Diritto a come curarsi

In questi giorni c’è un acceso dibattito sulle cure alternative contro il cancro: due donne sono morte per aver rifiutato la chemio.
La prima a Padova: una ragazza di 18 anni affetta da leucemia è morta dopo che i genitori avevano scelto, su sua esplicita richiesta nei mesi scorsi, di rifiutare la cura con la chemioterapia in quanto seguaci della filosofia del medico tedesco Ryke Geerd Hamer, che considera ogni malattia come reazione dell’organismo a presunti traumi non risolti. Per questo gli era stata tolta la patria podestà sulla figlia.
La ragazza, allora minorenne, chiese ai genitori di non farle fare la chemio e loro l’hanno accontentata. Adesso è morta:ma chi ci garantisce che con la chemio sarebbe guarita?
Secondo il padre: “A ucciderla sono stati lo stress e i giudici. Dopo le cure che avevamo fatto era tornata in perfetta salute, non aveva alcun valore alterato. Lo dimostrano le carte di cui siamo in possesso”.
Oggi si legge la notizia che anche una giovane mamma di 34 anni è morta per essersi curata con le erbe al posto che con la chemioterapia.
«Il suo – spiega il dottor Domenico Samorani, responsabile della Chirurgia del seno all’ospedale di Santarcangelo – era un tumore per il quale la possibilità di guarigione era del 93-95% a cinque anni dall’intervento, a patto che facesse la chemio. Ma lei ha rifiutato fin dall’inizio. E’ tornata in reparto tre mesi fa perchè stava male: abbiamo fatto gli accertamenti, ma le metastasi erano in tutto il corpo. Le ho riproposto la chemioterapia, avevamo ancora qualche possibilità di fermarle ma lei ha continuato a rifiutare».
«I casi di persone che rifiutano le cure tradizionali per affidarsi a strane persone e a pericolose teorie di guarigione sono in aumento – aggiunge lo specialista – Sono almeno dieci le donne che in questi ultimi tre anni hanno rifiutato radio e chemio pur essendo ammalate di tumore: sono tutte morte».
Io conosco persone guarite grazie alla cura Di Bella, non più presentte, chissà perchè, in Italia. E quelli incurabili che sono morti se ne sono andati stando in piedi fino all’ultimo giorno, non in un letto ridotti come larve dalla chemio.
Quindi chemio si o chemio no? Spero di non dovermi mai trovare a fare questa scelta!
I miei genitori sono entrambi morti di cancro: mia mamma ha fatto la chemio, ha sofferto tantissimo e poi è morta lostesso. In un letto, stando male. Mio padre l’ha rifiutata ed è campato più tempo ( aveva un tipo di tumore diverso) ed è morto praticamente in piedi fino all’ultimo giorno.
C’è chi afferma che la chemioterapia spesso uccida prima del tumore stesso.
Personalmente non vorrei mai morire ridotta a larva in un letto d’ospedale vomitando per gli effetti della chemio fino all’ultimo giorno.
Quindi a chi dare la colpa per queste morti? Chi ci garantisce che se avessero fatto la chemio sarebbero sopravvissute? Io comunque darei la colpa a questo mondo di merda che avvelena i nostri corpi facendogli sviluppare cellule tumorali e alle multinazionali che ci speculano sopra. E anche alla medicina occidentale che ,a differenza di quella orientale, cura i sintomi e non le cause! Hai il mal di pancia? Non gli interessa perchè la pancia duolga, le cause vere del male,ma il darti un farmaco che tolga il male. Così rifarà male un’altra volta e così si vendono più farmaci.
Ribadisco che il corpo è il nostro e siamo noi e solo noi a doveri decidere come e se curarlo. Non possono imporci di curarci come vogliono loro: siamo liberi di vivere o di morire come vogliamo. Almeno che ci rimanga questa libertà!

Risultati immagini per chemioterapia

Risultati immagini per chemioterapia

Risultati immagini per chemioterapia

Annunci
Categorie: Senza categoria | 24 commenti

Navigazione articolo

24 pensieri su “Diritto a come curarsi

  1. sono d’accordo 😔

    Liked by 1 persona

  2. concordo anche se spesso l’ignoranza e fissazioni fanno cadaveri inutili….

    Liked by 1 persona

  3. assolutamente d’accordo sulla libertà di scelta….

    Liked by 1 persona

  4. La conclusione del post mi è piaciuta tantissimo! Bel post davvero, regala spunti di riflessione importanti, grazie!

    Liked by 1 persona

  5. Il dibattito è molto delicato, come forse ricordi anch’io con mia madre ho spesso parlato delle sue cure, di chemio e dintorni.
    La chemio non è una sola, ce ne solo di vario tipo, e gli studi ne stanno approntando tipologie sempre nuove e percentualmente più efficaci.
    Ovvio che si parla sempre e solo di percentuali, ma se i numeri dicono 90-95%, e se sono veri, la scelta potrebbe (o dovrebbe) essere di conseguenza.
    Secondo me, almeno.

    Liked by 1 persona

  6. Seguo il mondo della Naturopatia dal 1984 …. ho visto la medicina ufficiale salvare il 90% dei miei amici/cari/conoscenti da malattie cosiddette incurabili… il 100% dei miei amici che hanno voluto rinunciare alla medicina ufficiale sono tutti morti prematuramente…. anche per una banale malaria … ho letto libri con tanto di testimonianze di persone guarite con la medicina alternativa… persone che reputavano di essere guarite… ma che dopo pochi anni sono decedute… ma i libri hanno continuato a circolare con quelle testimonianze come se fossero reali… ho dedotto allora che più che affidarmi a giornali, blog, ecc. dovremmo affidarci alle reali statistiche di guarigione … con la medicina alternativa c’è molto fumo …. e nessuno che presenti cartelle cliniche dimostrative …. si dice di quel tale che… quel tizio che… ma al momento in cui si richiede documentazione cade il silenzio…. Oggi si curano molti tumori al seno e alla prostata senza l’uso della chemio, perché dove si può evitare, si evita… la scienza ha fatto progressi enormi…. l’età media di un maschio è oggi di 75 anni e quella della donna di 86 …. non certo grazie alle erbette… Ogni giorno negli ospedali di tutto il mondo si salvano milioni di vite umane … ma questo non viene detto … fa notizia il caso di malasanità eccezionale… Un caro saluto da uno che sarebbe già deceduto cinque anni or sono… se avesse seguito l’esempio dei propri amici fissati con i rimedi naturali… Questi ultimi, a mio avviso, vanno benissimo per i malesseri psicosomatici non gravi… ❤

    Liked by 1 persona

    • Ti ringrazio molto per la tua testimonianza. Il mio discorso non era su quale rimedio funzioni di più, ma sul diritto che abbiamo di poter scegliere come curarci, vivere o morire. Per il resto so che la medicina ha fatto passi da giganti, per fprtuna, anche se i casi di malasanità si moltiplicano, purtroppo. Mi fa molto piacere la tua guarigione: è sempre bello leggere di qualcuno che torna alla vita

      Liked by 1 persona

      • Grazie a Te… sai qual è il problema secondo me? Non siamo liberi di scegliere se non siamo veramente informati a 360 gradi… vivo in questo campo da più di trent’anni e mi arrabbio io stesso contro la mia categoria di naturopati perché demonizzano la medicina ufficiale senza avere studiato a fondo… Quando leggo che in oriente si cura in un modo migliore sorrido… ho fatto 25 viaggi in India… ho studiato presso Lama Tibetani … ci invidiano il nostro progresso e le nostre medicine… in Cina, fino a che si curavano solo con la medicina tradizionale cinese la vita media era di 30 anni … Siamo sette miliardi e mezzo di abitanti…. viviamo a lungo… la scienza non è onnipotente… si vive più a lungo… quindi ci si ammala di più… mentre prima si moriva in fretta… senza rimanere malati a lungo…. a chi vogliamo dare la colpa? Alla malasanità? Quando faccio volontariato in India non immagini quanto vorrei avere la nostra sanità italiana per quella povera gente… Ma mi fermo qui… non vorrei sembrar polemico…. rattristato sì… perché non vivendo più come vissero i nostri nonni… non sappiamo quanto di meglio abbiamo tra le mani…. Un caro saluto di Cuore… natyan

