La Mamma

Mi ricollego al mio post di ieri per ribadire ancora una volta
l’insostituibile importanza della mamma per tutti i bambini del mondo.
L’amore della mamma è il sentimento più bello, più profondo, più
dolce della nostra vita.
E’ talmente importante da avere una festa tutta sua nel mese di Maggio
che tra un po’ magari aboliranno per non offendere i gay o gli islamici.
Ovviamente non serve una data sul calendario per ricordarci quanto amiamo
e dobbiamo a colei che con tanto amore ci ha messi al mondo e ci ha
cresciuti.
Per i bambini la mamma è come Dio, o meglio la Dea: almeno così è
sempre stato per me e lo è ancora anche se mia mamma non abita più
in questo mondo e i fiori e i baci glieli posso mandare solo nei sogni, con
il pensiero o andando sulla tomba dove riposa con mio padre.
Chi ha  la fortuna di avere ancora in vita la mamma le dia un bacio
anche da parte mia.
Mi resta mia suocera da vezzeggiare e coccolare che per me è come
una seconda mamma, nonchè nonna dei miei figli, e la ringrazierò
sempre per aver messo al mondo mio marito.
Nelle Antiche Religioni, tra cui  la mia, si
celebrava ( e per noi si celebra ancora) la Madre, la prosperità e la fertilità
nel passaggio tra l’inverno e l’estate.
Per la mia religione la Madre è colei che crea tutto, sia le cose grandi
come la Terra che quelle piccole come le formichine.
La Grande Madre ha creato la Terra, la Terra è nostra Madre che ha creato
le nostre antenate fino alle nostre madri che hanno creato noi.
Tutto è legato alla figura femminile, tutto è unito da un unico filo,
tutto nasce da una Femmina.
Come il sasso nasce da una montagna, la luce da una stella, il fuoco
da una fiamma.
Ovviamente è fondamentale anche il maschile, ma è il femminile
che alla fine crea e dà la vita.
Nell’antica Roma la nostra Grande Madre era chiamata Cibele,
dea della Natura e degli animali, amata anche in Asia Minore e
in Grecia con il nome di Rea, dea associata alla fertilità.
Nell’antica Grecia la festa della mamma coincideva con le
celebrazioni della dea Rea,associata alla fertilità
.
Nel mondo di oggi si usa celebrare una giornata per ricordare
l’importantissimo ed essenziale ruolo delle madri nella società:
non solo creatrici di vita, ma amiche educatrici delle donne
e degli uomini del futuro.
Ma è anche una festa piena d’amore, una scusa in più per
poter vezzeggiare e coccolare le nostre mamme.
Eliminate la mamma ed eliminierete il futuro.
Perfino Gesù morì con la sua mamma a confortarlo ai piedi della croce.
Provabilmente questo gli diede conforto e forza.
Perchè anche in punto di morte tutti chiamano la mamma, perfino
i più valorosi e coraggiosi guerrieri e soldati.
Tutti, sia nei momenti più brutti che in quelli più belli, vogliamo
la mamma che ci tiene la mano e ci conforta e incoraggia.
Perchè  la mamma è il punto fermo di riferimento di tutti, il caposaldo
della famiglia, il pilastro della vita.
Io non avrei mai potuto immaginare la mia vita senza la meravigliosa
presenza di mia madre! Piangevo sempre quando sentivo che al mondo
c’erano tanti bambini che non avevano più la mamma perchè io non
avrei mai potuto vivere senza la mia.
E non oso immaginare come potrebbe essere la
vita dei bambini a cui si vuole negare la mamma per imporre la
presenza di due padri!
Essere diventata mamma a mia volta è stato un dono grandissimo.
E mi godo ogni giorno l’amore dei miei figli e le sopresine che loro,
insieme ai fratelli pelosi, preparano per me con l’aiuto del papà per
dimostrarmi quanto a loro volta mia amano.
Per fortuna si ricordano della loro mamma sempre
e non solo quando lo dice il calendario.
Perchè si è mamme ogni giorno per sempre.
Chi “affitta” uteri per comprare figli, oltre ad essere un egoista,
non ha capito un bel niente della vita.
E non rispetta la sacralità della figura materna e la vita dei bambini.
Ma costoro da cosa sono nati????
Sono millenni che le donne vengono discriminate da sottospecie
di maschi ingrati che non rispettano nemmeno le loro madri.
I musulmani trattano le donne da schiave incubatrici sforna figli,
gli omosessuali come incubatrici a pagamento……
La mia religione che celebra il Femminile, la Madre, è stata perseguitata
dalle religione maschiliste che in tutti i modi hanno cercato di
estinguerci ( invece siamo ancora qui e anche in buon numero.
Sempre crescente…..).
Tutti a svilire la figura più importante per e nella vita di tutti.
Perchè????
Proviamo ad aprire gli occhi e chiedercelo.
E a ridare alle madri e alle donne il giusto ruolo che spetta loro nel
mondo: le creatrici della vita!
Uniche e insostituibili.
E non certo per farsi strappare via i figli alla nascita o essere schiave
di qualche omuncolo senza coglioni.


Annunci
Categorie: Senza categoria | 8 commenti

Navigazione articolo

8 pensieri su “La Mamma

  1. anche madre Natura è la nostra mamma 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Eva la Strega

    Si nasce e si muore tra le braccia di una donna.
    Non oso pensare a come sarebbe stata la mia vita senza mia madre, i padri ce la mettono tutta ma non hanno quell’istinto affettuoso e protettivo che solo chi ti ha partorito ha. La natura non si cambia… E a chi viene tolta la mamma per capriccio, si prospetta una vita piena di vuoto esistenziale… Come fa certa gente gay a pretendere che una creatura non senta la mancanza della mamma, che in futuro non si ponga delle domande, che non la voglia cercare… I legami di sangue non sono acqua. Non è amore privare una creatura di un genitore, ma se questo genitore è la mamma, è il dolore più grande. Qualunque bambino al mondo, se dovesse per forza scegliere di avere un solo genitore, vorrebbe senza se e senza ma, la mamma.

    Liked by 1 persona

    • É quello che penso anch’io.Evidentemente certi omosessuali sono talmente presi da sé stessi e dai propri egoismi che non ci arrivano. E i politicanti di sinistra nemmeno.Gente che per voti,soldi e capricci calpesta i diritti fondamentali dei bambini mi fa solo schifo e non avrà mai il mio rispetto

      Mi piace

  3. Rosario

    La mamma è la cosa più importante nella vita di ogni essere vivente, alla faccia degli idioti e degli scherzi di natura.
    Bisogna essere proprio senza cervello per non vedere come si muove la natura.
    Buona settimana Indy 🙂

    Mi piace

  4. Verrà il giorno in cui la Mamma la dovremmo chiamare “Genitore A” o “Genitore B” o “Genitore F”, sempre per non offendere qualcuno?
    Io vedo mia moglie, è una mamma eccezionale, che si divide con difficoltà tra lavoro e famiglia. Purtroppo mio figlio è entrato in quella età in cui lo scontro con i genitori è quotidiano, ma il valore della Mamma non viene mai messo in discussione.
    Ciao Indy e buona settimana
    K!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: