Ingiustizie italiche

Succede a Roma.
Sono mesi che Casa Pound sta combattendo una battaglia per due famiglie italiane, che rappresentano tutti noi, in difficoltà: una con padre con invalidità e figlio disabile, l’altra è una famiglia mononucleare di una signora anziana con problemi di salute.
Quello che si chiedeva all’amministrazione romana e a Virginia Raggi era di trovare una sistemazione alternativa e dignitosa per le due famiglie, che, dalla disperazione, avevano occupato abusivamente una palazzina richiedendo di continuo di essere messi in regola. Secondo voi qualcuno ascolta gli italiani che chiedono aiuto? A parte Casa Pound, se non sei un immigrato non ti ascolta nessuno! Questa è l’amara ma cruda verità.
Quindi è stato proposto per la prima famiglia di mandare madre e figlio disabile in casa famiglia, il padre alla Caritas, i cani in canile, cioè lo smembramento totale del nucleo familiare. Per la signora anziana, malata di diabete, era stato trovato posto in un campeggio isolato abitato solo da Rom.  Alla notizia si è sentita male ed è stata ricoverata in ospedale per scompenso cardiaco.
Ovvio che le famiglie abbiano rifiutato l’orribile soluzione dello schifoso governo!
La Raggi, d’altro canto, ha sempre rifiutato ogni proposta d’incontro richiesta per poter trovare insieme una soluzione che non smembrasse le famiglie ( i cani in canile lo trovo di una crudeltà assoluta, quanto separare il marito bisognoso di cure da moglie e figlio!)
Allora per loro è arrivato lo sgombero, che stranamente per le case occupate dagli stranieri e dai comunistelli dei centri sociali avviene assai di rado, praticamente mai! Idem per i campi nomadi.
Ma siamo in Italia, dove il governo è nemico degli italiani e amico degli stranieri.
A combattere al fianco di queste famiglie per evitare lo sgombero c’erano solo i grandissimi ragazzi di Casa Pound, sempre presenti quando ci sono italiani in difficoltà, terremoti, sfratti ingiusti o alluvioni che siano.
Non si può dire altrettanto degli agenti dello Spe della municipale che ha diretto lo sgombero sotto la guida del comandante Antonio di Maggio. Caro signore, e se ci fose stata sua madre in quelle condizioni l’avrebbe fatta sgomberare e mandata in una casa famiglia o vicino a un campo rom? Dica la verità.
Fatto sta che i ragazzi di Casa Pound e le famiglie hanno resistito fino alla fine, fino a quando, dopo tre ore di resistenza e tafferugli, sono state arrestate ben 16 persone, tra cui il vicepresidente di Casa Pound Simone Di Stefano, e lo sgombero è stato concluso.
Una famiglia smembrata, con mamma e figlio disabile da una parte e il papà invalido dall’altra, i cani rinchiusi al canile ( immaginate quanto soffrono senza la loro famiglia), una signore anziana per ora all’ospedale per il duro colpo subito!
Membri di Casa Pound sono ora in presidio sotto il Campidoglio per chiedere un incontro al sindaco Virginia Raggi, che però da quel’orecchio lì proprio non ci vuol sentire! Sono Italiani? L’Europa non sgancia 35 €. al giorno per mantenerli, quindi si arrangino e chissenefrega! Peccato che gli italiani, anche quelli dimenticati, votino….
Io mi unisco a Casa Pound per mandare messaggi di protesta sulla bacheca facebook di Virginia Raggi qui: https://www.facebook.com/virginia.raggi.m5sroma/?fref=ts

Potete scrivere un messaggio personale o semplicemente incollare il testo o link del post informativo di CasaPound sulla questione che trovate qui:
https://www.facebook.com/casapounditalia/photos/a.194332327841.127257.193902102841/10154105296232842/?type=3&theater

E’ importante che ci attiviamo tutti riempendo la bacheca del sindaco Raggi perché si decida finalmente ad intervenire.
Che siate di Destra o di sinistra queste famiglie di italiani siamo noi: non si può continuare a tacere mentre veniamo trattati come spazzatura da politici arroganti, incapaci e disonesti.
E basta con questa in giustizia che colpisce solo i ragazzi di Destra: tempo fa l’assalto, sempre degli idioti nullafacenti dei centri sociali, delle librerie di Casa Pound, e  solo l’altro giorno delle merde dei centri sociali hanno minacciato una ragazza di Casa Pound a Napoli con dei coltelli, ferendola anche, intimandole di non andare più all’università! Ovvioo che la notizia sia passata nel più totale silenzio….Aggrediti e minacciati perchè di è di Destra! E poi gli imbecilli vanno in giro a parlare di discriminazioni e democrazia!
Urge la giustizia. Quella vera che vale per tutti!

Grazie ancora Casa Pound!

Risultati immagini per casa pound

Risultati immagini per casa pound

Risultati immagini per casa pound

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 7 commenti

Navigazione articolo

7 pensieri su “Ingiustizie italiche

  1. se è davvero così siamo alla follia…e tutto in nome di voti e qui il discorso si fa davvero difficile

    Liked by 1 persona

    • É proprio così,e non è l’unico caso per gli italiani purtroppo! Altro che follia:prima la casa era un bene intoccabile che rimaneva tuo per sempre. Adesso ti tolgono il lavoro,non riesci più a pagare le troppe salate tasse e lo stato ti ruba di fatto la casa per cui hai fatto una vita di sacrifici. Lo stato o la banca. Questo governo di merda é da eliminare al più presto!

      Liked by 1 persona

  2. Incredibile. A queste povere famiglie non arriva alcun sussidio?
    Il bello (anzi: brutto) è che queste situaizoni ormai sono ovunque, la povertà dilaga ovunque, coinvolgendo famiglie di ogni città. Basta che ci siano casi di monoreddito, e che si perda il lavoro…

    Liked by 1 persona

  3. ROSARIO

    Ma come sono zelanti a far sgombrare i nostri Italiani, contro stranieri e zingani o occupatanti abusivi (quasi sempre stranieri) non arrivano mai gli sgombri, perché?
    La sensazione che questi ipocriti buonisti di merda che ci governano pensino di trarne un vantaggio elettorale è sempre più confermata.
    I ragazzi di casa pound sono stati gli unici che hanno avuto un’iniziativa davvero lodevole, ma che vuoi fare? loro sono fascisti e gli altri nobili komunisti.
    Le persone si giudicano da quello che fanno non dalle vuote chiacchere.
    Ciao Indy

    Liked by 1 persona

    • La legge è uguale per tutti…se sei un kompagno che difende parassiti vari! Se sei dalla parte giusta, dei deboli e indifesi veri, fai paura, cercano di isolarti, di chiamarti razzista, fascista ecc. Boia chi molla Ross! Per fortuna che non siamo tutti dei deficienti

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: