Archivi del mese: agosto 2015

Liebster Award tag

image

Il fratellino Gabriel


, ormai famoso in tutto il web, mi ha nominata per il Liebster Award, tag che tratta blog con meno di 200 seguaci.
Si tratta di rispondere a 10 domande poste da chi ha creato il tag e farne 10 ai blog ci paiono più interessanti.
Per me tutti i blog che seguo sono interessanti, quindi li nomino tutti!
E ora rispondo alle domande:

  1.  Qual è la citazione guida della tua vita??

    L’uomo non sa di più degli altri animali; ne sa di meno. Loro sanno quel che devono sapere. Noi, no.
    (Fernando Pessoa)Meglio morire in battaglia che vivere in catene
    ( Tashunka Witko )

2) Qual è la tua opera d’arte preferita??

Ho dedicato la mia vita e i miei studi  ai capolavori della Natura e a quelli umani! Come faccio a scegliere????  I capolavori della Natura in primis, e, se proprio devo scegliere tra le opere d’arte umane, le cattedrali gotiche e gli antichissimi tempi pagani.

3) Qual è la città del tuo cuore, che tu l’abbia visitata o meno, e che cosa ti evoca?

Parma, dove sono nata: fino a pochi anni fa era una città piccola ma meravigliosa,  ricchissima di arte, cultura, musica, natura  e storia! Adesso, come le altre città, è piena di stranieri che non sanno nemmeno distinguere un sasso da un capitello!
Poi Vienna perchè me la ricorda: anche se Parma è chiamata la Piccola Parigi ha avuto la fortuna di essere dominata anche dagli Asburgo, con la regina Maria Amalia d’Asburgo e Lorena, che fu duchessa del granducato di Parma, Piacenza e Guastalla.
Una gran donna, amata dai suoi sudditi per la sua grande umiltà e generosità verso di loro, il suo personale aiuto in caso di vaiolo, e il suo smisurato affetto verso i propri figli.

4) In quale epoca storica ti piacerebbe essere nato o vissuto?

Nell’America pre colombiana: un mondo perfetto!

5) Qual è la tua fiaba preferita??

Tra le tante I cani hanno un’elezione dei Sioux Brulé e Fratelli Serpenti, sempre dei Sioux Brulé ( che trascriverò qui, tranquilli)

6) Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Quello che sto per realizzare in Austria: una fattoria zooantropologica in cui insegnare ai bambini, ma anche agli adulti, il modo giusto di rapportarsi ai tanti  animali che vivranno con me e la mia già grandissima famiglia umana e pelosa. Addestrerò le persone e non gli animali, stavolta! E con annesso un centro pet therapy con anche ippo e ono terapia per i bambini speciali. A questo tengo tantissimo!!!!

7) Qual è l’invenzione della quale avresti voluto essere artefice?

 Quella di cui sarò l’artefice! E sarà a favore di animali e persone. Datemi il tempo....

8) Qual è il personaggio storico che più ti affascina e perchè?

Tashunka Witko per il suo grandissimo coraggio, l’infinito amore per il suo Popolo e la sua profondissima spiritualità.

9) Perchè un blog…

Per condividere i miei pensieri e le mie opinioni con altre persone lontane.
E per vendicarmi di certi giornali per cui scrivo che spesso censurano certe mie frasi perchè, a detta loro, sono politically scorret! Anche se vere!

10) La tua poesia preferita…

Tra le tantissime: Sai che gli alberi parlano? di Tatanga Mani, Bisonte che Cammina, del Popolo Stoney:

 

Lo sai che gli alberi parlano?
Si parlano. Parlano l’un con l’altro,
e parlano a te, se li stai ad ascoltare.
Ma gli uomini bianchi non ascoltano.
Non hanno mai pensato
che valga la pena di ascoltare noi Indiani,
e temo che non ascolteranno nemmeno
le altri voci della Natura.
Io stesso ho imparato molto dagli alberi:
talvolta qualcosa sul tempo,
talvolta qualcosa sugli animali,
talvolta qualcosa sul Grande Spirito. 

Annunci
Categorie: Senza categoria | 7 commenti

Gli amori della mia vita

Come ormai sapete ho dedicato la mia vita e i miei studi all’amore verso gli animali ( perfino nella seconda laurea che ho preso,quella in archeologia, mi sono specializzata in zooantropologia, cioè la relazione che da sempre lega gli uomini agli animali: non potete immaginare come ci si sente a notare che chi ha creato meravigliose opere d’arte sia della stessa specie di quelli che hanno sfruttato, ucciso ed estinto intere specie animali. E che non hanno ancora smesso ).
Voglio condividere con voi alcune citazioni, che sono praticamente il mio modo di vivere,  di chi come me li ha amati e considerati membri della propria famiglia al pari dei figli:

Riconosci nell’animale un soggetto, non un oggetto? Allora sii coerente, non domandare ‘che cosa’ mangiamo oggi, ma ‘chi’ mangiamo oggi.
(Charlotte Probst)

Il nostro amore per gli animali si misura dai sacrifici che siamo pronti a fare per loro.
(Konrad Lorenz)

La compassione e l’empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa ricevere in dono.
(Charles Darwin)

L’intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne posseggono assai poca
(Arthur Schopenhauer)

La scomparsa degli animali è un fatto di una gravità senza precedenti. Il loro carnefice ha invaso il paesaggio; non c’è posto che per lui. L’orrore di vedere un uomo là dove si poteva contemplare un cavallo!
(EM Cioran)

Gli animali ci aiutano a ristabilire quell’immediato contatto con la sapiente realtà della natura che è andato perduto per l’uomo civilizzato.
(Konrad Lorenz)

L’amore per gli animali è intimamente associato con la bontà di carattere, e si può tranquillamente affermare che chi è crudele con gli animali non può essere un uomo buono.
(Arthur Schopenhauer)

Verrà il tempo in cui l’uomo non dovrà più uccidere per mangiare, ed anche l’uccisione di un solo animale sarà considerato un grave delitto.
(Leonardo da Vinci)

“Non Uccidere” non si applica all’omicidio di una sola specie, bensì a tutti gli esseri viventi e questo comandamento fu scritto nel cuore dell’uomo molto prima di essere proclamato sul Sinai.
(Lev Tolstoj)

Categorie: Senza categoria | 17 commenti

Taggata dal fratello!

Ringrazio il mio, ormai, fratello virtuale, Gabriel,https://crispymcgabriel.wordpress.com, per queste due nomine:

image

Il primo si chiama Dragon’ s Loyalty Award, che consiste nel raccontare 7 cose, le prime che vi vengono in mente!!

1) Ho appena finito di correggere i compiti che i miei solerti alunni mi inviano via mail
così li guardo TUTTI per bene con calma e prima che ricominci la scuola.

2) Sono molto fiera dei miei studenti perchè quasi tutti hanno finito i compiti

3) Fuori tuona

4) Io adoro i tuoni e i temporali!

5) I miei cani hanno occhi immensi, specie quando mi guardano aspettando che vada con loro sul lettone ( si, dormiamo con i nostri cani!)

6) Speriamo che i miei figli umani, che dormono già, non s’interessino mai ai videogiochi come il loro papà!

7) Mio marito sta giocando a Skyrim mentre mi aspetta: ha appena fatto sposare il personaggio che ha creato uguale a me con uno uguale a lui. Sarà un rugbysta ma è molto romantico!

image

Passiamo al secondo, cioè Sisterhood of the Bloggers Award, che consiste nel rispondere a sette domande poste dal blog di  vikibaum, che ha creato il tag ( o almeno credo: fratello virtuale non si è mica spiegato in proposito):
1) Avete un ricordo della vostra infanzia a cui tenete particolarmente?

La prima volta che sono salita su un cavallo: non avevo neanche due anni, ma non c’è stato verso di tenermene lontano. Infatti non ne scenderò mai più

2) Avete un capo d’abbigliamento firmato a cui tenete particolarmente?

Non porto capi firmati, nè ne ho mai avuti

3) Qual è la tua bevanda preferita ad un coffee shop?

Le rarissime volte che ci vado, un caffè viennese o cioccolata con panna

4) Hai un fiore preferito?

Mi piacciono tutti, in particolare, rose, crisantemi e margherite

5) I cani o gatti?

I cani stanno un pochino avanti a tutti

6) Quale autore o poeta ti prende di più e perchè?

Tra gli altri Emily Dickinson, per il suo amore per la Natura e per il suo credere che con la fantasia si potesse ottenere tutto e Giovanni Pico conte della Mirandola, per la sua vastissima cultura, intelligenza e amore per il Femminino Sacro, Carl Gustav Jung: semplicemente unico! 

7) Se potessi vivere in ogni paese del mondo, quale sceglieresti e perchè?

Ovunque la mia famiglia possa vivere felice

8) C’è un momento della giornata in cui ti senti più creativo??

Io sono sempre creativa: fa parte del mio essere

9) Hai una vacanza preferita?

Sdraiata a leggere! A casa mia

10) Hai un colore/numero preferito?

Rosso e nero; il quattro, come i quattro elementi, l’ uno e il sette

Categorie: Senza categoria | 4 commenti

POESIA INDIANA

cropped-images1.jpg 

Tieni stretto ciò che è buono,

anche se è un pugno di terra.

Tieni stretto ciò in cui credi,

anche se è un albero solitario.

Tieni stretto ciò che devi fare,

anche se è molto lontano da qui.

Tieni stretta la vita,

anche se è più facile lasciarsi andare.

Tieni stretta la mia mano,

anche quando mi sono allontanato da te.

Categorie: Senza categoria | 18 commenti

Buona Domenica

Noi pretendiamo che la vita
debba avere un senso:
ma la vita ha precisamente il senso
che noi stessi siamo disposti ad attribuirle.
Poiché l’essere umano vi riesce solo in modo imperfetto,
ha cercato con le religioni e le filosofie
di rispondere a quell’esigenza
in modo consolante.

Ma simili richieste portano tutte
alla medesima conclusione:
la vita acquista un senso
unicamente mediante l’amore.

Vale a dire: quanto più saremo capaci di amore
e di abnegazione,
tanto più la nostra vita sarà ricca di significato.

HERMANN HESSE

011

Le mie regine

263

La mia Kikky con la piccola Carlina

Bambini-e-Animali-Domestici

225

Io e Daisy

Categorie: Senza categoria | 16 commenti

Summer tag e Tag My Tips and Tricks Summer 2015

summer-tag-2015

tag-my-tips-and-tricks-tag-summer-2015

Le amiche  Bruciami Dentro, http://bruciamidentro.wordpress.com, e thetasteofme, https://thetasteofme.wordpress.com, mi hanno nominata per questi nuovi divertenti tag creati da Iris&Periplo.
Visto che sono simili ( o è lo stesso? Mica l’ho capito….) ho deciso di riunirli in un unico post.

Regole:

  • Citare il Blog che ha creato il tag e quello che vi ha nominati
  • Inserire come immagine principale quella che vedete qui sopra
  • Nominare 5 blog e avvisarli di averli taggati
  • Raccontare le vostre preferenze estive, iniziando con abiti, calzature e creme solari. Continuare con il piatto estivo e il gelato preferito. E per ultima la vostra canzone dell’estate per eccellenza.
  • Raccontare come siete sopravvissuti alla calura di quest’estate.

Io per fortuna abito in montagna, a circa 800 metri, tra boschi e pinete, quindi il caldo è si arrivato anche quassù, ma in maniera molto meno cocente che in altri posti.
Qui io e il mio branco umano e peloso ce la siamo cavata con bagni nel laghetto di anatre e oche, che si sono anche divertite a schizzarci, un po’ men quando si tuffavano le cavalle, e a rimanere nell’ombra del bosco nelle ore più calde ( parte del mio giardino è bosco ).
I lavori nel podere si facevano alla mattina molto presto e alla sera.
Il resto del tempo riposo, raccolta frutta selvatica, lettura, preparazione di gelati, granite e marmellate.
Come abbigliamento, non dovendo lavorare a scuola ma “solo” nel nostro podere, pantaloncini cortissimi, canotta, trecce e gli immancabili miei inseparabili stivali perchè nell’erba e nei boschi i sandali o le ciabatte non vanno mica bene, e poi perchè ogni tanto mi piace balzare in groppa alle mie cavalle e dove mi portano andiamo. O restiamo, perchè spesso se ne fregano e continuano pigramente a mangiare l’erba.
Avendo la pelle bianchissima devo mettere sempre la crema protezione 50 a me e ai miei figli che hanno preso il mio aspetto nordico con pelle, occhi e capelli chiarissimi.
Nonostante la protezione ogni anno mi compaiono puntualissime le lentiggini sul naso!
Ormai ci sono abituata, ma non c’è crema che le fermi!
Riguardo al mangiare ci rifocilliamo con riso e pasta freddi, verdure e formaggi grigliati, focacce, gelati, granite,tutto fatto rigorosamente in casa con i prodotti della nostra azienda o di quelle vicine,  tantissima frutta dei nostri alberi e dei nostri boschi.
Io adoro le fragoline di bosco e le coppette che facciamo con fragoline, mirtilli, more e lamponi condite col succo dei nostri limoni. E poi meloni e angurie che non si contano: io vado letteralmente pazza per entrambi e ne mangio quantità imbarazzanti!
Il mio gelato preferito? Quello al cioccolato! Anche col caldo!
Canzoni preferite: noi ascoltiamo heavy metal e musica dei Nativi Americani, ma siccome d’estate siamo sempre a mangiare tra alberi, laghetti e montagne la nostra musica preferita è il vento tra le cime, il rumore dei ruscelletti, il canto degli uccellini che vengono a dividere il pane con noi e tutta la musica prodotta dal nostro branco: lo sbuffare delle cavalle, il quaccare di anatre e oche, il chiocciare delle galline, il belare delle  capre, il muggire delle mucche più qualche altro suono selvaggio di caprioli, fagiani, cinghiali, lupi e falchi. Di notte gufi e civette.
Come sempre nomino tutti gli amici!

540

Morla divide con me il melone

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tramonto su casa mia ( è nascosta dagli alberi)

033

Tramonto dalla terrazza di casa

Categorie: Senza categoria | 14 commenti

LA LEGGENDA DELLA LUNA PIENA

Tanto tempo fa,  vicino a un villaggio Indiano, in una stellata notte d’estate,
nel cielo splendeva una sottile falce di luna che si affacciava tra nuvole leggere.
Il suo quieto cullarsi fu turbato, però, da urla strazianti.
Un lupo, seduto sulla cima di un monte, ululava senza sosta, con lamenti acuti e
lugubri che si disperdevano nella valle di sotto.
E più ululava più la sua disperazione aumentava e le grida diventavano ancora più
lunghe e sempre più roche.
La Luna, la regina d’argento della notte, provò pietà per tanta disperazione, e
dal cielo gli chiese perché si lamentasse tanto.
Il lupo rispose che aveva perso uno dei suoi cuccioli:era tutta la notte che lo cercava,
sua moglie non si dava pace nella tana con gli altri, e  ormai disperava di trovarlo.
La regina della notte, dispiaciuta e desiderosa di aiutarlo, pensò di illuminare tutta la montagna per far sì che il lupacchiotto trovasse la via del ritorno. Così diventò
tanto grande da diventare un enorme disco  luminoso e rischiarare tutta la montagna con il suo bagliore d’argento.
A quel punto il lupo ritrovò il suo cucciolo, tremante di freddo e di paura, sull’orlo di un precipizio. Lo afferrò in tempo, lo strinse forte, lo leccò a luingo, lo rincuorò e ringraziò infinitamente la Luna. Poi se ne andò col figlioletto, allontanandosi tra la vegetazione, verso la tana in cui li aspettava ansiosa la mamma con i fratellini.
Le fate dei boschi, commosse, decisero di donare un bellissimo regalo:
una volta al mese la Luna sarebbe diventata un globo di luce grande e luminoso, visibile a tutti, in modo che tutti i cuccioli del mondo potessero ammirarla in tutto il suo splendore.
Da allora, una volta al mese i lupi ululano festosi alla luna piena.

Categorie: Senza categoria | 16 commenti

Un grande Uomo

Si è fatto decapitare per difendere l’arte

Pochi giorni fa il collega Khaled al Asaad, di 81 anni, è stato ucciso dall’ignoranza dell’isis e del resto del mondo che sta a guardare la distruzione della storia dell’umanità per mano di un manipolo di beduini senza cervello.
Le stesse manacce sporche che hanno decapitato un anziano la cui unica colpa era voler difendere la storia e l’arte, i tesori del mondo umano oltre a quelli della Natura.
Sarebbe potuto scappare, ma invece è rimasto ben sapendo a cosa andava incontro.
Perchè l’ignoranza non conosce pietà, ma solo violenza, morte e distruzione.
E un uomo dall’elevatura culturale di  Khaled al Asaad lo sapeva benissimo. Ma, per lui la vera morte sarebbe stata l’abbandonare quel posto, Palmira, una stupenda necropoli romana in cui si respirava la storia ad ogni passo, a cui aveva dedicato una vita intera di studi e ricerche, che grazie a lui sono arrivate fino a noi.
Noi possiamo sapere e imparae  perchè al mondo sono esistiti Uomini come lui!
Uccidendolo i bastardi ignoranti hanno voluto uccidere la storia dell’intera Siria per rifarne una nuova dominata dall’ignoranza e dalla totale mancanza di cultura.
Ma lui, il grande professore, li ha fregati: perchè neanche sotto tortura ha rivelato a quei vigliacchi dove ha nascosto i tesori che ha strappato alla loro idiozia! Tesori grazie ai quali la storia continuerà ad essere rivelata, alla faccia di chi vorrebbe cancellarla per sempre!
Ribadisco sotto gli occhi di un mondo che non sta muovendo un dito per impedirlo.
Resta a guardare la morte di migliaia e migliaia di civili inermi, che chissà in quanti stanno venendo assassinati solo in questo preciso momento, e la distruzione della storia di tanti popoli.
Il perchè lo sanno solo loro……
Dalla stupenda Ninive all’ultimo monastero di Mar Elian, a  Qaryatayn, vicino a Homs in Siria, costruito nel quinto secolo dopo Cristo e distrutto proprio ieri dai beduini.
Ecco un elenco ” dell’operato” dell’isis solo nel 2015:

– Gennaio: distruggono con esplosivi gran parte delle antiche mura dell’antica città assira di Ninive, Iraq, e due statue leonine alle porte di Raqqa in Siria.
– Febbraio: distruzione opere del Museo Archeologico di Mosul, Iraq, di cui molte provenienti dalla storica città assira di Hatra. Per fortuna molte opere erano copie in gesso, ma di questo un povero ignorante non può certo accorgesene!
– Marzo: distruzione con  bulldozer di Nirmud, antica città assira risalente al XIII sec. a.C.e distruzione di Hatra con saccheggiamento delle rovine assire di Dur-Sharrukin.
Ma la furia degli idioti non si ferma e non risparmia nemmeno le moschee!
Da Giugno e Settembre dello scorso anno hanno distrutto:
– il mausoleo sciita di Fathi al-Kahen, Mosul, e la mosche di Al-Arbahin, Tirkit, contenente 40 tombe dell’era omayyade dell’VIII sec;
-santuario dell’imam Awn al- Din;
Nel 2015:

moschea Khudr, moschea Al-Qubba Husseiniya a Mosul, la moschea Jawad Husseiniya e il mausoleo di Saad bin Aqil Husseiniya a Tal Afar;
– i mausolei sunniti di Ahmed al-Rifai e la  Tomba della Fanciulla a Mosul.

Senza dimenticare la distruzione dei due Buddha giganti nel Marzo 2001 in Afghanistan: capolavori dell’arte Gandhara scolpiti nella roccia.

Questi incivili ignoranti non sono consapevoli del fatto che nessun popolo avrà mai un futuro se non ha memoria del suo passato!
Ogni società civile si fonda sulla storia e dalla non ripetizione degli errori commessi.
Le opere d’arte, i siti archeologici sono storia da ammirae con gli occhi e da assorbire con il cuore e l’anima.
Perchè fanno parte della storia dell’uomo.
E sono la sua parte più bella, spesso l’unica.

Voglio dedicare questo bellissimo canto Navajo a Khaled al Asaad, grazie al quale sopravviverà la storia:

Non piangere sulla mia tomba: non sono qui.

Non sto dormendo. Io sono mille venti che soffiano.

Sono lo scintillìo del diamante sulla neve.

Sono il sole che brilla sul grano maturo.

Sono la pioggia lieve d’autunno.

Sono il rapido fruscìo degli uccelli che volano in cerchio.

Sono la tenera stella che brilla nella notte.

Non piangere sulla mia tomba: io non sono lì.

Risultati immagini per monastero di Mar Elian

monastero di Mar Elian

Sito archeologico di Palmira, Siria

Categorie: Senza categoria | 14 commenti

Trentino: a caccia di scienza

OggiScienza

SPECIALE AGOSTO – Oltre il 30% del territorio trentino è soggetto a tutela (le diciture si sprecano, Parco Nazionale, Riserva provinciale o locale, biotopo, ZSC, ZPS). Ma non solo. Recentemente il buon grado di conservazione e di integrazione tra uomo e ambiente naturale, hanno meritato a una parte del territorio il riconoscimento di “Riserva della Biosfera” parente UNESCO meno noto del più famoso “Patrimonio dell’Umanità” che distingue le dolomiti già dal 2009. E di certo c’è un motivo per tutta questa tutela, che va oltre la gestione oculata che ha fatto del territorio il suo punto forte, il perno dell’economia locale, e non basta nemmeno, per quanto vero, che questa natura sia bella.

Il fatto è che in Trentino le bianche rocce dolomitiche raccontano i mari tropicali di oltre 200 milioni di anni fa, gli endemismi vegetali ricordano in struttura e distribuzione le glaciazioni, i resti degli insediamenti…

View original post 1.240 altre parole

Categorie: Senza categoria | 5 commenti

IF I WERE-TAG

image

Ringraziamo  Bloody Ivy del blogNiente Panico per aver creato il tag; le regole sono sempre le stesse e io nomino tutti quelli che seguono il mio blog! Come sempre vi invito  a partecipare numerosi!

Allora rispondo copiando le domande del Gabriel birbante e di Bruciami Dentro:

Se tu fossi un libro:Ovviamente biografia di Tashunka Witko (Cavallo Pazzo  per i poveri americani)
.
Se tu fossi una parola: Selvaggia
. Se tu fossi un angelo: Io???? Beh, fulminerei tutti coloro che maltrattano gli animali e le persone! Oltre agli ipocriti, i beobuonistiradicalchic, i falsi……
. Se tu fossi un film: Balla coi Lupi ( anche perchè io i lupi li studio per davvero,    visto che vivono nei miei boschi)
. Se tu fossi un cattivo,dannatamente cattivo(da film o libro,comunque non reale):
   Sarei Doomsday ( ma solo quello interpretato da quel figo di Sam Witwer) o    Poison Eavy
. Se tu fossi una musica: Heavy metal!
 . Se tu fossi una fiaba: L’aquila e lo scricciolo, una fiaba Celtica
  . Se tu fossi un uccello: Falco
  . Se tu fossi un’opera d’arte: un Totem Lakota
  . Se tu fossi un artista: Vorrei essere Canova o Paganini
  . Se tu fossi una poesia: Camminerò – tratto da Il Canto della notte del popolo Navajo:

