Diritto alla vita

Oggi morirà il piccolo Charlie.
Anzi, sarà ucciso da mani “umane”, dai medici che hanno deciso per lui e che gli staccheranno i macchinari che lo tengono in vita contro il voleer dei genitori.
Credo che tutti abbiate sentito parlare di Charle Gard, un bambino inglese di soli 10 mesi affetto da una rara malattia degenerativa, ne esistono solo 16 casi al mondo, la sindrome di deperimento mitocondriale, che provoca il progressivo e inesorabile indebolimento dei muscoli,  definita incurabile.
Ma come, ci si chiede, si va su Marte, si esplorano mondi sconosciuti nello spazio, si costruiscono macchine e cellulari sempre più sofisticati, ci sono perfino robot interattivi che operano al posto dell’uomo in parecchi campi, quello medico compreso, e non si riesce ancora a curare le malattie rare?
Si, evidentemente perchè non ci si guadagna sopra abbastanza….
Così un bambino come Charlie è costretto a vivere attacato a delle macchine, in stato vegetativo, per poter respirare e nutrirsi e quindi vivere.
Secondo i medici dell’ospedale di Londra in cui è ricoverato non ci sono alcune speranze di miglioramento nè di lunga vita.Per questo hanno deciso la sua sentenza di morte.
I genitori, ovviamente, si sono opposti fin da subito con tutte le loro forze, lottando per il diritto alla vita del figlio e rivolgendosi alla Corte europea per i diritti dell’uomo.
Anche perchè nel frattempo era giunta dall’America la notizia di una nuova cura sperimentale che avrebbe potuto migliorare le condizioni di vita di Charlie.
Ma non c’è stato niente da fare! Dopo una lunga battaglia legale e umana i medici del Great Ormond Street Hospital di Londra sono stati autorizzati dalla Corte europea per i diritti dell’uomo a uccidere di fatto il piccolo Charlie! Contro il parere dei genitori. Senza dargli nemmeno la speranza della cura americana.
Perchè???
Io sono favorevole all’eutanasia per persone consapevoli che ne abbiano già espresso volontà in vita cosciente, ma un neonato…..
Devono essere i genitori, non un tribunale o un ospedale a decidere!
Solo un genitore può sapeer cosa sente il suo bambino perchè il legame con chi ti mette al mondo è indissolubile e talmente stretto e intimo che chi è esterno non può capire.
Io so cosa stanno provando o pensando i miei figli senza che aprano bocca e anche se sono distante e non li vedo.
Stessa cosa capitava con mia mamma: quando mi capitò un brutto incidente lei se lo era sentito  e stava già andando in ospedale prima che l’avvertissero. Perchè io stavo soffrendo, forse morendo, e il mio pensiero è andato subito a lei.
C’è un legame telepatico che unisce genitori e figli: se la mamma e il papà del piccolo Charlie non volevano staccarlo dai macchinari avranno avuto i loro buoni motivi! Non sono certo capricci i loro: nessun genitore vorrebbe mai vedere il proprio figlio soffrire e gli staccherebbe di persona la spina se non ci fossero altre alternative se non la sofferenza e la morte.
Evidentemente non era questo il caso. La cura sperimentale si poteva provare! Si deve tentare di tutto pur di salvare una vita!
Invece no, ci sono medici arroganti, disumani  e presuntuosi che ritengono di avere solo loro l’unica conoscenza esatta.
Così a questo piccolo angelo è stata negata l’unica speranza di un miglioramento con il viaggio in America e la vita stessa.
Io non permetterei mai a degli estranei di decidere per la mia vita o per quella dei miei cari! Non è proprio possibile!
“Noi e soprattutto Charlie siamo stati terribilmente abbandonati lungo tutto il processo” – hanno detto i genitori, ringraziando, invece, tutti coloro che hanno dato sostegno, anche economico tramite una colletta, alla loro causa.
Strano che cristiani vari e soprattutto il papocchio non abbiano mosso un dito!
Eppure stanno sempre lì a sbraitare sui diritti di tutti.
Forse la colpa di Charlie è di essere bianco e inglese! Non vorrei dire, ma spesso a pensar male……
Oggi Connie Yates e Chris Gard stringeranno per l’ultima volta le piccole manine del loro bambino.
Perchè un ospedale e un tribunale estranei alla sua vita hanno deciso che deve morire, alla faccia del tanto decantato diritto alla vita, diritto che spetta a tutti, e alle cure.
E dicono di averlo fatto “per il suo bene, per evitargli altre sofferenze”.
E se fosse migliorato con le cure americane? Magari no, ma perchè non permettergli di tentare?
L’hanno condannato a morte e non gli hanno nemmeno permesso di morire a casa sua, come supplicato dai genitori come gesto di umanità, nella culla che i gli avevano preparato per lui con tanto amore.
Evidentemente questi medici di umano non hanno niente e non posseggono nemmeno una coscienza che gli permette di avere quella compassione che dovrebbe albergare in ogni essere dotato di anima.
La tomba del piccolo Charlie sarà quel freddo letto di un ospedale che l’ha voluto uccidere.
Che mondo di merda!

Risultati immagini per morte del piccolo charlie

Risultati immagini per morte del piccolo charlie

Annunci
Categorie: Senza categoria | 19 commenti

Navigazione articolo

19 pensieri su “Diritto alla vita

  1. ormai ci hanno tolto pure la speranza.

    Liked by 1 persona

  2. Tesoro, mi trovi unita alla tua indignazione, al tuo dolore…
    Se i genitori volevano sperare e provare ogni cosa, sarebbero dovuti essere ascoltati… forse sarebbe stato il primo bimbo a guarire o migliorare o comunque a sopravvivere…
    non ho parole
    un abbraccio ❤

    Liked by 2 people

  3. Povero cucciolo

    Liked by 1 persona

  4. Perché non avete dato ai genitori la possibilità di provare ????. Questa non è eutanasia, questa è un’esecuzione. Possiate essere dannati per sempre. Bestie immonde
    Tutti a decantare i diritti dei diversi…
    Adesso che ci sarebbe un bambino reo solo di essere diverso lo si lascia morire.
    Claudia

    Liked by 1 persona

    • Esatto! É stato un omicidio vero e proprio! Una speranza l’avrebbe avuta. Mi chiedo se sarebbe stato ucciso lostesso se fosse stato un “profugo” o uno di quei bambini stranieri che emigra per poter essere curato. Sai che casino! Si sarebbe allora mosso non solo il papocchio,ma tutti gli ipocriti sinister europei! Invece era solo un bambino bianco inglese:perché dargli speranze? E i genitori avrebbero pagato anche il viaggio di tasca propria!

      Mi piace

  5. ROSARIO ZAPPALA'

    Accadono cose strane in questo nostro mondo:
    Negare la morte a chi la chiede disperatamente e finire sotto processo per questo e dare la morte a chi lotta per sopravvivere.
    E allora mi chiedo: è davvero questo il mondo in cui voglio vivere?
    O tutto sta andando in rovina.
    Buon fine settimana Indy 🙂

    Liked by 1 persona

    • Infatti è assurdo! Va tutto al rovescio. Che poi debbano essere altri a decidere per noi e per i nostri cari lo trovo parecchio ingiusto e disturbante. La vita è la nostra,nostra soltanto. Buon weekend 😘

      Mi piace

  6. SIAMO OLTRE LA FOLLIA !!! Un omicidio in piena regola, modello nazista contro la volontà di chi eventualmente avrebbe potuto decidere per lui. UN ORRENDO PRECEDENTE per il quale non ho sentito condanne se non dalla Meloni , bergoglione ha detto parole assolutamente incomprensibili… gesuitiche !!

    Liked by 1 persona

    • Ucciso perché malato! Il papocchio oltretutto ha scritto su twitter,non ha parlato mica dal vivo come fa per gli immigrati o quando vuole far politica. Un vero schifo!

      Mi piace

  7. Che tristezza!!! Hai ragione quando dici che le malattie rare non danno lucro alle potenti case farmaceutiche.

    Liked by 1 persona

    • Altrimenti le curerebbero subito! Hai idea di quanto investano in esperimenti pseudo scientifici tipo creare ibridi insetti/piante,animali misti come il gorilla /leone o il maiale/uomo? Esperimenti terribili che generano creature mostruose innocenti che dopo essere state studiate vengono uccise. L’uomo è l’unico mostro!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: