Ostara

Questa notte noi festeggiamo Ostara, o Oestara, Eostre,
Alban Eiler, Luce della Terra,ovvero la Festa dell’Equinozio di Primavera.
Durante l’Equinozio di Primavera il giorno e la notte sono in perfetto
equilibrio, con la stessa durata di ore di luce e di tenebra.
In questo periodo la Terra si risveglia, le energie si riequilibrano
e nuova vita emerge con una nuova e rinvigorita forza vitale: gli animali
escono dal letargo invernale e si preparano all’accoppiamento, gli
altri cambiano il caldo pelo invernale con quello nuovo primaverile,
le piante cominciano a mostrare i primi teneri germogli fioriti mentre nei prati diversi fiori, come bucaneve, margherite,crochi, narcisi, aprono le loro
corolle al Sole. Alberi come il mandorlo sono già in fiore.
I bozzoli si schiudono e si cominciano a vedere volare delicate farfalle.
Sugli steli d’erba si posano graziosissime coccinelle, mentre le api,
risvegliatesi anche loro dal lungo sonno invernale,cominciano a darsi da fare sui primi nuovi fiori, nati grazie al loro lavoro d’impollinazione.
Il bianco e il grigio dell’Inverno lasciano il posto agli stupendi colori primaverili.
Si cominciano a piantare i primi semi che daranno presto nuovi germogli e nuovi frutti alla prossima Beltane ( che festeggiamo il 1° Maggio).
Per noi è come un secondo Capodanno! Per alcuni di noi anticamente era
proprio questo l’inizio dell’anno nuovo: la mia famiglia discende proprio da
coloro che ritenevano la Primavera l’inizio del nuovo anno e hanno messo
l’Ariete come simbolo di questa rinascita ( noi c’ervamo già prima di sumeri e babilonesi, per questo si chiama Antica Religione).
Rappresenta l’inzio del nuovo anno anche presso parecchie tribù di
Nativi Americani, che infatti contano gli anni in primavere.
Ostara era la Dea Bianca della fertilità e della Rinascita.
Per questo la Pasqua cristiana è calcolata la prima domenica dopo la prima luna piena dall’Equinozio.
In questo momento la Dea si unisce al giovane Dio Sole.
Questa unione è simboleggiata dall’uovo, da sempre simbolo ancestrale da cui
nascono tutte le cose, uomo compreso che nasce dall’uovo racchiuso nel corpo/
guscio della Donna: il guscio dell’uovo è bianco come la Dea Bianca, la Dea della
Luce e della Terra, mentre il tuorlo color oro rappresenta il Dio Sole.
L’uovo si schiude e nasce la Vita!
E’ il perido dell’amore, della famiglia, della fertilità della Terra come
degli animali ( uomo compreso). Molti animali, come capre, cavalli,
mucche e pecore, nascono in questo periodo.
Ci sono nata anch’io, i primi di Aprile, mio marito e i nostri figli: siamo
tutti nati in Primavera!
Gli uccelli preparano i nidi per la cova, e come per altri iniziano
il periodo dell’amore e dell’accoppiamento.
Nostra tradizione, scopiazzata come sempre dai cristiani, è decorare
le uova dei nostri volatili, lasciando ovviamente quelle che stanno
covando proprio in questo periodo.
Con la mia famiglia ci siamo divertiti a decorare le uova delle nostre
amatissime galline, anatre e quelle gigantesche delle nostre oche, con
i colori tipici della Primavera: rosa, rosso, viola, verde, azzurro, marrone.
Fanno già bella mostra raccolte in un cestino e domani verranno usate
per decorare anche la tavola, insieme ai coniglietti di legno intagliati
e dipinti sempre da noi.
Abbiamo anche preparato, con gli appositi stampi, piccole uova con
diversi tipi di cioccolata e le abbiamo decorate con lo zucchero,
glassa reale, colori alimentari e nastri.
La treccia di pan brioche sta lievitando e domani sarà dolcissima e
dorata.
Ad essere sacri nella nostra Religione sono soprattutto i nostri
fratelli animali, maestri di vita, che nessuno di noi metterà mai in un
piatto per mangiarli,nè ucciderà mai per strappargli la pelle di dosso.
La Lepre è un animale sacro alla Dea Lunare, e viene celebrato in questo
periodo grazie alla sua grande fertilità ( i cristiani ci hanno così copiato
anche la lepre trasformandola nel coniglietto pasquale…..).
L’Agnello, che nasce in questo periodo, è legato al segno zodiacale
dell’Ariete ( che è proprio il mio segno zodiacale) che è il primo segno
dello zodiaco e comincia proprio durante l’Equinozio.
L’Agnello rappresenta la rinascita, l’innocenza  e la resurrezione dalle
tenebre ( indovinate che cos’altro ci hanno copiato i cristiani…..).
Il Serpente, che si risveglia dal sonno invernale e lascia per i campi
la sua vecchia pelle per una nuova pelle lucida e sgargiante di squame
nuove. Lasciata la vecchia pelle lui e gli altri rettili si mettono subito
a godere il tiepido tepore del sole primaverile.
La Colomba, simbolo dell’amore tipico di questo periodo di accoppiamenti, dell’anima che vola e s’innalza verso il Cielo,
e del Divino Femminile. Le sue piume sono bianche come la Dea.

Una tipica pianta Sacra di Ostara è il trifoglio che germoglia nei nostri prati e che
con i suoi tre petali rappresenta la Triplice Dea e il Triskell, il suo
simbolo nonchè quello della nostra Religione.
Uno dei fiori è la margherita che nella sua semplicità ricorda un piccolo sole
o….un uovo, con i petali bianchi come la Dea e il cuore dorato come il Dio.
Io le adoro!!!!
Stanotte e domani festeggeremo accendendo piccoli fuocherelli e candele,
mangiando le uova decorate nei giorni precedenti,sbriciolandone i gusci
sul terreno come fertilizzante e lasciandone qualcuna agli animali del bosco.
Non quelle di cioccolata, ovviamente, che sono un vero veleno per tanti
animali.
La treccia di pan brioche è invece molto amata dagli uccellini che spesso,
i più audaci, vengono a beccare direttamente dalle mani.
Le tortore ormai sono domestiche.
Tipico primo piatto è il risotto al trifoglio, molto gustoso e depurativo.
Poi ci saranno i tortini di zucca, la torta di patate, l’erbazzone, le focaccine
al rosmarino, formaggio di mucca, capra, pecora…..
Avremo anche i biscotti al miele decorati con trifogli e margheritine e
le crostatine con fragole e mele.Tutto sempre rigorosamente  fatto da noi
usando i prodotti della nostra azienda o quelli dei vicini.
Poi scriveremo su dei fogli di carta le cose che ci tormentano, che vorremmo
cambiare con l’arrivo della Primavera e della Rinascita e li bruceremo nei falò
insieme ad essenze naturali profumate, come bucce di arance, mandarini, limoni,
rosmarino, incensi, noce moscata.
La casa è, come sempre, linda e pulita, arricchita dall’arrivo di nuove piante
e nuovi decori ( ogni stagione amo cambiare i decori delle stanze della casa, che si tratti di lenzuola, arredi, tende, cuscini, copriletti, quadri, centrotavola…..).
Tempo permettendo ci faremo una bella mangiata nei nostri prati o
nei nostri boschi in compagnia dei nostri animali con cui dividiamo
sempre il cibo, senza trascurare gli altri, i selvatici, a cui lasciamo sempre da mangiare frutta e verdura.
Felice Risveglio a tutti voi!


Ogni festa di qualsiasi religione dovrebbe essere una festa per tutti, una 
rinascita per tutti: quindi non sporcate i vostri piatti con del sangue innocente!
Vivere senza mangiare il cadavere di povere vittime è più che salutare sia per il corpo che per lo spirito. Fate che le vostre feste e la vostra vita siano qualcosa di bello anche per gli altri: invece di uccidere o favorire l’uccisione degli animali, portate loro da mangiare, che siano nei boschi o in canili, sugli alberi o nell’acqua.
Sentirete la loro benefica vicinanza e il loro amore che non potrà che arrichhirvi la vita.
E disintossicherete e purificherete il vostro spirito e il vostro corpo dalla loro sofferenza.
Pensateci!

 

 

 

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 15 commenti

Navigazione articolo

15 pensieri su “Ostara

  1. noi festeggiamo distruggendo tutto… chissà se prima o poi la natura si ribellerà spazzandoci via ?

    Piace a 1 persona

  2. Buona Ostara dunque e sia per te oggi un buon inizio 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Grazie per il post che, da cristiano, ho condiviso imparando molte cose che non conoscevo. Buon risveglio. Giorgio

    Piace a 1 persona

  4. Buona Ostara a tutti voi, Indy.
    Ogni volta che ti leggo imparo cose nuove, grazie

    Andrea alias K!

    Piace a 1 persona

  5. Bellissimo !

    Piace a 1 persona

  6. Ma che bella la tua religione legata ai ritmi della natura!! Mi piace moltissimo come descrivi i riti che accompagnano ogni ricorrenza.
    Sei proprio un vero ariete: fiera e battagliera, questo segno apparteneva al mio papà che avrebbe compiuto gli anni il 4 di aprile.
    Ti faccio tanti auguri di buon compleanno!
    Con affetto Tiziana

    Piace a 1 persona

    • Noi riteniamo che la vita sia meravigliosa e che la sua massima bellezza si esprima con la Natura. Per celebrare la gioia di vivere festeggiamo ogni momento in cui la Natura manifesta un cambiamento. Anche tuo papà era un arietino? Lo siamo anche io e mio figlio 😊 Il 2 Aprile è il mio compleanno 😘

      Piace a 1 persona

      • Era ariete ascendente leone un fuego unico! Un artista che faceva un mestiere che sta scomparendo: il cesellatore. Da una lastra di rame riusciva a dar vita sia ad oggetti d’uso comune che a sculture. Ti sarebbe piaciuto.. Auguroni agli arietini di casa.

        Piace a 1 persona

    • Che meraviglia! Anche mio figlio é ascendente leone: sarei molto felice se facesse il cesellatore da grande. Io ariete-ariete 😊

      Piace a 1 persona

      • Bella tosta!!! Io sono scorpione e con mio papà c’era un rapporto esclusivo, entrambi dominati da Marte ed entrambi incapaci di mentire. Due caratteri forti che si scontravano ma si ammiravano.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: