Sangue innocente

Non si può continuare il clima di festa senza pensare alle persone innocenti che sono state uccise  l’altro giorno dall’ennesimo vigliacco senz’anima a Berlino mentre passeggiavano tranquillamente per i mercatini di Natale. E alle loro famiglie che non hanno più niente da festeggiare.
Ma chi sono questi bastardi terroristi islamici che ci odiano talmente tanto che sono pronti a morire pur di ucciderci? Ecco un esempio di uno di questi mostri senza palle nè anima ( parte del testo è riportato da Il Giornale):

Padre incita le figlie a farsi esplodere per Allah.

“Vuoi ucciderli nelle fiamme? “ chiede una sottospecie di genitore alle sue bambine in un filmato amatoriale girato in una stanza in penombra.
L’essere spregevole ha la solita lunga barbaccia nera e una mitragliatrice tra le gambe, disarmati non hanno i coglioni nemmeno per girare un video, ed è seduto con le sue due disgraziate figlie, che indossano un burka. Alle loro spalle la bandiera nera dell’isis, tanto per far capire di chi si tratta.
La tv satellitare Al Arabiya sostiene che il padre sia Abu Nimr, un ex membro del Fronte al Nusra originario della Ghouta, regione alle porte di Damasco.
Inizia la terribile sequenza di domande alle due povere piccole visibilmente impaurite e sottomesse a quel sub umano:
“Dove agiremo oggi?” chiede in arabo il “padre” a una delle bambine, che avrà si e no 8 anni.
Lei con il volto triste e tono intimidito gli risponde:
“A Damasco”.
“Non hai paura?” la incalza.
“No” risponde la bimba con un filo di voce.
“Questa non è un’azione da uomini? – continua lo spregevole essere- Lo facciamo perché gli uomini sono scappati sugli autobus (un riferimento all’evacuazione diAleppo, ndr). Tu vuoi consegnarti, così gli infedeli ti stuprano e ti uccidono?”.
“No” risponde la bimba sempre più intimidita.
“Vuoi ucciderli tu nelle fiamme?” la incalza ancora il mostro.
“Sì”.
“Perché la nostra religione è una religione di orgoglio, non è così?”, dice ancora il bastardo e la bimba gli risponde di nuovo di sì.
Quindi si rivolge alla seconda bambina, più piccola della prima:
“Tu, figlia mia Islam, agirai con noi oggi? Non hai paura di loro?”.
“No” risponde.
“No – aggiunge il mostro – perché stai andando con Allah. Non è così, grazie a Allah?”.
Quindi l’uomo incita le due bambine a ripetere con lui “Allahu Akbar”, “Allah è grande” in lingua araba, lo slogan usato dagli estremisti prima di compiere attentati. Le due bambine, con un sorriso triste, lo assecondano.
Il riferimento all’evacuazione di Aleppo e a un’azione terroristica a Damasco fanno pensare che una delle due bambine potrebbe essere realmente quella usata come jihadista a Damasco il 16 dicembre scorso. Secondo il resoconto del quotidiano filo governativo al Watan, la piccola è entrata in un ufficio della polizia con aria spaesata, ha chiesto di poter andare in bagno, quando all’improvviso si è fatta saltare in aria. Lo scoppio ha ferito tre agenti.
Bambini innocenti usati come armi di distruzione di massa.
Anime candide plagiate al male.
Vi rendete conto contro chi abbiamo a che fare? Non deve esistere pietà, non deve esistere buonismo per chi uccide innocenti e invita al suicidio altrettanti piccoli innocenti.
Vanno fermati immediatamente, senza scuse e senza paure da vigliacchi.
Altrimenti non ci sarà mai più pace e festa per nessuno.

Annunci
Categorie: Senza categoria | 20 commenti

Navigazione articolo

20 pensieri su “Sangue innocente

  1. Ci vuole una azione congiunta da parte di USA e RUS con il placet dell’ONU.
    Ti dico che forse (ripeto: forse) con Trump USA e RUS andranno maggiormente d’accordo.

    Liked by 1 persona

  2. che vadano fermati è fuor di dubbio il problema è come….

    Liked by 1 persona

    • Innanzitutto con azioni congiunte di tutti i paesi civili e poi dovrebbero collaborare in primis quei musulmani che prendono le distanze dai terroristi:scovarli nelle moschee e nei loro ambienti,fare nomi. Finora non mi pare collaborino un granché,visto come sono stati protetti i terroristi in Francia

      Liked by 1 persona

    • Altroché se sta sbagliando! E non è l’unica:credi che in Italia sia diverso? L’ultimo attentatore,quello di Berlino,si era radicalizzato qui da noi. Quindi via tutte le moschee abusive,regole inflessibili per le regolari,come l’uso esclusivo dell’Italiano e controlli a tappeto. E se qualcuno si lamenta fuori dalle palle!

      Liked by 1 persona

      • non ci sono pericoli per noi…possibile non l’abbiate capito? credi che un al-fano ministro degli interni, un inetto , avrebbe potuto fermare anche un moscerino dell’isis? quanto alle moscheee, se c’è libertà di culto, e c’è, perché l’ITALIA E’ UNO STATO LAICO , non si possono toccare:libertà di culto, ricordi? ogni lingua è permessa,scherziamo? Ben altri sono i problemi

        Liked by 1 persona

    • Secondo me i pericoli ci sono eccome,e salteranno fuori quando non gli faremo più comodo come autostrada per l’Europa. I terroristi sono TUTTI islamici:non si possono trattare come le altre religioni,visto che in parecchie moschee predicano odio contro di noi ed è lí che si radicalizzano i terroristi

      Liked by 1 persona

    • mitakuye oyasin

      rispedendoli tutti a casa. ognuno a casa propria. idem vale per gli euro americani. Devono smetterla di manipolare masse e governi stranieri per i propri interessi (vedi il petrolio)

      Liked by 2 people

      • Magari!!!

        Mi piace

      • no, non è così semplice c’è chi ha davvero bisogno , le vittime di guerre volute dall’occidente vanno aiutate. sia chiaro, questo è il mio pensiero, chi la pensa diversamebte meglio si accomodi altrove, soprattutto se non ha un blog

        Mi piace

      • scusami parlavo del MIo blog, qui non sono in casa mia, ma il mio pensiero è questo.

        Liked by 1 persona

      • Si,ma bisogna distinguere bene chi scappa dalle guerre dagli altri. Parecchi terroristi,si è scoperto,s’infiltra o tra i profughi. Per questo io penso si debbano chiudere le frontiere e aiutare i veti profughi in paesi vicini ai loro non toccati dalla guerra. Anche perché a guerra finita dovranno pur tornare a casa a ricostruire,come abbiamo fatto noi italiani e noi tutti europei

        Mi piace

      • Il mio fratellone qui é come a casa sua,può scrivere quello che vuole. Come tutti del resto

        Mi piace

  3. Che altro aggiungere? Il terrore sta scuotendo l’Europa e purtroppo bastano pochi disgraziati per fare danni così…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: