Origini del Natale

Yule – Solstizio d’inverno

Regina del Sole, Regina della Luna
Regina dei corni, Regina dei fuochi
Portaci il Figlio della Promessa.
E’ la Grande Madre che Lo crea
E’ il Signore della Vita che è nato di nuovo!
L’oscurità e la tristezza vengono messe da parte
quando il Sole si leva di nuovo!
Sole dorato, delle colline e dei campi,
illumina la Terra, illumina i cieli,
illumina le acque, accendi i fuochi!!
Questo è il compleanno del Sole,
io che son morto, oggi son di nuovo vivo.
Il Sole bambino, il Re nato in inverno!

(canto tradizionale tratto da “La danza a spirale” di Starhawk)

 

 

Tra poco, nonostante il parere contrario di qualche mente problematica, in tutto il mondo si festeggerà il Natale.
Nella scuola dove insegno allestiremo un bell’albero e un presepe proprio questa settimana, e se a qualcuno non sta bene può benissimo andarsene in quei paesi dove la religione viene imposta a suon di tagliate di testa, impiccagioni o crocefissioni varie.
Qui non si impone niente: è solo tradizione. Ovunque ci si volga in Italia e in Europa, piaccia o no, si respira e si vede la civiltà cristiana!
Nemmeno io sono cristiana: ancora la mia bisnonna veniva chiamata strìa nel paese dove viveva.
Ma non mi sento affatto offesa dal Natale, come non si sentono offesi nessuno dei miei studenti non cristiani.
Perchè ognuno di noi lo vede come vuole: io vedo il presepe come la rappresentazione della Famiglia a cui  partecipano, indispensabili, gli animali, senza i quali il bambino morirebbe di freddo. Io ci vedo la vita dell’uomo che non può vivere senza l’aiuto dei maestri animali e di Madre Natura.E ci vedo la Madre con il bambino,come il Sole Bambino che rinasce a Yule.
L’albero poi…..nella mia scuola ognuno mette la decorazione che vuole.
A casa mia non festeggiamo il Natale, ma Yule, o Farlas, il Solstizio d’Inverno, festa, come tante altre, sostituita dai cristiani con la nascita di Gesù, avvenuta in realtà in primavera, pare ( fonte il letterato romano Furio Dionisio Filoclao e parecchi testi sacri sulla vera vita di Gesù) al posto di quella del Sole Bambino.
Ma noi non siamo stupidi integralisti islamici e non meditiamo vendetta contro chi ci ha strappato le vere tradizioni a suon di roghi.
Noi siamo gente civile e ci limitiamo a portare avanti il nostro messaggio e a festeggiare le nostre antiche feste alla faccia di tutti quelli che vorrebbero togliercele.
Per noi Yule rappresenta la Rinascita del Sole Bambino, figlio della Grande Madre e del Grande Padre, per il quale la divinità maschile ha dato la vita.
In questo caso il Dio rinasce dalla Dea della Notte: la Luce nasce dall’Oscurità perchè sono parte una dell’altra e non potrebbero esistere l’una senza l’altra.
In casa si usa che le donne aspettino al buio che gli uomini portino loro il fuoco per accendere le candele.
La Natura sta ancora riposando, tutti i suoni sono ovattati dalla coltre di neve e gli animali dormono ancora tranquilli nelle loro tane.
Ma le giornate, piano piano si allungano.
Dopo il Solstizio, la notte più lunga dell’anno, le giornate ricominciano ad allungarsi.
Si usa addobbare un albero, un abete perchè è sempre verde e quindi non muore mai e genera speranza in chi lo vede.
E anche perchè è un simbolo maschile in onore del Dio che ha sacrificato sè stesso per generare il figlio.
Addobbarlo significa fare regali al Nuovo Nato e propiziare un nuovo anno fecondo.

Noi, poi, non lo bruciamo mai perchè addobbiamo un albero esterno a casa e non ci piace tagliare alberi sani ( bruciamo solo legna di alberi malati che vanno tagliati per pulire il bosco).
Nel fuoco del camino esterno bruciamo tanti bigliettini con scritte le cose brutte che vogliamo cancellare dell’anno vecchio affinché non si ripetano mai più.

 

 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 32 commenti

Navigazione articolo

32 pensieri su “Origini del Natale

  1. Anche io non sono fedele, ma amo il Natale lo stesso

    Liked by 1 persona

  2. il re d’inverno! amo le ntiche tradizioni del natale!

    Liked by 1 persona

  3. Noi esseri umani siamo pieni di contraddizioni., specie in campo religioso. Ieri ho scritto un post che volevo dedicarti e che, in un certo senso, si interseca con questo tuo. Non ho datto in tempo a postarlo ieri, lo farò più tardi 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Che bella la tua spiegazione, sono rimasta affascinata dalle vostre tradizioni. Da piccola non ho mai festeggiato il Natale perchè i miei avevano altre credenze, ma da quando sono sposato e con i miei figli sì. Per me è soprattutto un momento che vuol dire famiglia, vuol dire avere la scusa per ritrovarci tutti a casa mia per un buon pranzo e tanto tanto amore ❤
    Quest'anno voglio fare anch'io i bigliettini con le cose brutte da bruciare… non ho camino, ma qualcosa mi invento ^_^
    Scusa se rubo l'idea, ma è troppo bella, spero non ti dispiaccia…

    Liked by 1 persona

    • Perché mai dovrebbe dispiacermi? Mi fa molto piacere invece,perché è un modo di liberarsi dei brutti pensieri.Spero che tu ne abbia pochissimi da bruciare 😘

      Liked by 1 persona

      • Grazie sei gentile☺️ effettivamente non sono molti, ma voglio farlo insieme ai ragazzi, chissà cosa scriveranno loro 😳 magari però è meglio che rimanga un segreto, una cosa intima, che dici ?

        Liked by 1 persona

    • Da noi chi vuole dice che cosa ha scritto e poi lo brucia.Ma si può anche non dire niente 😉 Noi poi scriviamo anche altri bigliettini con scritto come vorremmo che fosse il nuovo anno,dediche al Sole Bambino e alla Grande Madre,buoni propositi e promesse.Poi li arrotoliamo e li appendiamo all’albero.L’anno seguente li riguardiamo per vedere cosa si è avverato e se abbiamo mantenuto promesse e buoni propositi 😊 Anche questo potete fare:é molto divertente!

      Liked by 1 persona

  5. Pingback: Origini del Natale | Bruciami Dentro

  6. Era la festa del Sole Invitto, la nascita di Mitra e chissà quante altre ricorrenze.

    Liked by 1 persona

  7. Che dire? W le tradizioni e che ognuno osservi le proprie senza dover scatenare una guerra santa. Per quanto mi riguarda, anche se non sono un fedele osservante e praticante della religione cristiana (predicata da chi sarebbe meglio che andasse a zappare la vigna) ogni anno tiro fuori il mio presepe antico (tramandato da generazioni) e l’albero trova sempre un posto d’onore, dove potrà stare in bella mostra per i prossimi giorni. 😉

    Liked by 1 persona

    • Infatti,ma chi va a vivere in un paese a maggioranza cristiana non può permettersi di rompere i coglioni per le tradizioni che si seguono.É con se si andasse a Instambul a protestare quando i muezzin richiamano i fedeli con i megafoni! Vorrei proprio vedere…..O come se s’impedisse la festa delle luci nei paesi induisti,i riti buddisti ecc.Se ci fai caso gli unici che hanno sempre da dire e a rompere i coglioni per tutto sono sempre e solo i musulmani! Che poi pretendono di far girare le donne intabbarrate e di pregare per la strada occupando il suolo pubblico con i loro tappeti.Per me é già troppo se hanno le moschee,visto quanto amano la nostra civiltà e cultura!

      Liked by 1 persona

      • Concordo! Purtroppo il nostro paese è attualmente impegnato a leccare culi per chissà quali cazzi (scusa il francesismo) e risulta essere il più incoerente dell’intero globo terrestre. Un paese che ha dimenticato la sua identità, oltre al sangue versato dai propri figli. Ti abbraccio 🙂

        Liked by 1 persona

  8. Il rispetto per le religioni passa per l’Articolo 7 della NOSTRA Costituzione: Ogni cittadino ha il diritto di manifestare liberamente la propria religione. Anche la NOSTRA, quella cattolica. Quel preside non ha rispettato l’Articolo 7 della Costituzione.

    Liked by 1 persona

  9. Che belle tradizioni!!! Penso che anch’io “prenderò in prestito” quella dei bigliettini. Quest’anno penso che potrei fare un bel falò!!! Amo il periodo natalizio per il calore che emana. Le luci, le cene con gli amici e le serate in famiglia.

    Liked by 1 persona

  10. Io credo in Dio anche se in Chiesa non ci vado o, meglio, ci entro quando non c’è la messa e “parlo” con Dio direttamente. Amo il Natale, il presepe, il periodo di festa e rispetto i cattolici praticanti così come rispetto le altre religioni.
    Bell’articolo 🙂

    Liked by 1 persona

  11. Mi è piaciuto molto il tuo articolo, lo porto con me.Kiki

    Liked by 1 persona

  12. L’ha ribloggato su lastregaurbanae ha commentato:
    Questa sera condivido un articolo non mio sulle origini del Natale, le mie considerazioni in proposito le sto scrivendo in questi giorni e mi rendo conto che sono tante e complesse, nei confronti di una tradizione molto sentita nel nostro paese ma che spesso si scontra con le tradizioni pagane più radicali…avremo modo sicuramente di parlarne in maniera più approfondita, voi intanto che pensate di questo articolo di Indiana lakota? buona serataa tutti; Kiki.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: