Diritto di satira?

Quando c’è stato l’attentato al giornale satirico francese Charlie Hebdo da parte di terroristi islamici io, ovviamente, condannai l’atto ma non scrissi la nota frase Je suis Charlie. Perchè io quel giornaletto non l’ho mai approvato: non si tocca quello che le persone hanno nel cuore, e la religione per qulcuno, me compresa, fa parte del proprio cuore, del proprio essere e della propria vita.
Stavolta si sono superati: hanno ridicolizzato i morti del nostro terremoto del 24 Agosto.
Vittime innocenti italiane ridotte a cibo, prodotto in cui non ci hanno mai superati ( e gli brucia): un terremotato coperto di sangue diventa un piatto di “penne al pomodoro”; una donna, col volto tumefatto diventa invece “penne gratinate”. E, visto che non c’è mai limite al peggio,i morti sotto le macerie diventano “lasagne”.
Tutto è lecito in un paese libero, ma fino a che punto può spingersi la satira?
E’ davvero un diritto quello di poter ridicolizzare i morti innocenti?
Dopo l’attentato in cui sono morti loro avevano molta meno voglia di scherzare! Solo lacrime, giustamente, per le vittime dei terroristi islamici della rivista.
Tutti li abbiamo rispettati, nessuno ci ha riso sopra.
Allora perchè i nostri morti devono essere dileggiati da costoro?
Perchè i  parenti delle vittime, con il cuore in pezzi, devono vedere anche questa schifezza e questa totale mancnaza di rispetto?
Viste le numerose critiche piovutegli addosso il giornaletto Charlie Hebdo ha provato, con un’altra pietosa vignetta, a dire che la colpa non è mica la sua che pubblica vignette oscene, ma della mafia che ci costruisce le case.
Sarà anche vero in tantissimi casi: purtroppo la mafia la fece fuori solo il Duce. Caduto lui ha ripreso bellamente la sua opera terribile ai danni di tutti.
L’Italia è uno dei paesi più corrotti del mondo e c’è la mafia a comandare in troppi settori.
Questo dà diritto a dei francesi di poter prendersi gioco dei nostri morti?
Io direi proprio di no!
Anche perchè anche in Francia c’è mafia e corruzione, anche se meno che qui.
Nessuno sano di mente ha riso quando sono morti loro: che abbiano lo stesso rispetto per il dolore degli altri.
Non esiste satira che abbia il diritto di calpestare i sentimenti degli altri.

Je ne suis pas Charlie!

 

 

Risultati immagini per vignetta di charlie hebdo sul terremoto

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 24 commenti

Navigazione articolo

24 pensieri su “Diritto di satira?

  1. ognuno partorisce quel che puo’….. anche il nulla….

    Liked by 3 people

  2. Perchè scrivi “se meno che qui”???
    E chi lo dice che han meno mafia o camorra, Hollande?
    Caz..o!
    Io seguo un principio:”La mia libertà finisce dove inizia la tua” e questi qui non meritano alcuna libertà: sano solo insultare…
    Stavolta siamo della stessa opinione, Indiana

    Liked by 3 people

  3. Errata corrige
    “sanno”

    Liked by 1 persona

  4. C’è un limite a tutto,la vera satira non è prendere in giro un Paese dove ci sono stati dei morti. Noi quando loro hanno subìto gli attentati siamo stati solidali e veniamo ripagati così?! non ho parole…

    Liked by 1 persona

  5. Pingback: Reblog “satirico” | Pensieri di una lupa solitaria

  6. Ti sei espressa benissimo nel post.a me piace la satira,ma no in caso di tragedie.sotto sotto i francesi non dimenticano le guerre d’indipendenza contro di noi.a cibo e vino li battiamo.dovrebbero chiedere scusa.

    Liked by 1 persona

  7. orso bruno

    hai scritto bene sorellina, e ha ragione Marzia, i diritti di ognuno finiscono dove iniziano quelli di un altro. Tutto va bene ma nel rispetto del prossimo. Gli islamici hanno scelto la strada sbagliata per rivendicare un’offesa subita (e per questo dovrebbero fare la stessa fine) ma questo giornaletto da quattro soldi ha rotto i cosidetti…. Ieri ho sentito un’intervista ad una giornalista francese: ha detto che la notizia l’ha appresa da amici italiani perché in Francia nessuno legge quel giornale, che nulla insegna e nulla dice. Un giornale che conta circa 10000 abbonati i quali hanno sottoscritto l’abbonamento solo per solidarietà ai morti dell’attacco terroristico. Per il resto è spazzatura.
    un abbraccio

    Liked by 1 persona

  8. Rosario

    Bisognerebbe ricordare a quei poveri giornalisti ignoranti che la maggior parte delle case crollate erano nei centri storici e la loro costruzione non è stata fatta dalla mafia (che ancora non esisteva). Ci sono stati edifici recenti crollati (pochissimi) che più che costruiti dalla mafia sono stati restaurati da imprenditori disonesti (come mi sembra non manchino neanche in Francia)… forse se i musulmani si sono incazzati con questi piccoli galletti, qualche ragione ce l’avevano pure… non sono mai stato Charlie Hebdo perché il loro modo di far ridere (gli ebeti) non mi è mai piaciuto, e ciò che continuano a scrivere conforta ancora di più le mie convinzioni.

    Liked by 1 persona

  9. Non c’è paragone tra questa loro efferatezza e la notizia che ti riporto e che vede danneggiati alcuni francesi, ma te la lascio lo stesso..
    http://www.lastampa.it/2016/09/04/italia/cronache/costa-concordia-rabbia-dei-naufraghi-francesi-spariti-denaro-e-gioielli-dalle-cassaforti-ajrVggYbj1L3W9M0Ad6t9N/pagina.html

    Liked by 1 persona

    • Non è detto che i ladri siano italiani però, anche se parecchia feccia l’abbiamo anche noi. Purtroppo quando capitano tregedie come terremoti, naufragi o simili ci sono sempre dei bastardi senza scrupoli pronti ad approfittarsene

      Mi piace

  10. Bellissimo post, condivido.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: