Déjà vu

Chi non ne ha mai avuto almeno uno nel corso della propria vita? Quella sensazione un po’ strana di aver già vissuto un particolare momento o di essere già stati in un determinato luogo.Arriva all’improvviso e ci stupisce ogni volta, spesso inquieta, lasciandoci col dubbio di un fenomeno paranormale o di reincarnazione.
Secondo i numerosi scienziati che si sono dati da fare per spiegare questo fenomeno l’ipotesi più accreditata era, fino ad oggi, che si trattasse di un falso ricordo, un inganno dei nostri neuroni.
Per i nuovi studi, invece, sarebbe un segnale che il nostro cervello sta facendo un controllo della memoria per verificare che non nasconda degli errori. Lo hanno chiamato ” antivirus neurologico”.
Queste nuove teorie sono state tratte dal team dell’università scozzese di Akira O’ Connor, St. Andrews e presentate il mese scorso alla Conferenza internazionale sulla memoria di Budpest, in Ungheria, e ripreso dal ‘New Scientist’ effettuando esperimenti su 21 volontari sottoposti alla risonanza magnetica funzionale.
Hanno rilevato che quando si ha un déjà vu  non si accendono le aree cerebrali associate alla memoria, per esempio l’ippocampo,come supposto in passato,ma le regioni frontali coinvolte nei processi decisionali.
Secondo O’Connor e e il suo team durante il déjà vu si attivano queste aree perché il cervello sta passando in rassegna i propri ricordi e invierebbe un segnale spia per indicare che ha trovato un errore: una sorta di conflitto fra ciò che abbiamo realmente vissuto e quello che invece pensiamo soltanto di aver già sperimentato.
Se questi risultati venissero confermati vorrebbe dire che il sistema della nostra memoria sta lavorando bene e ci eviterebbe d’incappare in falsi ricordi perchè il déjà vu è  un segnale che tutto va a gonfie vele nella nostra testa.
Ovviamente invecchiando la memoria si riduce e i ricordi sono più confusi.
I ricercatori ci tengono tuttavia a puntualizzare che chi non ha mai avuto un déjà vu potrebbe avere la memoria funzionante talmente bene da non aver bisogno della pulizia degli errori.
E voi ne avete mai avuto uno?
Questi saranno anche studi scientifici a cui,da scienziata anch’io ( la mia seconda laurea è in Scienze Naturali), dovrei dare retta: ma per me i déjà vu rimarranno sempre un ricordo vero di un momento già vissuto.
Ne ho avuti di troppi veri e verificati per ricondurli a soli ricordi sbagliati. Perchè dovrei sbagliare proprio quei ricordi e perchè ce li ho talmente limpidi da  poterli poi verificare ( e sono sempre stati autentici)?

Annunci
Categorie: Senza categoria | 21 commenti

Navigazione articolo

21 pensieri su “Déjà vu

  1. Sì, mi capita abbastanza di frequente, ma associo il deja vu alla riproduzione di un sogno. Si tratta, comunque, di brevissimi fotogrammi nel mio caso.

    Liked by 1 persona

    • Davvero interessante:quindi per te è un po’ come rivedere un sogno? Che magari hai fatto davvero

      Mi piace

      • Sì, esattamente così. Episodi che vivo qualche volta li ho sognati magari anni prima; sono solo flash perché la memoria, la mia memoria, ricorda solo un’immagine o una situazione. L’ultimo episodio pochi giorni fa, quando, in attesa del verde pedonale, in una città che non è la mia ricevo una telefonata da mio padre e sono vestito come in un sogno di chissà quanto tempo fa; riprovo le stesse sensazioni, ascolto le stesse parole con l’unica differenza che, mentre cammino, sono cosciente (almeno così credo di essere) ☺

        Liked by 1 persona

      • Avevo risposto ma non credo che il mio reply sia andato a buon fine. Riassumo: sì, per me è rivivere scene già vissute nei sogni. L’ultimo episodio è di qualche giorno fa, quando, parlando al telefono con mio padre e attraversando la strada, ho rivisto una scena già vissuta in un sogno di anni fa , compresa la piazza di una città nella quale non ero mai stato.

        Liked by 1 persona

    • Un po’ come capita anche a me:a volte faccio anche sogni premonitori

      Mi piace

    • A me intrigano parecchio questi racconti

      Mi piace

      • Anche a me. Sinceramente non credo siano premonitori, almeno nel mio caso. Secondo me, sono suggestioni, semplici immagini incoscienti che escono fuori per chissà quale motivo. Comunque, faccio esperienze di questo genere praticamente fin da ragazzino; potrei raccontare veramente tante di situazioni del genere.

        Liked by 1 persona

  2. CriticaComunista

    Mi è capitato una volta (lo ricordo molto bene) ed ho rivisto un sogno che a volte faccio. Solo che nel sogno so di essere io (cioè in prima persona) ma in quel dejà-vu, era come se fossi uno spettatore di me stesso o della mia vita…roba da trip!

    Ciao 😀

    Liked by 1 persona

  3. mai avuto un dejà vu…io penso che se capita…siano solo frammenti di sogni che spesso si trasformano in realtà…

    Liked by 2 people

  4. si mi è capitato di trovarmi in posti a me nuovi e aver la sensazione di conoscerli già,di averli già visti…forse c’è una buona parte di spiegazione in quello che dice emcquadro

    Liked by 1 persona

  5. Rosario

    Successo anche a me, le orecchie ronzavano, mi vedevo dall’esterno mentre dicevo le parole che già sapevo di aver detto. Sensazione davvero strana.
    E lunedì si torna al lavoro anche se non ne ho proprio voglia.
    Buona settimana a te Indy 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: