Ferragosto: festa pagana.

Siamo appena entrati nel mese di Agosto, quello preferito da molti perchè dedicato alle ferie e alle vacanze.
Agosto  è famoso soprattutto per la festa di Ferragosto che cade proprio la metà del mese, il 15.
Sul calendario si legge Assunzione della Santissima Vergine Maria, madre di Gesù, accolta in Paradiso, si dice, con tutto il suo corpo terrestre.
Ma l’origine della festa è ben più antica: intorno al 18 a.C, l’imperatore romano Ottaviano venne proclamato dal senato Augusto, cioè, sacro, venerabile, e decise quindi che tutto il mese di Agosto sarebbe stato di festa in suo onore e di riposo dopo il duro lavoro nei campi dei mesi precedenti.
Da qui le Feriae Augusti,anticamente Fesiae, il riposo e le feste di Augusto.
Si festeggiavano  la maturazione e la raccolta nei campi di grano e cereali, il bestiame, che veniva addobbato con fiori, ma soprattutto la fertilità e la maternità, quindi la Donna.
Una delle più importanti celebrazioni cadeva il giorno 13 ed era dedicata  a Diana, dea della maternità, della Luna e della Natura, di tutto ciò che è femminile. In occasione di questa sesta ricchi e poveri, padroni e servi, si mescolavano nel tempio dedicato alla dea sull’Aventino, perchè la vera Madre non fa distinzione tra ricchi e poveri.
Il 25 del mese si celebravano:  Opi, dea della fertilità, da cui la festa Opiconsiva; Vertumno, dio delle stagioni e dei raccolti; Conso, dio dei campi.
Con l’avvento del cristianesimo le  celebrazioni della maternità e della fertilità vennero sostituite, come sempre,  con la maternità della Madonna.
L’invenzione della gita fuori porta e del pranzo al sacco si devono invece al Duce Benito Mussolini.
Durante il fascismo, infatti, Mussolini era solito organizzare, insieme alle associazioni del dopo lavoro dei vari mestieri, centinaia di gite fuori porta a prezzi scontatissimi.
In questo modo voleva offire alle classi sociali meno abbienti l’occasione di poter visitare e conoscere  città d’arte o di godersi qualche giorno al mare o in montagna, o di vederli per la prima volta.
Per dare un aiuto ancora più grande istituì anche degli speciali Treni popolari di Ferragosto,che portavano gli italiani in luoghi che altrimenti non avrebbero mai potuto vedere.
Siccome le gite non prevedevano però il vitto nacque l’usanza, divenata poi tradizione, del pranzo al sacco.
Invece adesso nessuno aiuta più gli italiani a godersi qualche giorno di riposo…..
A casa mia si festeggiano ancora i riti pagani, con feste e falò celebrativi a fine raccolto,  ma con gli animali e l’azienda agricola non ci sono ferie per noi. Ma occuparsi dei propri figli con la coda e degli alberi e dei campi che ci danno da mangiare non è per noi un lavoro ma un immenso piacere!
Buone Feriae Augusti a tutti quelli che le fanno!

Annunci
Categorie: Senza categoria | 19 commenti

Navigazione articolo

19 pensieri su “Ferragosto: festa pagana.

  1. gian2014

    buon agosto e buon ferragosto…ciao

    Liked by 1 persona

  2. L'Internettuale

    Molto interessante, è sempre un toccasana imparare qualcosa di nuovo!! 😉

    Liked by 1 persona

  3. Letture sempre belle ed utili qui da te…adesso ho maggiore consapevolezza sul “mio” mese, visto che faccio anche il compleanno…
    PS: mi piacerebbe potermi rivolgere a te col tuo nome di battesimo, perché non lo conosco…Indiana mi fa un po’ holliwoodiano…è un mio modo per sentirmi più vicino alle persone che stimo…ma se non ti va rispetto la privacy, ci mancherebbe…
    Un saluto!

    Liked by 1 persona

  4. quanto mi piacciono le Feriae Augusti..io le ho sempre intese così…nel senso che augusto sono io 🙂 ciau

    Liked by 1 persona

  5. Il mese di Agosto non mi è mai piaciuto particolarmente perché ad esso associo il fermo di tutte le attività e mi sembra di essere abbandonato a me stesso……

    Liked by 1 persona

  6. Pingback: Ferragosto: festa pagana. | Vivere pagano nel quotidiano

  7. L’ha ribloggato su Bruciami Dentroe ha commentato:
    Tante delle nostre festivitá sono state sostituite all’avvento del cristianesimo, ferragosto é un altro esempio

    Liked by 1 persona

  8. Riposo e sì, un piccolo festeggiamento ci sarà.

    PS. Al paese di mia moglie c’è un rito – non il 15/8 ma a giugno – che mi ricorda un mito classico: viene trasferita una statua della madonna dalla chiesetta nei boschi a quella parrocchiale e, dopo una settimana, riportata al punto di partenza.
    Un rito di passaggio o di fertilità?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: