno subite di tutti i tipi dai bravi e caritatevoli missionari cristiani)?
Ricordo che la religione cristiana ha copiato in tutto e per tutto la mia, dal battesimo alla resurrezione! E che noi Druidi siamo stati torturati e bruciati, considerati demoni o streghe, adoratori e servitori del demonio, abbiamo visto una religione sostituirsi prepotentemente alla nostra, sostituire le sue feste alle nostre, copiandole. Complimenti alla bontà cristiana!
Il guru si farà anche servire 6 volte al giorno su piatti d’argento, ma che dire delle vergonose ricchezze e strapoteri dei vari papi del passato? E dei celricali di adesso, con tenute, villoni d’epoca…..su cui non pagano una tassa? I guru avranno anche loro una banca come quella vaticana? Mah! Può darsi….I musulmani, ad esempio, ce l’hanno.
Ma andiamo avanti….

Le attività umanitarie sono ancora estranee all’Induismo per principio. Quando se ne trovano è per influsso diretto dei missionari cristiani. Basti confrontare anche aneddoti appartenenti alla tradizione orientale col Vangelo. Eccone uno: un indù aveva perso tutti e cinque i suoi figli e poi la moglie. E ogni volta che uno di loro moriva si recava dal maestro zen e diceva: “Ora come posso sopportare questo?”. Ed il maestro diceva: “Ricorda sempre che il mondo è rugiada (cioè apparenza); il sole sorge e la rugiada scompare. Non ti turbare, non farti coinvolgere dal dolore e dal lutto”.“Il mondo è rugiada!”, questa è la loro logica. Eppure l’essere umano non è soddisfatto né appagato, perché vuole una risposta più esauriente (ed umana) di questa. Confrontate questo episodio con Gesù che di fronte alla morte non era né distaccato, né impassibile, anzi era commosso e piange­va perché la morte è una cosa innaturale. Dio non aveva progettato il mondo così. Qualcosa è fuori posto. L’ottica cristiana vede il male e la morte così e li combatte. Ed è ciò che manca in Oriente.

La Morte fa parte della vita: è inevitabile! Non è innaturale, ma è un passaggio obbligatorio da una vita all’altra.
Ma adesso arriva il bello!

Tutti i guru insegnano la reincarnazione, una dottrina fondamentale per l’Induismo. Ghandi stesso diceva che la reincarnazione era un fardello troppo pesante da portare. Eppure ora essa è accolta con entusiasmo in Occidente, in una forma più sfumata, come parte di un miscuglio di indui­smo e buddismo zen, mascherato con termini psicanalitici .
O si crede nella reincarnazione o nella resurrezione. Non possono esse­re entrambe vere. Ci sono quelli che credono che Gesù fosse una reincar­nazione di Krisnha o di Budda o di qualche altro saggio del passato. Ma i Vangeli negano decisamente simili sciocchezze. Essi inoltre affermano che Gesù non si è reincarnato, ma è risorto e fece vedere ai discepoli i segni della crocifissione sul suo corpo ormai glorificato.
Nel mondo occidentale la reincarnazione è diventata una specie di capriccio. In India ed in tutta l’Asia la reincarnazione non è certo un capriccio: è una forma di punizione! Il solo fine della religiosità indù infat­ti è uscire dal cerchio della rinascita, è sfuggire da questo vivere e morire senza fine. Il mezzo per uscire da questo cerchio di sofferenze è lo yoga. Lo yoga risale al dio indù Shiva, chiamato “signore dello yoga”. Si trova in molti testi sacri indù ed è citato come principale mezzo per ottenere la salvezza. Fondamentalmente la parola YOGA significa “accoppiare, unire”. L’obiettivo degli indù è congiungersi con Brahma. Brahma è il con­cetto indù di Dio, il Tutto, l’Assoluto.
Lo yoga nelle sue molte forme occidentali è il cuore del movimento New Age, che ha adottato le dottrine e gli obiettivi di base dell’Induismo. Tutte le forme di yoga provengono dall’India e portano all’occulto, anche se molti europei non ne sono consapevoli.
Le tecniche di yoga includono esercizi di respirazione o di posizioni prana, chiamate “azanas”, l’annullamento della mente, lo sviluppo di forze psichiche, recitazioni di mantra (parole sacre) e la pratica deliberata di magia nera, nota come “tantra yoga”.

Eppure la chiesa non nega la reincarnazione! Ho ho studiato male io?

Molti occidentali si sono convertiti all’Induismo come conseguenza di una banale iscrizione ad un corso di yoga! Anche se ci sono molti tipi di yoga, il più diffuso in Occidente è inteso come ginnastica e viene chia­mato Hatha Yoga. Promette salute mentale e fisica, ma raramente se ne svelano le basi indù ed il vero scopo: quello di legarsi al dio indù Brahma!
J. Majperson, ex insegnante di yoga, racconta le sue esperienze dell’oc­culto nella sua autobiografia: “Nel mantra yoga si ripete continuamente una parola, una frase o un nome di un dèmone. Ci viene sempre detto che è un suono senza significato e non ha nulla a che vedere con le divinità indù. Ma ogni volta che si invoca il dio indù, ripetendo quel mantra ( = parola sacra ), tale dio indù (che poi in realtà è un demonio!) diventa sem­pre più forte dentro di noi!”.
Nel mantra yoga il canto da recitare si compone di 108 mantra e si canta 16 volte al giorno. Ci vogliono due ore al giorno, ed è il minimo che il guru chiede. Spesso se ne parla come di una tecnica di ipnosi o di lavaggio del cervello, perché ogni volta che si ha un problema, ci si ritira nella (falsa) sicurezza del canto, invece di analizzare a fondo il problema. La tanto pub­blicizzata visita dei BEATLES alla comunità del guru Maharishj in India negli anni `60, persuase le migliaia dei loro fans che il cosiddetto yoga scientifico era un mezzo ancora più efficace delle droghe, per raggiungere la piena coscienza.
L’attività di Maharishj è la commercializzazione del suo tipo di yoga che è inteso a sviluppare poteri psichici come la levitazione. Questi corsi, come molti programmi dei guru, costano migliaia di dollari. Rob che vi ha partecipato dice: “In queste sedute l’ambiente è molto strano. La gente parla lingue strane, grida; è come un manicomio, è roba da pazzi!”.

Sinceramente io non ho mai sentito gridare nessuno ai corsi di yoga! Si urla solo nelle Arti Marziali per liberare l’energia durante il colpo.

La nota esperta in Induismo K. Matrisciana coscienziosamente ci avver­te: “Sono stati pubblicati brillanti servizi giornalistici che dànno credibilità ai guru ed alle loro tecniche pseudo-psicologiche, ma trascurano di citare le migliaia di casi di collassi mentali e nervosi, di follia, di suicidi, per­cosse, omicidi che si verificano nei centri dei guru in tutto il mondo. È allarmante rendersi conto che queste pericolose tecniche di illuminazione sono incluse in psicoterapie, in corsi “fai-da-te”. E sono perfino accettate nelle Chiese, nei seminari delle principali correnti cattoliche e protestanti”.
……………

Uno degli yoga la cui pratica è oggi maggiormente diffusa in Occidente è il Tantra, proposto seducentemente quale mezzo esotico per accrescere le proprie esperienze sessuali. Come tutti gli yoga serve a indurre la posses­sione da parte degli spiriti indù in chi lo pratica, così da spezzare la cate­na delle reincarnazioni. Nel Tantra gli adepti avanzati si dànno a compor­tamenti degenerati, dal sacrificio umano alle perversioni sessuali, passan­do dalla stregoneria.
J. Michaelsen, ex maestra di yoga, afferma: “Il Tantra yoga è l’espres­sione estrema dell’Induismo. Se si vuole si tratta della cosiddetta magia nera e magia bianca, grazie alle quali viene sviluppato lo shakti, l’energia della kundalini. I poteri psichici che l’accompagnano sono alla loro mas­sima espressione. E l’individuo, a seconda delle sue preferenze personali, può incanalare questa forza verso la magia nera, il che include il diritto a meditare davanti a teste recise – in India teste umane! – il diritto di man­giare pezzi di carne e parti di cadaveri non consumate dalla cremazione! Ed altre pratiche, pratiche orribili… Oppure possono convogliarla in quel­lo che chiamano magia bianca, per cui questa forza viene usata per guari­re. Tuttavia Anton La Vey, fondatore della Chiesa di Satana negli USA, ha detto esplicitamente che credere alla magia bianca è pura illusione. Non esiste la magia bianca. La fonte di qualsiasi magia risiede nella forza psi­chica occulta e non ha niente a che vedere con Dio”.

Malgrado lo yoga venga presentato in Occidente in maniera accattivan­te ed innocua, il suo pericoloso occultismo di fondo rimane sempre lo stes­so. Il suo nòcciolo è la speranza di immortalità, il suo proposito ultimo sta nel sogno di scoprire la propria divinità interiore, di “diventare Cristo”, come dicono i suoi cultori. Benché essi asseriscano che lo yoga è solo fisi­co e non religioso, esso è davvero l’essenza della spiritualità induista.

A me lo hanno insegnato diversamente……

In Occidente questo nuovo yoga e la mitologia indù viene proposta in maniera demitizzata, che ora conosciamo col termine New Age. Secondo il movimento New Age è iniziata l’epoca dell’uomo illuminato, l’epoca del superuomo. Dio sta perdendo importanza. L’uomo è l’unica cosa che conti. L’uomo si salva grazie al suo potere, grazie allo sviluppo delle facoltà mentali. Dice un’ex seguace: “Guardandomi indietro, ciò che ora mi sem­bra spaventoso è che stavo sperimentando di essere Dio, e in quanto Dio, potevo organizzare completamente e come volevo la mia vita”.

Mai e poi mai mi è passato per la mente di far perdere importanza alla mia Dea!

L’americano F. Hunt, uno dei maggiori esperti della New Age, spiega che l’Induismo si basa sulle stesse idee che – come dice la Bibbia – il Serpente espose ad Eva nel paradiso terrestre. Questo studioso ci dice: “Gli yogi ( = i maestri di yoga) insegnano le stesse menzogne con le quali il Serpente nella Bibbia ingannò Eva, dicendole: Diventerete come Dio! Per gli yogi, infatti, gli esseri umani possono diventare dèi.

A me non lo hanno mai detto!

Che dire? Si tratta o di una incredibile coincidenza oppure di una ine­quivocabile presenza di Satana nel misticismo orientale. Nella Bibbia infatti il Serpente che ingannò Adamo ed Eva con la folle illusione che potevano diventare come Dio è il Maligno. Ebbene, la forza fondamentale dell’Induismo è simboleggiata dal serpente che l’Induismo glorifica e adora! In India Shiva è conosciuto come il dio della distruzione, si aggira nei luoghi di cremazione, indossa una collana di teschi umani ed ha ser­penti fra i capelli. Il suo potere è oggetto di venerazione. I testi indù descri­vono questo potere come “l’ardente serpente interiore”, chiamato kunda­lini.

Per la mia Religione il Serpente è simbolo di conoscenza e di eternità: per questo il cristianesimo lo ha messo come simbolo del male! Come il Dio Cernunnos trasformato in Satana!

Lo yoga kundalini è il centro di tutti gli yoga. Anche le scuole di yoga che si dichiarano di essere puramente tecniche, come la scuola hata yoga, sono in fondo kundalini yoga. Esse risvegliano negli individui la kunda­lini, cioè la forza del serpente! Essi non parlano però della kundalini, parlano di energia, spiegando che ciò non significa altro che diventare più sani e più belli.
In realtà, il serpente è conosciuto come energia e forza, ed è adorato come simbolo di saggezza e di immortalità in ogni religione e cultura. Solo nella Bibbia il serpente è identificato con l’Ingannatore, il Nemico nume­ro uno di Dio e dell’uomo. Non a caso si stanno sottilmente rimuovendo dalla nostra cultura cristiana l’antico timore e la paura del serpente. Perfino nelle scuole viene insegnato ai bambini ad accettare il serpente attraverso alcune posizioni yoga, come quelle del cobra.

Forse perchè abituano i cristiani ad avere paura della conoscenza perchè più conosci meno ti fai mettere sotto? Ditemi voi…..

Secondo la dottrina yoga, risvegliando la forza del serpente nell’essere umano, incanalandola nella colonna vertebrale e facendola risalire attra­verso un certo numero di chakras (punti specifici del corpo) si entra nel divino, si diventa sovrumani, si ottengono poteri soprannaturali. In realtà le persone che si sono fatte aprire sul proprio corpo questi chakras, hanno poi dovuto ricorrere da un sacerdote esorcista, perché era proprio attraver­so queste “aperture” che il Maligno rientrava continuamente. E solo dopo parecchi e prolungati esorcismi (e invocando il Sangue divino di Gesù!) è stato possibile “chiudere” i chakras ed arrivare così alla definitiva libera­zione. Attenti, perciò, perché certe imprudenze si pagano care!

Mai sentito di nessuna possessione passata per i chakras!

Inoltre gli esercizi di respirazione yoga sono concepiti per insegnare ad assorbire il prana, l’energia vitale del cosmo, ad incanalarla nei chakras, i canali psichici, e quindi a risvegliare la forza dello shakti (la forza della kundalini) ed ottenere così quei poteri psichici che sono una parte così inte­grante e prevalente dello yoga.

Vi sono molti pericoli nelle tecniche di respirazione yoga. Perfino gli scrittori ed i sostenitori di questi esercizi yoga sono solleciti nell’avvertire che queste cose non solo scatenano disturbi emozionali e mentali che hanno portato in cliniche psichiatriche persone per il resto della loro vita; ma riconoscono anche che questi esercizi possono aprire l’anima, la mente e l’intera persona alla possessione da parte di forze demoniache! I seguaci stessi dei guru si sono visti costretti a creare una rete di emergen­za di 4500 medici e psichiatri per curare coloro che hanno avuto questi gravi problemi col misticismo orientale.
Il significato del vero yoga sta nell’eliminare gradualmente la relazione tra la propria anima ed il mondo fisico e non è permessa la presenza di pen­sieri nella mente. Molte persone non se ne rendono conto, ma è estrema­mente pericoloso entrare in uno stato di meditazione nel quale la mente viene praticamente svuotata; ciò che in ultima analisi è lo scopo della meditazione yoga. Non è poi vero che lo yoga insegna a respirare nel miglior modo possibile. Lo yoga insegna a ridurre la respirazione al mini­mo, per arrivare a fermarla. Si devono anche fermare tutti i movimenti del corpo, tutti i movimenti dei muscoli e dei nervi, e ridurre il corpo a com­pleta immobilità. È certo che si possono praticare alcuni degli esercizi di hata yoga come una specie di ginnastica, ma fondamentalmente non si tratta di una ginnastica.
Questo modo di proporre lo yoga condiziona sistematicamente la men­talità occidentale ad accettare una visione neopagana del mondo.
Combinata al pensiero della New Age, pretende di offrire maggiore inte­grità, altruismo e libertà, e afferma di essere proprio l’alternativa alla visio­ne ristretta del Cristianesimo! Lo yoga è veramente entrato a far parte della nostra società. Viene proposto dovunque quale tecnica di rilassamento per eliminare lo stress e diventare più rilassati, più in forma, più belli. L’egocentrico mondo del fascino pubblicizza la meditazione yoga e le tec­niche di visualizzazione per avere un corpo, una mente, uno spirito più sani e belli.
La spiritualità è di moda, ma in un senso antibiblico. Anche il rilassa­mento è diventato una ricerca spirituale attraverso messaggi olistici (= cioè per una guarigione di spirito, corpo e mente) ed altre tecniche new age. La maggior parte delle duemila associazioni cristiane dei giovani d’America YMCA offrono lezioni di yoga e quasi due terzi delle Università e dei Colleges includono nei loro programmi nozioni yoga.
………

Nel campo della medicina si stanno abbracciando varie credenze new age che dalle controverse basi scientifiche, quali l’agopuntura, che sostie­ne di influenzare la forza della kundalini con degli aghi, ed il bio-feed back che fa uso di apparecchi di controllo per allenare le persone a con­trollare funzioni abitualmente involontarie, come la pressione sanguigna. La documentazione della clinica Menninger sul bio-feed back lo definisce yoga dell’Occidente. Esso provoca lo stesso stato di coscienza e gli stessi risultati dello yoga. Questo yoga elettronico è stato reintrodotto dagli psi­cologi dello sport perfino nelle Olimpiadi.

E dopo arrivano anche le critiche al reiki, all’agopuntura e addirittura al vegetarianesimo!!!!

Allora, la Magia Bianca esiste ed è una delle pratiche della mia Religione e quindi non permetto a nessun cialtrone di parlare a vanvera su questo!
Inoltre io  pratico sia meditazione che yoga, oltre alle Arti Marziali, da anni, adesso da sola senza più bisogno del maestro, e specialmente in gravidanza, ma anche nello sport, specie prima di una gara, mi hanno fatto benissimo, e mai e poi mai mi è barlumato per la mente di cambiare la mia Religione! Per me, infatti, sono solamente esercizi per rilassare la mente e il corpo, e arrivare oltre. Ma non diventerò mai induista! E nessun maestro ha mai cercato di farmici diventare! E non ho mai visto nè collassi, nè crisi psichiche nè altro descritto qui, ma forse dipenderà dai tipi di insegnamenti e dai maestri.
Io so solo che mi ha migliorato molto la respirazione, la calma interiore, l’unione con la mia anima e il Tutto che ci circonda.
Ho praticato anche con gli sciamani Lakota e mi è arrivato solo bene!
Avendo avuto diversi gravi incidenti, in cui per ben 4 volte ho rischiato anche di morire, curo i traumi rimasti con l’agopuntura, l’omeopatia, l’erboristeria e altri rimedi naturali ( i medici mi continuavano a proporre cure a base di morfina per il dolore!), e vi assicuro che nessun demone si è mai impossessato di me, anche perchè scapperebbe lui.
Ho praticato anche il bio-feed back, sono stata una delle prime a sperimentarlo a Parma e a riuscire ( non riesce a tutti), e ne ho tratto grandi benefici per le mie durissime contratture e irrigidimenti involontari dei muscoli dovute ai traumi che mi provocano dolorosissimi dolori in tutto il corpo, specie alla testa, al torace e al collo ( ho diverse vertebre spostate nel collo, non vi dico che dolori cervicali sopporto). Posso dire che funziona alla grande: una volta imparato con l’aiuto degli strumenti che ti avvisano non appena ti contrai, si riesce ad avere il più totale controllo su tutto il nostro corpo grazie alla nostra mente. E non vi dico la soddisfazione!  S’impara a dominare tutto, dal dolore fisico alle paure mentali, ansia ecc. di cui per fortuna non soffro.
E senza prendere dannose medicine, alcune delle quali danno anche dipendenza!
Ma io non sono cristiana e magari per me è diverso, quindi chiedo a voi, se qualcuno è credente e praticante cristiano e/o cattolico: le avevate mai sentite queste cose che scrivono sul quel sito? Secondo voi hanno senso? Ditemi voi! Ovviamente hanno facoltà di commento anche tutti gli altri, come sempre.

Risultati immagini per simboli magia celtica

Risultati immagini per simboli magia celtica

Risultati immagini per meditazione

Risultati immagini per spiritualità nativi americani

Categorie: Senza categoria | 17 commenti

Imparassero da lei!

E mi riferisco a tutti quei trinariciuti sfigati e vigliacchi che se ne vanno in giro a distruggere città e compiere vandalismi, ovviamente sempre a volto coperto. Perchè il vigliacco non si fa mai vedere in faccia!
Imparassero da lei, Ayşe Deniz Karacagil, chiamata “la ragazza col cappuccio rosso”, o ” con la sciarpa rossa”, visto che è per questa che è stata arrestata e considerata dissidente,un’attivista di sinistra, una delle rarissime persone di sinistra con coraggio da vendere!
Ayse era una bella ragazza poco più che ventenne proveniente da Antalya, Turchia.
L’avevano arrestata durante le proteste di Gezi Park, in Turchia, contro la dittatura di Erdogan e la costruzione di un centro commerciale al posto del parco, nel 2014, e condannata a 103 anni di carcere.
Ma lei era riuscita a scappare sulle montagne e a unirsi alle milizie curde nella guerra contro l’isis.
Si era unita allo Ypj, la divisione femminile delle milizie curde, in quel momento impegnata nella liberazione di Raqqua, quella che il sedicente stato islamico considera come propria capitale, e della regione autonoma di Rojava.
E’ morta combattendo contro i vigliacchi, contro i terroristi e gli estremisti islamici e tutto quello che rappresentano.
Questo è avere coraggio e credere davvero in qualcosa!
Mica tirare sassi, fumogeni e altro contro le Forza dell’Ordine  o contro chi non la pensa come te!
Ayse credeva in qualcosa, aveva degli ideali ed è morta per difenderli, per liberare il mondo dagli estremisti islamici ( cosa che i kompagnucci e trinariciuti vari nostrani, che il coraggio manco sanno dove sta di casa, si guardano bene dal fare: non condannano nemmeno i crimini e i massacri dei terroristi islamici!).
Non ci sono dettagli nè notizie ufficiali sulla sua morte, ma pare che sia stata uccisa martedì mattina presso il confine tra Siria e Turchia.
Il fumettista italiano Michele Rech, in arte Zerocalcare, che l’aveva ritratta in “Kobane Calling” (volume dedicato dedicato alla liberazione della città curda prima presa dal’isis e poi liberata) ha voluto ricordarla così:
“Aveva scelto di andare in montagna unirsi al movimento di liberazione curdo invece di trascorrere il resto della sua vita in galera o in fuga. Da lì poi è andata a combattere contro Daesh in Siria e questa settimana è caduta in combattimento”.

Si fa tanto parlare di combattere il terrorismo islamico, ma questi continuano a minacciare e a uccidere: lei ha fatto veramente qualcosa di concreto combattendo in prima persona e  dando la propria vita per liberare il suo paese e il mondo da questi sadici codardi!
Onore a Lei!
E a tutti quei volontari che da tutto il mondo, in parecchi anche dall’Italia,si sono uniti al popolo curdo per combattere l’isis.

 

 

Risultati immagini per Ayşe Deniz Karacagil

Categorie: Senza categoria | 54 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.