Con il cuore colmo di vita e di amore camminerò.
Felice seguirò la mia strada.
Felice invocherò le grandi nuvole cariche d’acqua.
Felice invocherò la pioggia che placa la sete.
Felice invocherò i germogli sulle piante.
Felice invocherò polline in abbondanza.

Felice invocherò una coperta di rugiada.
Voglio muovermi nella bellezza e nell’armonia.
La bellezza e l’armonia siano davanti a me.
La bellezza e l’armonia siano dietro di me.
La bellezza e l’armonia siano sotto di me.
La bellezza e l’armonia siano sopra di me.
Che la bellezza e l’armonia siano ovunque,
sul mio cammino.
Nella bellezza e nell’armonia tutto si compie.


  . Se tu fossi una frase: Boia chi molla!

  • Se tu fossi un personaggio storico: Tashunka Witko( che tradotto vuol dire Cavallo Indomabile; i miei fratelli Lakota mi hanno chiamata come lui, chissà perchè….)
  • Se tu fossi un mezzo di trasporto: un mustang delle praterie ( e cavoli di chi vuole usarmi come mezzo)
  • Se tu fossi una città:Kirkjubæjarklaustur ( e adesso pronunciatelo!), un paesino islandese stupendo
  • Se tu fossi un  personaggio dei fumetti: Wolwerine o Cat Woman
  • Se tu fossi un colore: rosso scarlatto
  • Se tu fossi un profumo: il profumo dei miei cavalli
  • Se tu fossi un suono della natura: un tuono
  • Se io fossi un frutto:fragolina di bosco
  • Se tu fossi un fiore: rosa rossa 
  • Se tu fossi un attrice:vorrei essere Brigitte Bardot! O Juliette Binoche
  • Se tu fossi un animale:  lupo
  • Se io fossi un oggetto:una freccia
  • Se io fossi un cantante Alissa White-Gluz,cantante dei canadesi “The Agonist”, vegetariana e animalista come me!
  • Se tu fossi una pianta: abete
  • Se tu fossi una pizza: vegetariana
  • Se tu fossi un edificio:una baita di legno
    – Se tu fossi un personaggio mitologico: centaura! Così avrei già il cavallo incorporato. Oppure un’amazzone 
    – Se tu fossi una stella:Hamal, la stella più luminosa della costellazione dell’Ariete ( il mio segno zodiacale)
    – Se tu fossi uno scrittore:il grande Pico della Mirandola
    – Se tu fossi un pesce: il pesce combattente
    – Se tu fossi un fenomeno atmosferico: un temporale con annesso arcobaleno
    – Se tu fossi una montagna:Torre dell’Orso
    – Se tu fossi un simbolo:Triskell
    – Se tu fossi uno strumento musicale:chitarra elettrica o violino
    – Se tu fossi un calciatore:vorrei dire Xavier Zanetti, ma come carattere sono più simile a Zamorano e  Ibrahimovic
    – Se tu fossi una coppa: una coppa gelato con tanto cioccolato e panna montata
    –  Se tu fossi una bandiera: La bandiera del Popolo Lakota Oglala
    –  Se tu fossi un dolce: torta ungherese o torta con panna e fragole
    – Se tu fossi una bevanda: acqua fresca di sorgente
    – Se tu fossi una salsa/condimento per le patatine fritte? salsa rossa piccantissima, di quelle che ti  lasciano a bocca aperta
Categorie: Senza categoria | 5 commenti

Blog su WordPress.com.