        Liked by 1 persona

      • Hai ragione da vendere: siamo troppo poco informati su tutto, malattie e cure! Delle cure orientali a me pice l’idea di curare la causa e non il sintomo. Conosco cinesi che si cuano solo ed esclusivamente con le loro medicine, delle nostre non vogliono sentir parlare.Ma l’importante è poter scegliere consapevolmente. Un abbraccio:-)

        Liked by 1 persona

      • Come giustamente hai scritto nel Tuo articolo … dovremmo curare molto la prevenzione … le cause e non i sintomi? … Sarebbe bello… se avessimo certezze su tutte le cause … spesso si danno per verità assolute delle semplici e banalissimi ipotesi o superstizioni … si fanno passare per vere cause che sono solo elucubrazioni psichedeliche di qualche santone di turno … in quanto ai cinesi che si curano senza la medicina ufficiale … certo… finché non hanno un tumore o la leucemia… il Dalai Lama per il suo cancro allo stomaco ha fatto ricorso alla scienza allopatica… Tiziano Terzani spiega molto bene, nel suo “Un altro giro di Giostra” i molti luoghi comuni della medicina tradizionale … Al pronto soccorso del San Raffaele di Milano è pieno di cinesi…. tutti i giorni … non saranno certo due cinesi nostalgici dell’antico ad ammazzare le malattie incurabili… certo… esiste un abuso di farmaci… e dovremmo limitarci almeno su quei sintomi superabili anche se l’uso della medicina… ma oggi si sono passati i limiti della sanità mentale e si crede di poter curare un cancro con le noci di cocco o con il bicarbonato … Esiste una malainformazione a cascata che sta portando tante persone fare scelte inconsapevoli… perdonami se ho scritto ancora… di solito passo oltre… mi dico spesso: Lascia stare natyan, tanto ottiene solo l’effetto contrario… ma ho fatto volontariato anche presso i malati di AIDS in fase terminale, ai malati di cancro al colon, allo stomaco e al seno per ben sette anni presso associazioni di medici naturisti… NON NE HO VISTO GUARIRE UNO … tutti morti dopo aver abbandonato la medicina ufficiale convinti che le pratiche alternative facessero miracoli… troppo grande è il mio dolore… avrei voluto salvarli tutti ma mi è stato impossibile aprire loro gli occhi… leggendo il tuo articolo mi sono detto… metti almeno una pulce nell’orecchio di questa signora… poi allontanati… lascia stare… tacita la tua coscienza facendo il tuo sforzo… e così ho fatto… non ti disturberò oltre… Ti auguro tutto il bene del mondo…. natyan

        Liked by 1 persona

      • Io non critico la medicina ufficiale, ma la possibilità di scegliere: non puoi imporre una cura a qualcuno. Bisogna spiegare i pro e i contro. Invece spesso i medici trattano i pazienti come se fossero dei cretini che non capiscono, invece dovrebbero spiegargli per bene tutto, dalla malattia alla cura. Ti ringrazio ancora per la tua preziosa testimonianza, un abbraccio

        Liked by 1 persona

      • Errore gravissimo dei medici non dare pazienti spiegazioni. Su RaiScuola (canale 146) c’è la possibilità di aggiornarsi e ricevere spiegazioni dettagliate. Se le cose le spiegassero come fa il Dott. Bnenedetti, per esempio, sull’Effetto Placebo/Nocebo ci sarebbero molti meno malintesi. Di Cuore: http://www.raiscuola.rai.it/articoli/effeto-placebo-e-nocebo/25206/default.aspx

        Liked by 1 persona

    • É uno dei programmi che seguo più volentieri 😊

      Liked by 1 persona

  7. Parole Sante! 😉

    Liked by 1 persona

  8. p.s. Nell’ultimo commento ho fatto la cavolata di non rileggermi prima di inviare… chiedo scusa… la tastiera ha fatto un po’ quel che ha voluto lei … sono certo che riuscirai ad interpretare nel modo giusto gli strafalcioni di battitura e le omissioni… purtroppo non ho trovato il tasto modifica per poter correggere…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: