I valori dello sport

La giornata di ieri, domenica 8 Novembre 2015, verrà da molti ricordata, in Italia,
come la giornata in cui Valentino Rossi, con le sue piagnucolanti patetiche polemiche,
ha perso il mondiale di Moto GP.
In Spagna come la giornata in cui Jorge Lorenzo ha vinto il suo quinto mondiale, meritatissimo!
Ora vorrei ricordare al sig. Rossi e ai suoi tifosi che le gare non si vincono facendo
polemiche assurde e accusando gli altri di giocare sporco ( c’è una commissione
di esperti in grado di valutare se questo accade o meno), ma dando il meglio di sè
non con la bocca ma con il corpo e lo spirito. E dando di gas, in questo caso.
E che essere sportivi e campioni significa anche saper perdere e riconoscere
quando gli altri sono più forti.
Ma questo signore, che risiede a Londra per non dover pagare le tasse in
Italia ma che i soldi li fa tutti qui grazie agli italiani che lo tifano, evidentemente
ha perso il cranio da quando esiste Marc Marquez e si è visto scavalcare dal
grande talento di un ragazzo più giovane, più bello, più simpatico e moooolto
più forte di lui!
Che fare? Un vero campione sarebbe ben lieto di avere un tale erede, visto
che oltretutto Rossi era l’idolo del piccolo Marc.
Un povero ididota, invece, si rode dall’invidia e fa di tutto e di più per screditare
l’immagine dell’emergente campione davanti al mondo.
Ci deve essere un solo campione e idolo e quello deve essere Valentino Rossi,
a qualsiasi costo!
E quindi giù calunnie, diffamazioni varie, accuse infondate verso un ragazzo
che, appena arrivato in Moto GP ha già vinto due mondiali di fila e se non
fosse caduto parecchie volte avrebbe provabilmente vinto anche questo.
Oggi, invece dipensare alla sua gara,  lo ha accusato di non aver superato Lorenzo,
ma non ha detto niente di tutti quelli che hanno permesso a lui di passare
indisturbato dall’ultima posizione ed arrivare quarto. Dove è rimasto perchè i tre
spagnoli sono molto più veloci di lui.
Nessuno ha contrastato i sorpassi di Rossi fino alla quarta posizione: non un duello,
non un intralcio, niente di niente…..Solo i fratelli Espargaro hanno duellato
un po’. Ma di questo nessuno parla, nessuno vede.
E la colpa è di Marquez se Valentino è lento e Lorenzo va più veloce!
Tra un po’ sarà colpa sua anche qiando evade il fisco!
Le prove dei giorni scorsi, d’altronde, hanno fatto vedere chi andava più forte…..
Ma certi antisportivi italiani sono incapaci di accettare le sconfitte e devono
sempre dare la colpa agli altri e mai farsi un esamino di coscienza ed accettare
il fatto che se il caro Rossi non avesse preso a calci la moto di Marquez
non sarebbe partito dall’ultima posizione oggi. Ha fatto tutto da solo!
Sarebbe cambiato qualcosa?
Da quel che si è visto dalle prove no!
Gli spagnoli sono troppo forti, soprattutto a Valencia ( pare che Valentino si
sia anche lamentato di questo….).
Qui l’unico che ha fatto la figura del perdente è il signor Rossi che dovrebbe
solo vergognarsi di come lancia accuse agli altri.
Deve sempre far parlare di sè, in un modo o nell’altro! Lui deve essere
sempre al centro dell’attenzione, poverello.
Marquez è un signore perchè non gli risponde e non lo denuncia per calunnia.
Lui fa parlare la sua moto, come un vero campione.
Lui, quando ancora correva in Moto2, era riuscito a vincere partendo dall’ultima
posizione.
E non aveva fatto nessuna scenata quando i giudici ce lo avevano giustamente
messo per aver fatto cadere un altro pilota ( con cui si era scusato): la sua moto
aveva parlato per lui! Ma qui si parla di Marc Marquez, un campione vero e autentico!
Oggi è arrivato secondo perchè Lorenzo era più veloce, e non ha avuto problemi ad ammetterlo.
Lo ha sempre fatto quando non ha vinto una gara perchè così fa un vero campione!
Secondo gli italiani, invece, doveva superare Lorenzo,rischiare di cadere e
giocarsi il podio pur di far vincere il quarto arrivato Rossi. Ma perchè? E’ forse
il suo servo???? Deve qualcosa a Rossi, soprattutto dopo tutto quello che
l’evasore gli ha detto contro?
Direi proprio di no! Marquez ha fatto la sua gara ed è arrivato secondo.
Lorenzo ha fatto la sua ed ha vinto il mondiale. Rossi è arrivato quarto solo per
colpa sua. E dovrebbe tacere!
E ricordarsi, visto che non li conosce, i valori dello sport e il ruolo he ha nella società.
Nei tempi antichi gli atleti erano considerati al pari delle divinità; poi lo sport è diventato
un passatempo per ricchi fino all’800.
Da qui in poi viene riconosciuta la sua importanza sociale e culturale, sancita
definitivamente nel Trattato di Nizza del 2000.
Lo sport ha un forte valore sociale ed educativo atto a sviluppare il corpo e
l’anima, a creare una personalità armonica ed equilibrata, ad elevare lo spirito, a comprendere il valore del sacrificarsi e impegnarsi a fondo per qualcosa senza
pensare alle cose materiali che stanno dietro alle competizioni.
Il vero sportivo si allena, suda, fa sacrifici non per avere successo e gloria ma
per superare sè stesso ed i propri limiti. Concetto che vedo dimenticato da tanti
sportivi di oggi, impegnati sempre di più ad accumulare soldi con gli sponsor e a far polemiche. Sembrano bancari più che atleti!
Lo sport dovrebbe unire, non separare.
E insegnare che oggi vinci ma domani potresti perdere. E devi imparare a saper
perdere con dignità.
Un vero campione lo sa fare! Quando Marc Marquez perde una gara non è felice,
ma se la prende solo con sè stesso. Si complimenta sempre con chi è stato
più forte di lui e non nega mai comunque uno dei suoi bellissimi sorrisi perchè
sa che se oggi perde ma domani vincerà e che ci sono cose ben peggiori di unasconfitta nella vita!
Ma qui parliamo di un vero campione, non di un chiaccherone frignone che
dovrebbe andare in pensione a meditare su che cosa è lo sport e sui valori
morali che un campione dovrebbe avere: primo fra tutti il fair play e il  non essere un delinquente!
Ma cosa voleva Rossi? Il sipario aperto, un bel tappeto rosso e tutti inchinati
che lo fanno passare? Voleva bersi lo champagne come fa sul suo barcone?
La prossima volta fatelo correre da solo così nessuno lo intralcia, poverino!
Io manderei lui e i suoi tifosi a giocare a rugby, che pare l’unico sport in cui certi
valori sono rimasti e dove tutti applaudono i vincitori ( vedere l’ultimo mondiale vinto
dai mitici All Blacks) senza piagnucolare come le donnicciuole delle telenovelas.

FORZA MARC!!!!

Annunci
Categorie: Senza categoria | 10 commenti

Navigazione articolo

10 pensieri su “I valori dello sport

  1. sì,è quando non ci si rassegna : “muore un re” w il re…bisognerebbe avere sempre il coraggio di ritirarsi a tavola imbandita, quando la festa è ancora al pieno…altrimenti ti trovi solo con davanti un piatto piena di avanzi…

    Liked by 1 persona

    • E soprattutto non inventarsi le cose,vedere complotti….Davvero patetico! Dovrebbe ritornare dallo psichiatra perché è paranoico 😊

      Liked by 1 persona

    • Appunto! E poi si fanno battaglie contro il bullismo:Rossi ha scatenato tutti i suoi tifosi apposta contro Marquez,che si prende insulti ingiusti ovunque e anche pesanti.Rossi blatera e i tifosi belanti attaccano…..

      Liked by 1 persona

      • per caso ho guardato in spam, mi mancava un commento e ne ho trovati due di ignoti che innalzavano ululati al cielo per l’ingiustizia di ieri nel mio post…è pazzesco, stravolgono la costituzione e tutti zitti, ma per un vanaglorioso ex campione bilioso perché non può fermare il tempo…si svegliano in massa.
        Bravissimo Marquez, impeccabile, ha fatto con precisione e intelligenza quel che doveva e sapeva fare.

        Liked by 1 persona

    • Questo è il popolo italiota! Basta guardare negli stadi la domenica

      Mi piace

  2. Che Lorenzo abbia vinto con merito, questo non l’ho metto in dubbio, ma Valentino non può fare a meno di fare le sue recriminazioni. Se non avesse commesso quell’errore nella penultima gara, probabilmente avrebbe vinto anche questo mondiale. Comunque complimenti a Lorenzo che ha saputo mantenere la freddezza del campione.

    Liked by 1 persona

    • Non so se avrebbe poi vinto su quella pista:secondo me non sarebbe cambiato niente,visti anche i tempi nelle prove.In ogni modo rimane uno sfigato antisportivo che s’impegna più con la bocca che con la moto.La sua non partecipazione alla premiazione,dove comunque é arrivato secondo,dimostra la sua totale antisportività e la sua voglia di essere la prima donna che vuole solo far parlare di sé.Davvero penoso!!!!

      Mi piace

    • Appunto perché è stato 9 volte campione del mondo che dovrebbe aver imparato come si comporta un campione! Non sicuramente come si sta comportando lui:sembra solo invidioso!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: